Il segretario generale del movimento Hezbollah, Sayyed Hassan Nasrolá, ha lanciato una dura denuncia ed un atto di accusa contro il regime dell'Arabia Saudita: "l'Arabia Saudita costituisce oggi la minaccia esistenziale nella regione del Medio Oriente ed è l'Arabia S. quella che sta cercando di diffondere il wahabismo in Medio Oriente ed in tutto il mondo (Europa inclusa)". Hassan Nasrolà, leader e capo spirituale del movimento Hezbollah, è uno dei personaggi più carismatici e di prestigio nel mondo arabo, in particolare fra gli sciiti che popolano il Libano, la Siria e l'Iraq, gode di una grande ammirazione e di rispetto per le battaglie e la resistenza che ha condotto contro Israele e contro l'orda del terrorismo dei takfiri (appoggiati anche dall'Occidente) che ha sconvolto la regione.