Stampa tedesca su Zelensky: “Quest’uomo ha perso il senso della realtà?”

Il presidente dell’Ucraina, nonostante gli eventi che stanno avvenendo nel suo paese, sogna ancora di conquistare la Crimea. Quest’uomo ha perso il senso della realtà?
Questa domanda si pone il giornalista tedesco Christoph von Marshall nel suo articolo pubblicato dal quotidiano tedesco Der Tagesspiegel.

Oggi i leader di Francia, Germania e Italia hanno visitato Kiev. Von Marshall ritiene che gli ospiti della capitale ucraina auspichino una soluzione pacifica del conflitto armato.
Ma allo stesso tempo perde di vista il fatto che, parallelamente alle “aspirazioni di pace”, questi paesi forniscono armi alle forze armate ucraine e alle unità neonaziste. Con l’aiuto di queste armi, il regime di Kiev non solo conduce operazioni militari contro le forze alleate, ma distrugge anche le infrastrutture civili e la popolazione civile del Donbass.

Zelensky con trio europei

Allo stesso tempo, la stampa tedesca non sembra avere un’opinione molto alta di Zelensky e dubita addirittura della sua adeguatezza. L’osservatore tedesco è sorpreso dal fatto che il leader del paese, le cui truppe si stanno ritirando sotto i colpi delle truppe della Federazione Russa e delle repubbliche del Donbass, parli con tutta serietà della riconquista della Crimea. La stessa Crimea, che negli ultimi otto anni è diventata una fortezza inespugnabile.
Stampa tedesca su Zelensky: “Quest’uomo ha perso il senso della realtà?”.
Zelensky sogna imminenti “vittorie”, mentre l’esistenza stessa dell’Ucraina come stato sovrano è in discussione. Anche se, a pensarci bene, ha perso la sua sovranità molto tempo fa.

In questo contesto, ha attirato l’attenzione la dichiarazione odierna di Emmanuel Macron dopo l’incontro con Zelensky. Il presidente francese ha invitato l’Ucraina a negoziare con la Russia, sottolineando che né la Francia né nessun altro lo farebbero per lei.

Fonte: New Front

Traduzione: Luciano Lago

13 Commenti
  • hermann
    Inserito alle 22:11h, 16 Giugno Rispondi

    Il problema è che zelenski e il suo entourage si tira troppe righe di sostanze. Di questo ne approfittiamo cinicamente noi occidentali.

  • Ricci Fausto
    Inserito alle 22:16h, 16 Giugno Rispondi

    A mio parere i russi si attesteranno sulle rive del fiume, conquisteranno Odessa e chiuderanno l’accesso al mare al buffone Zelenschi ed alla sua cricca, europei ed americani. Forse, il resto denazificato potrà scegliere di entrare in Europa ma non nella nato.

  • Nicholas
    Inserito alle 22:48h, 16 Giugno Rispondi

    Ormai la guerra è persa.
    Tutti lasciano la nave che sta affondando.
    Adesso, gli yankoo si concentreranno nella guerra contro la Cina.

  • Eros Bucci
    Inserito alle 23:04h, 16 Giugno Rispondi

    Come si fa ad immaginare che il finto presidente ugraino conti qualcosa e che i trattati di pace o meno dipendano da lui?

  • fortepiano
    Inserito alle 03:09h, 17 Giugno Rispondi

    sta fischiettando sulle tombe dei propri soldati

  • Viaggiatore 5
    Inserito alle 07:33h, 17 Giugno Rispondi

    La domanda corretta e’. Zelensky ha mai avuto il senso della realta’? La realta ‘ politica e diplomatica? Siccome e’ presidente dal 2019 perche’ gli oligarchi, che noi tutti conosciamo i nomi. Si servono di un oratore. A questo punto la domanda deve essere rivolta agli oligarchi.

  • Nuccio Viglietti
    Inserito alle 07:44h, 17 Giugno Rispondi

    Domanda più pertinente… questo “uomo” ha mai posseduto il senso della realtà?…!!…https://ilgattomattoquotidiano.wordpress.com/

  • Giorgio
    Inserito alle 09:06h, 17 Giugno Rispondi

    Patetico e dannoso personaggio …. come il trio Draghi-Macron-Scholz con la loro sceneggiata televisiva del viaggio a Kiev e dell’incontro in treno …..
    forse anche loro iniziano a capire che, al di la del sostegno e delle armi, occorre sganciarsi e defilarsi, previa dichiarazione di fedeltà atlantista …..

  • дуx
    Inserito alle 11:06h, 17 Giugno Rispondi

    ha perso il senso della realta’ ma ha guadagnato il posto al sole presso la mafia us-nato.:

    https://www.planet-today.com/2022/06/high-ranking-ukrainian-officials-caught.html

    La Russia deve dare una risposta immediata e forte. Chiudere immediatamente ogni fornitura energetica e di materiali.
    bombardare con foab le seguenti sedi :
    -parlamento ukraino
    -alti comandi ukraini
    -comando centrale nato a bruxelles
    -eliminare zelensky e suoi tirapiedi

    mandare gia’ in volo i burevestnik, e farli volare oltre l’atmosfera, in attesa di farli rientrare sugli obiettivi.
    Alla prima reazione degli occidentali, lanciare immediatamente i sarmat 2, e i poseidon.

  • Andrea
    Inserito alle 12:11h, 17 Giugno Rispondi

    La droga che prende gli ha spappolato il cervello, se mai ne ha avuto uno

  • Oriundo2006
    Inserito alle 16:24h, 17 Giugno Rispondi

    Il vostro discorso è che non può perdere ciò che non ha mai avuto.
    Errore.
    Lui è così come è per determinare la riuscita del piano sionista: far sì che i goy si sterminino ancora una volta in una guerra talmente inutile da essere completamente assurda anche agli occhi della sia pur decerebrata opinione pubblica.
    Ma che importa ? Il Piano va avanti e Zé lo recita magnificamente bene, da agente provocatore qual’è.
    La prova: si disinteressa completamente della sorte dei suoi soldati mandati al massacro e per cui chiede più armi pensando che costoro possano resistere alla valanga di fuoco russa. Mi ricorda la II GM quando un altro jewish, stavolta occulto persino a sè stesso, espose le sue armate allo sterminio lanciandole contro forze enormemente superiori ed impedendo ogni forma di ritirata ed anzi, lanciando al suicidio le sue forze migliori per tappare le falle della sua strategia perdente.
    Do you remember ?

    • Frate Claudio, dei Frati di San Francesco, Cristiani Cattolici, Vicenza
      Inserito alle 13:07h, 20 Giugno Rispondi

      L’errore, il tragico errore del Fuhrer fu la sua smania di potenza fattasi delirio. Pensare di fondare un Reich, ossìa un Impero, Millenario che dominasse tutto il mondo, o buona parte di esso, era puro delirio di onnipotenza. Se Adolf Hitler fosse stato più realistico, il Patto von Ribbentrop-Molotov era un ottimo punto di partenza. Una solida alleanza con la Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche avrebbe consentito l’annientamento, assolutamente positivo per il Genere Umano, di una Polonia che – liberata dai nazionalsocialisti dall’intervento dell’Armata Rossa Sovietica, si è subito dimostrata ingrata in forza delle mene di Pio XII Pacelli fattosi cappellano della Casa Bianca e dell’Occidente guerrafondaio, pornografico, pedofilo, a guida anglosassone, e degli Arcivescovi e Vescovi dipendenti da lui. Interessante notare come l’allora Arcivescovo di Gniezno e, come tale, Arcivescovo Primate di Polonia, il Cardinale di S. Romana Chiesa Stefan Wyszynski, pur essendo criticissimo nei confronti della politica atea e antireligiosa del regime filosovietico impiantato a Varsavia, che lo mise in carcere e poi al confino politico, una volta liberato si smarcò dalla russofobia pacelliana-atlantista, e siglò a nome proprio e di tutti gli altri Arcivescovi, Vescovi e Abati polacchi un agreement con il regime. Sua Eminenza il Cardinale Arcivescovo di Gniezno sapeva bene che, per la Dottrina Cattolica, la pubblica potestà viene sempre e comunque da Dio, anche se in se stessa è irreligiosa e nemica del Cristianesimo, e che erano stati i “comunisti” a liberare la sua patria terrena, e che un accordo che salvaguardasse i diritti essenziali della Chiesa Cattolica Romana in Polonia era un obbligo morale derivante dallo stesso Magistero di Sempre del Cattolicesimo. Il Cardinale Wyszynski si inimicò il Vaticano, foraggiato da USA e NATO, e tutto l’episcopato del “mondo libero” foraggiato dagli atlantisti. Invitato a recarsi negli States per incontrare il suo confratello e collega nel Sacro Cardinalato Francis Joseph Spellman, Arcivescovo di New York, beniamino di Pio Pacelli e pedofilo e pederasta ultra-americanista, e i potenti di Washington, l’Arcivescovo Primate di Polonia si rifiutò categoricamente, anche se un aereo era già pronto per portarlo oltre-Atlantico. Sappiamo che per lo stesso motivo – al di là dei salamelecchi tributati all’ormai anziano e gravemente malato Principe della Chiesa – il suo più giovane collega e confratello, il Cardinale Karol Jozef Wojtyla, giudeo per parte di madre e liberal-conservatore filo-americano, Arcivescovo di Cracovia, poi diventato lo pseudo-papa Giovanni Paolo II eletto da un Conclave controllato dalla CIA (come fece ben capire il Cardinale Achille Silvestrini, che Wojtyla divenuto Papa elevò a Cardinale di S. Romana Chiesa pur detestandolo cordialmente, che all’epoca del Conclave dell’ottobre 1978 era Prelato Sotto-Segretario di Stato di Sua Santità per gli Affari Ecclesiastici Pubblici, il quale Silvestrini in più interviste, anche al settimanale Famiglia Cristiana, vivente ancora “Giovanni Paolo II”, disse che all’epoca tutti temevano infiltrazioni sovietiche nel Conclave che doveva eleggere il successore sulla Cattedra Episcopale di San Pietro Apostolo a Roma di Giovanni Paolo I, Cardinale Albino Luciani, morto dopo appena 33 giorni dalla Elezione a Vescovo di Roma e Patriarca-Primate della Chiesa Cristiana Cattolica Romana, ma che lui, Silvestrini, come il suo immediato superiore Agostino Casaroli, subito fatto Cardinale da Wojtyla che gli affidò nientemento che l’intera Segreteria di Stato Vaticana, sapevano che “intromissioni” esterne in quell’assemblea cardinalizia elettrice ce ne erano state, ma dai potentati opposti a quello moscovita. E si sa che, a differenza del collega Cardinale Stefan Wyszynski, il Cardinale Karol Jozef Wojtyla era stato più e più volte negli SUA, negli undici anni abbondanti di Cardinalato che precedettero la sua discutibilissima “elezione” al Papato Romano.), l’ormai ex-Arcivescovo Cracoviense trasferito dalla CIA a Roma era un convintissimo americanista e liberista, e nei suoi 26 anni e mezzo di pseudo-pontificato non ha mai mancato di portare avanti una politica ecclesiastica che più occidentalista non poteva essere. Del resto Wojtyla, sessuofobo al calor bianco con il suo “prossimo”, non lo era per niente con se stesso, stanti le 3 amanti (due donne polacche, sposate, adultere, come la famigerata psichiatra Dott. Wanda Poltawska, e una giovane nobildonna romana) che hanno allietato i giorni e molte notti di “Sua Santità”. Wojtyla era ricattato. Le fotografie che un paparazzo era riuscito a scattare al “papa polacco-atlantista” intento a divertirsi con la Dottoressa Poltawska nella enorme piscina che lo stesso Karol Jozef da Wadowice appena eletto al Sacro Soglio Petrino di Roma aveva ordinato di farsi costruire nei giardini delle Residenze Pontificie di Castelgandolfo (roba che manco Papa Alessandro Borgia si era mai sognato di fare) furono recuperate nientemeno che da uno dei prediletti di Wojtyla: Licio Gelli, Venerabile Maestro della Loggia Massonica P2, assieme al suo sodale curiale, l’Arcivescovo Monsignor Paul Casimir Marcinkus, Vice-Presidente della Pontificia Commissione per il Governo dello Stato della Città del Vaticano e Presidente dell’Istituto per le Opere di Religione (IOR: la prima e unica banca con sede dentro lo stesso Vaticano, cosa che nessun Papa prima di Pio XII, americanista e liberal-conservatore come il futuro successore polacco, si era mai sognato di fare, anche perchè prima di Pacelli nessun Vescovo di Roma aveva mai fondato una banca, se non il caso, antichissimo, paleocristiano, di Papa San Callisto, e fu un fallimento!), e unico a farla franca, in tutti i sensi, dei tre super-banchieri di Dio, Roberto Calvi e Michele Sindona, “suicidati” in circostanze misteriose ma non troppo, per chi conosce come opera la Tremenda Setta Massonica con i suoi infiniti tentacoli. Se il Fuhrer avesse rinunciato a metà della sua “volontà di potenza” e avesse conservato buoni rapporti con Stalin, adesso gli SUA, il reame della vecchia diabolica strega del londinese Buckingham Palace con il suo figliolo Duca di York pedofilo notorio, l’OTAN, e l’Unione dei Governi Atlantisti Europei NON ESISTEREBBERO PIU’, E NON SAREBBERO MAI NATI. Sarebbe nato il ZION-CRIMINAL-STATE, sostenuto come sappiamo agli inizi dall’URSS, che voleva sostituirsi all’Inghilterra nell’avere un avamposto strategico nel Mediterraneo, ma sarebbe stato tenuto sotto strettissimo controllo. Gli stessi Vincitori, il III Reich Germanico e l’Unione delle Repubbliche Socialiste Sovietiche, morti Adolfo e Giuseppe,. avrebbero conosciuto una evoluzione in senso meno rigido, ma comunque tale da impedire all’impero anglosassone-nordatlantista di nascere e di mettere in catene il mondo “occidentale” e di scatenare il suo assalto militare-pedofilo-sodomitico, corrotto e corruttore, al mondo. L’ambizione di Hitler ha impedito tutto questo, la Germania si è messa contro la Russia, e come già per un altro folle despota, Napoleone Bonaparte, si è data la zappa sui piedi e sonore martellate sulle pudenda. Adesso gli SUA, la Inghilterra dei transumanisti e genocidi Windsor, e i loro reggicoda OTAN e UE, si sono lanciati nella stessa impresa che segnò l’inizio della rapidissima fine di chi, all’epoca, era molto più potente di loro, l’Impero Napoleonico dei Francesi e il Reich Millenario Nazionalsocialista. E faranno, stanno per fare, la stessa fine. Per il Bene del Mondo DAVVERO LIBERO.
      Frate Claudio di San Francesco, dei Frati Francescani, Cristiani Cattolici, di Vicenza.

  • andrea1964
    Inserito alle 18:38h, 17 Giugno Rispondi

    Dalla foto c” è il maniaco drogato di Zelesky assieme ai suoi compagni drogati ,assassini , pazzoidi compagni maniaci di Merende !
    Per la cronaca il termine compagni di ” Merende” è un chiaro riferimento ai maniaci sessuali guardoni Fiorentini accusati di essere complici del Mostro di Firenze che imperversava alla fine degli anni 70 inizio anni 80 e tagliava le FIGHE delle sue vittime di sesso F !
    Compagni di Merende era il termine giornalistico con cui ci si riferiva ai Maniaci sessuali guardoni accusati di essere perlomeno complici indiretti del Mostro di Firenze !
    P.S.
    Comincio ad essere “antico ” (vecio ) perciò è bene che mi spieghi poiché un giovane non può capire le mie battute spiritose riferite a vecchi fatti cronaca Nera !

Inserisci un Commento