Stato d’Assedio a Rotterdam, in Olanda Proteste contro il blocco Covid . Scontri con la polizia


La polizia olandese ha sparato colpi di avvertimento, ferendo diverse persone, dopo che i rivoltosi contro un parziale blocco del Covid hanno incendiato un’auto della polizia e lanciato pietre venerdì a Rotterdam.

Il caos è scoppiato dopo una protesta nella città portuale contro le restrizioni del coronavirus e i piani del governo di limitare l’accesso ad alcuni luoghi per le persone non vaccinate.

Decine di persone sono state arrestate e sette persone sono rimaste ferite in totale, compresi agenti di polizia, durante la furia notturna in una delle principali vie dello shopping di Rotterdam.

I Paesi Bassi sono tornati al primo blocco parziale dell’inverno dell’Europa occidentale sabato scorso con almeno tre settimane di restrizioni su ristoranti, negozi e sport.
Il sindaco di Rotterdam Ahmed Aboutaleb ha descritto i disordini come “un’orgia di violenza”.
“La polizia ha sentito il bisogno di estrarre un’arma della polizia alla fine per difendersi”, ha detto ai giornalisti.

La polizia ha dichiarato in una dichiarazione che la manifestazione iniziata in strada Coolsingel “ha provocato rivolte. Sono stati appiccato incendi in diversi luoghi. Sono stati fatti esplodere fuochi d’artificio e la polizia ha sparato diversi colpi di avvertimento”.

“Ci sono feriti legati ai colpi sparati”, hanno aggiunto. Non hanno dato un numero, ma l’emittente pubblica NOS ha detto che due persone sono rimaste ferite.

I media olandesi hanno affermato che diverse centinaia di manifestanti hanno gridato slogan tra cui “libertà”, poi hanno lanciato pietre contro polizia e vigili del fuoco e dato fuoco a diversi scooter elettrici.
La polizia antisommossa con scudi e manganelli stava allontanando gruppi di persone dalla zona. Ufficiali a cavallo e su furgoni della polizia pattugliavano le strade.

La polizia ha anche isolato diverse scene per cercare prove, con impronte visibili a terra su alcune di esse.

“La maggior parte dei manifestanti se ne è andata. Rimangono solo pochi gruppi in pochi luoghi”, ha detto il portavoce della polizia Jesse Brobbel.

La polizia olandese ha affermato che unità da tutto il paese sono state portate per “ristabilire l’ordine” a Rotterdam.

“Ora sono stati effettuati dozzine di arresti, si prevede che ne seguiranno altri. Circa sette persone sono rimaste ferite, anche da parte della polizia”, ​​si legge in una dichiarazione della polizia.

Le autorità di Rotterdam hanno emesso un ordine di emergenza che vietava alle persone di radunarsi nell’area “per mantenere l’ordine pubblico”, mentre la sua stazione ferroviaria principale era chiusa.

“Si tratta di una situazione molto grave che richiede un’azione con la massima priorità”, ha affermato l’ordinanza di emergenza del comune di Rotterdam.

La tensione sarà ora alta in vista delle manifestazioni programmate ad Amsterdam e nella città meridionale di Breda sabato. I media locali affermano che dovrebbero partecipare migliaia di persone.

Come gran parte del resto d’Europa, i Paesi Bassi hanno visto i casi di Covid salire a livelli record negli ultimi giorni, con oltre 21.000 nuove infezioni segnalate venerdì.

Le ultime restrizioni sono state annunciate il 12 novembre

A gennaio i Paesi Bassi hanno subito i peggiori disordini degli ultimi quattro decenni, anche a Rotterdam, dopo l’entrata in vigore del coprifuoco notturno per il Covid.

Ma la misura più controversa potrebbe ancora arrivare.

Il governo olandese sta valutando di escludere i non vaccinati da bar e ristoranti – la cosiddetta opzione 2G – limitando l’ingresso alle persone che sono state vaccinate o che si sono riprese dalla malattia.

Tuttavia c’è stata una significativa opposizione al piano durante un dibattito in parlamento questa settimana.

Misure simili sono già state prese nella vicina Germania, mentre l’Austria inizialmente lo ha fatto, ma ora è entrata in blocco completo.

Venerdì scorso, il governo olandese ha bandito i tradizionali fuochi d’artificio a Capodanno per il secondo anno consecutivo “per evitare un onere aggiuntivo per gli operatori sanitari”, ha affermato il governo. (AFP)

Nota: La rivolta contro le misure di limitazione della libertà cresce in tutta Europa.

Fonte: https://news.rthk.hk/rthk/en/component/k2/1620693-20211120.htm

Traduzione: Luciano Lago

10 Commenti
  • Enriquelosroques
    Inserito alle 09:02h, 20 Novembre Rispondi

    Questi malati mentali sparano sulla gente. Nulla di nuovo. Lo sappiamo benissimo che sono degli psicopatici al servizio del male disposti a tutto pur di portare a casa il bocconcino. Siano maledetti loro e tutte le loro famiglie! Cmq da progetto vogliono arrivare al caos, alla guerra civile!!

    • Arditi, a difesa del confine
      Inserito alle 12:23h, 20 Novembre Rispondi

      il sindaco di Rotterdam e’ di origini marocchine
      detto tutto

      • atlas
        Inserito alle 15:32h, 20 Novembre Rispondi

        @ardito: è detto tutto (col vomito in bocca) sul fatto che un marocchino in Olanda abbia potuto diventare sindaco. Mentre in Marocco Renzi non diventerà mai nemmeno netturbino. Cioè che in democrazia gli stranieri penetrano (in tutti i sensi) e nelle Monarchie possono solo fare i turisti (con denaro contante). Questo è il problema. Io ti suggerisco l’analisi critica in attesa che ci arrivi da solo, ma credo tu debba essere aiutato persino a orinare

    • Giorgio
      Inserito alle 12:52h, 20 Novembre Rispondi

      Vogliono la guerra civile ?
      Possiamo accontentarli …….. se proprio si deve soccombere meglio farlo combattendo …….
      che aspettare inerti la fine imbavagliati, sorvegliati e vaccinati …….

      • atlas
        Inserito alle 15:25h, 20 Novembre Rispondi

        io mi sono già prenotato per la quarta. E la quinta non me la perderei per niente al mondo. E cmq farei volentieri la settima. Con l’ottava sarei un agente governativo a tutti gli effetti, in servizio permanente effettivo

  • atlas
    Inserito alle 14:54h, 20 Novembre Rispondi

    in piena democrazia la polizia non è mai ‘di Stato’, ma diventata strumento, multinazionale, al servizio delle multinazionali (eurogendfor). Chi ci sta ancora dentro lo sa e non può invocare scusanti innanzi il suo vicino di casa che fa l’operaio, chi non è più d’accordo non deve fare altro che dimettersi e passare dall’altra parte. SE è un Uomo. Se no rimane un ruffiano dall’anima venduta per 2000€ al mese.

    • Giorgio
      Inserito alle 17:09h, 20 Novembre Rispondi

      Quando le forze dell’ordine vendono e distruggono la propria anima offrendola al sistema …….
      alla eliminazione del corpo ci deve pensare il popolo ……….

      • atlas
        Inserito alle 17:40h, 20 Novembre Rispondi

        paradossalmente la forza sovversiva dell’Europa saranno più che altro gli stranieri …… ad egiziani, marocchini, tunisini, algerini, brasiliani e sud americani vari non si potrà impedire di muoversi liberamente e non divertirsi a lungo. Poi…non hanno nulla da perdere. Se aspettiamo gl’itali ani …

  • atlas
    Inserito alle 18:42h, 20 Novembre Rispondi

    io in piazza nelle Due Sicilie solo per le Due Sicilie. Da napolitano i miei fratelli sono solo quelli siciliani, della mia razza mediterranea

  • atlas
    Inserito alle 20:24h, 20 Novembre Rispondi

    in Mongolia fino a Febbraio 2021 registrati ZERO MORTI da sta buffonata immonda; poi improvvisamente il premier si dimette per uno scandalo in cui non è nemmeno coinvolto direttamente (un’infermiera avrebbe trattato male un paziente in ospedale !) e quello successivo ha cominciato una campagna vaccinale compulsiva. E improvvisamente la Mongolia ha cominciato a registrare casi e morti; è la realtà che è fatta di complotti, a meno di non voler credere che siano tutte coincidenze e dimostrarsi quindi oltre che palesemente DEFICIENTI, anche “negazionisti” della realtà. Ma d’altronde il covidiota è uno che nega LA REALTÀ e ne crea una fittizia su imposizione mediatica (dal web)

    https://twitter.com/ismaylyusuf/status/1462137501771046914/photo/1

Inserisci un Commento