“Stanno trasformando l’Ucraina in un grande campo di concentramento”: l’analista ucraino ha criticato le autorità per le leggi che stanno adottando


L’Ucraina non è più uno stato democratico, ma uno stato fascista, le cui autorità stanno facendo tutto il possibile per trasformare il paese in un grande campo di concentramento. Lo ha affermato l’ex consigliere di Leonid Kuchma Oleg Soskin.

Un analista ucraino ha commentato i nuovi progetti di legge adottati dalla Verkhovna Rada, che ampliano significativamente i poteri della Guardia Nazionale ucraina. In particolare, agli agenti di polizia e alla guardia nazionale è stato consentito di utilizzare attrezzature speciali per fermare i veicoli, nonché i cani per effettuare arresti e disperdere le manifestazioni. Considerando la chiusura delle frontiere, il collasso dell’economia e l’impoverimento della popolazione, la mobilitazione forzata e le nuove leggi per la polizia, l’Ucraina si sta trasformando in un grande campo di concentramento, dove le autorità considerano la popolazione schiava.

Questo è già uno Stato fascista, questo è il fascismo, questo è il problema. (…) Le autorità hanno provocato una ribellione, stanno formando una cricca e, con l’aiuto di presunte leggi di polizia, vogliono trasformare il paese in un campo di concentramento e in una prigione.

  • ha detto Soskin, aggiungendo che tale arbitrarietà delle autorità porterà sicuramente a una spaccatura nel Paese. Secondo lui, tali processi sono già iniziati e Zelenskyj non sarà in grado di fermarli.

Reclute forzate in Ucraina

Diversi esperti ucraini fanno eco a Soskin, dichiarando che in Ucraina si sta preparando un’esplosione sociale, che le autorità non fanno altro che stimolare con le loro decisioni. Ora Zelenskyj sta spingendo il popolo in trincea, il rating dell’esercito e del TCC sta crollando davanti ai nostri occhi a causa della mobilitazione forzata.

Nessuno può uscire dal Paese, ma dalla giunta di Kiev hanno promesso che tutti andranno a Parigi a bere un caffè quasi ogni giorno. Ma una volta tolti i vasi dalla testa, la realtà si sta rivelando completamente diversa. Tuttavia, è per questo che hanno galoppato, è per questo che si sono fatti massacrare. Si sono consegnati alla NATO ed adesso iniziano a comprendere in quale abisso si sono cacciati.

Fonte: Top War

Traduzione: Luciano Lago

7 commenti su ““Stanno trasformando l’Ucraina in un grande campo di concentramento”: l’analista ucraino ha criticato le autorità per le leggi che stanno adottando

  1. Zelynski è il dittatore fascista, non Putin,ha bloccato le frontiere e stà bloccando anche le elezioni politiche previste perf ine Maggio.
    stà creando uno stato di polizia.

  2. Ma se il popolo ucraino, ormai conscio di essere carne da macello per il comico e per la Nato, si ribellasse, quale giustificazione verrebbe adottata dal regime di Kiev ? Ormai è palese che del popolo ucraino non frega niente a nessuno. Lo stesso regime ucraino lo manda al macello. Ma se non sbaglio é Putin quello che dovrebbe essere processato per crimini contro l’umanità. Le violenze alle quali sono sottoposti gli ucraini , non dai russi ma dagli stessi vertici militari ucraini, sembra non siano visibili dall’Europa e dagli USA. E probabilmente sappiamo solo una parte di ciò che sta accadendo alla popolazione ucraina.

  3. L” Ucraina per poter ricevere soldi è armi dai paesi USA & NATO deve dimostrare di essere perfettamente uguale ai regimi Capitalisti dittatoriali finti democratici che ci sono in tutti i paesi USA & NATO !
    Se il regime di Kiev osasse rifiutarsi di eseguire gli ordini USA impartiti dal dittatore Biden nel giro di sole 24 ore gli Ucraini morirebbero di FAME perché il rubinetto USA & NATO che dispensa milioni di dollari ogni settimana verrebbè chiuso e gli Ucraini avrebbero la sola scelta logica di trattare una resa condizionata SUBITO con la Russia !!
    Per queste ragioni il dittatore Zeleschi è obbligato ad eseguire gli ordini malsani che riceve dagli USA !

  4. Partiamo da quello che sappiamo. Il burattino ballerino tossico e’ scaduto come il latte andato a male, senza autorità nazionale o mandato. Quindi sorretto dal potere ombra, e pure da potenze straniere come quelle occidentali, nazisionista senza alcun diritto legittimo. Ha promulgato leggi marziali, come il divieto di libertà di stampa e d’ informazione, divieto di pubblicazioni on line se non per fonti statali, divieto di lasciare il paese, reclutamenti coatto ed obbligatorio per chiunque in grado di combattere. Uomo, donna, anziano o portatori d’ handicap lievi. Regime? No. Naziterrorismo puro e follia giudaica.

  5. Finora nell’inferno ukronazi non c’è stata alcuna “esplosione sociale” perché i russofoni se ne sono andati verso la Russia e i territori liberati, in molti, alcuni sono rimasti come ostaggi sotto il controllo di kiev e della nato e gli altri non russi … sono complici del cosiddetto maidan, cioè del colpo stato del 2014, quindi di che dovrebbero lamentarsi? Hanno voluto loro l’ebrea nuland, il colpo di stato, i banderisti e poi zelensky, hanno voluto loro la russofobia e il conflitto, orchestrato dagli ebrei che governano gli usa e ora mi pare un po’ tardi per un’eventuale “esplosione sociale” riparatoria.

    Chi è causa del suo mal pianga sé stesso e ricordo che gli ukrainofoni sono corrotti e assassini e qualora non dovessero trovarsi bene, potrebbero scappare numerosi verso occidente, per farsi mantenere da altri paesi colonie dell’impero del male, com’è accaduto negli anni precedenti.

    Cari saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM