Terroristi dell’ISIS (Daesh) ammettono che coordinavano le loro operazioni con il comando USA


Tre terroristi arrestati e detenuti, che appartengono al gruppo dell’ISIS (Daesh, in arabo), hanno ammesso di aver effettuato operazioni “diverse” in Siria, dietro coordinamento da parte del comando delle truppe degli Stati Uniti
In un programma trasmesso giovedì dalla televisione siriana, i tre terroristi di Daesh hanno confessato di aver effettuato “diverse operazioni” contro i militari e civili siriani “in coordinamento”e concordate in anticipo dai loro leader con le forze statunitensi schierate nello strategica Base militare USA di Al-Tanf, situata nell’estremo sud-est della provincia di Homs (al centro).
Gli atti terroristici includevano omicidi, esecuzioni, rapimenti, atti di sabotaggio e distruzione di proprietà pubbliche e private, secondo l’ agenzia di stampa SANA locale .
Uno dei terroristi ricorda che in un’occasione stavano andando dalla città di Al-Raqa alla città di Deir Ezzor, entrambi situati a nord e sono stati “scortati” da diversi veicoli statunitensi, mentre quattro elicotteri hanno dato loro una copertura aerea.
Al-Tanf, secondo i detenuti, era “un rifugio sicuro” per i terroristi di Daesh, dove potevano ricevere assistenza medica e corsi di formazione.
La Russia aveva denunciato più volte l’addestramento terroristico svolto dagli americani in Siria ma le denuce non avevano mai avuto seguito.
La SANA spiega che i terroristi apparsi davanti alle telecamere appartenevano a un gruppo legato a Daesh, composto da sei persone, che è stato smantellato in un’operazione di sicurezza dell’esercito siriano. Altri tre membri sono morti nell’imboscata organizzata in collaborazione con i residenti locali nel deserto siriano (est), hanno aggiunto i media arabi.
Un gruppo di terroristi siriani, recentemente consegnato all’esercito, aveva ammesso ad aprile di essersi addestrato nelle basi statunitensi ad attaccare e sabotare le infrastrutture del Paese, secondo le informazioni fornite dalla direzione del Centro russo per la riconciliazione in Siria.

Base USA dove gli americani addestrano i terroristi


Numerosi rapporti confermano che gli Stati Uniti addestrano e sostengono i terroristi del Daesh in Siria, e lo fanno molto frequentemente nella loro base in Siria, Al-Tanf. Daesh, infatti, è uno strumento necessario per le strategie di Washington per “saccheggiare le ricchezze” del paese , secondo gli stessi siriani.
Il governo di Damasco ha ripetutamente sollecitato tutti i paesi stranieri in Siria senza l’autorizzazione del governo del presidente Bashar al-Asad, come gli Stati Uniti e la Turchia, per lasciare il paese in pace in modo che la Siria possa sradicare il terrorismo e ritornare alla pace.
Nota: I media occidentali ignorano sistematicamente le notizie della complicità delle forze USA con i gruppi terroristi in Siria ed in Iraq. La censura blocca immediatamente qualsiasi notizia di questo tipo anche sulle reti dei social media controllate dalle centrali di potere atlantista.
Il pubblico occidentale non deve conoscere queste notizie e deve credere alla narrazione ufficiale secondo cui le forze USA e occidentali sono in Siria per combattere il terrorismo. Fonte: Hispan Tv

https://www.hispantv.com/noticias/siria/466053/estado-islamico-eeuu-tanf

Traduzione e nota: Luciano Lago

2 Commenti

  • Mardunolbo
    16 Maggio 2020

    Il tanfo di morte della base Al Tanf raggiunge distanze notevoli. Aspetto il momento che il tanfo di morte emani da cadaveri di soldati americani (ratti di fogna mercenari come quelli che addestrano) eliminati da un missile improvviso. Ormai è questo che ogni testa pensante deve sperare !

    • Teoclimeno
      16 Maggio 2020

      Egregio Signor MARDUNOLBO, la sua è davvero una bella battuta, che sintetizza in maniera impeccabile, cosa noi andiamo pensando degli ameri-cani e dei loro mercenari. Molto cordiali saluti. TEOCLIMENO

Rispondi a Mardunolbo cancella risposta

*

code