Soros ha invitato l’Occidente a rovesciare Xi Jinping tre giorni prima delle Olimpiadi (VIDEO)

Il miliardario americano e fondatore della “Open Society Foundation”, George Soros, tre giorni prima dell’apertura delle Olimpiadi di Pechino, ha invitato l’Occidente a persuadere la Cina nel cambiare la leadership, cioè a far allontanare Xi Jinping dalla carica di capo della Stato cinese.

Soros ha pronunciato tale affermazione durante una conferenza alla Stanford University, da cui un estratto è stato pubblicato sul suo conto Twitter.

Secondo Soros, la comunità internazionale dovrebbe persuadere la Cina a cambiare il regime politico a Pechino.

“Questo cambiamento rimuoverebbe quella che è la più grande minaccia che le società aperte devono affrontare oggi e si dovrebbe fare tutto il possibile per incoraggiare la Cina a muoversi nella direzione desiderata”, ha affermato Soros.

Secondo Soros, la Cina è diventata “lo stato autoritario più potente del mondo”.

Allo stesso tempo, come assicura Soros, Xi Jinping, a differenza dell’ex leader cinese Deng Xiaoping, crede davvero nel comunismo e considera Mao Zedong e Vladimir Lenin i suoi idoli.

In ogni caso Soros non si è soffermato a descrivere quale sia un meccanismo specifico per costringere Xi Jinping a lasciare il suo incarico. Soros si è rifiutato di entrare nei dettagli.

“Forse intende dire che il Maidan cinese ha bisogno di essere organizzato? Anche se nel 1989 il Maidan a Pechino si è già svolto e si è concluso con i noti eventi di piazza Tienanmen”, commentano i giornalisti ucraini.
Nota: Risulta piuttosto chiaro che Soros, quale anima finanziaria del globalismo progressista, sia dietro molti dei tentativi di “rivoluzioni colorate” fatte in diversi paesi dell’Est Europa e dell’Asia, con il sostegno della CIA e di altri organismi come la NED (National Endowment for Democracy) e similari. Tutte operazioni mirate ad un cambio di regime per instaurare un governo fantoccio che risultasse gradito alla elite di potere anglo-USA-sionista.
Nel caso della Cina il lavoro è molto più difficile e i tentativi di sobillare le proteste di Hong Kong e la minoranza mussulmana dello Xinjiang sono fino ad oggi falliti.
Questo non toglie che le autorità di Pechino hanno invitato di recente Soros a recarsi in Cina per un colloquio “franco ed aperto”. Non è però chiaro se le stesse autorità della Cina lo lascerebbero tornare indietro liberamente. Se George Soros fosse messo in condizione di non nuocere e creare altri danni sarebbe un grande servizio all’umanità di cui bisognerebbe riconoscere il merito ai cinesi.

Fonte: Agenzie

Traduzione e nota: Luciano Lago

17 Commenti
  • Pavel
    Inserito alle 16:47h, 01 Febbraio Rispondi

    Vecchio rimbabito …. rovesciare Xiping ahahahahahaha !!!

    • Pavel
      Inserito alle 16:48h, 01 Febbraio Rispondi

      scusate Xi jinping

  • Giorgio
    Inserito alle 17:05h, 01 Febbraio Rispondi

    Invitatelo …… arrestatelo ……. e giustiziatelo !!!!!!!
    Saremo riconoscenti in eterno al popolo e al governo cinese !!!!!

  • giovanni
    Inserito alle 17:07h, 01 Febbraio Rispondi

    Non deve essergli piaciuta la risposta evasiva che il cinese ha dato loro al forum di davos.

  • Manente
    Inserito alle 17:14h, 01 Febbraio Rispondi

    Dopo affermazioni di una tale sfrontatezza e gravità, Xi Jinping ed il governo cinese non possono avere più dubbi su chi sia il nemico da distruggere ed hanno tutto il diritto di spiccare un mandato di cattura internazionale nei confronti di Soros, aggiungendo una congrua taglia sulla sua testa, “dead or alive”.

  • Marte / Ares
    Inserito alle 17:18h, 01 Febbraio Rispondi

    giorgetto stai attento agli alianti supersonici cinesi che inceneriscono te e i tuoi quattro spiccioli privi di valore

  • luther
    Inserito alle 17:25h, 01 Febbraio Rispondi

    Povero idiota rimbabito. Ancora non si è accorto che il mondo multipolare sta per far implodere l’occidente con tutta la sua megalomania. È solo questione di tempo ormai, perché il finale, è già scritto. Ho un dubbio però, quest’uomo, crede davvero alle stronzate che dice, oppure sa già quale fine arriverà e non gli resta altro che qualche insensato, disperato tentativo di improbabile salvataggio? La logica dei fatti direbbe che…. il gioco è finito. Per quanto mi riguarda auguro a lui ed a quelli della sua risma di vivere ancora abbastanza per assistere alla completa distruzione di ciò che con ferocia inaudita hanno cercato di costruire.

  • kaiser
    Inserito alle 17:54h, 01 Febbraio Rispondi

    vorrei avere l ottimismo degli altri utentii

  • rossi
    Inserito alle 19:51h, 01 Febbraio Rispondi

    L’occidente ormai si mostra per quel che vale: la peggiore delle civiltà mai apparse sulla faccia della Terra!!!!! Alla fine al serpente sarà schiacciata la testa!!!!

    • atlas
      Inserito alle 21:41h, 01 Febbraio Rispondi

      ‘occidente’ a parte, questo è ebreo. Ed è il più cattivo democratico oggi al mondo. PERO’, non è solo, è circondato di collaborazionisti democratici peggio di lui, in tutto il mondo (o quasi. Lavora anche contro l’Iran, ma si guarda bene a nominare l’Iran,, perchè un Decreto (Fatwa) di Khamenei, mortale, non lo farebbe più nemmeno uscire di casa). I più piccoli, schifosi, suoi seguaci, sono proprio quì, fra omofilia e ingressi senza passaporto, a mescolare tutte le razze. Solo così può creare società dal kulo aperto, democratiche e rottinkulo (io ho la terza media, se alla redazione non piacciono le ‘parolacce’, come all’asilo, io altri termini per esprìmere determinate situazioni non ne trovo. E non ne voglio trovare, a me i moderati mi stanno sul kazzo)

      • Marte / Ares
        Inserito alle 23:59h, 01 Febbraio Rispondi

        giorgetto lo speculatore nel 1992 fece un sacco di soldi e tanti danni all’ Italia speculando sulle quotazione della lira…

  • Mauro
    Inserito alle 23:12h, 01 Febbraio Rispondi

    Probabilmente l’età senile rende sta persona incapace di fare valutazioni realistiche. Ammettiamo che lui avesse anche qualche ragione ( io penso che lui abbia torto marcio). Ditemi com’è possibile che il popolo cinese rovesci il suo leader in pochi giorni? E, poi per sostituirlo con chi? Con un agente della Cia? Questo speculatore finanziario dovrebbe invece ritirarsi dalla scena ed iniziare a devolvere i suoi miliardi in opere di bene, anziché fomentare rivolte in giro per il mondo

  • Vincenzo Aiello
    Inserito alle 23:46h, 01 Febbraio Rispondi

    Ho una non tanta strampalata idea che l’attacco di Soros al regime cinese, serva a tentare di allontanare il sospetto, che tanti hanno, che i furbi cinesi siano i sionisti asiatici! Idea da approfondire.

    • Marte / Ares
      Inserito alle 14:14h, 02 Febbraio Rispondi

      I cinesi hanno garantito la produzione di quasi tutti i manufatti alle multinazionali occidentali acquisendo competenze tecniche e manifatturiere indispensabili per le produzioni su larga scala….. Le aziende russe non delocalizzano in Cina, mentre quelle giapponesi non saprei, ma ci scommetterei che delocalizzano solo alcune produzioni, mentre quelle più tecnologiche restano in Giappone. L’occidente non ha potuto fare scelte strategiche perchè in campo economico e politico le scelte sono determinate unicamente nell’interesse degli speculatori che perseguono a qualunque costo l’utile. La Cina è a apieno titolo nel mondo occidenate solo che i suoi lider perseguono gli interesi della Cina prima di tutto. ( presciso che si tratta solo della mia opinione )

      • Marte / Ares
        Inserito alle 14:21h, 02 Febbraio Rispondi

        scusa per gli errori di battitura ( “occidenate” occidentale) ( “lider” leader) la fretta!

  • frances ford coppola
    Inserito alle 16:02h, 02 Febbraio Rispondi

    “Nel caso della Cina il lavoro è molto più difficile e i tentativi di sobillare le proteste di Kong Kong”
    Forse voleva scrivere Hong Kong…o King Kong?

    • Redazione
      Inserito alle 16:17h, 02 Febbraio Rispondi

      King Kong il mitico mostro……(un refuso)….

Inserisci un Commento