"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Si richiedono le dimissioni del ministro Johnson per aver mentito sul caso Skripal

Johnson Sarà Licenziato Per Umiliazione Della Gran Bretagna?

Il politico britannico, giornalista ed ex membro del parlamento George Galloway in un’intervista con RT ha detto che il ministro degli esteri britannico Boris Johnson dovrebbe dimettersi a causa delle sue dichiarazioni sul caso Skripal.

Secondo Galloway, il governo britannico, in particolare il Primo Ministro Teresa May e Boris Johnson, “si trovano in una posizione estremamente umiliante. Penso che Boris Johnson dovrebbe essere licenziato non solo per essersi unito al coro di voci che accusano la Russia, ma è andato anche oltre, facendo dichiarazioni false sulla televisione di stato “, ha detto Galloway.

Il politico ha attirato l’attenzione sulle parole del ministro degli Esteri secondo cui lo specialista del laboratorio di ricerca di Porton Down avrebbe confermato il “coinvolgimento” della Russia nell’avvelenamento di Sergei Skripal e sua figlia Julia.

“Quindi, secondo il ministro, questo esperto gli aveva detto che il tentativo di omicidio era opera della Russia, che non poteva essere nessun altro. Questo non è solo un errore, è un inganno “, ha detto Galloway.

Boris Johnson aveva fatto ripetuteamente dichiarazioni ambigue. In precedenza, lo stesso Johnson aveva paragonato l’avvelenamento degli Skripal al “Crimine and Punishment” di Dostoevskij. Secondo lui, tutti sono sicuri della colpevolezza del sospettato e il loro compito è estorcere una confessione. L’unico problema è che Johnson non ha mai letto il romanzo fino alla fine – perché il punto è esattamente l’opposto. Come Maria Zakharova ha sottolineato in un briefing, rivolgendosi a Johnson, che il romanzo in realtà conclude l’importanza di un’indagine scrupolosa, citando Dostoevskij, “100 sospetti non ne sono la prova”.

Inoltre, il capo del ministero degli Esteri britannico ha accusato Vladimir Putin di aver organizzato personalmente l’avvelenamento di Skripal (!). Poi ha continuato a confrontare la Coppa del Mondo 2018 con le Olimpiadi di Hitler del 1936 – dimenticando completamente che la Gran Bretagna in effetti ha assistito ai giochi di Hitler, mentre la Russia no.

Boris Johnson il giullare

Johnson ha anche affermato di aver personalmente chiesto agli esperti del centro di ricerca di Porton Down l’origine russa della sostanza e di aver ricevuto una risposta “categorica” ​​sulla piena fiducia degli scienziati che la sostanza fosse stata prodotta in Russia. Da allora il laboratorio ha successivamente negato di aver mai fatto una simile conclusione.

Nota: Il ministro Johnson è stato beccato con le “mani nella marmellata” e sta facendo una figura analoga a quella del segretario di Stato USA Colin Powel che se ne uscì all’ONU con la fialetta delle presunte “armi di distruzione di massa” di Saddam Hussein che servirono a Washington e Londra come pretesto per scatenare una guerra di aggressione all’Iraq con il bilancio drammatico di oltre un milione di morti.
Se il ministro avesse un minimo di dignità dovrebbe dimettersi e la stessa Theresa May, che è partita in tromba con le denunce contro la Russia e l’espulsione dei diplomatici sulla base di una montatura dei servizi, dovrebbe aver terminato la sua carriera politica.

Fonti: DW.com    Fort Russ

Traduzione e nota : Luciano Lago

Annulla risposta

*

code

  1. claudio 2 mesi fa

    E io che pensavo che con cretinetti renzi avessimo toccato il fondo.. come ho già scritto questi 2, johnson e may, sono dei pazzi scatenati, roba da tso, trattamento sanitario obbligatorio, ma, maniman che escono i particolari mi sto convincendo che sono proprio da ammazzare, da impiccare all’albero più vicino.. davanti all’ambasciata russa a londra.. quanto prima possibile e con un cartello appeso al collo torto con scritto ” scusate ” in caratteri cirillici molto grandi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Giorgio 2 mesi fa

    Vergogna!! Occidente “civile” dei miei zebedei!! Mi vergogno d’essere europeo! Mi vergogno di poter essere associato a questi escrementi dotati di lingua biforcuta! Però sono felice che questa putrida pantomima sia finalmente giunta alla sua giusta conclusione! Vergogna Europa! Mi fai venire i conati di vomito!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. La soluzione 2 mesi fa

    Tempo al tempo avranno il loro zuccherino. I due imbecilli sono imbecilli, ma mi meraviglio di quelli che li hanno seguiti, capi di governi, giornalisti e tv prezzolati. Tutti in coro, mi ricorda una famosa pubblicità. Certo e da vergognarsi ma ci riprovano ancora perche sono dei malati mentali. La Russia ne terra conto di queste stronzate mal riuscite. L’occidente e alla frutta, sono spossati e ricattati dalle lobbi di parassiti e costruttori di armi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. atlas 2 mesi fa

      ‘L’occidente e alla frutta, sono spossati’…forse nei vs. commenti dimenticate che di tutta questa associazione noi popoli ne siamo vittime, oppressi e schiavi

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Saverio Gpallav 2 mesi fa

    le dimissioni di Johnson e della May dovrebbero essere seguite da quelle dei saltimbanchi che in occidente si sono affrettati a dar loro credito espellendo i diplomatici russi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Anonimo 2 mesi fa

    May e Johnson confermano quanto sostenuto da Thomas Carlyle .

    GLI INGLESI , 30 MILIONI IN MAGGIORANZA CRETINI .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Fabio franceschini 2 mesi fa

    Il problema è che questa intervista è a RT non alla BBC o sul times. Solo chi è in malafede non vede certe cose . su chi sono poi la may e johnson (oltre che dei pagliacci molto ma molto ignoranti ) non è che si scopre niente basti pensare che costoro erano fortemente impegnati nella campagna per la brexit e che oggi sono in prima fila nel denunciare l’influenza russa su quel teferendum. Cioè loro sono al governo ,nelle loro contorte ricostruzioni, perché Putin ha manipolato la volontà popolare britannica. Questo è livello dei personaggi.ma il vero scandalo è che nessuno tra i grandi commentatori, stile mentana, lo fa notare e nessuno degli stessi gli chiede di essere consequenziali e di dimettersi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace