Lavrov ONU discorso

Il ministro ha sottolineato che l’incapacità di rispettare gli accordi è diventata il biglietto da visita dell’Occidente.
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov terrà questo sabato un discorso alla 78esima sessione ordinaria dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

All’inizio del suo discorso, il ministro degli Esteri russo ha sottolineato che ora “sta nascendo un nuovo ordine mondiale”. “I contorni del futuro si stanno delineando nella lotta tra la maggioranza mondiale che sostiene una più equa distribuzione globale dei benefici e la diversità delle civiltà e pochi paesi che utilizzano metodi neocoloniali di sottomissione per preservare il proprio dominio, che sta scivolando via da loro”, ha affermato .

Il ministro ha sottolineato che l’incapacità di rispettare gli accordi è diventata il biglietto da visita dell’Occidente . Lavrov ha affermato che americani ed europei fanno promesse, prendono impegni, compresi accordi scritti e giuridicamente vincolanti, e poi “semplicemente non li mantengono”. In questo contesto, ha citato il presidente russo Vladimir Putin e ha dichiarato che “l’Occidente è un vero impero di menzogne”.
Il capo della diplomazia russa ha dichiarato che, mentre l’Unione Sovietica combatteva contro la Germania nazista, i suoi alleati della coalizione stavano già pianificando l’operazione chiamata “Impensabile” contro l’URSS. Inoltre, nel 1949, gli Stati Uniti svilupparono il piano dell’operazione “Dropshot” per effettuare attacchi con armi nucleari contro il territorio sovietico. “Quei piani folli rimasero sulla carta. L’URSS creò la propria arma di ritorsione”, ha ricordato.

La delegazione russa, guidata da Lavrov, è arrivata martedì a New York per partecipare all’evento. Questa settimana, il capo della diplomazia russa ha avuto incontri bilaterali con i suoi omologhi di altri paesi e ha incontrato il segretario generale dell’organizzazione, António Guterres.

Inoltre, Lavrov ha partecipato a una riunione del Consiglio di sicurezza dell’ONU e ha sottolineato che “i rischi di un conflitto globale aumentano”. Durante un incontro con i rappresentanti dei BRICS, il ministro ha affermato che il sistema unipolare resta una cosa del passato, mentre “si accelera l’instaurazione irreversibile di un ordine mondiale più giusto e policentrico”.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus