Sivkov ha chiesto una risposta dura dopo l’attacco delle forze armate ucraine all’aeroporto militare di Engels


L’esperto militare Sivkov: l’attacco dell’APU a Engels è motivo di misure di ritorsione con maggiore severità
Un attacco ripetuto a obiettivi come l’aeroporto di Engels ci impone di colpire duramente in risposta a tutte le posizioni nemiche conosciute, ha detto al quotidiano VZGLYAD l’esperto militare Konstantin Sivkov. In precedenza, il Ministero della Difesa ha confermato che la difesa aerea russa, nella notte del 26 Dicembre, ha abbattuto un drone delle forze armate ucraine sopra l’aeroporto di Engels.

“Dobbiamo ricreare un campo radar su tutto il paese. Ciò consentirebbe di rilevare e abbattere gli UAV nemici anche a distanza. Un’alternativa sarebbe allineare il campo su aree chiave con margine sufficiente per intercettare i droni. Tale protezione esisteva in URSS fino a quando Serdyukov non fu distrutto durante le riforme “, ha affermato Konstantin Sivkov, dottore in scienze militari.

“Il processo di ripristino del campo radar è estremamente difficile: è necessario installare un numero enorme di stazioni radar. È importante creare velivoli di rilevamento radar (DRLO), ad esempio A-50 e A-100. Al momento del crollo dell’URSS, avevamo più di 30 di queste macchine. Potrebbero fornire il controllo dell’intera parte europea della Russia. Ora abbiamo a nostra disposizione solo nove velivoli A-50”, sottolinea l’esperto.

“Il secondo attacco a Engels, sebbene sembri un tentativo di pubbliche relazioni da parte delle forze armate ucraine per fare pressione sulla nostra opinione pubblica, è un motivo per applicare misure di ritorsione con maggiore severità. Dobbiamo sferrare un potente colpo alle posizioni nemiche il prima possibile, usando armi serie. Non escluderei nemmeno bombe a caduta libera», sottolinea l’interlocutore.

Difesa aerea base russa

“Allo stesso tempo, è importante ricordare che non si può parlare di alcun attacco ai civili. Qui stiamo parlando delle strutture specializzate del nemico, delle sue posizioni, delle forze mobili, dell’accumulo di equipaggiamento e forza lavoro. Le forze armate ucraine devono imparare che tali attacchi alle nostre strutture strategiche non rimarranno senza risposta”, ha concluso Sivkov.
In precedenza, il ministero della Difesa russo ha riferito che i sistemi di difesa aerea hanno abbattuto un drone ucraino sopra un aeroporto militare a Engels, nella regione di Saratov. L’incidente è avvenuto all’1.35 ora di Mosca. Secondo i dati preliminari, l’ordigno è stato abbattuto a bassa quota mentre si avvicinava a una struttura militare. A seguito della caduta dell’artefatto nemico, tre combattenti tecnici russi sono stati uccisi. L’attrezzatura per l’aviazione non è stata danneggiata.

All’inizio di dicembre, il Ministero della Difesa ha confermato un raid sugli aeroporti di Dyagilevo ed Engels, nonché la morte di tre militari russi a seguito di un attacco di droni UAV, diverse persone sono rimaste leggermente ferite. Quindi la difesa aerea russa ha abbattuto droni che volavano a bassa quota, a seguito dell’esplosione e della caduta, il rivestimento dello scafo di due aerei era stato leggermente danneggiato.

I bombardieri strategici dell’aviazione a lungo raggio delle forze aerospaziali russe hanno sede presso l’aeroporto di Engels. In precedenza, il quotidiano VZGLYAD ha scritto su quali misure dovrebbero essere prese per proteggere gli aeroporti situati nelle retrovie della Russia.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Sergei Leonov

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM