“SPIONAGGIO MILITARE A ROMA”, DAL COPIONE DI UN FILM DI FANTOZZI

La montatura dello spionaggio russo in Italia secondo gli scribacchini di regime

Gli pseudo-scribacchini della carta stampata italiana riportano la notizia nei loro rotoli di carta stampata ; ” Arrestato capitano di fregata della Marina Italiana perche stava consegnando documenti militari top secrets di altissima rilevanza a 2 agenti russi dell’ ambasciata russa di Roma per la modica somma di Euro 5000 !!!! “
Le notizie come queste valgono quanto la carta da toilet dei servizi pubblici ma tanto è che la gente ci crede.
Da notare che viene nominato anche il KGB che non esiste più da anni ma tutto va bene quando si tratta di nominare la “minaccia russa”. D’altra parte la gente ormai crede a tutto, indossando le mascherine manca l’ossigeno al cervello.

Pochi sanno che non esiste alcun servizio segreto serio che acquisti sul mercato documenti militari top secrets per 5000 euro .Tanto meno accade che normalmente si consegnino documenti militari top secrets in un parcheggio auto, neppure nei film di Hollywood, forse in quelli di Fantozzi girati a Cinecittà.
Non esistono operazioni di spionaggio militare in cui, al ritiro di documenti segreti classificati e strategici, questi siano nella disponibilità diretta e fisica dei responsabili delle operazioni ! Questo avviene soltanto, ripetiamo, nei film di Fantozzi.

L’agente segreto Fantozzi a Roma

La versione reale di alcuni quotidiani del 30/03/2021 e’ la seguente : “il capitano di fregata della Marina Italiana ha finto di fare la spia contro l’ Italia ( cioe’ la super colonia anglo-amerikana !! ) giocando allo spionaggio con un funzionario diplomatico di ambasciata della Federazione Russa di Roma” .

La CIA di Langley, quella dentro l’ ambasciata USA a Roma hanno, ha preso in mano la regia della falsa operazione di spionaggio per incastrare in modo hollywoodiano i diplomatici russi e creare un caso internazionale.
In questo periodo abbondano le provocazioni contro la Russia e tutto fa brodo.

Risulta alquanto inverosimile che nel parcheggio auto il diplomatico abbia consegnato i 5000 euro , questo perchè, come minimo per dei documenti militari classificati strategici relativi alle basi NATO e degli USA in Italia, cioe’ riguardanti i veri padroni dell’ Italia , si possono pagare fino a oltre 300.000 euro .
Non si rischia un ergastolo per 5000 euro , se si e’ dei professionisti . Non si fanno le consegne di documenti strategici nei parcheggi auto che sono le trappole elementari per essere incastrati in operazioni illegali, tranne naturalmente nei film di Fantozzi. Se il fascicolo andrà in mano ad un magistrato serio, il caso si sgonfierà immediatamente ma l’importante è che adesso faccia clamore.

Nella realtà il diplomatico russo, attirato in una trappola, era andato solo per parlare , ma non per ritirare documenti strategici . Tuttavia la CIA ha ordinato ai quattro agenti dei ROS di agire tempestivamente, come se si trattasse di una consegna reale, nel momento in cui intercettavano dai microfoni addosso al militare italiano le parole del diplomatico che stava trattando una eventuale vera operazione di spionaggio . Ma per Langley bastavano quelle poche parole intercettate e registrate per creare il caso di una nuova propaganda anti-russa a Roma , in questa Italia colonizzata dove gli yankees fanno i loro comodi da oltre 75 anni .

La CIA ha ordianto l’Operazione Roma ?

Sarà poi un caso che i PM della specchiata Procura di Roma (“il porto delle nebbie”) hanno eseguito gli ordini di Langley fingendo di arrestare il capitano militare italiano . In realta egli non sara messo al gabbio, ma probabilmente sara espatriato negli States e la cosa finira sotto il tappeto .
Ma intanto oggi gli scribacchini italiani dei falsi media hanno potuto accusare la Russia di Putin , il vaccino russo Sputnik , le relazioni russe , il popolo russo sui rotoli di carta da toilet dei giornali nostrani …e quindi completare la nuova propaganda anti-russa promossa con forza dall’ ultimo occupante sanguinario yankee ; il sifilitico nazi-liberista Joe Biden. (Quello che accusa gli altri di assassinio ma è incapace di guardarsi allo specchio).

Il caso si completa con le dichiarazioni dell’impagabile ministro Gigino Di Maio il quale dichiara quanto avvenuto, “un atto ostile di estrema gravità”. Il piatto è servito per il gradimento della CIA e del Dipartimento di Stato USA.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM