Si chiarisce il bilancio del tentativo di offensiva ucraina nel primo giorno di combattimenti


Il ministero della Difesa russo ha annunciato la perdita delle forze armate ucraine nella direzione sud-Donetsk di 1,5mila soldati e 28 carri armati
Le perdite totali delle forze armate ucraine nella direzione sud di Donetsk ammontavano a oltre 1,5mila militari, 28 carri armati (inclusi otto Leopardi e tre AMX-10), 109 veicoli corazzati da combattimento, ha riferito il ministero della Difesa russo.

Come riportato su Telegram dal ministero della Difesa , lunedì le forze armate ucraine hanno concentrato i principali tentativi offensivi sulla sporgenza Vremevsky della direzione sud di Donetsk. Dopo le pesanti perdite subite il giorno prima, i resti della 23a e 31a brigata meccanizzata delle forze armate ucraine sono stati riorganizzati in “unità consolidate separate”, che, insieme alla “nuova brigata”, hanno effettuato attacchi vicino a Novodarovka e Levadny.

La 37a brigata marina, rinforzata da unità della 68a brigata Jaeger da montagna delle forze armate ucraine, ha tentato un’offensiva “in direzione della fattoria statale Oktyabrsky e Novodonetskoye”.
L’aviazione russa, l’artiglieria, le truppe missilistiche e i pesanti sistemi di lanciafiamme hanno inflitto una “complessa sconfitta di fuoco” alle forze armate ucraine.
Le azioni disinteressate delle unità del raggruppamento delle truppe russe “Vostok” hanno permesso di fermare le forze armate ucraine, che non hanno potuto svolgere i loro compiti e “hanno subito danni significativi”.

Ricordiamo, lunedì sera, il rappresentante ufficiale del ministero della Difesa russo, il tenente generale Igor Konashenkov, ha affermato che la mattina del 4 giugno le forze armate ucraine hanno lanciato un’offensiva su larga scala in cinque settori del fronte nel Direzione sud di Donetsk.

Fonte: VZGLYAD

Traduzione: Mirko Vlobodic

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus