Successione: Soros nepo baby rileva l’impero globalista di suo padre

Facciamo il tifo per il fallimento.
di GIORDANO JORDAN SCHACHTEL
Il Wall Street Journal ha appena pubblicato un rapporto secondo il quale George Soros ha consegnato il suo vasto impero globalista a suo figlio, il 37enne Alexander Soros.
In un’intervista con il giovane Soros che suona come un comunicato stampa, il WSJ sottolinea come Soros intenda rendere le proprietà di Soros ancora “più politiche” di quanto non fossero già.
Chi è Alexander Soros? Ecco una rapida carrellata.

Le passioni più forti di Soros Soros’s includono intrattenersi con i parassiti globalisti, sovvenzionare i movimenti di sinistra, sobillare “rivoluzioni colorate” e agitarsi contro l’unico stato ebraico del mondo (perchè di destra), uno sforzo che sicuramente rende orgoglioso suo padre kapo. Simile a suo padre, Alex Soros usa la sua eredità ebraica come scudo morale per promuovere cause progressiste di estrema sinistra, dichiarando tutti i detrattori della sua ideologia come antisemiti e suprematisti bianchi.

Il nuovo team leader pubblico di Soros Inc non è esattamente un personaggio pubblico stimolante, per usare un eufemismo Nonostante non fosse in grado di mettere insieme una frase senza l’uso di tre dozzine di pause verbali, Alexander Soros avrebbe “guadagnato” un dottorato di ricerca presso la Cal Berkeley.
Per avere un’idea di cosa intendiamo, dai un’occhiata a questa recente sessione di domande e risposte a margine dell’ultima conferenza annuale di Davos del World Economic Forum:.

Sembra che Alexander Soros non abbia mai avuto un vero lavoro.
Ha trascorso la maggior parte dei suoi 20 e 30 anni come un socialista di New York che stava “lavorando al suo dottorato di ricerca” .
Da allora, ha fondato “filantropie” che usano i soldi di suo padre per promuovere cause della sinistra globalista e liberal.
Come un normale ipocrita della bufala climatica, Soros chiede agli altri di ridurre la loro “impronta di carbonio”, mentre viaggia regolarmente in tutto il mondo con un jet privato e possiede molte case che ha acquistato con i soldi di suo padre a Berkeley, Manhattan e in tutta Europa.
Nel complesso, sono incredibilmente ottimista su questa mossa.
Secondo l’ Harvard Business Review , circa il 70% delle aziende a conduzione familiare fallisce o viene venduto prima che la seconda generazione prenda le redini. E solo il 10% di queste aziende arriva alla terza generazione. Sebbene le vaste proprietà di George Soros siano sia aziende che “no-profit”, le stesse regole e probabilità si applicano generalmente a entrambi i tipi di istituzioni.,
I sostenitori della libertà umana dovrebbero rallegrarsi e sperare che Alexander Soros eserciti il ​​controllo completo su Soros Inc, poiché quella sarebbe la via più veloce per la sua fine.

Alex Soros con Biden
Lo adori o lo odi, l’anziano Soros possiede indubbiamente una brillante mente orientata agli attivisti finanziari e politici, avendo stabilito con successo una superpotenza ONG (Open Society) che ha pienamente integrato la sua grande influenza nefasta nei cuori di innumerevoli governi. Alex Soros, d’altra parte, è semplicemente un beneficiario del nepotismo e nient’altro che un ideologo di sinistra ottuso e pieno di sensi di colpa.
Non so voi, ma non vedo l’ora di assistere al rapido collasso di Soros Inc sotto la sorveglianza di Alex Sos Junior.
Nota: Sarebbe lungo elencare i crimini commessi da Soros e dalla sua congrega, basti ricordare che Soros è stato uno dei finaziatori, fra le altre, anche della “rivoluzione colorata” in Ucraina che ha portato al golpe del 2014 ed alla conseguente guerra civile scoppiata nel paese. Prima di questa aveva sostenuto la tentata rivoluzione in Georgia ma gli era andatamale grazie all’intervento della Russia di Putin.
L’ultima scommessa di Soros è quella contro la Cina di Xi Jinping dove sono noti gli sforzi di Soros e inc. di sobillare rivolte in Cina (per conto della CIA) contro il regime di Pechino, considerato il nemico n.1 da Soros. In definitiva Soros è un terminale della elite di potere statunitense nella sua lotta per l’egemonia.

Fonte: Dossier Today

Traduzione e nota: Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus