Cina Russia alleanza anti USA

placeholder


di Eric Zuese

L’8 giugno, il canale russo RT News ha titolato ” Le esercitazioni aeree Russia-Cina preoccupano gli alleati regionali degli Stati Uniti (video)nel riferire (per la prima volta, a mia conoscenza) di un’esercitazione militare congiunta tra Cina e Russia, durante la quale i due paesi si preparano a reagire in squadra a una possibile aggressione degli Stati Uniti e dei suoi alleati nella loro regione del mondo , presumibilmente in risposta a uno sforzo militare degli Stati Uniti per conquistare Taiwan. Forse se gli Stati Uniti continueranno ad armare e addestrare il governo sempre più separatista di quella che è effettivamente la provincia cinese di Taiwan, che poi annuncia la sua “indipendenza” dalla Cina, per diventare non più un tale governo ma un vassallo o “alleato” degli Stati Uniti, gli Stati Uniti e la loro banda che invade la Cina saranno in guerra sia con la Cina che con la Russia, e non SOLO con la Cina. Lo sostengono gli stessi specialisti di giochi di guerra del CSIS americano, ecc..
La Russia si muoverebbe per “conquistare” una Taiwan decimata come un altro “alleato” degli Stati Uniti? In questo conflitto militare, l’intero pianeta sarebbe certamente distrutto, ma gli individui che controllano gli Stati Uniti hanno finora indicato che non si fermeranno davanti a nulla per rendere tutti i paesi del mondo “alleati” degli Stati Uniti, il LORO impero.
Russia e Cina si stanno muovendo verso un sistema di comando militare unificato in cui i due paesi indipendenti, Cina e Russia, formeranno un’alleanza militare, se l’alleanza militare USA NATO (formata contro la Russia nel 1949 e che si rifiutò di sciogliersi quando la Russia terminò la sua alleanza militare speculare del Patto di Varsavia in risposta nel 1991) diventa attiva o integrata anche contro la Cina. Gli Stati Uniti ei suoi paesi vassalli della NATO si rifiutarono di onorare le ripetute assicurazioni che avevano dato a Gorbaciov che la NATO non si sarebbe espansa fino al confine con la Russia; e ora gli Stati Uniti stanno dando indicazioni sempre più forti che non manterranno nemmeno le promesse fatte alla Cina.

Dal 2007, la Russia ha avvertito che, a meno che la NATO non prometta di non includere l’unico paese entro 400 miglia da un possibile bombardamento lampo del Cremlino – l’Ucraina, che dista solo 300 miglia dal Cremlino – avrebbe preso provvedimenti per impedire all’Ucraina di diventare un membro della NATO. (Se l’Ucraina dovesse diventare un membro della NATO, potrebbe richiedere e ricevere missili nucleari dagli Stati Uniti, che sono di stanza a soli cinque minuti di volo dal Cremlino. Ecco perché la Russia non permetterà che un simile risultato diventi possibile) .

Gli Stati Uniti hanno trasformato in menzogna anche l’impegno preso con la Cina nel 1972, come condizione necessaria affinché la Cina potesse commerciare con gli Stati Uniti: gli Stati Uniti hanno promesso di essere “ del parere che sarebbero stati contrari gli interessi dei popoli del mondo affinché un grande paese colluda con un altro contro altri paesi, o che i grandi paesi dividano il mondo in sfere di interesse. (…) Gli Stati Uniti riconoscono che tutti i cinesi, su entrambi i lati dello Stretto di Taiwan, sostengono che esiste una sola Cina e che Taiwan fa parte della Cina. Il governo degli Stati Uniti non contesta questa posizione . Nello stesso documento, la Cina ha indicato la sua comprensione di questa dichiarazione degli Stati Uniti.“ Taiwan è una provincia della Cina che da tempo è stata restituita alla madrepatria; la liberazione di Taiwan è un affare interno della Cina in cui nessun altro paese ha il diritto di interferire; e tutte le forze e le installazioni militari statunitensi devono essere ritirate da Taiwan. Il governo cinese si oppone fermamente a qualsiasi attività volta a creare “una Cina, una Taiwan”, “una Cina, due governi”, “due Cine” e “una Taiwan indipendente” o sostiene l’idea che “lo status di Taiwan da determinare”. Gli Stati Uniti non si sono opposti a questa dichiarazione del governo cinese, inclusa nell’accordo.

Pertanto, questo documento affermava chiaramente che gli Stati Uniti non avrebbero mai fatto nulla per violarlo. Questo accordo era il prerequisito affinché Cina e Stati Uniti facessero affari insieme. Oggi gli Stati Uniti lo violano sistematicamente.

Esercitazioni navali cinesi vicino Taiwn

Il governo degli Stati Uniti è, attualmente, un governo bugiardo che, nonostante le sue false smentite, aspira a prendere il controllo dell’intero pianeta; questa intenzione mega-imperialista è ormai chiara al mondo intero. La Cina e la Russia stanno ora adottando le misure necessarie per garantire che questo obiettivo imperialista globale del vorace governo statunitense del secondo dopoguerra non possa mai essere raggiunto. A tal fine, si stanno gradualmente sviluppando, almeno in una certa misura, in un’unica repubblica composta da due grandi regioni: Cina e Russia.

Un numero speciale di 298 pagine del novembre 2020 dell’American Journal of Economics and Sociology , intitolato ” Chinese Farmers in the Russian Far East “, affermava già nella sua introduzione che:

“L’Estremo Oriente russo è una regione della Siberia meridionale situata appena a nord della Cina nord-orientale e a sud della vasta cintura subartica della Siberia. A differenza della Siberia, che è fredda e secca, il clima dell’estremo oriente russo è un clima continentale umido; assomiglia alla regione dei Grandi Laghi degli Stati Uniti o alle province della prateria del Canada, ma con estati più fresche e inverni più secchi. Nelle aree della RFE dove i suoli sono drenati e le precipitazioni sono sufficienti, il clima è ideale per le colture da reddito. Tuttavia, dal crollo dell’Unione Sovietica, oggi vaste aree di terra non sono sviluppate, per mancanza di manodopera e capitale per renderle produttive. Gran parte della terra inutilizzata è submarginale,

Come notano gli autori, la regione è attualmente specializzata nella produzione di semi di soia, una delle colture più commercializzate al mondo. Come parte della guerra commerciale, i dazi cinesi di ritorsione sono stati un ostacolo per gli agricoltori statunitensi che vendono semi di soia alla Cina .

Le misure prese da allora dal governo americano hanno solo accelerato il riavvicinamento di questi due paesi vicini, che condividono entrambi lo stesso impegno ideologico contro l’imperialismo: la Cina, leader mondiale nelle risorse umane, e la Russia, leader mondiale nelle risorse naturali.

Il 22 agosto 2022 ho intitolato ” Perché Cina e Russia saranno probabilmente i paesi dominanti dopo il 2100 “. Sottolineo che il fatto che la Russia sia il Paese più ricco di risorse naturali del mondo e che confina con la Cina ne fa il partner ideale per quest’ultima.
L’esercitazione militare congiunta tra Russia e Cina suggerisce che i massimi leader di entrambi i paesi riconoscano che tutto ciò è vero e lo sta diventando sempre di più ogni giorno che passa.

Fonte: Oriental Review

Traduzione: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM