Strategia Vs. Tattica: Come L’Occidente E I Suoi Alleati Stanno Cercando Di Nascondere Le Loro Sconfitte Strategiche A Livello Tattico

Di Arthur Evans

L’attuale conflitto tra un polo unipolare e l’ordine multipolare mondiale è combattuto in tutto il mondo. Gli attori principali sono sicuramente la Russia e l’America e i loro alleati in vari hotspot in tutto il mondo. A causa di una campagna mediatica condotta attivamente da entrambe le parti, è difficile per una persona media riesca a sapere come stanno andando le cose, chi sta vincendo e chi sta perdendo la guerra. Quali sono le vittorie strategiche e quali sono solo gli eventi descritti per le masse nel conflitto in corso?

In diverse occasioni, in seguito alla distruzione dello Stato islamico, il presidente degli Stati Uniti dichiarò la vittoria e annunciò graduali ritiri dalla Siria e dall’Iraq, sottolineando ripetutamente che l’America aveva raggiunto il suo obiettivo. Chiunque sia coinvolto nell’analisi geopolitica sa che questa nozione è completamente assurda. Assad è ancora al potere, l’Iraq si sta avvicinando all’Iran, l’Iran è arrivato nel Mediterraneo per via terrestre, la Russia ha consolidato le sue posizioni in Siria.

Contrasti militari

Quindi, se guardiamo alla situazione reale sul campo, l‘America ha subito una sconfitta completa dei suoi obiettivi originali, eppure sta sostenendo che la sua sconfitta è una vittoria.
La distruzione dello Stato islamico in Siria e Iraq è stata una copertura mediatica per l’America per coprire il suo fallimento strategico nel raggiungere uno dei suoi obiettivi. Dal punto di vista dell’America, lo Stato islamico, grazie all’intervento della Russia, non ha nemmeno adempiuto al ruolo che gli è stato assegnato, ovvero la completa distruzione dell’asse di resistenza di Teheran-Bagdaad-Damasco-Beirut. Certo, lo Stato Islamico avrebbe potuto avere uno scopo di vasta portata, ma con l’intervento della Russia, questo è stato impedito per il resto dell’eternità.

Uno dei simboli della vittoria americana sullo Stato islamico fu la caduta della sua capitale, Raqqa. Dopo aver cercato di consolidare le posizioni in tutto l’Eufrate, in seguito ai media occidentali egoisti circa le presunte morti dei mercenari russi a causa del PMC di Wagner, il risultato finale è stato che le truppe russe sono ora a Raqqa, insieme alla seconda più grande potenza NATO, La Turchia e hanno scacciato l’America dal confine tra Siria e Turchia. Per mascherare una tale disastrosa disfatta diplomatica e geopolitica e uno schiaffo ideologico, gli americani si sono fatti avanti sostenendo che il presidente Trump ed Erdogan sono d’accordo su tutto e che l’America accetta di uscire dal confine (siriano-turco). All’improvviso, gli obiettivi precedentemente stabiliti divennero “irrilevanti” davanti al pubblico. L’incapacità di sconfiggere l’Iran o di rovesciare improvvisamente Assad non è più un obiettivo della politica estera degli Stati Uniti.

Possiamo vedere una situazione simile quando si tratta della costruzione di infrastrutture per il gas naturale. In precedenza, la propaganda americana sosteneva che il petrolio di scisto avrebbe avuto un ruolo cruciale e che le infrastrutture costruite dalla Russia erano quasi irrilevanti in questo senso. Tuttavia, sul campo, tutto è al contrario, poiché l’America sta facendo del suo meglio per fermare la costruzione dell’infrastruttura di gas naturale della Russia e, come possiamo vedere, i suoi migliori risultati sono un breve ritardo nella costruzione.

unione eurasiatica

La Russia ha completato il South Stream (ora noto come Turk Stream), il potere della Siberiae per di più, il prossimo anno sarà completato anche il Gasdotto di Siberia 2. Ritardare la fase finale di North Stream 2 per alcuni mesi può certamente essere considerato un successo diplomatico degli Stati Uniti. Tuttavia, la realtà è che la Germania, sebbene membro della NATO, non ha alcuna intenzione di perdere una volta ogni decennio la possibilità di un accordo energetico con la Russia. Tale decisione strategica, come nei casi precedenti, non può essere nascosta da nessuna manipolazione mediatica o successo diplomatico a livello tattico.

Abbiamo uno scenario simile con l’alleato più vicino d’America in Medio Oriente, Israele. Sebbene Israele abbia condotto attacchi a lungo raggio sul territorio siriano dal 2013, non ha raggiunto alcun obiettivo strategico. L’Iran ha rafforzato la sua posizione in Siria e, dal punto di vista geografico, continua a circondare Israele con le sue basi. È chiaro che la ragione principale del fallimento di Israele è la forza delle difese aeree siriane, che nella maggior parte dei casi abbattono oltre il 60% dei missili israeliani da lungo raggio. E nonostante molti anni di operazioni, il carico utile sparato nel territorio siriano è trascurabile poiché l’Iran continua a costruire le sue basi e consolidare la sua rotta terrestre verso il Mediterraneo. Proprio come non sono riusciti a sconfiggere l’Iran in Siria, hanno anche fallito nel distruggere le difese aeree della Siria, così hanno fatto ricorso a operazioni speciali e manipolazione dei media.
Un caso ampiamente segnalato ha riguardato la distruzione di un sistema di difesa aerea a corto raggio Syrian Pantsir-S1, che è stato registrato in video e quindi pubblicato su Internet. Israele lo ha descritto come un grande successo per l’aviazione e l’intelligence israeliane. Tuttavia, un’analisi approfondita ha rivelato che Israele aveva usato più di 60 missili durante l’attacco e che il sistema detto Pantsir-S1 ha sparato tutti i suoi missili ed è stato distrutto durante la ricarica. I media hanno ampiamente utilizzato questa situazione e hanno elogiato “la capacità di Israele di distruggere il potente Pantsir-S1”. Tuttavia, un’analisi imparziale rivela che Israele non è ancora in grado di entrare nelle zone A2 / AD, sfondare le difese aeree siriane e lanciare una campagna aerea, il che significa che non può fare alcun danno serio.

Il mondo multipolare si formerà sicuramente, prima negli hotspot globali in cui vengono combattute battaglie cruciali, e poi verrà trasmesso ad altre parti del mondo. Tutto ciò che vediamo ora è semplicemente ritardare questo inevitabile processo.

Fonte: Fort Russ https://www.fort-russ.com/2020/02/strategic-vs-tactical-how-the-west-and-its-allies-are-trying-to-conceal-their-strategic-defeats-at-the-tactical-level/

Traduzione: Luciano Lago

8 Commenti

  • Franco
    1 Marzo 2020

    bell’articolo, ma non reputiamo sprovveduti coloro che informiamo “è difficile per una persona media riesca a sapere come stanno andando le cose”. La Russia è grande, anche grandissima, ma con la rappresentazione cartografica in figura, che ipotizza cole linee parallele i meridiani, sembra il triplo.

  • Max
    1 Marzo 2020

    I Nostri Politici sono dei governi di sguatteri di gente che ha venduto l’anima al diavolo giudeo Americano il nostro governo e’ un governo di occupazione,di servi mansueti della Giudaglia mai dimenticare ! Conte Salvini Zingaretti ecc sono una manica di Traditori Massoni tutti legati tra loro inscenano e recitano a seconda dello Spartito che gli viene dato dalla Giudaglia massonica . I Nostri politici assieme alla Stampa e ai vari Dr alla Burioni (un delinquente) Sono Delle marionette in mano Agli Ebrei Padroni di tutto, inutile prendersela con questi non vedete con tutti i media in mano Ebraica come e’ stato facile per la giudaglia farvi rotolare nella merda siete intendo voi italiani diventati Gli Appestati del giorno gli intoccabili gli inavvicinabili della terra i più incancreniti del Globo, I giudei il popolo cacciato da tutte le nazioni per secoli popolo sempre accusato di essere un popolo pestilenziale coleroso ora si e’ preso la Rivincita !! Quell’infame di Mentana ( ebreo) si gode come un matto a parlare del Coronavirus ci prova gusto a descrivere Minuziosamente quanto voi italiani siate diventati un popolo di appestati, Con un influenza da coglioni vi stanno mandando in rovina e Sul lastrico la China e tutti i paesi dell’indotto asiatico, da notare però ‘ che In effetti trattasi di un influenza micidiale ahh si! Un Vero Flagello per gli ottantenni italici proprio una sciagura per gli ottantenni con gia’ altre patologie,, poi non si capisce come un paese come La Cina che confina con 14 nazioni possa aver fatto un balzo geografico così incredibile, sto virus avrebbe dovuto fare prima una strage nei paesi confinanti vedi Laos Vietnam thailand birmania Russia ecc e invece niente il coronavirus e’ andato nel paese dei più dementi della Terra l’Italia! ben vi sta prima i neri e non avete alzato un dito e adesso sta pagliacciata creata ad arte dai Media ebraici e dai vari traditori nostrani conniventi vedi Malago ‘, ci sarebbe da disertare gli stadi per sempre con un presidente bamba del genere

  • Eugenio Orso
    1 Marzo 2020

    Purtroppo non siamo davanti a sconfitte vere e proprie delle bestie sataniste usnato (occidentali, nell’articolo), ebree (petse mondiale) con le propaggini stragiste e illegati come i turcoidi del boia erdogan (insetti nocivi che oggi ronzano impazziti) e gli infami decapitatori/parassiti sauditi/emirati/qatar …
    In Siria le bestie assassine, per mezzo della feccia genetica turcodie e qaidista, stanno prendendo il sopravvento nel nord del paese.
    Lo stillicidio nel Donbass (in Europa!), con il lento sterminio dei coraggiosi resistenti russi, continua.
    In Libia la situazione è pericolosa a causa dell’intromissione violenta della bestia erdogan, per c/occidente.
    Poi c’è il triplo attacco alla Cina, schierata con la Russia (tripla punizione per questo?): ombrelli a Hong Kong, guerra dei dazi, Coronavirus.
    Eccetera, eccetera …
    Anzi, alle bestie occidentaloidi-ebree e ai loro peggiori sodali nel crimine, può tornare utile anche la diffusione del Coronavirus in Europa e, in particolare, in paesi deboli come l’Italia (che già occupano!) … se non altro (co che è banale …) per alimentare la speculazione finanziaria, ma soprattutto per controllare meglio unione europide e vecchio continente.

    Spreso che i russi comprendano al più presto che contro queste odiose bestie assassine (il cui sterminio mi riempirebbe di gioia!) non si può continuare a combattere giocando solo in difesa e rispettando le regole internazionali, perché si finisce come colui che combatte contro una bestia assetata di sangue da gentiluomo, con una mano legata dietro la schiena!

    Cari saluti

    Morte all’occidente, agli usnato, ai turcoidi depravati, agli insetti ebrei e ai rognosi sauditi, parassiti e decapitatori!

  • Franco
    1 Marzo 2020

    Se non consideriamo la bibbia un libro sacro, ma istruzioni di comportamento, potremo capire qualcosa degli ebrei o, meglio, degli israeliti. Esempio: dal deuteronomio: Il Signore tuo Dio ti benedirà come ti ha promesso e tu farai prestiti a molte nazioni e non prenderai nulla in prestito; dominerai molte nazioni mentre esse non ti domineranno. C’è qualcosa di attuale

  • Rabdomante
    1 Marzo 2020

    La Russia ha un territorio diviso da 9 nove fusi orari.
    Ti sembra piccola?

  • Max
    1 Marzo 2020

    Ma non vedete che per una cazzo di panchina chiamata la panchina della memoria sono Venuti a scodinzolare perfino la sindaca di Roma Raggi e pure il presidente del parlaminkio europeo l’ebreo David Sassoli, vi rendete conto che qui si sta ormai alla luce del sole in una dittatura, in una GIUDEOCRAZIA, dove una Vecchia Ebrea di 90 anni la Segre Legifera il Senato italiano senza trovare oppositori, dopo ci si sorprende se i media impazziscono e ci fanno Nottetempo il lavaggio del cervello col coronavirus bufala ricorda Tanto il lavaggio del Cervello che ci viene fatto con l’ OLOTRUFFA L’OLODOGMA la palla inventata da quei disonesti furfanti di tutte le ERE gli Ebrei che giustamente Don Curzio Nitoglia definisce la progenie del Diavolo, pure Gesu’ il Divino Maestro finito sulla croce in un modo ignominioso ha definito gli ebrei ” figli del Diavolo”

    • atlas
      2 Marzo 2020

      nella relazione annuale dei servizi d’informazione e sicurezza (il grande capo è un Vecchione, di cognome) questi c’informano che resta alta la minaccia dei salafiti wahhabiti dell’isis (nel frattempo le associazioni in tal senso restano ‘legali’), ma non ci sono informazioni che questi vogliano arrivare in Europa (!?)

      ‘il pericolo viene invece dai ‘nazisti’ sulla rete informatica’

      a posto siamo

Inserisci un Commento

*

code