Si iniziano a Ripristinare i pozzi di Petrolio Distrutti, I Giacimenti Di Gas Nel Raqqa Della Siria Dopo Anni Di Bombardamenti Statunitensi

Raqqa, Siria – Sono iniziati i lavori di recupero nei giacimenti di petrolio e gas nella provincia siriana di Raqqa e nel “triangolo” tra le province liberate di Raqqa, Hama e Homs, come ha dichiarato il capo della gestione statale sul campo di al-Saura, Ali Ibrahim.

Il ripristino dei campi richiederà molto lavoro e il coinvolgimento di grandi aziende”, ha riferito domenica all’agenzia RIA, poiché tutti i pozzi di petrolio e l’intera infrastruttura presso gli impianti di trattamento dei campi sono stati completamente distrutti, mentre i gasdotti sono stati parzialmente danneggiati.

Ibrahim ha sottolineato che la distruzione è stata causata dagli attacchi aerei della coalizione americana, che hanno bombardato territori sotto il controllo dello Stato islamico dell’Iraq e della Siria (ISIS, ISIL o Daesh), colpendo anche le infrastrutture del paese e hanno lanciato missili su ogni pozzo.

Alla fine di luglio, il colonnello generale Sergei Rudskoy, capo della direzione operativa principale dello Stato maggiore delle forze armate russe, ha affermato che le compagnie militari private americane, che contano oltre 3.500 persone, stanno saccheggiando strutture petrolifere siriane sotto la copertura della coalizione guidata dagli Stati Uniti. , ha riferito l’agenzia di stampa TASS.

“A parte l’addestramento dei milìziani, le entità statunitensi in Siria sono coinvolte nel saccheggio delle strutture petrolifere e dei depositi nell’area attraverso l’Eufrate che appartengono al legittimo governo siriano. Ultimamente, è stato osservato che le compagnie militari private statunitensi rafforzano attivamente il loro personale. Oggi, i mercenari delle compagnie militari private in Siria superano le 3.500 persone ”, ha osservato Rudskoy.

L’anziano generale russo ha inoltre rivelato che le compagnie militari statunitensi sono coinvolte nella produzione e vendita illegale di petrolio siriano proveniente dai campi di al-Omar, Conoco e al-Tanak.

“È in atto uno schema criminale di consegne transfrontaliere di greggio siriano. In realtà, avviene che la ricchezza nazionale siriana viene saccheggiata ”, ha aggiunto Rudskoy.

“Tutta questa attività delle compagnie militari private statunitensi è condotta sotto la copertura della coalizione internazionale antiterrorismo. In realtà, si tratta di affari di contrabbando sequestrati dagli americani complici del Daesh ”, ha affermato il generale russo.

Rudskoy ha quindi accusato gli Stati Uniti di fornire vari gruppi di milizie arabe e curde nel nord della Siria con diversi tipi di munizioni in cambio di assistenza nel traffico illegale di petrolio siriano sulla riva orientale del fiume Eufrate.

Nel marzo 2018, l’agenzia di stampa Sputnik ha riferito che gli Stati Uniti avevano iniziato la costruzione di una grande base militare nella provincia orientale e ricca di petrolio di Deir Ezzor in Siria.

Gli Stati Uniti e i loro alleati hanno invaso la Siria nel 2014 con il pretesto di combattere il terrorismo, senza alcuna autorizzazione da parte del governo siriano o un mandato delle Nazioni Unite. Gli attacchi aerei di Washington e dei suoi alleati in tutto il paese arabo hanno ucciso migliaia di civili e hanno distrutto buona parte delle infrastrutture del paese.

Bambini salvati da Esercito siriano

Damasco ha ripetutamente ribadito che qualsiasi truppa straniera in Siria è considerata una forza occupante e il governo siriano ha il diritto di prendere tutte le misure necessarie per affrontarla e respingerla.


Nota: Non è chiaro se mai risponderanno le autorità di Washington e dei paesi alleati alle distruzioni ed alle vittime che hanno causato con il loro intervento. Quello che è invece chiaro e palese è il ruolo distruttivo e di sobillazione che l’intervento degli USA e dei suoi alleati ha svolto nel paese arabo martoriato da otto anni di guerra. A tutto questo si aggiunge il vergognoso perdurare delle sanzioni che gli USA e l’Europa hanno decretato contro un paese ed un popolo che ha avuto il torto (agli occhi dell’Occidente) di non volersi piegare alla dominazione dell’Impero USA. Questo della eroica resistenza della Siria è un capitolo che rimarrà nella Storia.

Fonte: FRN

Traduzione: Luciano Lago

Inserisci un Commento

*

code