SVEZIA. Il “laboratorio” fallito dell’Utopia Mondialista

di Luciano Lago

Il successo relativo  del partito della estrema destra “populista” in Svezia era previsto e non meraviglia più di tanto, anzi al contrario risulta inspiegabile che ancora una larga fetta dell’elettorato svedese, sebbene fortemente ridimensionata (34,8% in coalizione con DC e moderati) , continui a dare fiducia ai socialdemocratici del fronte mondialista che hanno così profondamente  devastato il paese scandinavo con le loro politiche remissive, tanto da essere considerati traditori e rinnegati della loro patria.
Ancora un fatto inspiegabile che così tanta gente presti ascolto ad una classe politica squalificata che, pur di conservare le sue prerogative, si è immedesimata con le direttive ed con programma della elite mondialista anche quando questo presupponeva uno stillicidio di vite dei cittadini svedesi, vittime delle aggressioni e delle violenze scatenate dalle masse di migranti islamici che ormai dettano legge in varie aree del paese.

Questa violenza viene di fatto accettata e nascosta (quando possibile) dalle autorità in modo imbarazzante quale “male minore” che si può tollerare.
Come ha scritto di recente Robert Bridge, ” fiduciosi nella convinzione di essere rappresentanti della “superpotenza morale” del mondo, il popolo svedese continua il suo pericoloso flirt con ogni nuovo esperimento culturale sotto il sole. Questa politica è davvero ‘progressista’, o è la strada per la rovina nazionale?

Sembra che una buona parte degli svedesi opti per questa ultima strada e risulta che accettino acriticamante il messaggio sociale trasmesso dalle autorità che prescrive ai suoi cittadini di essere tolleranti verso ogni nuova moda culturale – dall’esperimento del multiculturalismo all’accettare di far impiantare il micro-chip sotto la pelle (ultima trovata dei mondialisti) per permettere ai bambini di quattro anni di essere indottrinati in età prescolare con il nuovo concetto di transgenderismo.

“Gli svedesi sono diventati molto attivi nel microchip, con scarso dibattito sulle questioni relative al suo utilizzo, in un paese appassionato di nuove tecnologie e in cui la condivisione delle informazioni personali è considerata un segno di una società trasparente”, osserva AFP .

Svezia proteste mussulmani

La “sperimentazione culturale” svedese è iniziata con il multiculturalismo più folle, accettando le masse islamiche senza possibilità di integrazione nel sistema del paese e neppure termina con il microchip. Nel regno del comportamento umano e della sessualità, le autorità stanno diffondendo la nuova ideologia del gender che procede abbattendo le barriere stabilite da lungo tempo con la determinazione di convincere lo svedese medio anche ad abbracciare il movimento transgender. La distruzione delle famiglie tradizionali è l’effetto indotto dalla diffusione di questa ideologia.

L’utopia mondialista del paese multiculturale è il primo fallimento di questa “nuova società” e cozza contro la triste realtà di un fortissimo aumento delle violenze contro le donne, degli stupri e degli omicidi che hanno per protagonisti regolarmente i migranti di religione islamica, salafita, sobillati nelle moschee dagli iman wahabiti che provengono dall’ Arabia Saudita (grande alleato dell’Occidente).

La maggioranza sociale degli svedesi si era arresa al più stupido dei dogmi: la semplicistica e codarda bigotteria imposta dalla religione del “Nuovo Ordine”, con l’accettazione della sua stessa distruzione etnica , come parte dell’ordine stabilito, la rinuncia a qualsiasi ideale o principio distinto da quelli stabiliti dalla dittatura del “pensiero unico”. Oggi qualche cosa inizia a cambiare ma non è ancora sufficiente per dare una svolta alla situazione.
Attualmente, mentre le scuole svedesi stanno promuovendo modelli di ruolo di genere neutro per i loro figli, bande di migranti molto brutali stanno rendendo alcune parti della Svezia praticamente “off limits” per la popolazione generale.

I paramedici e i vigili del fuoco a volte hanno bisogno di scorte di polizia prima di entrare in “aree vulnerabili”, in particolare in alcuni quartieri di Malmö, la terza città svedese. Il tutto minimizzato dalle autorità che si sono limitate a rilasciare dichiarazioni scontate e frasi sterilizzate circa “la necessità di combattere il disordine”, tuttavia hanno continuato senza cambiare la loro politica delle porte aperte e dell’occultamento dei responsabili.

Non è stato un caso quando la ministra svedese della Cultura, Lena Adelsohn Liljeroth ha minacciato di ritirare le sovvenzioni ai media informativi che criticavano l’immigrazione, quello che stava facendo codesta ministra era eseguire alla lettera la strategia globalista di criminalizzare la possibile creazione di una coscienza collettiva contraria ai precetti ufficiali sul multiculturalismo. Accade in tutti i paesi europei, anche in Italia (vedi proposte leggi Fiano).

Svezia, attacchi bande migranti

Tuttavia una sana reazione di ripulsa da parte di un largo settore della società svedese c’è stata con la impetuosa crescita di un partito anti-establishment, una nuova formazione politica, che ironicamente ha preso il nome, di “democratici svedesi”, un partito con presunte “radici neo-naziste”(secondo i suoi detrattori) che vuole congelare l’immigrazione e tenere un referendum sull’adesione della Svezia all’Unione Europea.

L’ascesa dei “democratici svedesi”, sostenuti dal sentimento anti-immigrazione, rispecchia le conquiste per i partiti di destra, populisti e anti-establishment in altri paesi europei come Italia, Francia, Germania, Polonia, Ungheria, Slovenia e Austria. Una onda lunga di ripulsa delle politiche globaliste in tutta Europa che sarà difficile arrestare per gli apologeti del mondialismo.

I “democratici svedesi” sono ancora dietro al Partito socialdemocratico (che ha perso la sua maggioranza di consensi) ma questo è stato superato dai principali moderati dell’opposizione in molte aree del paese nordico . Tutti i partiti tradizionali hanno escluso di lavorare con loro e questo rende la Svezia ingovernabile, un pò meno nordica e più simile ai paesi mediterranei.

Alla luce di questi risultati apparentemente inconciliabili, in questa nazione nordica “progressista”, è necessario porsi la domanda: quanto possono durare gli “esperimenti culturali” in un paese che ne viene investito,  quanti danni irrimediabili possono lasciare, prima che il laboratorio si esaurisca?

28 Commenti

  • PieroValleregia
    10 Set 2018

    salve
    temo siano vittorie di PIrro, servirebbero ben altre maggioranze (del tipo oltre il 70%) per poter invertire la rotta e, sopratutto, evitare coalizioni pericolose
    come Lega/M5S (con questi ultimi, in gran parte, anello debole) dimostra.
    un saluto
    Piero e famiglia

    • atlas
      10 Set 2018

      quando Haider vinse con la democrazia in Austria i democratici di tutta Europa lo eliminarono. La democrazia è un sistema criminale da non alimentare, ma da abrogare

      • PieroValleregia
        10 Set 2018

        … esatto …
        ma gente che imbraccia fucili e, sopratutto, di valore morale e culturale tale da smuovere la masse, non ne vedo (escluso Putin e
        Orban ma stanno distante)
        un saluto
        Piero e famiglia

        • atlas
          10 Set 2018

          l’arma è sempre la stessa da sempre, lo sciopero generale a oltranza. Che appunto cessa di alimentare il sistema. Naturalmente previa chiara e corroborata pianificazione politica Sociale e Nazional Popolare. Non so voi in Piemonte, ma qui nelle Due Sicilie la gente pensa solo ai soldi e alle donne (nemmeno tutte belle, si prendono anche solo di quello che c’è. Pizza, patatine, risate sguaiate e culi enormi. E poi bambini, il calcio, birra rigorosamente dreher e doppia schiavitù, anzi tripla: da piemontesi, ameri cani e dalle loro mogli, in realtà la maggior parte delle scrofe ottuse ed inutili), per il resto un vuoto intellettuale pneumatico generale ed assoluto. Vuol dire che tanto male poi non stanno, anzi, si vede che ci sguazzano in questa ‘comunità internazionale’. Si vede che del loro futuro e di quello dei loro figli non gliene frega nulla. SAPESSI A ME

          i primi di Ottobre me ne vado in Tunisia, un paesello diventato una merda democratica, ma ancora pieno di belle ragazze; il segreto per godersi la vita, sia lì che qui è molto semplice: parlare poco e uscire poco. Il minimo indispensabile

          • PieroValleregia
            12 Set 2018

            … ignoro cosa facciano in Piemonte dato che, il sottoscritto, è nato (da sangue) e vive in Liguria, precisamente nell’entroterra collinare di Genova.
            un saluto
            Piero e famiglia

          • atlas
            14 Set 2018

            per me fuori dalle Due Sicilie è tutto Piemonte. Stranieri. Questo vuol dire tutto e nulla, colti e ignoranti vi sono ovunque così come maleducati e ineducati, buoni e cattivi. Ma siamo diversi razzialisticamente ed uniti non sta e non è stato mai bene nessuno. E’ un fatto.

      • robyt
        11 Set 2018

        Sembra passato un secolo dai timpi di Haider, che cmq non è mai stato al governo. Ora invece in Austria hanno Kurz. L’austria è un grandissimo paese, perché I suoi cittadini sono svegli e reattivi; così come l’Ungheria. Alla fine sono arrivato a rimpiangere l’Empero Austro Ungarico (e Cattolico) sempre di più. Noi in Italia, “io speriamo che me la cavo”, con questo contratto di governo… ma è tutto ancora da vedere.

        • atlas
          11 Set 2018

          Adolf Hitler, buonanima, era Austriaco

          • robyt
            11 Set 2018

            Gli hanno fatto fare una brutta fine, quindi cerchiamo di evitare di ripetere. Qui habet aures audiendi audiat.

          • atlas
            14 Set 2018

            chi, i tuoi amici giudei ? L’idea Nazional Socialista ancora non muore però.

  • nicholas
    10 Set 2018

    E vai, l’Europa sta cambiando. Pian piano si invertirà la rotta……

  • giannetto
    10 Set 2018

    1. “Ancora un fatto inspiegabile che così tanta gente presti ascolto ad una classe politica squalificata che… ” (cit.). … Mio commento: Inspiegabile per il buon senso, ma… “il mondo non è se non vulgo” (Machiavelli). … Un Vulgo che è scemo “per natura sua” , e manipolato da altri.-
    2. Sembra che la “superpotenza morale” ( cit.) della massa svedese stia nel gusto della sodomizzazione.
    3. “Gli svedesi sono diventati molto attivi nel microchip” (cit.) – Mio commento: Quos deus vult perdere, amentat prius. – Allora crepino in un’orgia di mocrochips autoctoni e di maximinchie d’importazione. Non parteciperò ai funerali.
    4. “La distruzione delle famiglie tradizionali …” (cit.). Questa però in Svezia è roba vecchia e sarebbe ingiusto trovare il capro espiatorio solo nel balubismo islamico. Ricordate Bergman, e Strindberg, please! Si tratta di una società dove, forse, la cultura borghese-protestante è diventata marcia e necrofila prima che altrove, ed è dunque entrata in una condizione di più facile aggredibilità da parte di gente aliena alle loro nevrosi.
    5. “fortissimo aumento delle violenze contro le donne…” (cit.) – Del resto, quand’ero giovane, le loro donne calavano in vacanza nel Mediterraneo e nel Nord-Africa, per “fare il pieno”, essendo i loro maschi già allora deficitari alla bisogna.
    6. “mentre le scuole svedesi stanno promuovendo modelli di ruolo di genere neutro per i loro figli, bande di migranti molto brutali stanno rendendo alcune parti della Svezia praticamente “off limits” per la popolazione generale.” (cit.) . Mio commento: sono realtà assolutamente speculari. Tu mi sodomizzi, ma ti lascio decidere il “genere” che stai sodomizzando.
    7. ” la ministra svedese della Cultura, Lena Adelsohn Liljeroth..” (cit.)- Domanda: E’ la Boldrini svedese?
    8. Speriamo che la reazione di ripulsa non sia un fuoco di paglia. Per riaffermare se stessi contro un’inerzia e una zavorra che si è lasciata troppo correre, è necessario oramai che le “masse” tornino a menar le mani. Ad attentato islamico, rispondere con attentato anti-islamico. Legittima difesa e legge del taglione (mica sarà buona solo per gli ebrei!!!). Ne saranno capaci? Mah!
    ). Se la reazione del buon senso atavico europeo fallisce, la Svezia sarà l’anticamera dello sfascio dell’Occidente.

    • Animaligebbia
      10 Set 2018

      Pochi giorni fa gli svedesi hanno fatto un’alleanza militare con la Finlandia in funzione antirussa,senza capire che ,probabilmente ,saranno i russi a salvarli dagli “ospiti”.

      • giannetto
        11 Set 2018

        Chissà… anche in Russia gli islamici (nazionali e importati) pullulano. Non è a Mosca la più grande moschea del mondo? Quel che la Russia pPER ORA riesce a tenere sotto controllo è il terrorismo islamico, ma non l’Islam in quanto tale, che ne è la matrice, se non sempre attiva, perlomeno passiva. Siamo circondati a 360 gradi, in Eurasia. Sembra che solo l’America latina e l’Australia siano fuori assedio…. per ora!

        • atlas
          11 Set 2018

          in Russia c’è il vero Islam, il falso, ma vero criminale salafita wahhabita non è tollerato. Ma wahhabiti e salafiti a parte (in Australia non ce ne sarebbero ? Buona questa, da mettere in onda su striscia la notizia), che sono giudei, ‘modelli di ruolo di genere neutro’ e microcips sarebbero d’importazione islamica ? Magari anche i caffè/droga e i sesso caffè. Passando per l’industria dei video di prestazioni sessuali e dei circoli di scambio mogli. Internazionalismo ? Nelle Nazioni Islamiche c’è solo Nazionalismo invece, se non gli vanno a rompere i coglioni con la democrazia come in Libia, Iraq e Tunisia. Non dimenticando quello che ha passato l’Algeria e quello che sta passando la Siria. Attentati ‘islamici’ ? Quindi cia e mossad non c’entrano nulla, sono delle pie associazioni caritatevoli. Se non sai più dove attaccarti un consiglio te lo posso dare io

          sei nato sfortunato giannetto, ma sei in buona compagnia lassù fra le montagne. E mi sa che il giorno che la merda diventa oro voi altri nascerete senza il culo.

          • robyt
            11 Set 2018

            le solite balle, l’Islam è solo una falsità dietro l’altra a partore dal loro profeta che non ha mai ricevuto nessuna rivelazione, fino alla loro “narrazione” dell’antico testamento, totalmente rivisto e stravolto. In russia non hanno il vero islam, in russia come in europa, America inghilterra francia hanno bisogno di vero petrolio, quello sì che è vero. E finiamola con queste balle sul vero e falso islam, l’Islam è uno solo, una dottrina falsa e pericolosa per noi, una filosofia di vita semplice e chiara, che non può essere stravolta sempre dal solito ateo pagano multireligioso utile-id.ta che crede di poter stabilire che cosa sia il vero islam da fuori.

          • atlas
            11 Set 2018

            e tu ? Cosa c’hai di vero tu robyt. L’invidia per il Nostro Messaggero che aveva 12 Mogli ? Molla ciò che tieni in mano che la vita può essere anche bella se smetti di prenderlo solo in quel punto del corpo.

          • robyt
            11 Set 2018

            classiche frasi a casaccio di chi non ha nulla da aggiungere né ribattere o si crede relativisticamente un moralmente superiore.
            “Chiunque è dalla verità, ascolta la mia voce” GV 18, 37.

          • giannetto
            12 Set 2018

            @atlas – Non sempre si ha la tua fortuna di nascere androgini: Borbonici et simul Islamici! –
            PS.: il giorno che la merda diventa oro, i cessi aurei delle dinastie regali simul borboniche ed emirate faranno corpus unico con il loro culo. Come dei Re Mida con il peso di una cacca d’oro che non sente gravità, perché è fusa con il culo e inchiodata con il cesso sottostante – Quel che non so profetare è invece il tuo destino, visto che non appartieni né all’una né all’altra dinastia, ma nel caso laico sei al massimo un valvassino, in quello religioso un dummi convertito. . Ti mancano dunque gli atout per realizzare la mutazione alchemica che amalgama in oro il cesso e la tua cacca.
            – Sei talmente svitato da inventarmi una vita tra le montagne.Ne sai più di me su me stesso! Invece vivo in pianura. Prima di dire scemenze, pensaci almeno due volte!!

  • Leopardo
    11 Set 2018

    Dopo questo risultato elettorale così deludente,
    sono sempre più convinto che il popolo svedese
    abbia un Q.I. molto basso. Prevedo un imbastardimento
    spietato e dunque la fine di un popolo di scemi, di
    cui non mi dolgo affatto. La stupidità, in natura,
    si paga con l’ estinzione. I coglioni svedesi e francesi
    sono già su questa strada ormai irreversibile. Amen.

    • XD
      11 Set 2018

      Ottimo commento….leopardo. E pensare che anni fa vedevo i popoli nordici come esempio ( mi parevano avanti!) Povera tonta… comunque se la loro estinzione fosse indolore per gli altri , gliela augurerei seduta stante! C’è tanta stupidità intorno a noi, ma tanta, ad iniziare dalle scuole e dagli insegnanti allineati a questa farsa del” viva l’America , ben venga l’immigrato senza se e senza ma, alla promiscuità sessuale. E parte proprio dalla scuola questo messaggio,i genitori se intelligenti devono smontare queste visioni del mondo sennò siamo perduti!

    • Luca
      11 Set 2018

      È i bastardi inglesi no?
      Sono invasi da per tutto.

    • robyt
      11 Set 2018

      Non credo che questo basti a spiegare la dinamica delle elezioni in Svezia. Pare che ci siano molti quartieri popolati da islamici che hanno votati compatti. Dopotutto, se hanno regalato tutte quelle cittadinanze, ora dovranno accettare di condividere la nazione con I loro nuovi Fratelli Musulmani. Questa cosa dovrebbe essere un monito per noi, Salvini dovrebbe preoccuparsi di tutte quelle false cittadinanze regulate negli ultimi anni. Tanto per cominciare bisognerebbe vietare per legge la DOPPIA CITTADINANZA. Tra gli stranieri che fanno meno richiesta di cittadinanza italiana ci sono I cinesi, proprio perché la Cina non permette questa truffa, per cui uno può definirsi sia cittadino di un paese che di un altro. Mentre tantissimi paesi nord africani la permettono.

  • The roman
    11 Set 2018

    Le razze esistono in ogni specie vivente e la specie umana non fa eccezione. La trasmissione dei propri geni e l’assicurarsi una discendenza e’ la forza primaria di ogni essere vivente: riprodursi e’ il fine ultimo dell’esistenza. Le popolazioni bianche europee sono vittime un inganno , non c’e’ niente che valga di piu’ dei propri figli. GLI svedesi sono un popoli nordico . I nordici , in genere hanno un alto senso del dovere e pertsntl sono le prede piu’ facili dei piu’ scaltri levantini .I piu’ scaltri di tutti sono naturalmente gli inventori dell’ usura. Oltre all’ usura , questo popolo antico che ha sogggiogato il mondo inculcando le sue idee negli stolti e corrompendo i potenti, ha inventato culti ed ideologie distruttivi per i popoli colonizzati ma altamemte benefici per quel sacerdozio di parassiti che le applica. 107 volte nel corso dei suoi 2500 anni di esistenza , questo popolo nomade e’ stato espulso dagli stati europei . Con il totale dominio della cultura e dell’ informazione , queste ” vittime di odio ” sembra abbiano trovato il rimedio definitivo al loro problema : eliminare i popoli che vogliono la loro liberta’ , sostituendoli con un meticciato imposto a forza. Mutando la composizione etnica delle popolazioni, riducendo a bisogni primitivi e comportamenti animaleschi le masse sottomesse , i figli di Sion sono certi di ottenere il dominio perenne su questo pianeta

    • atlas
      11 Set 2018

      commento da iscrivere sulle lavagne di tutte le scuole medie, ma anche elementari.

      E’ evidente invece che il buttarsi a capofitto e alla cieca contro l’Islam sia diventato il passatempo preferito di molti sfigati.

      Ma leggetevi i principi razzialistici presenti nel Corano e per i ‘destrorsi’ balubistici, studiatevi il razzialismo sia di Hitler che di Che Guevara. Poi potrete pure fare gli anarchici. Non vi rimane che quello.

  • giannetto
    12 Set 2018

    @Robyt – “E finiamola con queste balle sul vero e falso islam..” (cit.)- Giustissimo. Il vero o falso, non solo quanto all’Islam, me nel merito di TUTTE le religioni, ci ha oramai seccato le scatole. Sarà cristiano più vero Papa Francesco o Francesco d’Assisi? la “verità in certe materie non sta altro che il prenderle in un certo modo. Tot capita tot sententiae. Perciò nell’Islam sarà tanto “vero”, per esemplificare, l’esoterismo Sufi quanto il salafismo tagliagole. Purtroppo il “vero” Islam” con cui abbiamo più frequentemente a che fare gravita attorno a questa seconda tipologia. Le masse non possono aderire al sufismo, ma al fanatismo massacratore senz’altro, perché è una strada loro aperta dalla via regia dell’idiozia, che è la qualità indispensabile delle masse..

    – Buone le tue risposte al Borbone Islamico. Non s’è ancora accorto, poareto, che l’Islam clona all’ 80- 90% il da lui tanto odiato ebraismo. In tutte le sue fanfaluche rituali, cerimoniali, alimentari, legali ecc., eccc. -. Forse però s’è accorto di essere Borbone quando l’Italietta ha portato a 24.000 il numero dei forestali della Sicilia. Un tipo del genere è quel che i latini chiamavano un “monstrum”, ossia un autentico prodigio.

    • atlas
      14 Set 2018

      con la differenza che io (pur non definendomi tale), con i Sufi ci sono stato. E ho pure pianto, per comunione, emozione e trascendenza nell’abbandonarsi al Dio Creatore, perché sono come me Musulmani mentre wahhabiti e salafiti non lo sono essendo appunto ‘odiati’ giudei (i cui centri associativi il tuo Salvini per ora non pensa ancora di chiudere allineandosi con la cia e mossad in tutta Europa tranne la Russia)

      tu sicuramente non piangerai, da cattivo materialista, il Giorno del Giudizio Universale a cui nessuno sfugge: le tue lacrime le hai già esaurite tutte qui. Mi sbagliavo sul tuo conto e chiedo venia; sei nato fortunato.

  • davide
    12 Set 2018

    qualcuno qui si è preso la briga di andare a vedere chi sono codesti “neonazi”?

    Hanno colori e simboli da froci, sono di impostazione liberale e leccano il culo a ….. (chi capisce, capisce), in pratica sono più farlocchi della farlocca lega.
    La democrazzzia non offre alternative, se non si parte da questo facile concetto non faremo mai passi in avanti

Inserisci un Commento

*

code