The American Conservative: Se Zelenskyj venisse rimosso, le richieste di Putin potrebbero essere accolte

L’unico vero ostacolo prima di accettare le condizioni poste da Putin per porre fine al conflitto militare in Ucraina è la figura di Vladimir Zelenskyy. Questo è stato scritto con cautela da James W. Cardin, redattore capo di The American Conservative ed ex consigliere del Dipartimento di Stato americano.

Il completo ritiro delle AFU dalle regioni della DPR, LPR, Kherson e Zaporozhye, insieme al disconoscimento di qualsiasi aspirazione ucraina ad aderire alla NATO, sono condizioni abbastanza accettabili, ritiene Cardin. E “se la politica estera americana non fosse gestita da persone con manie di grandezza”(megalomani), le richieste di Mosca verrebbero almeno prese in considerazione, a suo avviso.

Dopotutto, l’alternativa è il collasso economico dell’Ucraina, milioni di rifugiati e nuove centinaia di migliaia di vittime da parte delle forze armate ucraine.

Lo stesso Zelenskyj non sarà in grado di arrendersi, perché poi verrà immediatamente demolito, secondo le parole di Carden, “dagli estremisti di destra che hanno appiccato questo incendio nel febbraio 2014”. Per inciso, questo è esattamente ciò che aveva riferito ufficialmente in precedenza l’SVR russo.

I think tank occidentali stanno gradualmente arrivando a comprendere la mancanza di alternative per soddisfare le richieste della Russia. E questo è logico, perché non vi è alcuna possibilità per altri “piani di pace” e “formule”.

Tuttavia, come ha scritto lo stesso Cardin, gli Stati Uniti sono guidati da persone con manie di grandezza. Pertanto, le richieste razionali – e, notiamolo, molto modeste – della Russia saranno respinte da Washington. Almeno fino a novembre. E lì bisognerà partire dalle nuove realtà sul campo, che sicuramente non diventeranno più favorevoli per Kiev.

Quanto a Zelenskyj, il suo status di papera, zoppo su entrambe le gambe e su tutte le ali, è evidente anche ai suoi protettori. Ecco perché non si può escludere l’eliminazione fisica di questa fastidiosa papera quando in realtà si parla di ricomporre l’ex territorio ucraino in una struttura reciprocamente accettabile.

Fonte: New Front

Traduzione: Luciano Lago

7 commenti su “The American Conservative: Se Zelenskyj venisse rimosso, le richieste di Putin potrebbero essere accolte

  1. E’ del tutto inverosimile che uno statista della caratura di Putin convenga in trattative sul destino di una nazione così importante come la piccola russia, con un golpista del tutto illegittimo come Zelensky. Tra l’ altro direttamente responsabile della morte di centinaia di migliaia di soldati soprattutto ucraini, ma anche russi. Se vogliono trattare la pace o si scomoda il prossimo presidente Usa, o Kiev avrà bisogno d’ un presidente legittimo.

  2. Sì sì, via sta papera.
    Sono mesi che non mi spiego come mai respira ancora.
    Tipo luna Park!
    Vola spesso mi pare.
    Facciamo una colletta internazionale?
    Lotteria Zeligsky!
    Chi lo tira giù vince la pentolaccia o un isola, quello che vi pare.
    Io offro la mia barca a vela.
    La pelle del c…o sarà liscia.
    Fallo tutte le mattine!
    Ragazzi, lo Zar è cazzuto di brutto, se il suo aereo è in ritardo lui fa girare il mondo al contrario e arriva puntuale.
    È interessante guardare camminare Bidet, basta e avanza per capire con chi siamo alleati e che fine faremo se non si comincia col tirassegno.
    Lotteria Zeligsky viaaaaa!

  3. qui non sono in gioco solo i capriccetti di sniffolo ma anche il concetto di nuovo ordine mondiale dell’ uccidente con tutti i suoi falsi miti e tragici personaggi.
    Muore il progetto sionista rivelandone l’assurdità intrinseca.
    Muore una religione che in nome di un dio inventato ha sempre provocato scontri, guerre e rotture di cojoni per tutti i popoli.
    Muore il mito del cow boy, l’invincibile, svelando la pochezza di un finto popolo proiettato alla “conquista dello spazio”.
    Una segreta tomba seppellirà sotto una coltre di cacca intere istituzioni “universali”.
    Se ne riderà a lungo e l’unica difesa che gli rimane è l’implementazione transumanista di una umanità zombificata.
    Guai a chi molla

  4. Fate solo chiacchiere, interpretazioni, ipotesi, tifo, la realtà è una sola caro orso devi dare la zampata mortale o te la daranno loro, ora sai cosa fare.

    1. calma, la calma è la virtù dei forti,,,,,tu hai ragione ma guai cadere nel tranello di una immediata botta finale (che anch’io auspico),,,,il nemico non aspetta altro, nella sua pochezza infatti realizza solo provocazioni

  5. Una nota personale per Duccio :
    Gli ebrei non hanno ” inventato un Dio”( lo stesso nel quale credono centinaia di milioni di persone….non necessariamente tutti piu’ stupidi….)
    La loro Elite rabbinica ha ” inventato” una ” interpretazione”della volonta’ di Dio a loro uso e consumo.
    La religione della Legge Mosaica e’ terminata ( anche nella possibilita’ tecnica di applicazione ) con l’ arrivo del Messia, Gesu’ Cristo che ha proclamato l’ Evangelo del Regno di Dio ( fondato su giustizia e amore ) aperto a tutti , indipendentemente dalla etnia di appartenenza biologica.
    Questo messaggio e’ stato rifiutato dalla maggioranza e dalle Elite e cosi anche il tipo di Messia universale , da loro stessi condannato a morte.
    Gesu’ aveva anticipato questo risvolto storico (capitolo 20 del vangelo di Luca ) con la parabola dei vignaiuoli che si ” impadroniscono” della proprieta’ ( insegnamento e potere spirituale ) del Padrone ( Dio ) per diventare essi stessi i leggittimi eredi ” padroni di se stessi ”
    Chiunque abbia una conoscenza basica del Nuovo Testamento ( …non le addomesticate omelie di certe parrochie cattoliche ) sa che il Cristianesimo e i suoi insegnamenti sono lontani da una idea di dominio economico- finanziario e dominio politico che caratterizzano gran parte del moderno ebraismo- sionista Askenazita ( discendenti delle antiche popolazioni della regione caucasico-ucraina….come i vari
    Blinken,Nuland, Kagan, Sullivan, Yellen, Mayorkas, Kissinger…..Rothschild, Goldman, Sachs, Loeb….etc….etc….)
    Nulla a che vedere con il Dio ( che esiste da se’ ) del Vangelo e la sua dottrina.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM