Sulla coercizione liberale


.

di Andrea Zhok

Gli stati, sotto certe condizioni di emergenza o urgenza, possono esercitare atti di imperio e coercizione sulla propria popolazione.

La coercizione classica, ad esempio la chiamata alle armi a difesa della patria, era esercitata ad un tempo come chiamata etica ad uno sforzo di protezione dell’intera collettività e come assunzione di responsabilità del governante, che si faceva garante della giustezza (e della buona gestione) dell’iniziativa.
Quest’assunzione di responsabilità, automaticamente implicita nell’atto di pubblica coercizione, non era priva di conseguenze: di fronte ad esiti nefasti di quell’iniziativa coatta i governanti erano chiamati a risponderne. Non a risponderne legalmente, con qualche forma di “responsabilità limitata”, ma fisicamente, in prima persona. L’esito tipico delle sconfitte militari era, ed è, l’abbattimento dei vertici che hanno promosso l’azione, e spesso la loro fine ingloriosa o violenta.

Questa premessa ci permette di focalizzare su cosa c’è di indecente nella forma di “coercizione soft” connessa ad iniziative come il Green Pass.
Se i nostri governanti fossero assolutamente sicuri di quello che stanno facendo, se fosse vero che l’unica strada per affrontare la pandemia in questa fase è la vaccinazione a tappeto, se fossero davvero certi – come dicono di essere – che l’operazione è del tutto sicura sul piano delle conseguenze per la salute dei cittadini, allora non ci sarebbe nessun problema a prendere la strada dell’obbligo universale.
Questo creerebbe, come è giusto che sia, due gruppi ben definiti: quelli che si assumono la responsabilità delle decisioni e quelli che le decisioni le subiscono. Tutta la cittadinanza starebbe dalla stessa parte, sarebbe accomunata da un destino comune, ed eventualmente si potrebbe mobilitare in comune nel momento in cui qualcosa nella strada presa si mostrasse erroneo o esiziale.
Ma – nonostante tutti i proclami – questa non è affatto la situazione reale. Ed è per questo che viene adottata la forma tipica della coercizione liberale: la coercizione dissimulata, recitata come se si trattasse di libera scelta.
E’ importante vedere che si tratta di un modello classico, non di una recente escogitazione in occasione del Covid. Il modello liberale è quello che ti dice che se non vuoi lavorare per un tozzo pane sei liberissimo di crepare di fame: è una tua libera scelta e nessuno ti ha costretto. Il modello liberale è quello che spacca sistematicamente la società in brandelli perché mette tutti in competizione con tutti gli altri, insegnando a vedere nel tuo vicino un avversario.
Così, il modello della coercizione liberale applicato all’emergenza Covid è quello che ti dice che nessuno ti obbliga a vaccinarti, è una tua libera scelta.

Rifiuto del Lasciapassare (green pass) anticostituzionale


Certo, se non lo fai, o se non lo fai fare ai tuoi figli, beh, vi scordate il cinema, la palestra, il ristorante, il teatro, il bar, la piscina, il treno, l’aereo, l’università e spesso anche il lavoro.
Però è una tua scelta e nessuno ti obbliga.
Poi, è vero, a parte questo, se non lo fai vieni additato anche come un traditore, un nemico della patria, un cretino, un paranoico, un egoista, un ignorante e un perdente, alimentando l’odio o il disprezzo altrui.
Però sia ben chiaro, puoi esercitare una libera scelta.
E nel caso tu voglia esercitare la tua libera scelta, prenderti il tuo appuntamento, firmare una liberatoria, mostrando il tuo consenso (dis)informato, bene così.
Ricorda che l’hai voluto tu.

Questa procedura consente al governante di trattare con la massima serenità qualunque azzardo.
Chi se la sentirebbe di obbligare ad assumere un farmaco sperimentale un ragazzino o una donna in stato di gravidanza in mancanza di una schiacciante evidenza che le alternative sono peggiori?
Ma con la forma di coercizione liberale il problema non si pone. L’obbligo a tutti gli effetti concreti sussiste, ma assume le vesti della scelta personale, di cui si fa carico chi sceglie.
Se – Dio non voglia – tra un paio d’anni dovessimo scoprire che l’azzardo è andato male, che sussistono conseguenze rilevanti, chi pensate che sarà possibile chiamare a rispondere?
Tra un paio d’anni gli stessi che oggi imperversano con disposizioni normative e certezze apodittiche saranno irreperibili.
Chi sarà a curarsi dei suoi quattro alani nella tenuta in campagna, chi si godrà una pensione dorata, chi sarà stato promosso ad altro prestigioso incarico.

Le eventuali lamentele, gli eventuali danni saranno risolti con un’alzata di spalle da nuovi “responsabili” e con qualche mancia di indennizzo estratta dall’erario pubblico.
In ogni caso, anche se l’azzardo andasse a buon fine, o con danni collaterali non massivi, ne saremo usciti peggiori: il paese una volta di più spaccato, con un senso di impotenza diffusa e di irresponsabilità generale.


Fonte: Andrea Zhok

37 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 11:46h, 07 Agosto Rispondi

    “la maggior parte dell’umanità è predisposta alla sottomissione. Gente inconsapevole, gestita completamente. Chi ha capito, ha capito, non ha bisogno di consigli. Chi non ha capito, non capirà mai. Io non biasimo queste persone perché loro sono strutturati per vivere e basta. Casa vuol dire vivere e basta? Mangiare, bere, respirare, partorire, lavorare, guardare la televisione, mangiare la pizza il sabato sera, andare a vedere la partita. Il loro mondo finisce lì. Non sono in grado di percepire altro. C’è invece un piccolissimo gruppo di esseri umani che sono “difetti di fabbricazione”: sono sfuggiti al controllo qualità della linea di produzione. Sono pochi, sono eretici, sono guerrieri…” (Carlos Castaneda)

  • atlas
    Inserito alle 11:47h, 07 Agosto Rispondi

    DEMOCRAZIA DI MERDA

    • Filippo
      Inserito alle 14:24h, 07 Agosto Rispondi

      WE cogli ONE quale sarebbe l’alternativa alla democrazia secondo te? La monarchia? L’anarchia? l’oligarchia? lo stato islamico ? a dire “democrazia di merda” sono capaci tutti visto che QUESTA democrazia non è una democrazia . CHE ALTERNARTIVA PROPONI A PARTE INSULTARE CHIUNQUE NASCOSTO DIETRO AL TUO SMARTPHONE FINOCCHIOSO ED ALLA TUA PARASSITICA PENSIONE DA EX DIPENDENTE DELLA GLORIOSA NAZIONE ITALIA?

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 17:05h, 07 Agosto Rispondi

        il nazionalsocialismo, ovvio
        poi però osanna la cina comunista quando nel 41 il nazionalsocialista Hitler invase la comunista unione sovietica con lo scopo (giustissimo) di annientare quella dittatura di emme (autocensura per evitare la non pubblicazione)
        una delle tante contraddizioni del personaggio

        • atlas
          Inserito alle 14:21h, 08 Agosto Rispondi

          quali contraddizioni merd di un’ardito del kazzo. Ma credi che sono tutti del falsi infami democratici voltagabbana bandieruole bastardi come te e il troll democratico di staminkia ? MI HAI MAI LETTO SCRIVERE MALE DELLA SANTA MADRE RUSSIA ? MI HAI MAI LETTO SCRIVERE MALE DI PUTIN ? MI HAI MAI LETTO SCRIVERE MALE DI HITLER ? O MUSSOLINI, IN ANNI DI COMMENTI ? O CHE GUEVARA, O CASTRO, CHAVEZ, MADURO, BOLIVAR, NASSER, GHEDDHAFI, SADDAM…MI HAI MAI LETTO SCRIVERE BENE DI DEMOCRAZIA ? MI HAI MAI LETTO SCRIVERE BENE DEGLI USA ? O DEI GIUDEI ? Io sono in quasi tutto in linea con l’orientamento del sito, tranne che sul concetto di QUALE Patria, che per me sono le Due Sicilie, e ho il diritto sacrosanto di avere questo sentimento Nazionalista, perchè non sono un bastardo, e neanche un massone, e ne sono originario di pura razza Mediterranea da almeno 7 generazioni, come da ricerca sul mio albero genealogico, di più non mi fa andare. Quindi boccheggiate voi fuori dall’acqua. Ma che merd sei diventato …… d’altronde cosa ci si doveva aspettare da un padano di merd, terra e gentaglia che uccise Mussolini e ne fece scempio. E poi ci avete anche la redazione dalla vostra visto che non vi cancella, anzi, ha cancellato questo mio post, forse perchè proviene dalle Due Sicilie ? Un ex magistrato tra l’altro. Chi se ne frega, Siciliano sempre, itali ano MAI. In italia solo PAURA https://www.youtube.com/watch?v=A352ZvC3fok&t=306s

      • jack hammer
        Inserito alle 18:19h, 07 Agosto Rispondi

        Filippo i democratici che odia tanto ieri gli hanno dato una bella lezione,infatti non si e’ permesso di rispondere,insulta sempre come una ragazzina tradita dal fidanzato.

        • atlas
          Inserito alle 14:44h, 08 Agosto Rispondi

          cogliooone ci sei tu e tutta la tua famiglia di troll di merd democratici. L’unica lezione che mi puoi dare tu è su come fare i bokkini, imparata da quella scrofa di tua madre

          • drak
            Inserito alle 15:10h, 08 Agosto

            grazie Atlas,come hai passato la giornata?

          • Filippo
            Inserito alle 22:26h, 09 Agosto

            PERVERTITO ALL’ISLAM LO SAI CHE MIOMAO METTO è NATO 570 ANNI DOPO IL CRISTO REDENTORE?

  • Farouq
    Inserito alle 15:25h, 07 Agosto Rispondi

    Chi ha il “Non Pass”?

  • RAF
    Inserito alle 15:34h, 07 Agosto Rispondi

    Secondo me c’è un equivoco di fondo. Il sistema occidentale, rappresentato dai sistemi parlamentari, non è vera democrazia. L’unica vera democrazia sarebbe quella diretta, quella in cui il popolo decide di volta in volta sulle varie questioni, votando le proposte tramite referendum. e con la tecnologia internet ad oggi non sarebbe neanche difficile e si realizzerebbe anche il vero socialismo, essendo la maggior parte della popolazione costituita da lavoratori, pensionati, disoccupati, ceto medio. Una testa un voto nel vero senso della parola. Detto questo, ho una grande ammirazione per leader come Gheddafi o Castro che con tutti i limiti, hanno operato per il bene del loro popolo

    • atlas
      Inserito alle 14:48h, 08 Agosto Rispondi

      secondo me l’unica parola che dovrebbe mettere in censura Luciano Lago è ‘democrazia’, e non tutti i nomignoli che si da il troll democratico di merd, fra cui persino il Messaggero dell’Islam …

      • drak
        Inserito alle 14:52h, 08 Agosto Rispondi

        io bannerei il troll musulmano e i suoi 2 nomignoli?
        Visto che e’ palesemente un utente tossico con l insulto facile.
        Non sei d accordo caro amico?

        • drak
          Inserito alle 15:10h, 08 Agosto Rispondi

          si Atlas ti voglio molto bene anche io grazie

  • Giovanni augusto Uccellani
    Inserito alle 16:32h, 07 Agosto Rispondi

    Predico da tempo la rivoluzione contro questi politici di MERDA e la CHIESA MAFIA come fece il MESSICO a suo tempo non c’è più tempo la LIBERTA è INALIENABILE e questi mascalzoni ce la stanno togliendo,io non ho più tanto tempo e ci terrei a partecipare,FORZA ITALIANI LIBERI

    • jack hammer
      Inserito alle 18:35h, 07 Agosto Rispondi

      Io propongo la fuclilazione.
      Prima i viscidi sinistri comunisti
      E poi tutti i cani muslim invasori che si portano dietro.
      Ovviamente vanno uccise anche le loro donne e le loro proli immonde.
      Italia agli italiani,fuori la sporca minaccia islamica e comunisa dal nostro bel paese laico e cristiano.

      • Giorgio
        Inserito alle 10:03h, 08 Agosto Rispondi

        Ad essere passati per le armi devono essere quelli come te …… un liberal democratico nella sua variante destroide …..
        ma sempre sottomesso alla dittatura dei mercati capital globalista ….. e agli interessi degli organismo sovranazionali usa – ue – nato ……..

        • jack hammer
          Inserito alle 11:49h, 08 Agosto Rispondi

          Giorgio tu scrivi solo un mare di scemenze e inesattezze.
          Pero’ devo ammettere che le scemenze mi fanno ridere quindi anche se cerchi di calunniarmi in tutti i modi mi stai simpatico perche’ non sei abbastanza abile nel farlo!
          ahahahah ma chi cavolo ha mai parlato di mercati,globalismo e capitalismo violento?
          Ma va a cuccarti coi tuoi muslim va

  • nicholas
    Inserito alle 16:50h, 07 Agosto Rispondi

    Potrebbero utilizzare questo lascia passare, per isolare l’europa dalla Russia , Cina ed i loro alleati.
    Potrebbero, espellere dall’europa tutti i cinesi, russi, ecc che non si sono vaccinati con i vaccini occidentali.
    Vedremo nei prossimi anni cosa accadrà

  • CC
    Inserito alle 17:44h, 07 Agosto Rispondi

    Temo Nicholas che tu abbia ragione.
    Marchiano gli occidentali come si fa col bestiame e poi lo dividono nei recinti, ognuno i propri.

    La domanda che mi pongo è perchè tutto questo?

    La risposta pessima che mi do è: come fai a confrontarti con un sistema paese efficiente come quello cinese se non emulandolo?

    Oligarchia che decide, produzione e distribuzione parastatali e popolo sottomesso ed ubbidiente.
    Se poi riesci a identificarli facilmente e togli di mezzo le persone non produttive tanto meglio.

    Difficile da contrastare, scusate il pessimismo.

    Ma ricordare cni sono i macellai questo è possibile.

  • Giorgio
    Inserito alle 20:01h, 07 Agosto Rispondi

    Il titolo giusto per l’articolo sarebbe “La coercizione democratica” ……. ma tutto sommato democrazia e liberismo sono tutt’uno …….. cioè merda ……
    W il socialismo nazionalista ……

    • jack hammer
      Inserito alle 20:06h, 07 Agosto Rispondi

      il social nazionalismo e’ morto ed e’ stato sostituito con qualcosa di superiore ovvero la nostra democrazia
      Vado che la batosta di eri non ti ha raddrizzato,anzi

      • Arditi, a difesa del confine
        Inserito alle 10:35h, 08 Agosto Rispondi

        il nazional socialismo è morto nel tentativo di fermare il comunismo, quello che lui tanto apprezza
        e presto ci ritroveremo il comunismo cinese a casa, ormai ci siamo quasi grazie al green pass, ai delatori, a leggi decise da una persona sola
        manca solo più la galera per i dissidenti ma mi pare che è questione di mesi se non settimane
        poi anche noi potremo sfoggiare la bandiera rossa con le 5 stelle

        • Giorgio
          Inserito alle 11:28h, 08 Agosto Rispondi

          Mao (buonanima) non permetterebbe che i criminali capitalisti tipo Soros, Gates e compagnia si impadroniscano del mondo ……
          li passerebbe per le armi seduta stante insieme ai loro complici liberal democratici …… usa-gb-sionisti e lacchè europei ……

    • jack hammer
      Inserito alle 11:53h, 08 Agosto Rispondi

      E va bene Giorgio oggi ti insegno qualcosa
      Allora
      Lo Stato liberale è il tipico stato europeo ottocentesco basato sull’ideologia liberale (e liberista), che, in ogni caso, rappresenta un superamento dello stato assoluto, in quanto è la prima forma moderna di stato di diritto, uno stato, cioè, nel quale anche i suoi organi sono sottomessi alla stessa legge che emanano. Ma la legge è “onnipotente”, non è a sua volta soggetta ai princìpi superiori di una costituzione, in quanto le “carte” e gli “statuti” allora vigenti sono flessibili, hanno cioè la stessa forza della legge ordinaria che dunque può modificarli o contraddirli.
      Lo stato liberale del XIX secolo è caratterizzato sopratutto dal suffragio elettorale ristretto per censo e/o per istruzione, oltre che per sesso e per età. Considera intangibile la proprietà privata e mette al centro dell’economia l’impresa privata e il mercato (liberismo) e il non intervento (laisser faire). Dunque uno stato elitario e limitato.
      Si deve avvertire che quanto sopra detto a proposito dell’accostamento tra liberalismo e liberismo è, come si può capire, una semplificazione/astrazione, valida come primo approccio e come descrizione generale. La realtà storica è stata più complessa e non sempre lo stato liberale in politica ha abbracciato pienamente il liberismo in economia, o, almeno, nell’economia internazionale. Se all’interno l’impresa privata, il mercato, il non intervento sono i perni dell’economia, all’esterno si adottano politiche non liberiste. La III Repubblica francese (alla fine dell’Ottocento) e l’Italia dell’età giolittiana (primi anni del Novecento), qualificabili come stati liberali, furono “protezionisti” in tema di commercio internazionale.

      Lo stato democratico, quale quello delineato, per esempio, dalle costituzioni francese del 1946, italiana del 1948, tedesca del 1949 è uno stato “costituzionale” (cioè più che “legale”) in quanto neanche la legge è onnipotente, ma soggetta ai princìpi fondamentali di una costituzione “rigida”, non modificabile cioè con legge ordinaria e fonte suprema delle altre fonti del diritto.
      INVECE
      Lo stato democratico, oltre ad essere “di diritto”, con separazione dei poteri, con il “principio di costituzionalità”, ha le radici stesse della sua sovranità nel popolo (i cittadini) e dunque si caratterizza anche per il suffragio universale e diretto (tutti i cittadini maggiorenni, senza distinzione di sesso, censo e istruzione, eleggono direttamente almeno i membri del Parlamento o di un ramo di esso, con voto “personale e uguale, libero e segreto”). Si ha cioè pluralismo dei partiti politici e libere elezioni, con forme di garanzia per le minoranze che hanno la possibilità, formale e sostanziale, di diventare maggioranza. Si ha il riconoscimento e la protezione dei diritti dell’uomo e l’ampliamento di quelli del cittadino che diviene partecipe, sia pure indirettamente o non sempre direttamente,della conduzione della

      • atlas
        Inserito alle 14:55h, 08 Agosto Rispondi

        tu puoi insegnare solo il come mettersi bene e democraticamente alla pecorina troll democratico

      • Giorgio
        Inserito alle 19:11h, 08 Agosto Rispondi

        Mi insegni qualcosa ? Ma smetti di salire in cattedra …… la tipica presunta superiorità morale dei democratici ……
        ………. tutti i cittadini maggiorenni, senza distinzione di sesso, censo e istruzione, eleggono direttamente almeno i membri del Parlamento o di un ramo di esso, con voto “personale e uguale, libero e segreto”. Si ha cioè pluralismo dei partiti politici e libere elezioni, con forme di garanzia per le minoranze che hanno la possibilità, formale e sostanziale, di diventare maggioranza ……
        Ma non ti sei ancora accorto che al di là dei bei principi, il tuo sistema sociale e politico è una farsa ?
        Ma non ti sei ancora accorto che i parlamenti non contano niente ?
        Ma non ti sei ancora accorto che i parlamenti ratificano decisioni prese altrove ?
        Ma non ti sei ancora accorto che se appena qualcuno, non dico che disobbedisca ai potentati internazionali, ma fa qualche blando distinguo, viene defenestrato con i soliti giochini di palazzo nel quale il parlamento italiano è maestro ?
        Ma non ti sei ancora accorto che siamo un paese occupato militarmente da Usa-Nato ?
        Ma non ti sei ancora accorto che le èlite che governano l’economia mondiale impongono le loro scelte economiche al di la di chi governa ?
        Privatizzazioni, precarizzazione, impoverimento, importazione di mano d’opera a basso costo dal terzo mondo, e tanto altro ancora ……..
        Purtroppo per te non basterà questa vita per prendere coscienza di questo ……. e continuerai a baloccarti con la progredita e civile democrazia …….

        • Labinnah otunroc
          Inserito alle 20:30h, 08 Agosto Rispondi

          hai ragione Giorgio
          .Adesso oltre che elencare le armi della dittatura che ammazzano la democrazia perche’ non ci parli anche del tuo comunisto che ha fatto milioni e milioni di morti?

          • Giorgio
            Inserito alle 08:40h, 09 Agosto

            Cercare di liberarsi dai regimi liberal democratici e dalla barbarie capitalista è ovvio che sia costato milioni di morti …..
            Da quando in qua le vittime causate dai popoli schiavizzati da un ordine sociale barbarico sono più importanti delle vittime causate dallo schiavismo istituzionalizzato ?
            Se la liberal democrazia massacra (come fa tutt’ora) milioni di persone sarebbe giusto civile e democratico …….
            se alcuni dei popoli sottomessi usano la forza per liberarsi e porre fine alla ingiustizia e alla barbarie liberal democratica ……
            allora si piangono milioni e milioni di morti ?
            Doppio pesismo, doppia morale …… tipico dei democratici che difendono al di la di ogni evidenza il loro mortifero sistema sociale ……
            Purtroppo le rivoluzioni socialiste o popolari ……. di morti ne hanno causato troppo poche tra le fila nemiche …….

          • clemente abruzzese
            Inserito alle 10:01h, 09 Agosto

            Nono il comunismo ha fatto piu’ di 20 milioni di morti A CASA SUA,poi chissene di quello che succede fuori.
            La guerra e guerra e se e’ contro mostri nazisti e comunisti e’ piu’ che legittima.
            Tu continui a buttare le colpe del comunismo sulla democrazia e non sono il primo che te lo dice.
            Ma intanto e’ sempre il COMUNISMO CHE CONTINUA A FARE VITTIME
            https://www.maurizioblondet.it/agenda-2030-non-avrai-nulla-e-sarai-felice/
            e non venirmi a dire che questa e’ democrazia se no significa che sei il vero compare dell invasore

  • Sandro
    Inserito alle 20:41h, 07 Agosto Rispondi

    La libera scelta è anche quella di farsi rispettare:
    sintesi un pochino riveduta delle valutazione dell’avv. Alessandro Fusillo..
    https://www.byoblu.com/ (su interviste del 6/8 c.m.)

    RICORSO AL GIUDICE DI PACE
    SANZIONE PER MANCANZA DI LASCIAPASSARE
    O AL GIUDICE ORDINARIO IN CASO DI LICENZIAMENTO

    1) Per obiezione di coscienza: contrario all’aborto.
    2) E’ contro l’apartheid, prevista dalla convenzione internazionale della Corte dell’AIA.
    3) E’ in contrasto con la normativa europea in merito al “green-pass”.
    4) E’ contro l’art. 3 e 21 della Carta dei diritti fondamentali dell’Unione europea.
    5) E’ contro il Codice di Norimberga.
    6) E’ contro la convenzione di Oviedo del 4 aprile 1997
    7) Trasgredisce gli art. 2/3/13/16/32 della Carta Costituzionale.
    8) E’ in contrasto con l’art. 36 della Gazzetta ufficiale dell’Unione europea L. 211 del 15 giugno 2021
    9) Non ottempera al regolamento del consenso informato in merito alle cure alternative.
    10) La legge non prevede il “green pass” nei luoghi di lavoro (si veda deputati esenti dal lasciapassare per lavoro)

  • atlas
    Inserito alle 04:44h, 08 Agosto Rispondi

    i democratici SONO e saranno SEMPRE dei criminali. La democrazia va abrogata e vietata la sua ricostituzione sotto ogni forma

    6 AGOSTO 1945, BOMBARDAMENTO ATOMICO SU HIROSHIMA

    già agli inizi del Novecento, diversi scienziati erano a conoscenza delle potenzialità che poteva avere la “frantumazione dell’atomo” celebre formula di Albert Einstein.

    Nella Germania del III Reich, i progetti in tal senso erano molto avanti rispetto alle altre nazioni, infatti, Leo Szilard (fisico ungherese e naturalizzato statunitense), mise in guardia gli USA sui progressi che stava compiendo la Germania, che aveva scoperto la fissione nucleare nel 1939.
    Il fisico tedesco Heisenberg, guidò personalmente il programma nucleare dell’Asse durante i primi anni della guerra, ma poi rivelò l’esistenza del programma agli USA che, con il loro “Progetto Manhattan” riuscirono a completare la bomba atomica.

    Robert Oppenheimer e Leslie Groves, a capo del Progetto Manhattan, si erano prefissati di superare ad ogni costo il programma nucleare voluto da Hitler e con il passaggio di Heisenberg tra le loro fila, la cosa era presto fatta:
    Il primo test nucleare, nome in codice “Trinity”, si svolse il 16 luglio 1945 ad Alamogordo, nel Nuovo Messico, dove una bomba di prova, denominata “The Gadget” fu fatta esplodere con successo.

    Nel frattempo, nell’estate del 1945, il Giappone era l’unica forza dell’Asse che ostentava patriotticamente a non arrendersi.
    Il nuovo Presidente degli Stati Uniti, Harry Truman, successore di Roosevelt, intendeva inaugurare una politica estera più aggressiva e risoluta, e vide nella bomba atomica un modo per concludere quanto prima la guerra, impressionare la Russia e imporre le sue condizioni di pace alla fine del conflitto.
    Il progetto Manhattan prevedeva quindi anche un effetto psicologico, oltre a quello strategico: ovvero colpire all’improvviso una grande città, preferibilmente un obiettivo militare circondato da case di lavoratori, senza dare alcun preavviso per impressionare e sconvolgere il nemico.
    Il 26 luglio 1945 Truman e gli altri capi di Stato alleati, si riunirono Potsdam, per un ultimatum sui termini della resa del Giappone.

    Il Giappone respinse l’ultimatum, ma nessuno era ancora pubblicamente a conoscenza dell’imminente utilizzo della bomba atomica.
    Gli Alleati in ogni caso, stavano già bombardando a tappeto diverse città del Giappone e le altre città delle potenze dell’Asse, causando numerose perdite civili: In Germania il sistematico bombardamento delle città tedesche causò centinaia di migliaia di vittime, che culminarono con il bombardamento di Dresda che causò la morte di 35.000 persone e la distruzione di una delle maggiori città d’arte tedesche. Stessa sorte toccò peraltro all’Italia e alle Sicilie, che vide pesantemente bombardati i maggiori centri industriali e portuali di tutta la penisola con enormi devastazioni e perdite umane.
    Il bombardamento di Tokyo del marzo del 1945 causò più di 100.000 vittime e danni enormi in termini urbani e architettonici. Nell’agosto del 1945 altre sessanta città giapponesi vennero pesantemente bombardate e tra le più colpite, oltre a Tokyo, ci fu senza dubbio Kōbe.

    Il primo bombardamento atomico avvenne il 6 agosto. Inizialmente venne scelta la città di Kokura, ma a causa delle nubi estremamente fitte che sovrastavano l’agglomerato urbano, si ordinò di cambiare bersaglio. Quando i bombardieri strategici B-29 stavano già volando ricevettero la comunicazione di bombardare Hiroshima. L’ordigno, con i suoi 60 kg di U235 (uranio 235), piombò su Hiroshima.
    I tre aeroplani statunitensi erano i bombardieri Enola Gay, The Great Artiste e un altro aereo, in seguito chiamato Necessary Evil, cioè “male necessario” che aveva la funzione di documentare, attraverso una serie di fotografie, gli effetti dell’impiego dell’arma atomica.
    Alle 08:14 e 45 secondi l’Enola Gay sganciò “Little Boy” sul centro di Hiroshima e immediatamente dopo lo sgancio, l’aereo si allontanò alla massima velocità possibile dal luogo dell’esplosione, che uccise sul colpo circa 80.000 persone.

    Le basi militari cercarono ripetutamente di mettersi in contatto con la stazione di Controllo dell’esercito di Hiroshima, tuttavia l’assoluto silenzio da quella città sconcertò gli uomini dei quartier generali, che fino a poco prima erano convinti che non fosse accaduto nulla di serio.
    Un giovane ufficiale venne incaricato di sorvolare Hiroshima e già a 160 km dalla città, scorse la grande nuvola di fumo provocata dalla bomba, atterrò sulle macerie e comunicò l’accaduto.
    L’avvelenamento da radiazione e le necrosi provocarono malattie e morti successive al bombardamento, e alla fine del 1945, ulteriori migliaia di persone morirono per via della malattia acuta causata dalle radiazioni ionizzanti, portando il numero di vittime a circa 200 000 unità. Da allora molte migliaia di persone perirono per cause legate all’esposizione ai raggi.

    Dopo il primo bombardamento il presidente Truman annunciò: «se non accettano adesso le nostre condizioni, si possono aspettare una pioggia di distruzione dall’alto, come mai se ne sono viste su questa terra».
    Il 9 agosto, il governo di Tokyo venne informato che l’Unione Sovietica aveva rotto il patto di neutralità e dichiarato guerra al Giappone aprendo un altro fronte in Manciuria con oltre 1.500.000 uomini e una quantità immensa di mezzi.

    Sempre la stessa mattina del 9 agosto 1945, il bombardiere con a bordo la “Fat Man”, ovvero la bomba atomica che conteneva circa 6,4 kg di plutonio-239, si mosse alla volta di Kokura, l’obiettivo iniziale della missione. Tuttavia, nuovamente le nubi non permisero di individuare esattamente l’obiettivo e si decise di deviare su Nagasaki.
    I due bombardamenti nell’arco di così pochi giorni e le centinaia di migliaia di vittime, costrinsero i giapponesi alla resa il 15 agosto 1945, sancendo la fine della seconda guerra mondiale

    • Giorgio
      Inserito alle 11:34h, 08 Agosto Rispondi

      Bravissimo Atlas ……
      alla faccia degli ammiratori della “più grande democrazia del mondo” …….
      I maledetti criminali usa-gb-sionisti non hanno ancora pagato abbastanza per tutto questo …….

      • jack hammer
        Inserito alle 11:59h, 08 Agosto Rispondi

        Quindi allora andiamo con ordine…..
        1 Prima di tutto la nascita della bomba atomica in un paese democratico dimostra appunto la superiorita’ militare e tecnologica di quest ultmo.
        2 La bomba atomica e’ stata lanciata durante la 2 guerra mondiale,uno dei conflitti piu’ sanguinosi della storia e si sa che in guerra TUTTO e’ lecito.
        la guerra cari signori e’ una GUERRA,non un pranzo di gala,ma e; tempo sprecato il mio perche’ sappiamo tutti che se la bomba atomica la lanciava un comunista o un nazista allora voi 3 moschettieri adesso stareste scrivendo ”VIVA LA BOMBA ATOMICA SU QUEGLI SPORCHI DEMOCRATICI EVVIVA EVVIVA!”
        Invece visto che l hanno lanciata i democratici allora no e’ un crimine contro l unamita’,immorale,schifosa,bruttissima ecc. aahahahahahahhah

    • atlas
      Inserito alle 14:58h, 08 Agosto Rispondi

      suka troll democratico di merd

  • Hannibal7
    Inserito alle 09:04h, 08 Agosto Rispondi

    Ci sono più probabilità di morire investiti da un’auto piuttosto che morire di Covid
    Vaccinarsi contro un virus dalla mortalità così bassa è pura follia
    Tenendo conto che questi vaccini sono sperimentali e la gente che se li fa inoculare firma una deliberatoria per fare da cavie
    Ti rilasciano un “lasciapassare” in stile Fracchia la belva umana facendoti credere che sarai libero
    Ma se hai bisogno di un lasciapassare vuol dire che libero non sei…
    Questa è la democrazia che,democraticamente votata da nessuno,ci hanno imposto!!!

  • giovanni
    Inserito alle 15:51h, 08 Agosto Rispondi

    ” Se – Dio non voglia – fra un paio di anni dovessimo scoprire che l’azzardo e’ andato male etc………….. ” . Mi scusi, ma se l’azzardo e andato male ( sperando non sia stato voluto ) dubito molto sulla presenza di coloro che chiedano conto delle scelte fatte. Non Le pare ?

Inserisci un Commento