"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Sonoro schiaffo dell’ONU alle pretese di Trump e di Netanyahu su Gerusalemme

di Luciano Lago

L’Assemblea dell’ONU ha approvato una risoluzione presentata dalla Turchia e dallo Yemen che considera nulla e senza effetto la decisione statunitense di riconoscere Gerusalemme come capitale di Israele.

Il testo approvato con 138 voti a favore, 9 contrari e 35 astensioni. La risoluzione richiamava tutti i paesi amanti della pace ad approvarla.

Gli USA risultano  del tutto isolati nel consesso internazionale per causa della decisione unilaterale presa da Trump. La risoluzione approvata con maggioranza schiacciante dimostra che la stragrande maggioranza dei paesi del mondo vogliono il rispetto della legalità internazionale,  ovvero il mantenimento dello status speciale di Gerusalemme come città sacra alle tre religioni  che non può essere violato unilateralmente da una delle parti.

Di fronte alla netta sconfitta subita dagli USA, la rappresentante statunitense all’ONU, Nikki Halley, ha una reazione rabbiosa:

‘Gli Stati Uniti ricorderanno questo giorno”, ha detto la Halley.
“La decisione dellONU non cambia le cose, ‘L’America trasferirà la nostra ambasciata a Gerusalemme – ha proseguito la Haley – Nessun voto alle Nazioni Unite farà la differenza”. “Ci siamo segnati i paesi che ci hanno votato contro e che ci hanno mancato di rispetto, quando diamo contributi generosi all’Onu ci aspettiamo legittimamente che il nostro favore venga riconosciuto e rispettato”, ha proseguito.

Nikki Haley rappresentante USA all’ONU

Queste le farneticanti dichiarazioni della Nikki Halley che dimostrano quale sia la mentalità di Washington nei rapporti con il resto del mondo: il mondo si deve adeguare agli USA perchè sono i più forti e pagano, gli altri non contano e tanto meno i diritti dei popoli. Una smascherata mentalità neocolonialista ed imperiale che dimostra quale sia la filosofia di Trump e delle entità del “deep state” che guidano la sua politica.

La mentalità dei neocolonizzatori non comprende concetti come la dignità, l’onore o la lealtà, tutto è quantificabile e il favore e la sottomissione dei governi e dei politici si compra a suon di dollari.

Era tempo che gli “esportatori di democrazia” gettassero la maschera, oggi questo è avvenuto.

*

code

  1. Stefano radi 1 mese fa

    Siamo noi, cittadini onesti del mondo che ci “segneremo” i nomi dei Paesi che hanno sostenuto questa volonta’ arrogante e clientelare, come ci segneremo i nomi dei Paesi astenuti, ovvero degli ignavi che Dante aveva condannato all’inferno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Nicola 1 mese fa
      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Citodacal 1 mese fa

    Le dichiarazioni della Haley fanno il paio con quelle dello stesso Trump: “Prendete i nostri soldi e votate contro di noi, risparmieremo un sacco, lasciate che votino contro di noi”. Non occorre Leonardo Sciascia per capire che questo atteggiamento, oltre che colonialista, è degno del miglior Don Celestino Scuorzevelluto…
    Netanyahu, prima ancora dell’esito della votazione, ha affermato che “lo Stato d’Israele rigetta totalmente questo voto. Gerusalemme è la capitale d’Israele, che le Nazioni Unite lo riconoscano o no. Ci sono voluti 70 anni perché gli Stati Uniti formalizzassero questo riconoscimento, e ci vorranno forse altrettanti anni perché le Nazioni Unite facciano lo stesso”. Ignora del tutto, il primo ministro israeliano, ciò in cui possiamo e dobbiamo confidare: nella possibilità che, entro lo stesso periodo, la dirigenza israeliana sia ormai passata in ben altre mani, o ridotta a più miti consigli dai futuri eventi…; nulla dura in eterno per solo decreto o volontà umana.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. PieroValleregia 1 mese fa

      salve
      chi ha studiato la vera storia è perfettamente a conoscenza dei metodi mafiosi usati dagli USA, nel corso della loro breve storia: dal “false flag” adoperato per scatenare la guerra contro la Spagna (e fregargli Cuba), passando per l’invasione della Sicilia, usando mafiosi veri …
      un saluto
      Piero e famiglia

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Citodacal 1 mese fa

        Perfino una puntata della trasmissione televisiva “Correva l’anno” (stagione 2012/2013) riporta la reale possibilità che i servizi segreti americani avessero stretto un patto con la mafia, per preparare il terreno allo sbarco pianificato come operazione Husky; lo stesso Lucky Luciano si sarebbe prodigato per mobilitare tutte le sue conoscenze. Nel successivo governo provvisorio della Sicilia, noti mafiosi vennero investiti di cariche pubbliche da parte degli Alleati: Calogero Vizzini a sindaco di Villalba, Giuseppe Genco Russo a sindaco di Musumeli, Vincenzo Di Carlo come responsabile dell’Ufficio per la requisizione del grano.
        Comprensibile l’impiego strategico del nemico del mio nemico, tuttavia in riferimento ad organizzazioni criminali si tratta pur sempre d’innescare una mina, o collocarla da qualche parte in una piazza: prima o dopo fa inevitabilmente danno. La circostanza spinge alla riflessione sul fatto che, o si impiega una forza criminosa con già l’idea di come disattivarla in seguito (il che non è facile, oltremodo esponendo a possibili contraccolpi e ricatti d’ogni genere), oppure la s’impiega perché, di fatto, qualcosa della sua metodologia ed “etica” ormai ci appartengono e sono diventati parte del consolidato modus operandi – il che s’addice anche a molte patologie che affliggono gli attuali sistemi economico-politico-sociali poiché, in definitiva, affliggono l’uomo della modernità. (1)
        La degenerazione è ormai tale che qualsiasi colpo può essere considerato buono; e tuttavia ciò non rientra in quel che i francesi indicano con l’espressione “à la guerre comme à la guerre”, e nemmeno in quel che intendeva Sun-tzu con l’inganno (essendo il medesimo di natura strategica e non menzognera, lasciando così che sia il nemico ad abboccare ad un tranello tattico che adotti abilmente l’apparenza delle cose e non ricorrendo a provocare atti reali da addebitare in modo falso all’avversario): poiché la stessa guerra nasce secondo regole di combattimento che attengono anche al comportamento dignitoso umano.

        (1) Sempre a proposito della storica e cavalleresca rivalità tra i daimyo Takeda e Uesugi, vale la pena menzionare il fatto storico in cui il primo venne a trovarsi a corto di sale (estremamente importante per la conservazione del cibo in quell’epoca), e mentre altri daimyo ne approfittarono per boicottarlo, astenendosi dal venderglielo, l’avversario di sempre, cioè Uesugi, invece gliene inviò segretamente: avrebbe infatti potuto sconfiggere Takeda agevolmente tagliandogli i rifornimenti, ma decise di non farlo perché sarebbe stato un atto disonorevole; dichiarò anzi: “Le guerre sono vinte dalle spade e dalle lance, non dal riso e dal sale”.
        Ormai pochissimi s’azzarderebbero a ritenere Uesugi non un minchione, bensì un uomo onorevole.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. atlas 1 mese fa

          mafiosi o massoni. Questo è il dilemma

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Vittoriano 1 mese fa

    Ci segnalo :

    UN Vote Sinks America’s World Role | Veterans Today
    https://www.veteranstoday.com › … › The Gordon Duff Files
    Traduci questa pagina
    7 ore fa – By Gordon Duff, Senior Editor. …

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gino 1 mese fa

    interessante l’elenco delle grandi potenze mondiali che hanno votato con gli usa: guatemala, honduras, quattro scogli del pacifico abitati da albatross e granchi, ahahah!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Eugenio Orso 1 mese fa

    Ad ogni buon conto, segnalo un nuovo (per quanto limitato) pericolo in Medio Oriente, segno che Usa e ebrei non demordono:

    http://palaestinafelix.blogspot.it/2017/12/sion-non-si-arrende-cia-e-mossad-hanno.html
    Sion non si arrende! CIA e Mossad hanno creato un nuovo gruppo terroristico in Irak per cercare di dividere il paese, ovviamente usando i Curdi!

    Cari saluti a tutti, meno che ai rompiballe gratuiti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. GRAF 1 mese fa

    Come volevasi dimostrare noi siamo FATTI ALL’INCONTRARIO NATI SOLO PER SERVIRLI ,E’ LA famosa chutzpah di cui parlavo e LA Tania aveva frainteso ,mi spiego gli USA si comportano come I loro padroni giudei si credono eletti in DIRITTO di possedere TUTTA LA Terra ,siamo noi gli intrusi appestati ( vi chiamano GOYM tradotto Bestie).BASTA LEGGERE LIBRI ,IL SITO” AAARGH ITALIA ” NE DA DECINE GRATIS ,MA NON BLOG DI PSEUDO CONTROINFORMAZIONE CHE NASCONO COME FUNGHI INTERNET PER FUORVIARE I POVERI NAVIGATORI

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 1 mese fa

      tu non hai una vera donna che ti soddisfi. Questo è il tuo problema

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Vincent 1 mese fa

    Dicono che sono loro a pagare quando l’Italia sborsa 100 milioni di euro al giorno per i giochi militari e “missioni di pace”, senza contare i svariati miliardi spesi per gli F35 e per il loro mantenimento e tutte le 113 basi USA in Italia sicuramente ci costeranno una fortuna per essere “protetti” da questi assatanati yankee. Oltretutto tanti milioni di euro vengono spediti in israele dai deputati ebrei del PD, infilati anche nel Governo, per finanziare il loro esercito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. VelenoSS 1 mese fa

    FUCK YOU miss Haley,go back to the street 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 1 mese fa

      “Gli stati uniti ricorderanno questo giorno”,perche’ sara’ il primo di una lunga serie.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. mardunolbo 1 mese fa

    E cosi’ gli usa furono fottuti all’Onu ! Gran giorno ! Ora mi auguro che la Haley possa essere ripagata un giorno del suo servilismo, e venga fottuta da negri (ameri-cani, non islamici), come auspicato nel precedente articolo…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 1 mese fa

      è dal ’48 che usa e getta e giudei sono isolati dal mondo intero su tantissime risoluzioni dell’onu per la Palestina. Chi sta con loro sono gli anglosassoni GB, Canada e Australia e gli altri che ne sono solo terrorizzati. E cmq l’onu così com’è è sequestrata dagli ameri cani. Sono anni che lo penso: creare le NUO, Nazioni Unite e Organizzate; e che le propongano Russia e Cina, tanto il mondo è sempre stato diviso in 2, tra buoni e cattivi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. max tuanton 1 mese fa

    Come mi diverto quando mi si offende ,se vedeste dove sto vi si seccherebbe LA saliva ,meglio fareste a venir qui da me VOI ,le scie in Europa fanno male ,vi aspetto !sawadee kap!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. animaligebbia 1 mese fa

      Questo e’ interessante; mi sono sempre chiesto se le scie che ci sorbiamo h24 siano una prerogativa dei paesi nato e vorrei chiedere, a chi vive all’estero ,se sono presenti anche da loro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace