Siria: decine di terroristi sono stati uccisi e feriti da attacchi aerei nella campagna di Idlib, Siria

placeholder



Le forze armate siriane, in collaborazione con le forze russe, hanno preso di mira il quartier generale fortificato delle organizzazioni terroristiche nell’area di Jabal al-Arbaeen nella campagna di Idlib, con accurati attacchi aerei e missilistici.
Oggi, mercoledì, il ministero della Difesa siriano ha annunciato che le forze armate, in collaborazione con le forze russe, hanno effettuato attacchi aerei e missilistici precisi e di qualità, hanno preso di mira e colpito il quartier generale fortificato delle organizzazioni terroristiche nell’area di Jabal al-Arbaeen nella campagna di Idlib.

Il ministero della Difesa ha affermato che ciò avviene “in risposta ai ripetuti attacchi quotidiani effettuati da organizzazioni terroristiche contro civili in aree residenziali sicure nella campagna di Hama”.

Ha aggiunto che gli attacchi hanno preso di mira armi, munizioni, strumenti di guida, droni da ricognizione e d’attacco e attrezzature per l’intercettazione e il disturbo, e hanno portato alla completa distruzione del quartier generale dei terroristi, uccidendo e ferendo dozzine di terroristi.

E ieri, martedì, fonti di Al-Mayadeen in Siria hanno confermato che aerei da guerra congiunti siro-russi hanno effettuato una serie di raid aerei su diverse località a Jabal Al-Zawiya, a sud di Idlib.

Le fonti affermano che gli attacchi aerei hanno preso di mira una delle più grandi roccaforti di “Hay’at Tahrir al-Sham” a Idlib, provocando morti e feriti tra i militanti.

Le fonti hanno sottolineato che la roccaforte presa di mira comprende stanze, magazzini e un garage per i meccanismi, e gli attacchi sono stati concentrati su di essa dall’aviazione e dall’artiglieria siriano-russa.

Pochi giorni fa, l’aeronautica congiunta siro-russa ha effettuato una serie di raid contro obiettivi militari della “Hay’at Tahrir al-Sham” e del “Turkistani Islamic Party” nelle campagne di Idlib e Latakia.

Gli sviluppi sul campo arrivano dopo l’escalation messa in atto dai militanti contro le zone sicure nei villaggi di Jurin, Salhab e Deir Shamil nelle campagne occidentali di Hama, e Qardaha nelle campagne di Latakia, attraverso l’uso di missili e droni, che ha provocato 4 martiri , tra cui due bambini, e numerosi feriti.

L’escalation dei gruppi armati contro le aree sicure arriva alla luce dei negoziati turco-siriani, che le fazioni consideravano una minaccia per le loro aree di influenza a Idlib, Aleppo settentrionale e la campagna di Latakia.

Nella città di Idlib e in parti della sua campagna sono diffusi gruppi terroristici, la maggior parte dei quali appartiene all’organizzazione “Al-Nusra Front”, che è inclusa nell’elenco internazionale del terrorismo.

Fonte: Agenzie – Al Mayadeen

Traduzione: Fadi Haddad

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM