Tentativi di sobillazione nelle Repubbliche Asiatiche della Russia

Quando l’FSB colpisce sulla porta: come vengono catturati i terroristi che volevano rovesciare la Russia al potere / foto /

RUSSIA

Le autorità russe hanno rilasciato foto della spettacolare operazione di arresto, con cui rivelano come le forze di sicurezza russe hanno catturato i terroristi che volevano rovesciare il governo in una regione asiatica della Federazione Russa e creare un califfato.

Il servizio di sicurezza federale russo (FSB) ha dichiarato di aver catturato un gruppo di nove membri dell’organizzazione terroristica Hizb ut Tahrir el Islami, che sta preparando un’operazione per rovesciare il governatorato di una regione della Federazione Russa, per creare un cosiddetto “califfato mondiale”.

L’operazione speciale dell’FSB è stata condotta sul territorio di Mosca, così come nella repubblica del Tatarstan e nella regione di Tjumen ‘, e in quell’occasione sono stati arrestati due leader di questa organizzazione terroristica.

L’operazione speciale dell’FSB è stata condotta sul territorio di Mosca

Si precisa che questo gruppo che opera nelle regioni della Russia ha creato strutture terroristiche chiuse, risolto i problemi di finanziamento e diffusione dei materiali di propaganda e si è anche impegnato nel reclutamento di musulmani locali per la realizzazione dei loro obiettivi.

Molti materiali di propaganda terroristica sono stati trovati durante l’arresto dei terroristi

Terrorista arrestato

Inoltre, queste strutture hanno svolto attività sulla base della dottrina della creazione del cosiddetto “califfato mondiale”, con l’obiettivo di far collassare le istituzioni della comunità mondiale ed in particolare quelle delle regioni russe a maggioranza mussulmana.

Forze di sicurezza FSB in azione

Durante l’arresto dei terroristi, è stato trovato un gran numero di materiale di propaganda, strumenti di comunicazione e media elettronici.
Le autorità russe stanno indagando circa la provenienza di questi materiali e circa i collegamenti con l’estero che questi gruppi intrattenevano. Potranno esserci delle sorprese.

https://rs-lat.sputniknews.com/rusija/201911221121216590-kad-na-vrata-grune-fsb-kako-su-pohvatani-teroristi-koji-su-hteli-da-ruse-vlast-u-rusiji-foto/?fbclid=IwAR17f5xIe7KHWz40OM_OVzlBWjyUXdBgePxMcV4n2EbT6Pf3cUrb0w30S2M

Traduzione By Giuseppe Sorbello e Biljana Stojanovic

6 Commenti

  • atlas
    23 Novembre 2019

    quei guerriglieri salafiti democratici fermati sono la prova di atti di guerra contro la Russia da parte di usa e dei giudei che occupano la Palestina e il mondo intero. A cui si deve rispondere.

  • Silvia
    23 Novembre 2019

    Non potreste tradurre meglio le fonti russe? Per es. che cosa vuol dire “sul territorio di Mosca?

    • atlas
      23 Novembre 2019

      vuol dire che per i giudei sta finendo la pacchia. Un Europeo su 4 è contro di loro. E nel mondo l’avversione aumenta: Sud Africa +11%, Brasile +9% …

  • eusebio
    23 Novembre 2019

    Anche in Cina i neocons sionisti sostengono in ogni modo possibile i terroristi islamisti, nell’ultimo decennio ci sono stati decine di morti per attentati in Cina, in Siria le forze armate russe hanno ucciso decine di migliaia di terroristi ceceni e uiguri, i tentativi dei neocons di piazzare califfati nel Caucaso e nello Xinjiang sono falliti e la Cina è stata assalita indirittamente dal terrorismo islamista creato dai neocons prima in Birmania, da dove una volta massacrata la popolazione locale buddista doveva dilagare nello Yunnan islamico ma di lingua cinese, e per interposta persona dai ribelli di Hong Kong affiliati ai White Elmets.
    Per adesso la Cina non ha reagito militarmente come la Russia in Siria, ha aiutato i governi buddisti di Birmania, Thailandia e Sri Lanka a soffocare nel sangue le rivolte islamiste, e avrebbe aiutato anche il govermo cristiano filippino a fare la stessa cosa se non fosse stato sotto occupazione militare americana-sionista (lo stesso problema che abbiamo anche noi e i tedeschi), però a differenza della Russia la Cina ha l’arma economica, controlla ancora un trilione di dollari di titoli di stato USA e cedendoli sul mercato in due-tre mesi può mandare in default gli USA.
    Inoltre può smettere di comprare petrolio dai finanziatori sauditi del terrorismo mandandoli falliti.

  • SEPP
    24 Novembre 2019

    Oltre al tifo sfrenato non vi sovviene in mente che a volte questi ribelli hanno le loro ragioni?
    Non vi viene in mente che noi italiani siamo tenuti assieme per forza?
    Certo noi ormai abbiamo l’encefalogrammo piatto, dopo 150 anni di propaganda ci siamo ammansiti,
    pero’ in russia e in cina, i veri patrioti combattono e non vengono trattati con guanti di velluto.
    Gli uiguri di cui parlate sono piu’ simili a noi europei somaticamente che ai cinesi, i ceceni e simili
    possiedono ancora una forza interiore che li porta a ribellarsi contro l’imperialismo di ogni colore.
    Rispetto per costoro, anche se ingannati e poi abbandonati resistono al rullo compressore del mondo
    moderno. Muoiono a migliaia pero’ non sono domati sono indomiti.
    Hanno una fede piu’ grande di noi.

    • Suleiman Kahani
      29 Novembre 2019

      Ma stai zitto, i separatismi sono sempre manovrati dagli imperialisti e dai sionisti, basta vedere in Italia chi manovra i NEOBUBBONICI

Inserisci un Commento

*

code