Svetlana Tikhanovskaya si prepara a dichiararsi presidente della Bielorussia


La principale rivale di Alexander Lukashenko alle elezioni per il capo della Bielorussia, Svetlana Tikhanovskaya, intende dichiararsi presidente.

Dopo di che l’Occidente la riconoscerà in questa veste.

L’edizione polacca di Rzeczpospolita ne è stata informata dalla rappresentante della sede di Tikhanovskaya, Anna Krasulina.

Tihanovskaya, che ora si trova in Lituania, sta preparando un comunicato speciale in cui dichiarerà la sua vittoria alle elezioni presidenziali tenutesi il 9 agosto.

“Ci aspettiamo che l’Occidente accetti la scelta del popolo bielorusso e riconosca la vittoria di Tikhanovskaya”, ha detto Krasulina.


Nota: Una nuova autoproclamazione a presidente, analogamente a quanto accaduto in Venezuela con Juan Guaidò. Si aspetta anche di assistere presto a nuove autoproclamazioni quali un presidente autoproclamato a Teheran, un’altro a Damasco in Siria ed anche Cuba. Tutti gli “autoproclamati” sarano decisamente appoggiati dal Dipartimento di Stato USA e da Mike Pompeo.


La principale richiesta dei manifestanti in Bielorussia sono le dimissioni di Alexander Lukashenko e il rilascio di tutti i prigionieri politici.

Lo ha detto una collega della candidata alla presidenza Svetlana Tikhanovskaya, membro del quartier generale dell’opposizione congiunta, Maria Kolesnikova, in una manifestazione a Minsk.

“Chiediamo il rilascio di tutti i prigionieri politici, così come quelli detenuti per azioni pacifiche e azioni di dissenso. Victor e Eduard Babariko, Sergei Tikhanovsky, Pavel Sevyarynets, Nikolai Statkevich, Igor Losik, tutti i prigionieri politici e 4.000 persone che rimangono in prigione – tutti devono essere rilasciati immediatamente “, ha detto.

La principale richiesta dei manifestanti, secondo Kolesnikova, sono le dimissioni dell ‘“ex presidente” Alexander Lukashenko.

“Secondo numerose testimonianze e fissazioni, Svetlana Tikhanovskaya ha vinto le elezioni il 9 agosto. Lukashenka non è solo la principale minaccia per il popolo bielorusso, ma anche per l’indipendenza del paese. Sappiamo che il regime è pronto a fare qualsiasi cosa per mantenere il potere “, ha detto.

Kolesnikova ha anche affermato che i rappresentanti dell’opposizione chiederanno l’avvio di un procedimento penale sui fatti di morte di manifestanti e bullismo da parte delle forze dell’ordine.

“Tutti coloro che hanno usato la violenza contro i manifestanti e solo i passanti per le strade, nei carri di risaia e successivamente nel dipartimento di polizia e nel centro di detenzione preventiva dovrebbero essere ritenuti responsabili in conformità con la legge della Repubblica di Bielorussia!” – ha sottolineato.

Fonte: Источник: https://rusvesna.su/news/1597603768

Traduzione e nota: Sergei Leonov

19 Commenti

  • Giorgio
    16 Agosto 2020

    Ridicoli barbari gli USA, è questa la loro politica estera ?
    Omicidi mirati (Soleimani) rivoluzioni colorate, Saddam, Gheddafi, golpe, sanzioni, invasioni e bombardamenti, e ora spazio ai presidenti autoproclamati, via alla clonazione di Guaido ……… un ammiratore della società USA si trova in ogni paese del mondo, e se non c’è lo si fabbrica, ci sono i dollari che tutto comprano …… per piegare i paesi che non si sottomettono ………

  • Idea3online
    16 Agosto 2020

    Inizio a crederci veramente che l’uomo sia andato sulla Luna. Altrettanto che l’uomo sia il frutto di una esplosione o meglio tutto il pianeta sia così dopo una esplosione cosmica. Diciamolo chiaramente è pieno di balle cosmiche, la menzogna se dovesse essere quotata, il suo prezzo sarebbe sempre in ascesa. Chi detiene queste azioni nel mercato non regolamentato, controlla il mondo.

  • Monk
    16 Agosto 2020

    ‘UN’ALTRO’ SENZA APOSTROFO

    IL DEEP STATE AMERICANO CON I NASONI SONO IL CANCRO DI QUESTO PIANETA

    IO E ATLAS ORGANIZZEREMO UN RAVE CON MUSICA ITALIANA CON MAESTRI DEL CALIBRO COME: PICCIONE, MORRICONE, FRATELLI DE ANGELIS, RUSTICHELLI, MUSSOLINI, I MARC4, BACALOV, NASCIMBENI, BRUGNOLINI, CIPRIANI, PREGADIO, ORTOLANI, PIOVANI, FIDENCO, FUSCO, FERRIO E TANTI ALTRI. INGRESSO GRATUITO

    • atlas
      17 Agosto 2020

      dove ? A casa mia no

      piuttosto, le cose stanno così: o il Governo della Bielorussia giustizia senza pietà i sovversivi (mai lasciare nemici della Nazione in vita), o soccomberà. Lo insegnano fatti storici, anche nostrani

      ” il brano fu portato in America da un musicista tzigano originario di Odessa
      Ne esiste anche una versione operaia cantata dalle mondine dopo la guerra

      Da ballata yiddish a inno partigiano
      il lungo viaggio di Bella ciao
      JENNER MELETTI

      https://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/spettacoli_e_cultura/ballata-bella/ballata-bella/ballata-bella.html

      L’ECCIDIO DI MALGA BALA.

      Sorpresi nel sonno, avvelenati, torturati ed infine tagliati a pezzi: fu questo il tragico destino di ben dodici giovani Carabinieri, catturati dai partigiani alle Cave dei Predil, nell’alto Friuli.
      I Carabinieri costituivano un presidio a difesa della centrale idroelettrica di Bretto. Il 23 Marzo 1945 i partigiani presero in ostaggio il Vicebrigadiere Dino PERPIGNANO, comandate dei presidio che stava rientrando negli alloggiamenti, sotto la minaccia delle armi, lo costrinsero a pronunciare la parola d’ordine e, con facilita’, una volta entrati nel presidio, catturarono tutti i Carabinieri, gia in parte addormentati.
      Dopo il saccheggio, i dodici militari furono deportati nella Valle Bausizza e rinchiusi in un fienile dove fu loro servito un pasto nel quale era stata inglobata soda caustica e sale nero. Affamati, inconsciamente mangiarono quanto gli era stato servito, ma, dopo poco, le urla e le implorazioni furono raccapriccianti e tremende. Erano stati avvelenati e la loro agonia si protrasse fra atroci dolori per ore ed ore.
      Stremati e consumati dalla febbre, Pasquale RUGGIERO, Domenico DEL VECCHIO, Lino BERTOGLI, Antonio FERRO, Adelmino ZILIO, Fernando FERRETTI, Ridolfo CALZI, Pietro TOGNAZZO, Michele CASTELLANO, Primo AMENICI, Attilio FRANZON, quasi tutti ventenni (e mai impiegati in altri servizi tranne quello a guardia della centrale, cui erano stati sempre preposti), furono costretti a marciare fra inesorabili ed inenarrabili sofferenze ed insopportabili sacrifici fino a Malga Bala ove li attendeva una fine orribile.
      Il Vicebrigadiere PERPIGNANO fu preso e spogliato; gli venne conficcato un legno ad uncino nel nervo posteriore dei calcagno ed issato a testa in giu’, legato ad una trave; poi furono incaprettati. A quel punto, i macellai partigiani, cominciarono a colpire tutti con i picconi: a qualcuno vennero asportati i genitali e conficcati in bocca, a qualche altro fu aperto a picconate il cuore o frantumati gli occhi. All’AMICI venne conficcata nel cuore la fotografia dei suoi cinque figli mentre il PERPIGNANO veniva finito a pedate in faccia ed in testa. La “mattanza” terminava con i corpi dei malcapitati legati col fil di ferro e trascinati, a mo’ di bestie, sotto un grosso masso.
      Ora le misere spoglie di questi Carabinieri Martiri/Eroi riposano, dimenticati dagli uomini, dalla storia e dalle Istituzioni, in una torre medievale di Tarvisio le cui chiavi sono pietosamente conservate da alcune suore di un vicino “

  • Idea3online
    17 Agosto 2020

    Però dovrebbe mettere in conto che potrebbe diventare anche Presidente della Russia, nel caso la Bielorussia e la Russia firmassero l’accordo, così che la Bielorussia verrebbe assorbita dalla Russia. La Bielorussia può rilassarsi, tornerà la calma. Azione e Reazione, in Ucraina durante le Olimpiadi Putin fu impreparato preso per i fondelli durante i giochi olimpici dopo la firma di un accordo,. Adesso ha tutto il tempo peri reagire, ha dovuto intervenire in Siria, riportare l’Ordine in Bielorussia più semplice di quello che si pensa. E come suo stile non chiederà niente in cambio per adesso. Putin se chiedesse in cambio qualcosa al Presidente Bielorusso, perderebbe prestigio a livello globale. Ma l’Unione tra Russia e Bielorussia non è una richiesta ma è il futuro.

    • atlas
      17 Agosto 2020

      che bello leggerti senza visioni apocalittiche

  • eusebio
    17 Agosto 2020

    Ormai i neocons sionisti vivono in un mondo tutto loro, dove i capi di governo e di stato vengono nominati da Tel Aviv, le aziende dei paesi-colonia vengono assegnate a prestanome con il naso a becco, e le banche centrali finiscono nelle mani dei vari Soros..
    Perfino in Cina si erano preparati a costruire sinagoghe, ad aprire giornali controllati da loro, e in Cina di ebrei non ce ne sono, insomma loro sono i padroni del mondo, sono poco più di 10 milioni però si credono ovunque, gli agenti del bnai brith sono in ogni giornale, o banca, o azienda, basta che hanno magari solo un nonno ebreo,
    E se un paese si rifiuta di ottemperare come la Russia giù guerre in Cecenia, attacchi terroristici o sanzioni su sanzioni.
    Ma Putin non lo ha ancora capito che il premier sionista è il peggiore nemico di Russia, Cina o Europa?
    La Cina dopo che gli hanno ammazzato l’ambasciatore in Israele lo ha capito, e infatti sta investendo in Iran e lo sta armando, la Russia stenta a capirlo e la UE è una colonia masochista e sottomessa.

  • Hannibal7
    17 Agosto 2020

    Questa bella signora non diventerà presidente con l’aiuto dell’occidente (che tra l’altro fa pure rima)
    Se fosse così, altro che NATO nel cortile di casa,,,qua la NATO tenta di infilarsi direttamente nella camera da letto di Putin
    Vladimiro non farli avvicinare ancora…..

    • atlas
      17 Agosto 2020

      bella ? Chissà come gli puzza in mezzo alle cosce … mai sia

      e Svetlana fa rima con puttana. Mai rima fu più azzeccata

  • Salvino
    17 Agosto 2020

    Anche in Italia potremmo autoproclamare un altro Presidente e visto che ci siamo anche un altro primo ministro.

  • nicholas
    17 Agosto 2020

    Intanto l’UE ha chiesto una riunione di emergenza Mercoledì. Affermando, che la Bielorussia ha il diritto di regolari elezioni.
    Mi sa, che si presenta un futuro non tanto bello per l’Europa.

  • Idea3online
    17 Agosto 2020

    Appena Putin parlerà scuoterà il Pianeta come accadde nel 2014 con il suo intervento in Siria. Restiamo in attesa, la Bielorussia non scapperà dall’orbita russa. Putin perderebbe tutto il prestigio conquistato dal 2014 ad oggi. La sua mossa o strategia in questo caso farà vibrare l’Occidente. Confermerà una geopolitica multipolare. Restiamo in attesa. Sono tempi meravigliosi nel senso imprevedibili.

    • atlas
      17 Agosto 2020

      sarebbero perfetti con la guerra atomica termonucleare

  • Eugenio Orso
    17 Agosto 2020

    Un altro tentativo come quello in Venezuela con Guaidò ….
    Ecco la vera sostanza della democrazia: deve vincere soltanto chi è gradito all’élite finanz-globalista-giudaica e, se non vince, si gioca sporco, negando quelli che dovrebbero essere i fondamenti della democrazia stessa ….
    Mi chiedo perché i paesi liberi e resistenti – a partire dall Russia – non abbandonano al suo destino la democrazia di matrice liberale e occidentale.

    Cari saluti

  • Giorgio
    17 Agosto 2020

    Nani e ballerine, comici, attori, blogger, influencer ……… tutti possono autoproclamarsi presidente, o capo di una qualche opposizione, o di qualche partito ……. non serve fare militanza e gavetta, essere coerenti e onesti …….. basta la spettacolarizzazione …….. con la regia dei soliti noti, l’elite finanz globalista anglo sionista ……. ma stavolta è più probabile che gli alieni invadano la terra piuttosto che la NATO si impossessi della Bielorussia.

  • Paolo
    17 Agosto 2020

    In questo momento la Russia non è tanto libera di agire: il Nord Stream 2 non è completato e la Russia ha maledettamente bisogno di proventi che ne deriverebbero. Ma se cade la Bielorussia, la Russia non avrà futuro. Neanche una eventuale alleanza politico militare con la Cina la salverebbe dalla auto-dissoluzione. Lo sconforto e lo scoraggiamento avrebbero la meglio. Ad ogni modo, l’aggressività dell’Occidente ha dello sconcertante e, anche se questa non è una scusante, non era immaginabile alla fine degli anni 80 nel periodo della grande “sbornia” targata Gorbaciov. Comunque, ripeto, questo non è una scusante, in quanto la Russia doveva comprendere quello che poi si è verificato. Ed in ogni caso, non doveva assolutamente accettare che la Germania unificata facesse parte della Nato. Accettando questo, non solo ha tradito i milioni di morti che sono costati alla Russia per vincere la Germania nazista, ma ha praticamente accettato di aver perso la Seconda Guerra Mondiale.

  • Giorgio
    17 Agosto 2020

    Verissimo Paolo
    la sciagurata era GORBACIOV – ELTSIN ha regalato praterie (letteralmente) alla Nato tradendo i milioni di morti dell’eroica armata rossa …….. e ora la Russia si trova il nemico vicino, sempre più vicino …… ora non cè più margine, non ci sono più gli stati del patto di Varsavia a fare da cuscinetto ……. e lo scontro si avvicina, per la Russia è questione di sopravvivenza ……. la Bielorussia non può cadere ……

Inserisci un Commento

*

code