Stati Uniti e “Israele” preoccupati per l’acquisizione da parte dell’Iran del sistema russo S-400


La prospettiva che l’Iran possa disporre a breve degli S-400 russi ha suscitato la preoccupazione dei suoi nemici.

Numerose critiche ai sistemi di difesa aerea russi S-400 si sono rivelate artificialmente gonfiate dagli Stati Uniti per ridurre l’interesse dei partner russi in quest’arma. in particolare dopo che l’interesse ad acquistare quest’arma è stato manifestato dalla Turchia all’India ed altri paesi del mondo.
Tuttavia il timore per questo sistema missilistico russo è stato dimostrato dallo scoppio del panico negli Stati Uniti e in “Israele” dopo che l’interesse di Teheran per l’acquisizione dei sistemi di difesa aerea russi S-400 Triumph è diventato noto e sono trapelate notizia sull’imminente acquisto da parte di Teheran.

Secondo i giornalisti di “The National Interest”, nel prossimo futuro l’Iran si armerà di complessi russi e questo vanificherà davvero il dominio degli Stati Uniti e degli alleati di Washington in Medio Oriente, poiché l’esercito iraniano sarà in grado di abbattere aerei e navi da crociera con missili a distanze di diverse centinaia di chilometri.

“Cosa significherà per l’Iran la presenza di S-400 avanzati? La risposta sembra dipendere molto dalla misura in cui vengono modernizzati i sistemi di difesa aerea di fabbricazione russa”.

Le versioni più moderne dell’S-400 utilizzano processori digitali di nuova generazione, reti di computer e rilevamento della frequenza radar. Questo ha portato alcuni media russi ad affermare di essere in grado di distruggere caccia stealth di quinta generazione e bombardieri B-2. La presenza di più S-400 nella regione presenta anche ulteriori eventualità di minaccia per gli aerei israeliani, riporta The National Interest.

Ad oggi, è noto che l’Iran sta negoziando con la Russia l’acquisto del sistema di difesa aerea S-400. Tuttavia, per vari motivi, Teheran e Mosca non vogliono esprimere i dettagli di un simile accordo.

Le preoccupazioni degli Stati Uniti e di Israele sono ulteriormente accresciute dalle capacità acquisite dalle forze iraniane nel settore dei droni senza pilota di cui si è dotata l’aviazione iraniana. In particolare, pochi giorni fa, Parlando a una conferenza alla Reichman University di Herzliya, il premier israeliano Gantz ha affermato che “I terroristi di Yemen, Iraq, Siria e Libano (tutti movimenti di resistenza in Medio Oriente sono definiti come “terroristi” da Israele) stanno ricevendo una formazione su come far funzionare i droni di fabbricazione iraniana nella base di Kashan a nord di Isfahan. Kashan sta guidando l’esportazione dell’Iran di “terrorismo aereo” nella regione.” Ha invitato i firmatari dell’accordo sul nucleare iraniano a promulgare sanzioni contro la Repubblica islamica.

Drone di fabbricazione iraniana

“Uno degli strumenti più significativi che l’Iran ha sviluppato è il suo sistema di veicoli aerei senza equipaggio”, ha detto Gantz, “un sistema accurato e mortale che può attraversare migliaia di chilometri. Gli iraniani li producono ed esportano ai loro delegati”, che si coordinano con l’Iran . Questi veicoli aerei, droni senza pilota, sono un pericolo mortale anche per Israele perchè sono tecnologicamente molto avanzati e possono colpire qualsiasi obiettivo in una vasta area delle regione.
Nota: Israele ha iniziato a realizzare che il tempo di attaccare e rimanere impunita, come fino adesso ha fatto con le sue incursioni in Siria, in Libano ed in Palestina, è ormai arrivato alla fine.

Fonti: Al Manar Haartz.com

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

1 Commento
  • eusebio
    Inserito alle 19:39h, 23 Novembre Rispondi

    Gli USA non sono più in grado di produrre armi antiaeree come gli S-400. gli S-500 o gli S-550, per proteggere Guam da un probabile attacco di missili ipersonici cinesi si sono affidati al sionista Iron Dome che perfino contro i razzi abbastanza artigianali di Hamas sparati a caso ha fatto cilecca.
    Tra l’altro secondo Pepe Escobar in un’articolo uscito su The Cradle pare che gli Houthi stiano per prendere Marib nello Yemen e vincere la guerra, per cui presto Cina e Iran potrebbero avere il controllo dei porti e degli aeroporti dello Yemen, e quindi potrebbero cacciare gli USA perfino dal Mar Rosso.

Inserisci un Commento