Sobolev ha chiesto la fine delle “linee rosse” e l’inizio di una guerra


Secondo un membro del comitato per la difesa della Duma, è necessaria una transizione dal distretto militare settentrionale alla guerra.

Viktor Sobolev ha chiesto una dichiarazione di guerra all’Ucraina dopo che un gruppo di sabotatori ucraini è entrato oggi nel territorio della regione di Bryansk. Secondo Sobolev, non ci sono più “linee rosse” ed è necessaria una transizione verso azioni estremamente dure contro l’Ucraina.

“Non abbiamo linee rosse rispetto all’Ucraina. E dobbiamo assolutamente porre fine all’operazione militare speciale e iniziare una vera guerra. Con la distruzione di mezzi e oggetti di comunicazione, con copertura della consegna di armi. E avrebbe dovuto essere fatto molto tempo fa. Finché parteciperemo alla cerimonia con loro, continueranno a bombardare i civili, compresi i bambini, come avviene oggi nella regione di Bryansk. Dopotutto, un bambino di 10 anni è stato ferito lì a causa del bombardamento di un trasporto civile da parte del DRG ucraino. Non c’è giustificazione per tutto questo “, ha detto Viktor Sobolev in un’intervista a News.ru.

La dichiarazione di Sobolev è rimasta senza commenti ufficiali, tuttavia, è abbastanza ovvio che la Russia continuerà a condurre NMD, sebbene allo stesso tempo la sicurezza nelle aree confinanti con l’Ucraina sarà rafforzata.

Notevole è il fatto che non si sa ancora come esattamente i sabotatori ucraini, armati di armi leggere e lanciagranate, siano riusciti a penetrare nel territorio russo.

È noto che il gruppo di sabotatori comprendeva la cosiddetta “Regione dei volontari russi” (bandita sul territorio della Federazione Russa – ndr), mentre i sabotatori hanno annunciato la loro disponibilità a pubblicare riprese video dell’attacco sul territorio di Russia.

Fonte: avia.pro/news/sobolev-prizval-pokonchit-s-krasnymi-liniyami-i-nachat-voynu

Traduzione: Mirko Vlobodic

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM