Siria: Trasferimento di truppe russe nella zona di Ain Issa per fronteggiare i filo turchi

La Russia sta trasferendo massicciamente le sue forze verso la città siriana di Ain Issa (vicino al confine turco) per fronteggiare l’offensiva dei mercenari filoturchi e supportare le forze siriane,con lo spiegamento di carri armati, blindati ed artiglieria di lunga gettata.
Il trasferimento comprende elicotteri carri armati, artiglieria e truppe di terra per evitare un accerchiamento della città da parte delle forze filo turche.
La Russia non nasconde la sua preoccupazione per questa escalation ma il comando russo mantiene il controllo della situazione. I militari turchi hanno lasciato i posti di osservazione e l’offensiva di queste ore dei ribelli mirava a circondare le truppe siriane e russe che sono presenti nella zona. Per tale motivo il comando russo ha deciso di effettuare uno spiegamento di emergenza che avviene con l’appoggio dell’aviazione che martella dall’alto le posizioni dei filoturchi.

Forze aeree russe

Imboscata dell’ISIS tesa contro gli autobus con truppe dell’Esercito siriano e civili aull’autostrada Homs-Deir Ezzor.
I terroristi nella giornata del 30 dicembre hanno teso una imboscata ad almeno 3 autobus vicino al villaggio di Kabbajb sull’autostrada che collega le città di Homs e Deir Ezzor . Secondo i rapporti gli autobus stavano spostando civili e personale militare dell’Esercito siriano.
Fonti filo miliziani affermano di aver ucciso diversi soldati e altre persone ma le informazioni non sono confermate.
Di sicuro i terroristi stanno portando attacchi contro obiettivi governativi nelle campagne di Homs al fine di distrarre le forze governative dai loro sforzi nella zona di Raqqa dove l’Esercito siriano sta conducendo un larga offensiva.
Le forze USA hanno ultimamente fatto liberare diversi elementi dell’ISIS che si trovavano nelle prigioni curde e stanno cercando di riformare gruppi armati di terroristi per far attaccare obiettivi siriani e russi nell’area. Questi gruppi sono riforniti di armi e vengono coordinati da istruttori statunitensi e britannici.

Fonti: South Front – Al masdar News

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

19 Commenti

  • Nessuno
    30 Dicembre 2020

    Nota per la redazione: nella foto dovrebbero essere F18 Hornet, non “forze aeree russe”

    • Hannibal7
      31 Dicembre 2020

      Esatto sono F-18…..e poi cmq i caccia russi sono esteticamente più fighi e validi….

  • Gio
    30 Dicembre 2020

    Esatto, sono aerei nato e nn russe

    • Nessuno
      31 Dicembre 2020

      Dovrebbero appartenere alle forze aeree Australiane. Sotto l’abitacolo del pilota si distingue a fatica, un cerchio scuro con un canguro..

      • atlas
        31 Dicembre 2020

        il contenuto dell’articolo tratta dei russi che non solo difendono i siriani cristiani e musulmani, ma anche noi europei quì al calduccio sotto la neve, dai giudeo wahhabiti salafiti. Più ne sterminano e meglio è per tutti., questo è l’importante. L’errore di una foto ci può stare, chi fa qualcosa può anche sbagliare, chi non fa niente non sbaglia mai. A meno che non siate anche voi degli andreucci da Perugia…

        • Nessuno
          31 Dicembre 2020

          Mi pareva strano non arrivasse il commento della portinaia petulante di controinfo.

          • Teoclimeno
            31 Dicembre 2020

            Egregio Signor NESSUNO, (ULISSE) “portinaia petulante di controinfo”. Questa me la segno, è troppo bella. Molti cordiali saluti e tanti auguri per l’anno nuovo. TEOCLIMENO

          • atlas
            31 Dicembre 2020

            veramente il ‘copyright’ è mio, di commenti fa. Ma non chiedo soldi a chi è già pezzente d’animo. E nemmeno gli lascio la mancia. Posso solo immaginare la vita che conducono o hanno condotto. E questo mi basta

  • MADRE NATURA
    31 Dicembre 2020

    PAROLE SANTISSIME FRATELLO chi non fà niente e sa solo criticare gli altri bon sbaglia mai. Spero dell’arrivo di molte più truppe per liberare tutta la SIRIA senza fare sconti ai BASTARDI israhell-ano

  • mondo falso
    31 Dicembre 2020

    lanciate missili nucleari , meglio la guerra vera a come e’ ridotta l’ umanita’ con questa falsa pandemia che non mi fa vivere

    • atlas
      31 Dicembre 2020

      non se ne può più degli andreucci da Perugia vero ? E pensare che hanno una testa di cui si vantano … … da prendere a testate nucleari

      proprio lì, sul giulio. Altro che tentare di prendere per il giulio

      • atlas
        31 Dicembre 2020

        il giulio sarebbe il naso. Come si rompe si lacrima e la vista è annebbiata. Chissà se poi si vede di andare a fare in giulio

      • kaius
        31 Dicembre 2020

        Atlas mamma mia quanto sei retrogrado….
        Lo vuoi capire che lo devi chiamare andreuccia?
        Kill the man,save the empire!
        Il patriarcato e’ il male,il maschio e’ il male,l uomo andrebbe estinto per legge se veramente si vuole andare verso il progresso.
        Ci vuole un po’ di cultura del cazzo qui
        si si

        • atlas
          31 Dicembre 2020

          combatterò sempre per la libertà delle Due Sicilie dall’italia, non mi arrenderò mai. Ognuno difende la sua Nazione

  • Mario Rossi
    31 Dicembre 2020

    Vedo che tutti hanno colto la fotografica “sbagliata”. Infatti anche in precedenti articoli sempre su Controinformazione viene usata a corollario di bombardamenti americani.
    https://www.controinformazione.info/la-coalizione-diretta-dagli-usa-bombarda-una-scuola-nel-nord-della-siria-strage-di-alunni/
    https://www.controinformazione.info/la-coalizione-usa-bombarda-le-truppe-dellesercito-siriano-nella-siria-orientale/
    Apprezziamo il lavoro di controinformazione del portale, ma non possiamo fare a meno di notare che queste sviste, innocenti per noi aficionados, potrebbero in qualche modo squalificarne la credibilità agli occhi di un nuovo lettore.
    Auguri a tutti, con una frase di Julius Evola: «ad un’unica cosa si badi, a rimanere in piedi in un mondo di rovine»

  • eusebio
    31 Dicembre 2020

    Sputnik informa che l’Iran ha le prove di una imminente provocazione USA atta a provocare la guerra contro la potenza sciita.
    Se lo faranno l’entità sionista sarà spianata dai missili.

  • Giuseppe Grande
    31 Dicembre 2020

    MENTRE VI SCAMBIATE FRASI EVITABILI I DEMOCRATICI USA (COERENTEMENTE CON LA LORO TRADIZIONE GUERRAFONDAIA) STANNO PER SCATENARE LA TERZA GUERRA MONDIALE ATTACCANDO L’IRAN.
    CREDO CHE QUESTA VOLTA PUTIN NON POTRA’ RESTARE FERMO.
    E SARA’ UN GUAIO PERCHE’ LA RUSSIA NON E’ ANCORA PRONTA: gli stormi operativi di Kinzhal ed Iskander sono ancora pochi.

    • atlas
      31 Dicembre 2020

      ci sono le armi elettroniche: i loro missili i nemici dovranno essere in grado di lanciarli … tutte le loro armi dovranno essere in grado di usarle; e poi gli usa sono avvicinati da sottomarini armati di testate nucleari. Se gli ameri cani non hanno attaccato fino adesso è perchè queste cose le sanno

  • ugo
    31 Dicembre 2020

    “gli stormi operativi di Kinzhal ed Iskander sono ancora pochi”.

    bastano invece…….

Inserisci un Commento