Siria: il sostegno al terrorismo è diventato una strategia politica del regime turco e dell’Occidente

La fonte del Ministero degli Esteri siriano ha sottolineato che l’esagerazione dei media turchi e occidentali sulle perdite subite dall’esercito siriano nelle battaglie combattute dall’asse della città di Saraqueb rappresenta un riconoscimento ufficiale della partecipazione delle forze turche alla lotta insieme ai gruppi terroristici radicali.
Una fonte ufficiale del Ministero degli Affari Esteri e degli Espatriati ha dichiarato, in una nota rilasciata venerdì, che “la campagna di disinformazione condotta dalla Turchia e dai paesi occidentali contro la Siria nei giorni scorsi ha dimostrato il grande sostegno fornito negli ultimi anni e che ora si continua a fornire gruppi terroristici armati “.

La fonte ha aggiunto che l’esagerazione dei media turchi e occidentali sulle perdite subite dall’esercito siriano nelle battaglie combattute dall’asse della città di Saraqueb rappresenta un riconoscimento ufficiale della partecipazione delle forze turche alla lotta insieme ai gruppi terroristici radicali.

“Questo conferma anche la violazione da parte della Turchia degli obblighi previsti dall’accordo di Sochi”, ha aggiunto.

La fonte ha dichiarato che i successi dell’esercito siriano contro il terrorismo con il sostegno dei suoi alleati e la riapertura dell’autostrada internazionale Aleppo-Damasco, così come la riapertura dell’aeroporto internazionale di Aleppo e il recupero del controllo su più di centotrenta villaggi nelle province da Idleb, Aleppo e Hama e della successiva isteria turca e occidentale, tutto questo ha senz’altro rivelato che il sostegno al terrorismo è diventata una strategia coerente per quei paesi che si servono di questa per raggiungere i loro obiettivi sordidi e moralmente inaccettabili.
“Questi obiettivi sono in parole e azioni contrarie al contenuto del diritto internazionale e dei diritti umani”, ha ribadito.

esercito sriano dopo liberazione di Sud Idlib

La fonte del ministero degli Esteri siriano ha concluso che l’esercito siriano, che nelle ultime settimane è riuscito a liberare milioni di cittadini dalla minaccia terroristica, continuerà a svolgere i suoi compiti per porre fine alla presenza terroristica in tutta la Siria e per non consentire ai paesi occidentali e ai loro mercenari jihadisti di stabilire il controllo di questi terroristi sul nostro popolo e sul nostro destino.

Fonte: SANAA – https://www.sana.sy/en/?p=186913

Traduzione: Luciano Lago

5 Commenti

  • Thor
    29 Febbraio 2020

    FORZA!!!!!!

  • Anonimo
    29 Febbraio 2020

    Colonialismo fa rima con terrorismo

  • Franco
    29 Febbraio 2020

    Mi sento occidentale , ma non mi spiego come i nostri strateghi non capiscano che l’alleanza con i jihadisti comporterà vantaggi dell’eventuale sconfitta della Siria limitati, se non nulli,, alla luce delle future richieste dei jihadisti, ormai consolidatisi in occidente, che ne pretenderanno larga fetta del benessere

  • Eugenio Orso
    29 Febbraio 2020

    La bestia turcoide erdogan è stata sempre sostenuta, nei suoi crimini, dalla lurida feccia occidentaloide e ebrea.
    Mentre la bestia turcoide-ottomana firmava l’altr’anno l’accordo di sochi con il Nobile Putin, sapeva già che avrebbe violato l’accordo stesso in combutta con i criminali usnato.
    Personalmente credo che il problema, oggi, non sia soltanto l’assassino pluritraditore erdogan, ma tutta la feccia genetica turca che lo segue nei suoi crimini più disgustosi.
    Quindi, non soltanto “ebrei ai forni tutti i santi giorni”, ma anche “turcoidi ai forni tutti i santi giorni”!
    Credo che i patrioti arabo-siriani (ma anche moltissimi russi) siano d’accordo con me ….

    Cari saluti

    • atlas
      29 Febbraio 2020

      non sono d’accordo sulla ‘genetica turca’, lo dimostrano quanti stanno in galera e vengono repressi come scendono in piazza, sono tutti con merdogan ? Sappiamo di no. Ed è su quelli, tanti, che i servizi di sicurezza russi dovrebbero lavorare

      io lo ripeto: il diritto sta nella forza e anche Putin lo sa. Il dileggiarsi nelle chiacchiere e nelle leggine e nei regolamenti ‘internazionali’ soprattutto oggi lascia il posto che trova, lo dimostrano e lo hanno sempre dimostrato la mancanza di assoggettamento alle risoluzioni dell’onu da parte di quei giudei che occupano la Palestina illegalmente, quindi ognuno fa il viso che più si aggrada alla situazione e poi torna in Patria a lavorare sodo per i suoi interessi, con ogni mezzo atto a raggiungere lo scopo (lasciamo perdere il regime di Roma che sono quattro culattoni, anche se nei servizi persone in gamba ce ne stanno. Mancano gli Aldo Moro e i Giulio Andreotti)

      oggi è tutto allo scoperto, compresi gli aerei con la stella di David, perchè ? Perchè Russia e Siria stanno vincendo, non l’avevano previsto non ci avevano pensato. E anzi, il manifestarsi sempre più al pubblico, palesemente, di massoneria e potentati multinazionali che si servono di mercenari per imporsi, secondo loro aumenta il terrore nelle popolazioni, gli fa accettare la democrazia come unico sistema, li prepara a capire che devono sottostare. Prova ne è l’ultima approvazione di tutte queste regole su antisemitismo, odio, olocausto etc.

Rispondi a Franco cancella risposta

*

code