Sostituzione Etnica. La Bonino conferma il piano Soros & C. di sostituzione etnica della popolazione


di Luciano Lago

Per Emma Bonino , parlamentare di più Europa , intervistata a margine del convegno “Le Contemporanee”, la soluzione ai problemi di sostenibilità del nostro welfare dovrebbe venire piuttosto da un ‘travaso‘ di persone: un travaso di persone dai paesi più popolosi dell’Africa.

Nella sua intervista la Bonino, ha ricordato che solo la Nigeria nel 2050 avrà più abitanti di tutta l’Eurozona: è inutile quindi spingere sulla natalità con sconti alle famiglie con figli, non è questa la soluzione ci vorrebbero delle generazioni.
“Bisogna organizzare un travaso di popolazione dall’Africa e in particolare dalla Nigeria che è il paese più popoloso e fra 50 anni avrà più popolazione che tutta l’Europa oppure se ci illudiamo che basta fare un muro e quelli rimangono là, beh non è così”, ha affermato la Bonino.
Ci dicevano che il piano di sostituzione etnica della popolazione era tutta una “bufala” inventata dai complottisti per diffondere odio, adesso ce lo conferma la Bonino, notoriamente una fiduciaria della Soros & C. , come da sua stessa ammissione. Peggio, la promotrice dell’aborto libero, ci dice oggi che ci vorrebbe troppo tempo per favorire le nascite ed preferibile trasferire popolazione africana in Italia, meglio se dalla Nigeria.
Ci avevano avvisato di questo, a suo tempo,anche personaggi come l’antropologa Ida Magli che aveva scritto circa una volontà della classe politica europea di procedere ad una “africanizzazione” dell’Italia e per queste sue affermazioni era stata emarginata dalla comunità scientifica e dai media.
Vi erano forti indizi di questo piano, anche per le relazioni fatte in sede ONU, quando avevano parlato dei problemi demografici dell’Europa. Come soluzione al problema demografico dell’Italia (e di altri paesi europei) era scritto che bisognava «rimpiazzare» (come riportato nel titolo del dossier) l’Europa che invecchia con un massiccio afflusso di immigrati dall’Africa e dall’Asia.
Lo studio dell’ONU calcolava circa ventiseimilioni di immigrati e i loro discendenti che dovranno insediarsi nelle varie città italiane nel 2050. In quel momento, qualche anno fa, erano quasi 5 milioni, contro i 7,8 presenti in Germania.
Poteva sembrare assurdo e poco razionale un piano che prospettava di incrementare a tal punto una popolazione in un territorio già super popolato e problematico come quello italiano. Tuttavia per i soloni dell’ONU e delle altre organizzazioni mondialiste prevedevano e pianificavano tutto, si doveva procedere verso la società globale, multiculturale, con l’abolizione degli stati nazionali. Ce lo racccontavano gli intellettuali della sinistra globalista, dai Roberto Saviano agli Jacques Attali in Francia, ce lo diceva la Boldrini e lo sosteneva anche il Papa Bergoglio.
Da allora sono andati avanti anche all’ONU ed hanno partorito altri documenti, altri studi, tutti sulla stessa linea per arrivare poi al Global Compact, l’ultimo documento fatto sottoscrivere da una buona parte degli Stati europei.
Adesso arrivano le conferme e le ammissioni. Dobbiamo ringraziare la Bonino che ribadisce con le sue dichiarazioni tutto quello che noi avevamo anticipato.

11 Commenti

  • Monk
    4 Aprile 2019

    Fa bene la sonderkommando, con questi italioti farei ben altro e non è detto che non succeda

  • Nexus
    4 Aprile 2019

    La gente ormai (causa miseria) non vuol più vederle neanche in cartolina le “risorse”.
    Ha iniziato a svegliarsi e negli ultimi tempi pare che voti di conseguenza come confermano i sondaggi e le ultime consultazioni elettorali

  • Eugenio Orso
    4 Aprile 2019

    La cagna tumorata serva dell’élite finanziario-giudaica, mammara e propagandista della droga (lucroso business) sta solo facendo il suo lavoro di mercenaria abbietta.
    Solo che gli infami sauditi, alleati dell’oligarchia finanziaria giudaica, comprano mercenari adolescenti a solo 1.000 euro, per attaccare lo Yemen, mentre questa veccxhia carogna lesbica costa molto di più …

    Cari saluti

  • robyt
    4 Aprile 2019

    Bisogna mettere i link alle parole della Bonino, che per quanto possano sembrare false, è tutto vero. Seppur I toni della sua intervista possano essere meno drammatici di come dovrebbero essere, il contenuto è lo stesso. Emma Bonino non è che uno dei tanti rappresentanti della ideologia sostituzionista.

    https://stream24.ilsole24ore.com/video/mondo/bonino-fare-piu-figli-serve-ma-ci-sono-anche-quelli-migranti/ABQNhDkB?refresh_ce=1
    http://www.ilgiornale.it/news/politica/crisi-demografica-ora-emma-bonino-parla-travaso-1673682.html

    Ora vorrei soffermarmi sulla seguente dichiarazione presa dall’articolo del sole24: “o facciamo una politica seria di integrazione degli immigrati, oppure non saremo in grado di mantenere l’equilibrio del nostro welfare”

    Ormai la elites si sta rendendo conto della follia dello stesso piano. Ma la loro conclusione è che la colpa di tutto ciò è ancora nostra. Per loro si potrebbe integrare chiunque nella nostra società, persino scimmie e asini, con un buon programma scolastico e di aiuti umanitari. Non riescono a riconoscere l’identità dello straniero (soprattutto i numeri più elevati sono quelli dei musulmani), che non ha nessuna intenzione integrarsi nella nostra società, ma è invasivo e vuole sovvertire l’ordine. Per la classe delle istituzioni internazionali ormai la colpa della mancata integrazione è ancora nostra, non della selezione all’ingresso del tutto non fatta: del resto come si può selezionare se non si riconosce Dio, se non si ha nessuna nozione di teologia, se si equiparano tutti i culti e le fedi religiose e le culture alla stessa umanità ? Senza poter distinguere tutte le differenze non è possibile selezionare e si lascia entrare praticamente chiunque: la Francia è l’esempio più eclatante di questo modello di ateismo ideologico di stato, che ha equiparato tutte le culture, e che hanno continuato a ripetere che chiunque con un buon indottrinamento sarebbe diventato un ottimo cittadino francese.

    • atlas
      7 Aprile 2019

      l’ordine nella libertà e la libertà nell’ordine, è questo il tuo sistema vero ? Sei tu il problema principale, gli stranieri ne sono diretta conseguenza

  • Filippo
    4 Aprile 2019

    Quindi la parola di una ridicola arrivista quale la Bonino è da prendere come verità, peraltro retroattiva di almeno 80 anni.
    Le persone sono credibili o meno in base al loro passato, e la Bonino non lo è Quindi non è corretto prendere per buono quello che dice nemmeno se conferma le nostre (vostre ma io seguo lo stesso con attenzione) idee.
    Con questo non voglio dire che Soros, la Bonino, e tutta quella cricca non ci guadagni dalle migrazioni, nemmeno che non le favoriscano per i propri interessi, ma questo non è esattamente come dire che è in atto una sostituzione su base etnica ad opera di una cupola di persone, sostituzione in corso da tempo immemore.
    Son due cose leggermente diverse

    • Pb
      5 Aprile 2019

      Fantastica analisi. Condivido al 100%.

      • Filippo M.
        5 Aprile 2019

        Tutto si può dire della Bonino tranne che sia una bugiarda, tu invece mi sapresti dire un solo motivo per cui non la ritieni credibile ?

  • Guido C.
    4 Aprile 2019

    Beh, si potrebbe procedere per gradi, con sostituzioni “mirate”: sarei ben lieto di cedere ai Fratelli Africani la Bonino, Saviano e Bergoglio in cambio di tre loro concittadini, anche con scelta dei medesimi a loro totale discrezione…

    • Mugo
      4 Aprile 2019

      Mattarella no?

  • Sisto Zanier
    3 Settembre 2019

    Piaccia o no, andrà a finire con una “bella” guerra civile/incivile per difendere la nostra cultura e storica civiltà che, per il solo fatto di essere appetibile da popolazioni di altri paesi che in millenni non hanno avuto la capacità di evolvere, é chiara dimostrazione che, pur con i suoi umani limiti e difetti, é la migliore possibile.
    Perché mai dovremmo supinamente accettare di lasciarla distruggere?
    Svegliamoci prima che sia troppo tardi

Inserisci un Commento

*

code