Si mobilita l’apparato della sinistra globalista per l’accoglienza dei migranti. Interviene anche il Papa

di Luciano Lago

La sinistra globalista lancia il guanto di sfida al governo e richiede l’accoglienza immediata dei migranti bloccati a Malta, rifiutati da tutta Europa e ottiene anche l’appello del Papa Bergoglio che si rende partecipe della campagna di persuasione per accettare sempre e comunque l’immigrazione senza limiti.
L’acccoglienza migranti è ormai la nuova bandiera ideologica della sinistra globalista che viene utilizzata per mettere sotto accusa come disumana e razzista la politica dei porti chiusi attuata dal ministro Salvini. Si è allineata aquesta campagna la Chiesa di Bergoglio e le gerarchie ecclesiastiche che ormai, nei loro messaggi e nelle loro omelie, si occupano soltanto dei migranti arrivando a paragonare lo stesso Gesù ad un migrante.
Si tratta delle stesse gerarchie ecclesiastiche che mai o quasi si sono occupate delle sofferenze degli italiani, ridotti in miseria dalle politiche di austerità e di soppressione dei diritti attuate su direttiva della UE, delle persone che sono rimaste vittime della violenza delle bande di migranti senza controllo, ragazze violentate e squartate da elementi della mafia nigeriana, mentre queste gerarchie dimostrano di avere una particolare sensibilità nei confronti dei migranti, per predicare l’accoglienza e l’integrazione senza condizioni e senza limiti.
Mai era stato così evidente lo scollamento fra il sentire delle masse popolari , angustiate per il degrado delle città e periferie semi abbandonate nelle mani della delinquenza di importazione e i rappresentanti delle gerarchie cattoliche e di molte delle amministrazioni locali che stanno da tempo cavalcando il tema migranti per la propria campagna elettorale e di immagine politica.

Sembra chiaro che i diritti dei migranti vengono prima di quelli dei cittadini italiani in termini di esonerazione da rette per asili nido, di assistenza sanitaria gratuita, di assegnazione di case popolari. Sono in molti i cittadini che oggi si chiedono se esista o meno una discriminazione di fatto per le famiglie italiane. Se qualcuno, come il governo giallo/verde e Salvini in particolare, si muove per modificare questa situazione, tutti i media e gli opinionisti accreditati gli danno addosso con accuse di fascismo, razzismo e disumanità.
Quello che potrebbe meravigliare è la posizione della Chiesa di Bergoglio che, dopo aver ripudiato la tradizionale dottrina e la pratica liturgica consolidata, seminando confusione fra i fedeli , si è dedicata alla predicazione globalista che favorisce le migrazioni e le sostituzioni di popolazione, guardandosi bene dall’accennare al pericolo di una islamizzazione di fatto in molte zone d’Italia che potrebbero subire la stessa esperienza fatta in paesi del nord Europa con la legalizzazione della Saharia (legge islamica).
Ci sono state accorate denunce da parte di teologi cattolici, come padre Weinandy, teologo francescano residente negli Stati Uniti, il quale già nel novembre scorso aveva tuonato “contro” Papa Francesco, per le sue scelte in contrasto con l’etica cattolica. In particolare il padre aveva di nuovo evidenziato la “confusione” che sarebbe sorta in materia dottrinale a causa dell’ascesa di Bergoglio al soglio di Pietro: “È vero che la Chiesa del dopo Vaticano II era piena di divisioni”, ha detto il padre, ” con dispute sulla dottrina, la morale e la liturgia. Queste controversie continuano tuttora. Tuttavia, durante i pontificati di Giovanni Paolo II e di Benedetto XVI, non vi era mai stato alcun dubbio su ciò che la Chiesa insegna riguardo alla sua dottrina, alla sua morale e alla pratica liturgica. […] Tale non è il caso, in molti modi significativi, dell’attuale pontificato di papa Francesco”, ha esordito il francescano. La Chiesa cattolica, quindi, sarebbe sempre stata divisa, ma mai in modo così tangibile.

Il Papa Bergoglio con la Bonino


Mentre le Chiese si svuotano drammaticamente ed aumenta la persecuzione contro i cristiani, l’attuale gestione del Vaticano vede solo e soltanto i migranti come i “nuovi apostoli” dell’universalismo e predilige le tematiche ideologiche politiche che sponsorizzano la causa del nuovo Ordine Mondiale, quello voluto dall’ONU, da Obama, dalla Clinton e, in Italia, dalla Bonino, da Scalfari, da Boldrini e dai Roberto Saviano..
Sembra quasi, come qualcuno ha notato, che il Papa Bergoglio, nella sua nuova dottrina, stia professando una nuova forma di Vangelo riformato e rivisto che sembrerebbe scritto con l’apporto di George Soros e delle massonerie. Nonostante i proclami circa l’inconciliabilità della massoneria con i precetti cattolici, ci sono varie fonti che affermano di una avvenuta infiltrazione di elementi di questa confessione all’interno della Chiesa romana. I messaggi di fratellanza universale, di apertura ecumenica verso tutte le religioni, come quelli di accoglienza dei migranti, indirizzati nell’auspicio di una nuovo ordine mondiale, sono di fatto piuttosto vicini a quelli tradizionalmente trasmessi dalle grandi logge massoniche. Sarà forse un caso…….


10 Commenti

  • redfifer
    6 Gennaio 2019

    La sinistra italiana è ormai ai minimi storici ed è divenuta tale proprio per l’ostinata integrazione di soggetti non aventi ne arte né parte in una società occidentale evoluta, insistere con tale programma equivale ad estinguersi, mentre il resto d’Italia applaude a tale demente decisione che include oltre al volere degli elettori di dx anche una gran larga parte di quelli di sx, che risvegliati finalmente dal sonno che li ha finora perseguiti, resosi conto che con l’eliminazione dell’articolo 18, costato decenni di lotte e perso in un solo giorno, grazie al volere del PD per spianare la strada agli immigrati, al quale poi si è aggiunto il Jobs Act che permette assunzioni con il 30% in meno del salario, anche chi compagno di lunga data si è cosi disinamorato di un partito che con evidenza lo ha tradito e continua a farlo, rendendogli con l’immigrazione, la vita impossibile anche da disoccupato.

  • amadeus
    7 Gennaio 2019

    A questo punto, meglio una guerra che essere invasi, questa non é accoglienza, questa gente iene portata con la forza e con l’inganno pur di perseguire i loro scopi a danno dei popoli europei, quindi opposizione a oltranza, forza Salvini non mollare!!!

  • XD
    7 Gennaio 2019

    Ricordiamoci che Bergoglio è un gesuita…e si è detto tutto.

  • Anglotedesco
    7 Gennaio 2019

    Bergoglio era quello che stava dalla parte delle dittatura militare di Videla…

  • Man
    7 Gennaio 2019

    La “sinistra” chi questi luciferiani che conosciamo come le tasche rottesi anch’esse? Del companero Bergoglio sappiamo già molto, e poi ha ottantuno anni: e confidiamo nel Di – vino che lo tiri s a sé.. Casomai un gilettino, a sto punto di qualsivoglia colore italico…e qui cominciano le dolenti note. Per questo sebbene ridotti al lumicino “lor signori! hanno tutt’ora vinto:; certo mai dire mai. E con il pessimismo della “ragione” e l’ottimismo della “ragione” com’è messo maluccio Gramsci. nazional-popolare.
    Man

  • placido mangano
    7 Gennaio 2019

    Pensando a Bergoglio mi viene in mente il 3° segreto di Fatima con la descrizione del clero e dei momenti finali col martirio dei vescovi e dei cristiani, e un commento in cui si dice che le sofferenze della chiesa derivano dal suo interno.

  • atlas
    7 Gennaio 2019

    da sempre Fascista e Nazional Socialista, poi Musulmano. I fatti mi danno ragione

  • Mardunolbo
    8 Gennaio 2019

    Bergoglio è un eretico apostata inserito a capo della chiesa ufficiale ex cattolica. Oltre alle bertoldate che continua a fare si aggiunge l’accordo criminale fatto con la Cina Popolare riguardo ai fedeli cattolici . Nonostante gli avvertimenti chiari del vescovo emerito di Hong Kong,il Bergoglio sorosiano è andato avanti con la sua solita decisionalità devastante. Non meraviglia che lui ed i suoi seguaci tuonino contro la decisione di Salvini riguardo all’invasione selvaggia di negri e nordafricani, date le collusioni ,alla luce del sole, con le organizzazioni che gestiscono gli immigrati clandestini.
    La chiesa ufficiale ex cattolica ora basa la sua accettazione/sponsorizzazione con l’accoglienza senza limiti, arrivando persino a mentire e modificare la storia di Gesù , nei Vangeli, pur di convincere i cattolici rimasti a difendere ad ogni costo una chiesa che non è più nè dogmatica nè sacrale. Quando un capo arriva a definire che tutte le religioni portano a Dio, come minimo si deve dimettere dalla sua carica, dato che non serve più nel suo ruolo. Il resto da commentare lo lascio a chi vorrà informarsi meglio sul ruolo destabilizzante del Concilio Vat2 e dei papi che l’hanno indetto, proseguito ed omaggiato, Ratzinger compreso.

  • Mario Rossi
    8 Gennaio 2019

    Dopo che gli mettono le tasse sugli utili delle onlus gli stanno togliendo anche la polpetta della gestione degli immigrati e dei fondi ad essa collegati. Per forza Bergoglio si è mobilitato, ma pensate per davvero che possa esistere un papa che pensa ai poveri e agli ultimi? Ma siete proprio dei coglioni!!!! Ci vorrebbe uno con le palle per davvero forse Salvini? vedremo, ma un appello devo fare ancora a Salvini: Stai attento, i preti e i compagni hanno messo ko un certo Benito Mussolini! non scordartelo mai, non fidarti di nessuno, nemmeno dei tuoi come quell’impostore del tuo vice, stai attento che tentano tutti di mettertela nel culo, come fecero a Benito tanti anni fa! Tu verifica con i tuoi occhi sempre e se hai dubbi uccidi, se qualcosa non ti torna, uccidi, se qualcuno dice una parola strana, uccidi. Tanto sono tutti cani maledetti, uno più uno meno nessuno andrà a piangerli al cimitero!! ricordati della manifestazione che dovevano organizzare i sindacati e i compagni: hai visto niente?

Inserisci un Commento

*

code