Striscia di Gaza: la Resistenza uccidea a Rafah almeno 3 soldati israeliani dell’unità Nahal Oz . “La guerra durerà oltre 7 mesi”

Martedì, le pagine dei giornalisti israeliani sui social network hanno deplorato gli “eventi difficili” affrontati dall’esercito occupante durante i combattimenti a Rafah, nel sud della Striscia di Gaza. Alcuni hanno chiesto di pregare per i soldati israeliani senza spiegare cosa fosse successo.

In serata, le Brigate al-Qassam di Hamas hanno rivelato che i loro combattenti hanno fatto esplodere una casa con trappole esplosive in cui erano rintanati soldati israeliani, nel quartiere di al-Shawka, a est della città di Rafah. Hanno parlato di “un’operazione composita durante la quale una forza israeliana è stata attirata in un’imboscata”. I combattenti palestinesi hanno precisato di aver utilizzato un ordigno Raad e di aver ucciso 4 soldati israeliani. È stato anche riferito che quando le forze di rinforzo sono arrivate vicino alla scuola di al-Chawka, i loro cecchini hanno sparato a due di loro.

L’articolo sui media di Qassam, Média de guerre, ha assicurato che tutti i soldati sono stati uccisi o feriti. I media hanno riferito che gli elicotteri sono atterrati più volte in questa zona per evacuare i feriti e gli uccisi. È stato anche riferito che dozzine di proiettili anticarro hanno colpito le forze israeliane che si erano infiltrate a Rafah. Inoltre, sia le Brigate Qassam che quelle al-Quds della Jihad islamica hanno rivendicato colpi di arma da fuoco, in particolare contro raduni militari nella regione 4 e sull’asse di progressione di Salaheddine.

Il media israeliano Headshot Bezaman, che si è distinto per aver pubblicato le perdite israeliane prima dell’annuncio dell’esercito, ha riferito martedì che “le forze israeliane hanno dovuto affrontare due gravi incidenti nella Striscia di Gaza”, il primo in una casa dove erano intrappolati, il secondo nel tunnel di al-Chaoub, a sud di Rafah.

Ha riferito che 3 soldati sono stati uccisi e altri 10 feriti, di cui 5 gravemente, in un incidente di sicurezza a Rafah. Ha anche riferito che un soldato era disperso

Successivamente, l’esercito israeliano ha riconosciuto il bilancio dei tre soldati uccisi, ma ha menzionato altri 3 gravemente feriti negli scontri a Rafah indicando che appartengono all’unità 51 Nahal Oz. Quest’ultima era appena stata investita nell’enclave accanto alla brigata 401, soprattutto sull’asse Filadelfia.

La radio militare israeliana ha riferito che 5 soldati sono rimasti feriti, 3 dei quali gravemente, quando elementi della Brigata 50 di Nahal Oz sono entrati in un edificio a Rafah, fuggendo da un lancio di proiettili anti-blindati contro i loro veicoli. Secondo la radio, erano appena entrati nell’edificio quando un ordigno esplosivo è esploso all’interno, facendolo crollare, uccidendo 3 soldati.

I media israeliani hanno affermato che non è chiaro come il dispositivo sia stato attivato all’interno dell’edificio, ma si ritiene che si tratti di un’imboscata pianificata da Hamas.

In altre regioni, l’offensiva di terra israeliana continua a Jabaliya, nel nord della Striscia di Gaza.

L’esercito di occupazione israeliano controlla sul terreno e con la potenza di fuoco tutti gli isolati del campo, e si estende verso Beit Lahia e i due quartieri di Tal al-Zaatar e Sheikh Zayed. L’area di Fallujah, a ovest del campo di Jabaliya, presenta un paesaggio desolato dopo il ritiro dei carri armati israeliani, con centinaia di case ed edifici distrutti. È diventata una città di fantasmi.

Negli altri assi di combattimento, continuano gli scontri a est del campo di al-Maghazi e sull’asse Netzarim nel centro della Striscia di Gaza.

L’aeronautica israeliana ha intensificato i suoi raid che hanno bombardato durante tutta la giornata, sia nel nord che nel sud dell’enclave di centri di accoglienza, complessi residenziali, infrastrutture, ecc.

Dall’inizio del mese, 27 soldati israeliani sono stati uccisi nei combattimenti nella Striscia di Gaza. Di cui 10 dal lancio dell’offensiva di Rafah due settimane fa, secondo al-Jazeera. I feriti sono 135.

Dal 7 ottobre sono stati uccisi circa 639 soldati, di cui 290 dall’inizio dell’operazione di terra. 3.617 sono rimasti feriti.

In un’intervista al canale televisivo israeliano Channel 12, il capo del Consiglio di sicurezza israeliano Tsahi Hanegbi ha dichiarato che la guerra continuerà per almeno altri 7 mesi.

Fonte: Varie- Al Manar

Traduzione: Fadi Haddad

2 commenti su “Striscia di Gaza: la Resistenza uccidea a Rafah almeno 3 soldati israeliani dell’unità Nahal Oz . “La guerra durerà oltre 7 mesi”

  1. Da quando i dannati assassini hanno attaccato anche Rafah, le azioni della resistenza sono diventate più sanguinose e numerose. Il boia Nettanyau ed i suoi accoliti trucidatori di bambini pagheranno a caro prezzo questi sette mesi. Cercano di nascondere il fatto che a Gaza come sul Golan od in Cisgiordania non controlleranno mai nulla e saranno perseguitato dalla resistenza. Cani pazzi di rabbia che mordono a caso. Imploderanno non appena l’ aiuto americano verrà meno. E succederà.

  2. Gli eserciti occidentali non sono attrezzati e addestrati a certi scenari di guerra, come per es. i combattimenti in città. E qui, le Dottrine dell’EST hanno la supremazia nei combattimenti. Riconosco che i combattenti di Gaza, addestrati da Hezbollah, adoperano tattiche già collaudate con successo in Libano. La censura israeliana è simile a quelle degli americani e inglesi. Mancano gli ZERI nelle dichiarazioni dei morti ammazzati. Non si vincono le guerre con le bugie ! Vietnam docet !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM