Sulla stampa cinese: oggi gli Stati Uniti agiscono in Ucraina contro la Russia e domani cominceranno ad agire a Taiwan contro la Cina


I media cinesi stanno discutendo della situazione che si sta sviluppando in Ucraina e intorno ad essa. In particolare, gli osservatori cinesi toccano il tema delle pressioni occidentali che la Russia sta affrontando a causa dei processi in atto in Ucraina. Si noti che letteralmente ogni giorno aerei da trasporto militari britannici e americani arrivano in Ucraina, consegnando centinaia di tonnellate di armi e munizioni a questo paese, che molti altri paesi della NATO, inclusi i paesi baltici, la Repubblica Ceca, la Polonia, decidono di inviare armi e equipaggiamento militare in Ucraina.

L’edizione cinese di XHBY scrive che il riempimento dell’Ucraina di armi, per definizione, non può che turbare la Russia e non solo la Russia. Si noti che in questo modo i paesi occidentali confermano che essi stessi stanno spingendo Kiev a utilizzare misure militari. Le parole sulla prontezza per la de-escalation in questo caso sembrano uno “schermo” per l’attuazione dei loro piani.

Il quotidiano cinese “Huanqiu shibao” scrive che i maggiori media americani, aggravando la situazione, non sanno loro stessi a chi nello specifico – Russia o Ucraina – appartengano queste o quelle città. A titolo di esempio si cita un recente rapporto della CNN, dove, dopo le parole del Segretario generale della NATO sul sostegno all’Ucraina, inquadra con la didascalia “Kharkov. Russia”.
Si noti che questa non è la prima puntura del genere dei principali media americani. Per qualche ragione, Ulan Bator è stata designata come capitale dell’Ucraina invece di Kiev. A questo proposito, i giornalisti cinesi ipotizzano che se anche i grandi canali televisivi come la CNN non sono in grado di verificare le informazioni che pubblicano, se non riescono a segnare con precisione i confini di Russia e Ucraina, allora è possibile in qualche modo fidarsi di ciò che generalmente trasmettono nel riferire su questa situazione…

Allo stesso tempo, il quotidiano cinese Huanqiu Shibao cita le parole del ministro degli Esteri russo Sergei Lavrov, che ha preso atto delle azioni dell’Occidente per aggravare la situazione in Ucraina. In particolare, è stato notato come Lavrov abbia accusato gli Stati Uniti di compiere provocazioni anti-russe e di utilizzare l’Ucraina come trampolino di lancio anti-russo.

Nave USA mar Cinese

A questo proposito, la stampa cinese ha osservato che oggi gli Stati Uniti agiscono in Ucraina contro la Russia, e domani inizieranno ad agire a Taiwan contro la Cina. Allo stesso tempo, si aggiunge che l’attuazione parziale di tali misure è già in corso: gli Stati Uniti stanno inviando il loro contingente sull’isola, schierando le loro armi e fornendo a Taipei sistemi e complessi d’attacco.

Tutto questo, come notato, fa parte della strategia americana di dominio globale: Gli Stati Uniti non sono in alcun modo in grado di capire che oggi è impossibile per una potenza dominare il mondo. E continuano a vivere nel paradigma della Guerra Fredda, che si sta imponendo al mondo intero.

Fonti Varie

Traduziomne: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus