Terzo fallimento consecutivo dell’aviazione israeliana in Siria

Un terzo raid israeliano contro obiettivi in ​​Siria è stato sconfitto dalla difesa aerea siriana in meno di una settimana. Questa volta, almeno un caccia israeliano, ha lanciato due missili Air-to-Sol a lungo raggio di tipo sconosciuto contro obiettivi militari alla periferia di Damasco. I due missili sono stati intercettati e distrutti in volo dai sistemi Buk M2.

Altri due raid che scrivono del lancio consecutivo di otto e quattro missili di tipo sconosciuto (gli analisti israeliani vogliono far credere che siano Rafael Spice 250 sulle loro tracce ). Otto missili dai confini siriano-iracheno-giordano sulla base comune illegale di Al-Tanf e quattro dallo spazio aereo libanese. Dei dodici missili lanciati, undici sono stati distrutti in volo dalla difesa aerea siriana.

L’unico missile sfuggito al fuoco della difesa siriana è stato crivellato di proiettili ebbe origine da un sistema di difesa aerea a corto raggio Pantsir.

Sembra che il nuovo governo israeliano guidato da Bennett persista nell’ignorare i messaggi abbastanza chiari da Mosca alla Siria. Il tempo in cui d’aviazione israeliana poteva permetersi di bombardare impunemente il Levante non solo è finito ma, se gli israeliani persistono nel continuare su questa strada, non è escluso che i loro caccia vengono abbattuti “in pubblico” e non in segreto . Questo sarebbe disastroso per Israele e la sua posizione di deterrenza, basato su un mito costruito sull’invulnerabilità grazie al denaro dei contributi e al complesso militare-industriale americano.

Aerei israeliani

Questo è il terzo fallimento israeliano in Siria in meno di una settimana. La strategia del pugile adottata da Mosca e Damasco sembra abbastanza efficace nel sconfiggere ogni nuovo raid israeliano using tattiche evasive perche’ nessun apparato bellico israeliano o statunitense sembra più pronto a tentare di penetrare nella Siria occidentale senza rimettervi la propria incolumità . Ciò sarebbe dannoso per il marketing e la pubblicità di sistemi d’arma presentati come invulnerabili fino a poco tempo fa.

Di questo passo, l’aviazione israeliana non potrà più operare dal Libano e non potrà raggiungere alcun obiettivo nella Siria occidentale. Una realtà che nessuna falsa pagina in nome dell’esercito arabo siriano – e alcun amministratore delle unità israeliane di guerra psicologica può né mitigare né negare.

Fonte: Strategika51

Traduzione: L.Lago

10 Commenti
  • Pavel
    Inserito alle 22:36h, 03 Settembre Rispondi

    Sarebbe ora che venissero abbattuti anche gli aerei con la stella di David e non solo i loro missili .

    • Marco
      Inserito alle 08:29h, 04 Settembre Rispondi

      Condivido in toto le considerazioni di Pavel. Anzi aggiungerei, ad ogni missile che arriva sul territorio siriano da Israele un missile debba partire dalla Siria verso Israele magari di tipo ipersonico.

  • Bobo merenda
    Inserito alle 02:38h, 04 Settembre Rispondi

    Concordo, una bella lezione se la meritano i guerrafondai che comandano in Israele.
    Sarebbe anche una bella cosa che la stessa gente, in Israele, la piantasse di eleggere estremisti, dovrebbero sapere benissimo dove portano quei tipi di regime.

  • atlas
    Inserito alle 05:14h, 04 Settembre Rispondi

    come si legge, il nemico degli ebrei è l’Arabo Nazional Socialista, non il democratico persiano sciita

  • Enriquelosroques
    Inserito alle 10:42h, 04 Settembre Rispondi

    Già dovrebbero abbattergli qualche velivolo o addirittura bombardare qualche postazione sul Golan. Questi non si fermano. Lo fanno da oltre 10 anni. Se non prendono la batosta continueranno

    • Fratello Marcus
      Inserito alle 11:49h, 05 Settembre Rispondi

      …. Il Golan sarà a suo tempo,, in contemporanea o un attimo prima dell,’ entità sionosta.

  • Annibal61
    Inserito alle 11:56h, 04 Settembre Rispondi

    Sarebbe ora che qualche missile siriano o russo raggiungesse la residenza degli Oligarchi in Europa.

  • antonio
    Inserito alle 19:37h, 04 Settembre Rispondi

    se gli aerei degli ebrei di Israele escono dai loro spazi aerei finirà come come al tiro al piccione

  • VECCHIO STORICO
    Inserito alle 22:31h, 04 Settembre Rispondi

    La notizia é molto importante. La superiorità aerea israeliana sarebbe agli sgoccioli. Debbono ringraziare Putin e la sua strategia di DIFESA MINIMALISTICA se Tel Aviv ed i siti nucleari israeliani non sono stati distrutti dalla Siria, dall’Iran e da Hezbollah.
    Ma forse non durerà ancora per molto.

    • atlas
      Inserito alle 06:01h, 05 Settembre Rispondi

      lascia stare Putin. E scherza coi fanti

Inserisci un Commento