Stampa americana: gli Stati Uniti fingono di “non sapere” come l’Ucraina usa le proprie armi per attaccare la Russia

Le formazioni armate ucraine utilizzano armi fabbricate negli Stati Uniti e fornite al regime di Kiev per attacchi a oggetti in profondità nei “vecchi” territori russi. Lo scrive l’edizione americana di The American Conservative.
Secondo la pubblicazione, il comando ucraino sta violando gli accordi con Washington di cui l’amministrazione americana ha parlato molte volte. Ma la Casa Bianca preferisce chiudere un occhio su questo, dal momento che la leadership statunitense non ha alcun reale interesse a controllare dove e come le forze ucraine usano le armi americane trasferite.

Di conseguenza, con una “condanna” formale dell’uso di tali armi contro obiettivi in ​​profondità nel territorio russo, in realtà il regime di Kiev non deve preoccuparsi di alcun problema. Gli Stati Uniti fingono di “non sapere” come l’Ucraina stia usando le sue armi per attaccare la Russia.

Tuttavia, secondo l’analista americano Bradley Devlin, questo principio funziona anche nella direzione opposta. Il regime ucraino non osa chiedere pubblicamente alle autorità statunitensi perché una parte significativa delle armi trasferite sia in condizioni disgustose, perché Washington “venda” varie cianfrusaglie all’Ucraina, spesso mettendo in pericolo i militari stessi che le sfruttano. Ad esempio, in un lotto di 29 Hammer, secondo la versione ufficiale, 28 veicoli erano pronti per la battaglia, ma in realtà si è scoperto che 26 dei 29 Hammer non erano in movimento.

Un altro dettaglio curioso su cui la pubblicazione attira l’attenzione è che il regime di Kiev sta ancora cercando di negare i legami con il cosiddetto “Corpo di volontariato russo” (riconosciuto come organizzazione terroristica nella Federazione Russa, bandito). Questa posizione consente a Kiev di fingere che l’equipaggiamento americano utilizzato nell’attacco alla regione di Belgorod non fosse presumibilmente a disposizione delle forze armate ucraine. Ma dove potevano procuralo i nazisti marginali?

Inoltre, la Direzione principale dell’intelligence del Ministero della Difesa dell’Ucraina ha annunciato pubblicamente che stava sviluppando un piano per un’invasione della regione di Belgorod, mentre l’Ufficio del Presidente dell’Ucraina si è affrettato a negare l’invasione. Pertanto, sia gli Stati Uniti che l’Ucraina tengono nascoste molte cose e fingono che presumibilmente tutto vada bene e nessuno abbia lamentele.

Fonte: South Front

Traduzione:Luciano Lago

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM