Si balli fino alla fine

di Simone Torresani –

“Natale? Cenone in videochiamata in Skype e acquisti su Amazon”. Così parlò Massimo Galli, direttore sanitario del “Sacco” di Milano ed esponente di punta del “partito” dei virologi del lockdown ad oltranza. Sono d’ accordo totalmente con il prof.dott.Galli. Chi ha letto i miei due precedenti articoli (“schiavi della paura”; “una colonia digitale”) e leggerà le prime parole di questo, penserà che stavolta sono davvero impazzito.
Nulla di tutto ciò, sono estremamente lucido e serve una disamina feroce ma veritiera, da Cassandra che grida nel deserto, per svelare il volto di ciò che viviamo: non avendo nulla da perdere, fuorché l’onore, mi appresto a farlo. Nelle sue esternazioni tranchant e secche, quasi sempre indelicate e urtanti, tragiche e quasi in stile laconico con “imperatoria brevitas”(la metafora bellica ci sta, nel personaggio) possiamo ben dire che -piaccia o meno -Massimo Galli ha colto quello che Herder chiamò lo “Zeitgeist”, lo Spirito del Tempo inteso non come entità dimensionale ma come “genius saeculi”.
Del Tempo che viviamo e che vivremo. Spieghiamo meglio.
1) Anzitutto senza social, videochiamate, Internet, film in streaming e tutto l’ammasso di quel che si chiama entertainment e alimenta un mercato che vale miliardi, nessuna clausura in stile “arresti domiciliari anche per i sani” ci sarebbe mai stata. Non è stato il lockdown a creare il distanziamento sociale, ma viceversa è stato il distanziamento sociale già in auge da anni a confluire naturalmente e fatalmente nel lockdown. Se Sars-Cov 2 fosse successo nel 1969..1973..1987..date prese a casaccio dell’era analogica,”cù sta minchia”, come si dice pressappoco dove mi sono trasferito, che per 70 giorni di primavera a milioni se ne sarebbero rimasti buoni a casa: non so cosa si sarebbero inventati all’epoca come misura di contenimento e prevenzione, logico che qualcosa avrebbero fatto nel caso di un virus bastardo come il covid – bassa letalità ma contagiosità alle stelle che mette sotto pressione il sistema sanitario, diventando un problema serio- ma di certo non avrebbero agito così.

2) Ci si basa sul principio: diritto alla Salute. Io mi baso invece sul principio: diritto ad essere curati, che non è proprio la stessa cosa, ma tant’è: o l’uno o l’altro, in una ottica di un lockdown di questo genere implica che il distanziamento si deve mantenere. Se vogliamo fare una cosa, facciamola almeno giusta e sino in fondo: che senso ha riaprire venti giorni a dicembre per poi ritrovarsi nuovamente chiusi magari tutto febbraio e marzo? “Quel che devi fare, fallo in fretta” disse qualcuno in un libro che ha avuto una certa importanza nella Storia dell’Occidente e del mondo. Si è voluto ballare? E si balli sino alla fine: a dicembre, tutto chiuso e ovunque zona rossa.

3) Ci sono le pressioni per aprire, cianciano negli ex palazzi dell’aristocrazia dello Stato della Chiesa in Roma, ora occupati da un ectoplasma che ha nome “Governo italiano”. Allora prima cianciamo di “diritto alla Salute”(ad esser curati) e poi, perché nella Festa del Consumismo Indotto, oops, pardon, il “Natale”, gli italiani devono avere l’illusione a farsi vedere dagli altri a buttare i tre soldi loro rimasti (chi sa perché gli italiani hanno sempre i soldi per smart tv, attrezzi ginnici su Amazon, vestiti, chincaglierie e mai per le bollette, gli affitti, la spesa…) allora esponiamo gli italiani al contagio? Cioè: è un distanziamento sociale con la “claque” allora, altro che “la salute prima di tutto”: il semaforo si accende a comando. In piazza ti ammali, al centro commerciale no?

4) Esiste, lo ha detto Galli, internet e Amazon del simpaticissimo Jeff Bezos. A me Bezos sta simpatico: è un furbone che ha avuto una genialata e fa quattrini a palate sfruttando la pigrizia fisico-mentale degli altri. Non ha mica inventato robe incredibili Jeff Bezos, ha fatto solo del commercio online un businness colossale: si è limitato a vendere roba che già c’era con un mezzo e una Rete che già c’erano. Siamo noi sempliciotti ad aver fatto di Bezos un Paperone digitale, tutto qua: senza la pigrizia fisico-mentale e il voler avere tutto e subito -come dei poppanti viziati- Bezos non sarebbe mai diventato Bezos.
5) Si facciano quindi gli acquisti su Amazon o su eBay e non ci si preoccupi molto per i negozi tradizionali e di medie o anche grandi dimensioni: quelli stanno come la diligenza ai tempi delle ferrovie di Giorgio Stephenson: tempo nove, dieci anni e saranno un lontano ricordo. Qualche numero? Dal 2007 al 2019 ben 200.000 negozi chiusi in Italia e non solo per le tasse; nel biennio 2018-19 Amazon ha fatturato da noi circa 2.325 milioni di euro (fonte: Sole24Ore del 17-12-2019) e nel retail Esselunga ha aumentato il valore delle compere online dai 158 milioni di euro ai 239 del 2018-19 (fonte: Sole24Ore, ib.). Gli stessi dati ci dicono che a fronte di un calo del potere d’acquisto decennale di circa 135 euro mensili al sud e 80 al centro-nord, il fatturato dei negozi di vicinato è diminuito del 14% circa ma quello del retail è aumentato del 6,4%. Avete un negozio? Chiudete e dedicatevi alla terra, avete solo da guadagnarci.

Amazon Sede Generale

Quindi…di che cazzo stiamo parlando? Natale in videochiamata e acquisti su Amazon. Si è trascurata la famiglia sino a ieri: esemplare l’articolo de “Il Messaggero” del 19 febbraio scorso, 48 ore prima del covid a Codogno dal titolo “Figli, uno su sei non li rifarebbe perché servono troppi sacrifici”. Ecco il concetto di famiglia odierno, per una larga parte della popolazione. Natale in videochiamata, acquisti su Amazon: mi pare giusto.

Concludo questa trilogia di articoli molto dura, molto schietta, molto diretta, rivolgendomi a voi che leggete. Questo è il futuro e il colossale accordo di libero commercio Asia-Pacifico di pochi giorni fa, quasi snobbato dai media italiani, spalancherà le porte ad un nuovo attore dell’umanità e alla Rivoluzione digitale. Non che quella cornucopia porti la serenità: certamente avranno un capitalismo di Stato come in Cina all’ apparenza più umano, più prospero, ma la devastazione umana della civiltà tecno-scientifica camminerà speditamente.

Con l’aggravante che noi europei, Germania forse a parte, usciremo dal palcoscenico. Augurandovi tanta salute spirituale, mi congedo prendendo a prestito le parole dell’articolo recentemente pubblicato dal mio amico E.Caprara: “…nella fase finale di questa civiltà che si va delineando (…) una limitata minoranza (…) se bene organizzata moralmente e spiritualmente potrà incidere nella situazione politica”.

Fonte: Il Giornale del Ribelle

15 Commenti

  • ANDREAROSSI
    22 Novembre 2020

    Vamos a Bailar

  • serpe
    22 Novembre 2020

    Ma non c’è nessun diritto a essere curati. Il malato e il sano hanno due destini diversi, quindi non si deve interferire.

    • Kaius
      22 Novembre 2020

      Allora spero che ti venga un bel cancro così poi vedremo se c è un diritto alle cure oppure no!

    • Alberto
      22 Novembre 2020

      Hai ragione, essendo profondamente malato giustamente vuoi separare il tuo destino dai sani di mente.

  • atlas
    22 Novembre 2020

    io odio l’america (credo si sia capito)

    ma nessuno mi tocchi amazon. Le cose bisogna dirle e pensarle con obiettività, anche andando controcorrente: amazon mi dà il vero LIBERO mercato, è un fatto. Mi spiego: con la tecnologia di oggi (delle cose si deve prendere sempre il meglio, non chiudersi nei paraocchi come i giuli), prendo a caso ciò che a me interessa, ma tutto per altri si può riverberare sui loro, ovvero l’HI-FI, DIO Benedica amazon. Perchè. Io acquisto lì dal 2014, e parecchio anche. Quando mi serve un cavo HDMI, faccio solo un es., con delle determinate caratteristiche tecniche, primo, io ho la possibilità di scegliere fra tutte o quasi le marche del mondo, e l’articolo mi può arrivare da tutto il mondo, secondo, ho tempo di valutare, comparare, vedere le foto, studiarmi il tutto di tutti gli articoli anche per un mese intero, leggere le minchiate o le verità di chi ha avuto l’esperienza nell’acquisto, ordino e me lo portano a casa, nuovo di zecca e con tutte le garanzie, se non sono soddisfatto lo rimando indietro e mi ridanno i soldi, assistenza 24h 365 gg all’anno, mi chiamano loro dopo 1 minuto, posso acquistare anche la Domenica alle 4 di mattina, nessuno mi ruba nulla dalla carta di credito

    poi, io ora sono a Milano. E se fossi a Gallipoli ? Per trovare qualcosina già devo andare a Lecce, e sono 80km avanti e indietro, andare su e giù, l’articolo è finito, non c’è, bisogna ordinarlo, devo ritornare……la signora Pina dell’elettrodomestico di sotto non sà nemmeno cosa ha mangiato ieri sera, che cazzo ne sa di HI-FI. Tratta solo Samsung e JVC. Quindi quella è la libertà: Samsung o JVC, figuriamoci se ha un convertitore di segnale da ottico a digitale che comprende anche il dolby digital. Sono solo esempi

    da mediaworld non cambia molto: hai a che fare con un sottopagato, stanco, non è detto che sia perito, sei solo fortunato se è uno che condivide i tuoi stessi interessi, allora ci mette l’anima a servirti e consigliarti, ma non è obbligato a spiegarti, non è detto che ne sappia più di te. E non ci sei solo tu, magari da solo deve dare retta a 30 persone, più ignoranti di una capra. Poi, è uno stipendiato, che CAZZO gliene frega se compri o no (e anche quì, l’interesse a vendere può indurre a deviare nel consigliare male, c’è la roba da esposizione che è lì accesa da mesi, che ne sai che ti mettono nella scatola, che combinano, importazioni parallele etc…). Quindi, ti piace ? Lì è la cassa. Non ti piace ? Ciao, kissenefrega. E alla fine, cos’avrà mediaworld più della signora Pina, oltre a Samsung e JVC, anche Pioneer e Aiwa, ma sempre lì siamo. Per trovare casse Magnat devo andare a Bari ? Le avranno ? Sono tedesche, saranno solo per il mercato tedesco ? Le conoscono solo in Germania ? Ci sono marche nuove con prodotti nuovi ? Su amazon li posso scoprire, alla Pina posso solo dirle ‘ma muori di fame vecchia scrofa’. Se un’articolo poi ti accorgi che è difettato te lo cambiano ? C’è da mettere mano ai coltelli

    DIO stra-Benedica amazon, anche se fossero giudei …

    • atlas
      22 Novembre 2020

      itali ani (e duosiciliani) di MERDA e ignoranti, che CREPINO di fame

      • mondo falso
        22 Novembre 2020

        vero , chi per paura rinuncia a vivere non merita niente

        • atlas
          22 Novembre 2020

          proprio così, poi il principio del covid è proprio quello riportato all’umano. Loro ci fanno il virus dei poveri (windows, MAC è un’altra cosa, ma costa tutto di più) e non riusciamo a camminare sino a quando non paghiamo la tangente a Norton ogni anno. Poi c’è Karspersky (e i tecnici di Norton, in assistenza sono in grado di entrare nel tuo PC e fare cosa vogliono se lo hai installato eh)

          qualcuno ha una foto di Berlusconi o Zingaretti intubati ? Intubano solo i pezzenti

          non vuole che la madre sia intubata e soffra per niente, quando lo fucilano ?

          “tutto finto, i medici lo fanno per intascare 700 o 2000 euro”

          https://it.sputniknews.com/italia/202011219816181-ricoverano-madre-negazionista-per-covid-19-e-lui-gira-video-dicendo-che-e-tutto-inventato/

    • rossi
      22 Novembre 2020

      hai toppato…. se non sei filo ammericano utilizza per lo meno aliexpress…. amazzon è del deppstate… la Cina è alleata della Russia non dimenticarlo…. poi W LA SANTA RUSSIA CRISTIANA ORTODOSSA E VERAMENTE MULTIETNICA

      • Arditi, a difesa del confine
        22 Novembre 2020

        la Russia è alleata con la cina come l’Italia lo era con la Germania ; non c’erano alternative

        ed i comunisti sono lì che aspettano di impadronirsi dei territori siberiani, è cosa nota.
        e Putin lo sa.

    • robyt
      23 Novembre 2020

      Ho letto il tuo bello sproloquio, e alla fine mi sono chiesto, ma quanto ti paga Jeff Bezos ? NOn metto in dubbio che amazon svolga un buon servizio, il problema è quando semplicemente alla mediaworld non ci puoi manco andare perché il governo dice che bisogna stare chiusi in casa tutto il giorno pena sanzioni a seconda di come la interpreta quello che ti ferma al posto di blocco, sulle cause di necessità. Anzi il problema è quando ti costringono a ordinare tutto online, con la scusa del pericoloso virus. E’ chiaro che facendo ragionamento così superficiali, non si capisce un tubo.

      Ma tanto non è un problema che risolverà l’italietta, trump doveva spezzettare tutte queste mega corporazioni, per evidente monopolio di mercato, con le norme antitrust… ma trump alla fine oltre a minacciare non ha fatto nulla oppure il sistema è stato in grado di prenderlo anche per i fondelli oscurando le sue parole dicendo che sono infondate, che non è il presidente, etc. Ma tanto ormai anche questa è storia passata, nel futuro non usciremo più di casa, dalla culla alla tomba, dentro in una gabbietta, con amazon che ti porta tutto quello di cui ti dicono che devi avere bisogno, fantastico !

  • songanddanceman
    22 Novembre 2020

    IN linea di massima sono d’accordo con il sig. Torresani ,
    ma , a parte che il Dogma ” rispettare IL mercato ” viene obbedito SOLO quando conviene all’Establishment che ha in mano il “n/s.” governo ,
    NON sono d’accordo , però sul punto “4 ) ” : — “” A me Bezos sta simpatico: è un furbone che ha avuto una genialata e fa quattrini a palate sfruttando la pigrizia fisico-mentale degli altri. “” —
    in pratica Torresani da la colpa a Noi-sudditi-cittadini (tanto per cambiare : troppo facile !! ) .
    LA Colpa , invece ( caro Torresani ) si chiama : Pensiero Unico :: Concorrenza Sleale , Globalismo , NEOliberismo, MERCANTILismo ,
    I “Bezos ” di turno ( & le banke che lo finanziano ) hanno “solo “sfruttato i governi (come quello italiano) corrotti & camerieri delle Lobby multinazionali..

    • Sandro
      22 Novembre 2020

      “LA Colpa , invece ( caro Torresani ) si chiama : Pensiero Unico :: Concorrenza Sleale , Globalismo , NEOliberismo, MERCANTILismo……..” 
      Bravo SONGAN……..ecc. In una sola frase hai sintetizzato una realtà che ci sta opprimendo, all’incirca, da quarant’anni.

  • Alessandrov
    22 Novembre 2020

    Sono d accordo con le riflessioni Dell articololista, come anche di quello di ieri, molto ben scritto del giornalista Della luna. Aggiungo solo che anche la Germania non è esclusa da questo progetto politico sovversivo e di emarginazione, sociale e individuale, avviato con questa truffa sanitaria. In Germania c è molta molta povertà un po’ come in tutta Europa e tra gli stessi tedeschi. Sono stati spiazzati anche loro all improvviso dall attacco di questa oligarchia mafiosa transnazionale come tutto il mondo del resto. Ma anche la vera Germania, quella dei milioni di cittadini tedeschi è nella stessa nostra identica situazione. Vedi le varie manifestazioni anti covid di Berlino.

    • robyt
      23 Novembre 2020

      però la frau merkel la hanno rivotata fino al quarto mandato, manco fosse ciccio-kim-yong-un o l’ologramma di sua sorella… ha tra l’altro gli indici di gradimento più elevati tra i politici occidentali… NOn dico che non ci siano tedeschi contrari, ma quelli che decidono sono tutti favorevoli, e hanno un appoggio elettorale abbastanza vasto, se confrontato rispetto all’erosione che si è verificata negli altri sistemi politici come Francia, Spagna, Italia, Regno Unito, Stati Uniti d’America, etc.

Inserisci un Commento

*

code