di Luciano Lago Il partito nazionalista di "Diritto e Giustizia" ha segnato una vittoria clamorosa, in Polonia, ed ha ottenuto la maggioranza assoluta dei seggi nel nuovo Parlamento. Si tratta del fronte dei conservatori nazionalisti, euroscettici e cattolici. Questo partito, in quelle che erano elezioni politiche nazionali di ieri, ha ottenuto il 39% circa dei sondaggi (secondo le proiezioni ), ottenendo quindi un premio di maggioranza che gli farà assegnare almeno 238 seggi sui 460 che compongono il "Sejm", la Camera Bassa. Per i liberali europeisti di Piattaforma Civica (Po), che sosono stati al governo per molti anni (otto anni circa) , la sconfitta risulta maggiore anche rispetto a quanto ventilavano i sondaggi. Il partito dell'ex premier e attuale presidente del Consiglio Europeo Ue Donald Tusk, "Piattaforma", si è fermato al 23,4% dei voti, ottenendo 135 seggi e sarà assolutamente ininfluente nella nuova assemblea dominata dai nazionalconservatori.