Storia e valori

di Adriano Tilgher
Sembra di vivere in un mondo di idioti, poi riflettendo, nel mio estremo buonismo, spero che non siano veramente idioti, ma soltanto accecati dalla faziosità e dalla paura che li fanno sembrare stupidi.
L’Italia è una nazione in via di estinzione, pilotata da un manipolo di sedicenti politici, per lo più incapaci ed inconcludenti, e quindi una nazione con enormi problemi che vanno dalla perdita della percezione della propria identità, all’affievolimento dei legami unitari, dalla sempre più vasta ignoranza della nostra storia al pressoché totale abbandono della difesa della nostra lingua, dall’assopimento di qualsiasi legame comunitario all’ignoranza del reale valore della nostra storia e del nostro immenso patrimonio culturale.
Quello che però fa più ribrezzo è la scomparsa di qualsiasi riferimento ai valori più profondi dell’essere umano, sostituiti, grazie alla criminale mentalità liberista, esclusivamente dai valori monetari.
Tutto questo stato di sfacelo generale fa sì che le epocali questioni, create ad arte dalle scellerate decisioni di chi ha costruito un potere fittizio basato sulle carte – mi riferisco al potere finanziario -, diventino insormontabili e irrisolvibili: ovviamente parlo della crisi economica, della mancanza del lavoro, del problema immigrazione, della invivibilità delle nostre città, dell’inefficienza delle nostre istituzioni, dell’assenza dello stato ecc…


Tutti problemi enormi che gravano pesantemente sulla nostra vita quotidiana ma, che non riusciamo ad affrontare e risolvere unitariamente proprio perché abbiamo perso il senso profondo di appartenenza ad una comunità nazionale.
In questo quadro generale che definire drammatico è soltanto un eufemismo, abbiamo ancora degli idioti (altro eufemismo) che perdono tempo a sollevare problemi su fatti della storia italiana che in altre nazioni si studiano e si approfondiscono per la loro rilevanza e portata.
Mi riferisco all’articolo, riportato da La Repubblica, di critica verso alcuni esponenti di un partito con rappresentanza parlamentare che sono andati ad una cena di commemorazione del 28 ottobre 1922, data della Marcia su Roma.
Un evento storico dell’Italia che alcuni, gli italiani che dicono di aver vinto l’ultima guerra (74 anni fà), condannano ed altri esaltano.
Bisognerebbe rendersi conto, ma forse è un pretendere troppo dalle menti ottuse, che la storia non si può cancellare, puoi solo criticarla, condannarla o esaltarla ma c’è e rimane indelebile. Lo stesso Villari, storico comunista, nei suoi libri, viziati dalla sua formazione ideologica, non tace della valenza storica del 28 ottobre, data che consentì l’ascesa al Governo Italiano, di Benito Mussolini.
Ma se questo articolo di denuncia della cena è idiota – ma voglio credere che sia dettato solo da faziosità preconcetta – ancora più deprimente è la presa di distanze dei politici di quel partito, sia di quelli che vi hanno preso parte che di quelli che non vi hanno preso parte perché segno di viltà e di paura; la paura di perdere i privilegi che hanno grazie proprio a quella storia e quanto di attuale deriva da quella storia.

Roma e le Istituzioni


Cosa ci insegna questo piccolo fatto di cronaca: che stupidità regna sovrana perché alcuni cercano di cogliere vantaggio politico rinfocolando rancori della prima metà del secolo passato, altri tendono a prendere le distanze dai loro stessi convincimenti.
Ecco sono proprio i disvalori che emergono da questa vicenda che ci fanno vedere la fine dell’Italia. Fortuna che tanti fatti e persone che incontriamo nella quotidianità ci fanno capire che gli Italiani sono diversi da questa gente. E la Speranza torna….

http://www.ilpensieroforte.it/cultura/2776-storia-e-valori

Fonte: Il Pensiero Forte

9 Commenti

  • Max Dewa
    31 Ottobre 2019

    Non ho letto “LA Repubblica” ma Basta dire che l’editore e’ l’ebreo sionista razzista condannato per Evasione Al Fisco di 225 milioni di euro l’ebreo de Benedetti , da un lazzarone del genere cosa ci sipuo aspettare se non colpi bassi e poi non bisogna mai dimenticare che gli ebrei fanno blocco unico sono dei formidabili truffatori ,ahhh su quello soon imbattibili , Se c’e’ una truffa da 100 mila euro puo essere chiunque ma se Si tratta diuna truffa milionaria puoi star certo che c’e’ un Ebreo di mezzo , digitate” altreinfo .org il gioco di squadra degli ebrei ” sono gli eletti adesso pero ‘ per fortnua LA gente si sta svegliando e prende coraggio almeno sul web, cerco anch’io di dare il mio umile contributo alla fine di questa omerta ‘ vergognosa

  • Eugenio Orso
    1 Novembre 2019

    Ovviamente è tutto vero.
    L’avevamo capito molti anni fa, ma allora eravamo in pochi.

    Il link a un mio vecchio articolo per ribadire, Un’altra specie:

    https://comedonchisciotte.org/unaltra-specie/

    Cari saluti

  • atlas
    1 Novembre 2019

    per me Adriano Tilgher può diventare il Presidente di una Repubblica Presidenziale. Il valore dell’Uomo e i suoi valori ben espressi nell’art.lo non si discutono, ma l’italia oggi non esiste

    tale entità è esistita solo politicamente con il Fascismo per un ventennio circa

    le Due Sicilie esistono dal 1130

  • Max Dewa
    1 Novembre 2019

    Volevo chiedere al blogger Orso visto che conosce CDC di dare un occhiata da ” Carlo bertani blog” che ha sbattuto LA porta proprio da CDC , il bertani si e’ rivelato, anche lui alla fine e’ un ebreo , ci sta una polemica dove mi ci son buttato a pesce pure io adesso son diventato intransigente ,visto che ci stanno leggi nuove liberticide messe da quella vecchietta ebrea Della Segre LA vera padrona del senato Italiano composto da eunuchi italiaoti, volevano LA pace avranno LA guerra colpo su colpo

    • Eugenio Orso
      1 Novembre 2019

      Veramente sono un ex blogger e non esercito da oltre due anni …
      Comunque sia, Bertani non mi ha mai convinto, perché nelle sue posizioni riscontravo una larvale “presenza” sinistroide …
      Attenzione, comunque, quando si parla degli ebrei, perché in Italia hanno un grande potere e sono una lobby molto influente, addirittura più di confindustria … Fra un po’ si finirà “ar gabbio”!
      La UCEI, cioè l’unione delle comunità degli intrusi giudei nella penisola, non credo che arrivi a 30.000 ebrei in torta …

      Cari saluti

      • atlas
        2 Novembre 2019

        ma non gli rispondere Eugenio. Questo è solo come un cane

        ogni tanto gli rispondo io che ho la licenza media, lo leggo con la lingua a penzoloni, intingo il mio sandalo nel pozzo e gli do qualche goccia:

        per umanità

        • Sed Vaste
          2 Novembre 2019

          Ah ah ah non rispondo xche’ mi vergogno di dove sto ,sawasee kap ! Ah ah ah ! Cosa mi tocca sentire ma robe da Matti !

  • VUK
    1 Novembre 2019

    L’articolo finisce con la “speranza” ma filosoficamente speranza significa “non verità”
    L’autore quindi è nella “non verità” Bisognerebbe teorizzare invece la “verità” della dottrina a cui ci si sta riferendo.
    Ci si accorgerebbe però che tale teoresi si basa sulla contraddizione posta e di seguito sul toglimento della stessa idealisticamente quindi nichilistica. Il pensiero occidentale nonché i grandi apparati novecenteschi politici economici religiosi e sociali sono nichilistici , rinunciano quindi alla verità originaria a favore di quella posta teorizzata nella metafisica aristotelica (libro 4) da togliere “dopo” con la famosa triade tesi antitesi sintesi (Fichte, Hegel Gentile ecc.)

  • Sed Vaste
    2 Novembre 2019

    Diavolo d’ un orso ! Ma scrive bene ! Non lo sapevo ! LA credevo un passo indietro ad alceste e invece mi sbagliavo , ne dia degli altri se puo’ comunque ho notato che anche lei prima era all’oscuro sui giudei , se leggesse quello che leggo su storm front le cadrebbero gli occhi. Robe che si stenta a credere leggevo gli hedge fund tutti in mano agli ebrei un monopolio planetario , c’e’ da piangere

Inserisci un Commento

*

code