Si levan forti delle voci

di Ascanio Montisci

Quando le cose non vanno bene, quando la popolazione, incapace di comprenderne il motivo, scivola in uno stato apatico al di sotto della capacità di percepire, quando una cultura, già fuorviata, scivola sempre più in direzione della rovina, è davvero una fortuna, per la nazione, avere delle persone che hanno l’ingegno di riconoscere l’approssimarsi della rovina e hanno il coraggio di parlare francamente.
I filosofi contemporanei – contrastati, screditati, insultati da un sistema cieco nelle mani di un’èlite di potere incurante di tutti i destini tranne che della propria breve vita – vengono definiti “Rivoluzionari”, “Comunisti”, “Agitatori”, “Scontenti”, “Sobillatori” e con qualsiasi altro termine aspro che una stampa succube e una classe dirigente arrogante, ampollosa e cieca possono trovare nel proprio lessico.
Indifferenti, sordi a qualsiasi ragione e psicotici nella loro rettitudine, i “pilastri della società”, “gli uomini di cui ci si può fidare” si rifiutano, come gli infidi arieti del recinto che conducono le pecore al macello, di prestare ascolto alla benché minima critica alla loro insensatezza e si lanciano al contrattacco con una subdola ferocia che tenta, con ogni mezzo diffamatorio, di ridurre al silenzio qualsiasi nuovo pensiero.


Ciononostante una nazione deve essere avvisata. In tempi di decadenza, quando si ode fioca – ma sempre più forte – la marcia funebre per il sistema, nel paese si levano forti delle voci.
Il Sistema, la Classe Dirigente, il Governo, chiamatelo come volete, è un qualcosa che ha raccolto a sé tutta l’egoistica rettitudine di decadi. È un accumulo del passato, l’erede di tutti gli errori, le soluzioni opportunistiche e gli sbagli di un’altra epoca.
La gente entra in questo sistema quando nasce, per perpetuare, senza pensarci, la “tradizione” (e i privilegi) della propria dirigenza. La gente ne esce quando muore: nomi sacri su pietre tombali e targhe stradali, la cui fama fu straordinaria a causa della loro stupida e ostinata devozione al governo esercitato dai pochi sui molti, a vantaggio della cricca.
I possedimenti e le risorse dello stato, in una “democrazia” regolata dai partiti, diventano un premio conquistato dal vincitore delle elezioni a intervalli stabiliti. La vittoria politica rappresenta l’opportunità di godersi i “benefici” per un periodo di tempo stabilito. Il sistema è una sgualdrina i cui favori sono conquistati da qualche nuovo incaricato tramite “elezioni popolari”. Ma in un modo o nell’altro, ogni vincitore fa parte dello stesso meccanismo.

La classe politica della UE


Fintantoché l’elite ne trae vantaggio, a chi importano le conseguenze che si accumulano? Tanto se ne occuperà il “regime che viene dopo”. Basta solo che il sistema venga perpetuato e che coloro che sono in carica in quel momento possano assicurare dei favori a se stessi ed ai loro amici.” […]
Parole profetiche queste, scritte intorno al 1970 da L. Ron Hubbard, filosofo, umanitario, educatore e, secondo me, una delle menti piu brillanti che l’uomo abbia mai avuto nella sua storia.
A proposito… è anche il fondatore di Scientology.
Oggi, 50 anni dopo, queste parole sono davvero uno specchio dell’attuale, e se allora rimasero inascoltate in una società ancora drogata da falsi sogni e speranze, con un’economia che permetteva un tenore di vita ancora decente, ora non lo sono più.
L’economia mondiale è sull’orlo di un baratro, la stretta economico-finanziaria in corso ci sta riducendo sempre più velocemente verso l’indigenza.
L’oligarchia ha il controllo di tutti i governi del pianeta e si sta divertendo a giocare a Risiko con le nostre vite e col futuro dei nostri figli.
Il controllo mentale delle masse, sostenuto da un apparato mass-mediatico oramai completamente assoggettato alla ristretta cricca al potere e perpetrato attraverso l’industria psico-farmaceutica, è una realtà.
Stanno drogando i nostri figli nelle scuole, forzando in modo subdolo e a volte coatto o criminoso l’assunzione di psicofarmaci, quando non te li portano via da casa direttamente per drogarli con comodo o peggio, lontano da occhi indiscreti.
Manca poco, siamo quasi diventati cittadini modello, delle belle mucche da allevare.
La mucca è un animale produttivo, si sa, consegna diligentemente tutto quello che ha, lei non ha bisogno del suo latte e glielo si toglie, non può usare i suoi vitelli che gli vengono portati via e alla fine dona anche la sua carne. In cambio ottiene un bel recinto melmoso, un cibo che non la nutre ma la fa ingrassare e gonfiare, cani che abbaiano e maltrattamenti in genere (elettricità per farla nutrire forzatamente e pompe idrauliche che le devastano le mammelle). È proprio un cittadino modello.

Manipolazione di massa


Penso che sia ora di fare qualcosa a riguardo!
Le voci si stanno alzando sempre più forti, sosteniamole ed amplifichiamole,
ove non decidessimo di uscire fuori dal coro di pecore e divenire anche noi vere voci dissenzienti.
È una lotta contro il tempo ed ormai non ne è disponibile tanto, in gioco ci sono il tuo futuro e quello dei tuoi figli: fermati un attimo a riflettere su questo.
Continua ad informarti (non bevendoti l’informazione “ufficiale” ovviamente, e in ciò internet è uno strumento fantastico, finché riusciremo a tenerlo libero) e strilla forte ogniqualvolta puoi o vuoi, è un tuo diritto sancito nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani, sai?
Solo il cimitero è un posto molto silenzioso.

Ascanio Montisci

16 Commenti

  • Simone
    17 Maggio 2020

    Per poter alzare la voce, prima bisogna bene capire la grande truffa oppure le grandi truffe che si attaccano al discorso COVID-19. Per esempio abbiamo ancora il dievieto di assembramenti “per non mettere al repentaglio la salute di se stessi e degli altri.” Ora grazie alla ricerca del virologo tedesco Streeck (nella cosiddetta “Heinsberg Studie”) e di altri, sappiamo meglio, in quali situazioni si trasmette il virus: quando si vive strettamente insieme come una coppia oppure in una casa di riposo e inoltre, quando si festeggia in modo scatenato, come è successo in febbraio in Austria e nei Dolomiti dopo lo sciare e in Germania nel carnevale. Ma niente è da temere se i giovani ragazzi nella attuale fase della pandemia con un continuo calo di casi si incontrano all’aperto. Basta un minimo comportamento educato per “non mettere a repentaglio la salute.” Mi chiedo: per qualche motivo mantengono il divieto di assembramento fino all’ultimo in questa emergenza corona virus? é una misura ancora sensata, visto che 4 su 10 ristoranti non riaprono perché non possono garantire le misure di protocollo?

  • michele
    17 Maggio 2020

    basta sentire i media…..PNL utilizzata sistematicamente.

  • atlas
    18 Maggio 2020

    non capisco cosa c’entri la massoneria di ‘scientology’ (vietata in Russia) con questo sito (si poteva almeno aggiungere che ‘l’opinione dell’autore POTREBBE non coincidere con quella della redazione’)

    piuttosto oggi è proprio una giornata del cazzo (mi perdoni il Signor telomeno), a cui fanno riferimento Mattarella, il Conte e la Cirinnà

    non si affitta e non si fanno entrare Duo Siciliani, si leggeva qualche anno fa in italia (e nessuno disse nulla)

    però oggi si discriminano i Religiosi per come essi vedono gli omosessuali in perpetua violazione della Legge naturale

    per chi ha seguito la comunicazione di regime democratico, la costituzione dell’italia vale solo per gl’italiani, i negri e gli omosessuali ? O anche per chi vuole una società sempre più effemminata …

    sempre più nella merda eh ? E non ci salva mica scientology

    • kaius
      18 Maggio 2020

      E’ la ragione,la natura,la realta’,l evidenza,il buon senso,la morale ecc. oltre che la religione a perseguitare quei parafiliaci,quei mostri abominevoli e contro natura.
      Devono essre messi a morte insieme a tutti quei deviati e malati di mente che li supportano,ma sono sicuro che sia arrivera’ anche a quello.
      Per il resto,Atlas non mettere i negri sulla stessa soglia dei parafiliaci,sono pur sempre essere umani e meritano almeno il rispetto come tali.

  • Teoclimeno
    18 Maggio 2020

    Di sette pseudo religiose ci bastavano già quelle che avevamo, e non ne sentivamo alcun bisogno di altre. Detto questo, se vorremo rovesciare l’attuale dittatura converrà smetterla di fare come i capponi di Renzo, azzannandoci gli uni con gli altri. Serve unità ed un comune intento, lasciando da parte i deleteri distinguo. Diversamente faremo il gioco del nemico, perpetuando sine die questa orribile dittatura che ci sta letteralmente macellando. Uniti si vince, divisi si perde.

    • atlas
      18 Maggio 2020

      beh, unisciti ai cristiani cattolici allora (Blondet lo è). E lo sono la maggior parte sia degli italiani che dei Duo Siciliani. Molto di produttivo contro la massoneria e per la retta ragione proviene da loro. Per lo meno dai tradizionalisti non giudeizzati (questo vale anche per il tuo amico sandro)

      I fatti hanno dimostrato che, con il pretesto dell’epidemia del Covid-19, si è giunti in molti casi a ledere i diritti inalienabili dei cittadini, limitando in modo sproporzionato e ingiustificato le loro libertà fondamentali, tra cui l’esercizio della libertà di culto, di espressione e di movimento. La salute pubblica non deve e non può diventare un alibi per conculcare i diritti di milioni di persone in tutto il mondo, e tanto meno per sottrarre l’Autorità civile al proprio dovere di agire con saggezza per il bene comune; questo è tanto più vero, quanto più crescenti sono i dubbi da più parti avanzati circa la effettiva contagiosità, pericolosità e resistenza del virus: molte voci autorevoli del mondo della scienza e della medicina confermano che l’allarmismo sul Covid-19 da parte dei media non pare assolutamente giustificato.

      Abbiamo ragione di credere, sulla base dei dati ufficiali relativi all’incidenza dell’epidemia sul numero di decessi, che vi siano poteri interessati a creare il panico tra la popolazione con il solo scopo di imporre permanentemente forme di inaccettabile limitazione delle libertà, di controllo delle persone, di tracciamento dei loro spostamenti. Queste modalità di imposizione illiberali preludono in modo inquietante alla realizzazione di un Governo Mondiale fuori da ogni controllo.

      Crediamo anche che in alcune situazioni le misure di contenimento adottate, ivi compresa la chiusura delle attività commerciali, abbiano determinato una crisi che ha prostrato interi settori dell’economia, favorendo interferenze di poteri esteri, con gravi ripercussioni sociali e politiche. Queste forme di ingegneria sociale devono esser impedite da chi ha responsabilità di governo, adottando le misure volte alla tutela dei propri cittadini, di cui essi sono rappresentanti e nel cui interesse hanno il grave obbligo di operare. Si aiuti parimenti la famiglia, cellula della società, evitando di penalizzare irragionevolmente le persone deboli e gli anziani, costringendoli a dolorose separazioni dai propri cari. La criminalizzazione dei rapporti personali e sociali deve essere inoltre giudicata come inaccettabile parte del progetto di chi promuove l’isolamento dei singoli per poterli meglio manipolare e controllare.

      Chiediamo alla comunità scientifica di vigilare, affinché le cure per il Covid-19 siano promosse con onestà per il bene comune, evitando scrupolosamente che interessi iniqui influenzino le scelte dei governanti e degli organismi internazionali. Non è ragionevole penalizzare rimedi rivelatisi efficaci, spesso poco costosi, solo perché si vogliono privilegiare cure o vaccini non altrettanto validi ma che garantiscono alle case farmaceutiche guadagni ben maggiori, aggravando le spese della sanità pubblica.

      Chiediamo parimenti ai Governanti di vigilare perché siano evitate nella maniera più rigorosa forme di controllo delle persone, sia attraverso sistemi di tracciamento sia con qualsiasi altra forma di localizzazione: la lotta al Covid-19, per quanto grave, non deve essere il pretesto per assecondare intenti poco chiari di entità sovranazionali che hanno fortissimi interessi commerciali e politici in questo progetto. In particolare, deve essere data la possibilità ai cittadini di rifiutare queste limitazioni della libertà personale, senza imporre alcuna forma di penalizzazione per chi non intende avvalersi dei vaccini, dei metodi di tracciamento e di qualsiasi altro strumento analogo. Si consideri anche la palese contraddizione in cui si trova chi persegue politiche di riduzione drastica della popolazione e allo stesso tempo si presenta come salvatore dell’umanità senza avere alcuna legittimazione né politica né sociale. Infine, la responsabilità politica di chi rappresenta il popolo non può assolutamente esser demandata a tecnici che addirittura rivendicano per se stessi forme di immunità penale a dir poco inquietanti.

      Richiamiamo con forza i mezzi di comunicazione ad impegnarsi attivamente per una corretta informazione che non penalizzi il dissenso ricorrendo a forme di censura, come sta ampiamente avvenendo sui social, sulla stampa e in televisione. La correttezza dell’informazione impone che si dia spazio alle voci non allineate al pensiero unico, consentendo ai cittadini di valutare consapevolmente la realtà, senza esser pesantemente influenzati da interventi di parte.

      https://www.maurizioblondet.it/appello-per-la-chiesa-e-per-il-mondo-ai-fedeli-cattolici-e-agli-uomini-di-buona-volonta/

  • atlas
    18 Maggio 2020

    Bisogna quindi aver tanta paura, “devono mantenere il panico fino all’arrivo del vaccino”, dr. Luca Speciani) tenere le distanze sociali dei metri ordinati dalla Scienza, nelle chiese si deve stare in pochi sennò,

    e soprattutto portare la mascherina obbligatoria dovunque. Sotto pena di conseguenze legali.

    Che le mascherine facciano ammalare i sani, è un concetto che non tocca gli scienziati al potere: gli piace troppo vedere come obbediamo per non beccarci un virus che è quasi certamente già scomparso.

    Il dottor Russell Blaylock, un neurochirurgo e nutrizionista che opera da 26 anni in Louisiana. E’ autore di vari saggi di argomento medico. Per scrivere l’articolo sui danni delle mascherine, ha scorso la letteratura scientifica sull’argomento: 17 studi precedenti, di cui “nessuno degli studi ha stabilito una relazione conclusiva tra l’uso di maschera e la protezione contro infezione da influenza.” (naturalmente gli studi non riguardavano ancora il Covid-19).

    Il dottor Russell Blaylock conclude che non solo le maschere per il viso non riescono a proteggere i sani dall’ammalarsi, ma creano gravi rischi i sani che la usano

    La linea di fondo è che chi non è malato non dovrebbe indossare una maschera.

    La maschera causa ipossia in circa un terzo dei pazienti. È noto che la maschera N95, se indossata per ore, può ridurre l’ossigenazione del sangue fino al 20%, il che può portare a perdita di conoscenza; ci sono stati casi di incidenti stradali provocati dallo svenimento del guidatore che portava la maschera.
    Causa anche ipercapnia, ossia aumento nel sangue di anidride carbonica (CO2), che è una intossicazione (come da fumo, come suggerisce il greco “kapnos”). I due effetti – che non era difficile ipotizzare, anche senza una laurea in medicina – si rinforzano ovviamente l’un l’altro, fino a far concludere che persone anziane o anche giovani con cattiva funzionalità polmonare devono evitare di portarle, per scongiurare svenimenti e cadute.

    Una ricerca su 212 operatori sanitari (47 maschi e 165 femmine) che dovevano portare la maschera N95 sul lavoro, ha appurato che un terzo di essi accusava mal di testa persistente e doveva ricorrere agli antidolorifici. Uno studio più recente condotto su 159 operatori sanitari di età compresa tra 21 e 35 anni ha rilevato che l’81% ha sviluppato mal di testa indossando una maschera. E tutti sentivano che il mal di testa influiva sulle loro prestazioni lavorative.

    Un altro studio sulle maschere chirurgiche ha riscontrato anche riduzioni significative dell’ossigeno nel sangue. In questo studio, i ricercatori hanno esaminato i livelli di ossigeno nel sangue in 53 chirurghi utilizzando un ossimetro. Hanno misurato l’ossigenazione del sangue prima dell’intervento e alla fine degli interventi chirurgici. 4 I ricercatori che hanno scoperto che la maschera ha ridotto significativamente i livelli di ossigeno nel sangue (pa0 2). Maggiore è la durata in cui si indossa la maschera, maggiore è la caduta dei livelli di ossigeno nel sangue.

    L’importanza di questi risultati è che un calo dei livelli di ossigeno (ipossia) è associato a una compromissione dell’immunità. Gli studi hanno dimostrato che l’ipossia può inibire i linfociti T CD4 + ossia il tipo di principali cellule immunitarie a combattere le infezioni!

    Ciò si verifica perché l’ipossia aumenta la concentrazione di un composto chiamato “fattore 1” inducibile dall’ipossia (HIF-1), che inibisce i linfociti T e stimola una potente cellula immunitaria inibitrice chiamata Tregs. Questo pone le basi per contrarre qualsiasi infezione, compreso ovviamente il COVID-19 e rende le conseguenze delle infezioni virali molto più gravi.

    In sostanza, la maschera obbligatoria porta un aumentato rischio di infezioni e, in tal caso, l’aumento della loro gravità.

    Le persone con cancro, specialmente se il cancro si è diffuso, saranno ulteriormente a rischio di ipossia prolungata poiché il tumore prolifera notoriamente meglio in un microambiente a basso contenuto di ossigeno. L’ossigeno basso promuove anche l’infiammazione che può favorire la crescita, l’invasione e la diffusione dei tumori. Ripetuti episodi di ipossia sono stati proposti come un fattore significativo nell’aterosclerosi e quindi aumentano tutte le malattie cardiovascolari (attacchi di cuore) e cerebrovascolari (ictus).

    Prove più recenti suggeriscono che in alcuni casi il virus può entrare nel cervello. Nella maggior parte dei casi entra nel cervello attraverso i nervi olfattivi (odori nervosi), che si collegano direttamente con l’area del cervello occupandosi della memoria recente e del consolidamento della memoria. Indossando una maschera, i virus espirati non saranno in grado di fuggire e si concentreranno nelle vie e cavità nasali, entreranno nei nervi olfattivi e viaggeranno nel cervello.

    È evidente dagli studi esaminati che non ci sono prove sufficienti che indossare una maschera di qualsiasi tipo possa avere un impatto significativo nel prevenire la diffusione di questo virus. Il fatto che questo virus sia un’infezione relativamente benigna per la stragrande maggioranza della popolazione e che anche la maggior parte del gruppo a rischio sopravviva, dal punto di vista epidemiologico, lasciando che il virus si diffonda attraverso la popolazione più sana raggiungeremo un livello di immunità di gregge più rapidamente, il che porrà fine rapidamente a questa pandemia e impedirà un ritorno il prossimo inverno. Durante questo periodo, dobbiamo proteggere la parte di popolazione a rischio evitandole il contatto ravvicinato, ed aumentando la sua immunità con composti che migliorano l’immunità cellulare e, in generale, migliorano la loro condizione generale.

    Con l’avvento della cosiddetta pandemia COVID-19, abbiamo visto una serie di pratiche mediche che hanno poco o nessun supporto scientifico per quanto riguarda la riduzione della diffusione di questa infezione. Una di queste misure è l’uso di maschere facciali, una maschera di tipo chirurgico, maschera a bandana o N95.

    È istruttivo sapere che fino a poco tempo fa, il CDC (il centro delle malattie infettive di Atlanta) non raccomandava di indossare una maschera o una protezione di alcun tipo, a meno che una persona non fosse nota per essere infetta, cioè fino a poco tempo fa. Le persone non infette non devono indossare una maschera. Quando una persona ha la tubercolosi, facciamo indossare una maschera a lei, non all’intera comunità di non infetti. Le raccomandazioni del CDC e dell’OMS non si basano su studi di questo virus e non sono mai state utilizzate per contenere qualsiasi altra pandemia o epidemia di virus nella storia.

    https://www.maurizioblondet.it/con-le-maschere-fanno-ammalare-un-popolo/

  • Teoclimeno
    18 Maggio 2020

    Parafrasando un sermone del pastore Martin Niemöller, non vorrei che la storia si ripetesse: “Prima di tutto vennero a prendere i commercianti, e fui contento perché non pagavano le tasse. Poi vennero a prendere le partite IVA, e non dissi niente perché io non ero uno di loro. Poi vennero a prendere i pensionati, e dissi a me stesso che in fondo erano dei parassiti, che campavano sul lavoro altrui. Poi vennero a prendere gli operai e io non dissi niente, perché mi erano sempre stati antipatici. Un giorno vennero a prendere me, e non c’era rimasto nessuno a protestare”.

  • Fausto
    18 Maggio 2020

    Per chi non l’avesse ancora capito siamo sotto Una Dittatura. Il Parlamento non esiste più. Mozione della Gelmini (FI) per la vaccinazione anti influenzale over 65 e altre numerose categorie. Presidenti di Regione di qualsiasi colore politico si sbizzarriscono ad applicare, divertiti e tronfi, le più assurde regole restrittive ai propri cittadini, che vanno oltre i dpcm e a tempo indeterminato. Siamo al delirio più completo e nessuno sa come fermare queste bestie, e le distanze sociali col conseguente divieto di assembramento amplificano enormemente le catene che ci hanno messo impedendoci qualsiasi forma di protesta o una qualche organizzazione politica di antagonismo. La parte sana degli italiani, che io reputo siano il 25% non sanno più che pesci prendere, girano in tondo dentro una stanza in preda all’inquietudine, impotenti e smarriti. A questo punto non resta che sperare che si muova qualcosa in Germania o francia e che lo esportino anche qua in Italia.
    http://www.imolaoggi.it/2020/04/15/borghi-task-force-ripartenza-vuole-limmunita/

  • Fausto
    18 Maggio 2020

    Aggiungo. Per le “Risorse”, che sbarcano e quelle recentemente regolarizzate. niente vaccini, nulla di nulla, solo una vacanza di 15 giorni su una nave da crociera. Eppure questi ragazzoni, di vaccinazioni non ne hanno fatta neanche una, ne, ne faranno.

  • Teoclimeno
    18 Maggio 2020

    A proposito, sono stato un facile profeta, il giorno 8 Maggio 2020 avevo inserito un commento:

    “Si preannunciano tempi duri per l’Agente Anderson. Nel migliore dei casi si ritroverà senza lavoro, nel peggiore diventerà cagionevole di salute”.

    Confermato, Agente Anderson, licenziato!

  • Fausto
    18 Maggio 2020

    Ron Hubbard, è stato uno scrittore di narrativa fantascientifica prima e cultore dell’esoterismo poi. Fondatore della pericolosa setta “Scientology” che plagia i giovani attraverso pratiche di occultismo, riconosciuta di recente come “Religione” dalla Repubblica Italiana. (E te pareva)

  • Fausto
    18 Maggio 2020

    Alcuni degli aforismi letti sui social di recente:
    -Vanno fermati a tutti i costi.
    -Ne vedremo delle belle.
    -Siamo a un passo dalla guerra civile.
    -La gente sta incominciando a lubrificare le doppiette.
    -L’élite è alle corde, cominciano ad avere paura.
    -La gente ha cominciato a capire.
    Ha, ha, ha, facciamoci due risate va.

  • nicholas
    18 Maggio 2020

    Da notizie e video su internet, circolano voci che un ambasciatore dell’Onu abbia mandato un tweitter al presidente Trump per intervenire in Italia : https://www.youtube.com/watch?v=_q49Z9qlJuo http://www.meteoweb.eu/2020/05/italia-coronavirus-violati-diritti-umani-onu/1435088/

    Inoltre, vi è un video del generale Pappalardo, ove dice che è stato contattato dall’Onu.: https://www.youtube.com/watch?v=LN7sM3MEIm0

    Ci prepariamo al cambio di regime??? oppure è un’avvertimento per l’attuale governo??

    Vedremo…..

  • Sandro
    18 Maggio 2020

    “…….L. Ron Hubbard, filosofo, umanitario, educatore e, secondo me, una delle menti piu brillanti che l’uomo abbia mai avuto nella sua storia.”
    Nooooooo…………!, questa proprio non ci voleva! Se l’articolo era passabile, con tale affermazione, “fa cadere le braccia”. Hubbard, solo un vecchio furbacchione, neppure tanto creativo, uscente perdente con storielle di fantascienza. La sua mancanza di creatività si evidenzia con la seguente frase : “Se vuoi far tanti soldi – buon sangue americano non mente( N.d.R.) – inventati una religione”; dunque espediente non originale ma trito e ritrito. E così fece, con sicuro successo. Oltre ai soldi si procurò anche una buona scorta di denunce e processi giudiziari, ma con i soldi rastrellati con facilità disarmante, certi fastidi possono essere affrontati.

  • nicholas
    18 Maggio 2020

    Credo che in queste ultime ore stanno accadendo delle cose strane.
    Un ambasciatore Onu a contattato il presidente Trump, per “intervenire” in Italia :
    http://www.meteoweb.eu/2020/05/italia-coronavirus-violati-diritti-umani-onu/1435088/
    https://www.youtube.com/watch?v=_q49Z9qlJuo

    Inoltre, il generale Pappalardo è stato contattato dall’Onu : https://www.youtube.com/watch?v=LN7sM3MEIm0&t=4s

    Ci si sta preparando per un cambio di regime in Italia?? Oppure un avvertimento dei poteri forti al governo Italiano?

Inserisci un Commento

*

code