Shoigu ha ordinato il ritiro delle truppe da Kherson oltre il Dnepr


Le truppe russe hanno ricevuto l’ordine di ritirarsi attraverso il fiume Dnepr, l’ordine corrispondente è stato dato dal ministro della Difesa, generale dell’esercito Sergei Shoigu.

“Iniziate con il ritiro delle truppe e prendere tutte le misure per garantire il trasferimento sicuro di personale, armi e attrezzature attraverso il fiume Dnepr”, ha detto il ministro della Difesa russo Sergei Shoigu a Sergey Surovikin, comandante del gruppo congiunto delle forze russe nell’area di ​il NMD.
La città di Kherson e gli insediamenti adiacenti nelle condizioni attuali non possono essere completamente riforniti e funzionare. La vita delle persone è costantemente in pericolo a causa dei bombardamenti. Il comandante Surovikin lo ha riferito mercoledì al ministro della Difesa, riferisce TASS .

Surovikin ha affermato che l’esercito russo avrebbe occupato linee difensive e le posizioni preparate in termini ingegneristici sulla riva sinistra del Dnepr. Secondo lui, ogni giorno le unità ingegneristiche ripristinano i passaggi attraverso il Dnepr e li mantengono in funzione.

Il generale ha spiegato che tutti coloro che desideravano lasciare la regione di Kherson sono più di 115 mila persone.

Mercoledì scorso, Surovikin ha annunciato la stabilizzazione della situazione nell’area del NWO.
Surovikin ha annunciato la sua intenzione di formare nuove linee difensive sulla riva sinistra del Dnepr

Generale Sergei Surovikin

Le unità delle forze armate russe occuperanno linee difensive sulla riva sinistra del Dnepr, ha affermato Sergey Surovikin, comandante del raggruppamento delle forze armate russe.

Durante il suo rapporto al ministro della Difesa russo Sergei Shoigu, ha sottolineato che la manovra corrispondente sarebbe stata effettuata nel prossimo futuro.

Surovikin ha anche osservato che da agosto a ottobre le forze armate ucraine hanno perso più di 9,5 mila soldati uccisi e feriti nella direzione di Kherson.

Fonti: https://vz.ru/news/Ria Fan.ru

Traduzione: Sergei Leonov

26 Commenti
  • Plutonio
    Inserito alle 17:54h, 09 Novembre Rispondi

    Questo è il risultato di una guerra fatta coi guanti di seta,di questo passo gli ukronazi
    Arrivano in Crimea

  • Monk
    Inserito alle 18:03h, 09 Novembre Rispondi

    Intanto a Kiev, invece di essere rasa al suolo, continuano le passerelle delle stars americane come il satanista Penn che ha donato l’oscar al cocainomane.

    • Massimiliano
      Inserito alle 21:08h, 09 Novembre Rispondi

      Ciao a tutti, ciao Monk, ben tornato. Dicono che già da qualche tempo abbiano iniziato a trattare sulla base di Kherson agli Ucraini, insieme a Zaporizia, ed ai russi il Donbass ed il Luhans’k, con il riconoscimento internazionale di tutte le regioni o almeno della Crimea, a ciò si dovrebbe l’aver fermato la chiamata dei riservisti. (non hanno poi effettivamente richiamato tutti i trecentomila e più). Non so ovviamente se questo corrisponda a verità o se poi si concretizzerà di fatto. Rimane la possibilità che sia solo un ripiegamento strategico che viene utilizzato senza patemi d’animo dalla dottrina militare russa, poiché non è facilmente difendibile Kherson ed è più facile tenere una linea difensiva dietro ad un confine naturale come un fiume, per l’appunto, forse aspettando l’inverno o forse aspettando che i duecentomila riservisti siano pronti da mandare al fronte, armati ed equipaggiati. Qualsiasi scenario si prospetti, tutto rimane molto nebuloso, ci sono troppe cose che sono dissonanti, rimane tutto di difficile interpretazione, anche perchè reperire informazioni il più possibile di prima di mano appare una chimera e gli scenari mutano rapidamente.
      Ma ritengo facilmente ipotizzabile che l’ucraina entrerà in unione europea e nella Nato, purtroppo e che la ricostruzione/tangente dovremo pagarla noi!

  • Vitruvio
    Inserito alle 18:25h, 09 Novembre Rispondi

    Avanti così e gli ukronazi arrivano in
    Crimea

  • Aplu
    Inserito alle 19:03h, 09 Novembre Rispondi

    Continua l’operazione chirurgica russa, ma la gente non capisce che bisogna lavorare con pazienza onde evitare vittime civili e le infrastrutture che dovranno tornare a funzionare domani. Non possono fare terra bruciata alla maniera del Vietnam.

    • Vitruvio
      Inserito alle 19:09h, 09 Novembre Rispondi

      Penso che che se attacchi una nazione
      Devi fare anche terra bruciata, altrimenti
      Questa si riorganizza e passa al contrattacco
      Cosa che purtroppo sta succedendo,la perdita di kherson è una grave sconfitta

  • Sarabanda 82
    Inserito alle 19:06h, 09 Novembre Rispondi

    Allora è vero che i Russi si ritirano lo affermano loro stessi, ma come spiegano questa marcia inditro,? Avete sempre che era tutto dotto controllo e le cose si mettevano bene che gli Ucraini non avevano piu ricambi urbani da mandare al fronte, invece sembra tutto il contrario, se continuaa così fra qualche mese gli toccherà chiedere un armistizio. Ma tutle meravigiose armi futuristiche che fine hanno fatto? Qualcuno ci può spiegare.?

    • Lorenzo
      Inserito alle 19:20h, 09 Novembre Rispondi

      Kherson era indifendibile perché era una testa di ponte con alle spalle un fiume, gli ucraini hanno bombardato tutti i ponti e i rifornimenti non potevano essere garantiti ai soldati, rimanere lì sarebbe stato un massacro sono mesi che i russi le stanno prendendo di Santa ragione e ancora c’è chi parla di tattiche studiate e volute come una partita a scacchi, ma le guerre non si vincono perdendo terreno

      • vincenzo
        Inserito alle 20:25h, 09 Novembre Rispondi

        …e chi l’ha detto che le guerre si vincono guadagnando terreno?… la storia è piena di fatti che lo dimostrano l’esatto contrario!

  • Pavel
    Inserito alle 19:30h, 09 Novembre Rispondi

    Ecco qua come volevasi dimostrare …. continui proclami di offensive bloccate , ingenti perdite Ukronato e poi si ritirano . E i 300.000 mobilitati dove sono ?
    Peccato avevo sperato in una sonora lezione per gli USA/Nato e invece da quando questa “operazione speciale” è iniziata sono solo scoppole per i miei tanto amati Russi, Sono deluso e amareggiato. e dispiaciuto anche per i migliaia di soldati Russi morti a questo punto per nulla.

    • valerie
      Inserito alle 21:33h, 09 Novembre Rispondi

      La cosa più bella di voi troll che non avete nemmeno il coraggio di proclamare da che parte state (i miei amati Russi! I morti per nulla! Ma non farmi scompisciare!) e che vi fate vivi tutte le volte che la Russia cede terreno, è che evidentemente vi rode come un cancro in metastasi che siano proprio i generali più navigati a chiedere questi arretramenti in cui non viene persa la vita di nessuno, mentre in tutti gli altri punti del fronte i vostri amati pupazzi saltano in aria come pop corn. Vi farebbe piacere che i Russi se ne stessero lì a giocare le vostre partite a Risiko per difendere il nulla, mentre i vostri amici, seguendo la lezione magistrale del vostro Padrone Gangster, si divertono a massacrare civili innocenti con le armi pagate coi miliardi dei porci servi europei. E invece niente; sono loro a portarvi dove vogliono loro e vi lasciano il terreno libero dove pare a loro e quando pare a loro. Voi alzate bandierine e fate propaganda, ve la cantate e ve la suonate; loro vi distruggono arsenali, uomini e miliardi. Poi usate mille volte le solite parole di routine: tonno, cascati in trappola, tigre di carta, e le altre scemenze. E’ tutto quello che avete. Il solo fatto che veniate qua a sparare cazzate dà la misura di quanto avete bisogno di questo sfogo per calmare, illusoriamente, la vostra rabbia perché decine di stati assassini con i loro miliardi e con le stragi di civili non riescono ad avere la meglio e a imporre le condizioni a un’unica nazione. E trollate finché vi pare: i vostri trollaggi sono chiacchiere, i fatti sul campo di battaglia e la vostra rabbia sono reali.

  • nicolass
    Inserito alle 19:55h, 09 Novembre Rispondi

    Ogni passo indietro dell’esercito russo anche se comprensibile in termini di preservare vite umane viene interpretato dalla controparte come un segno di debolezza e quindi questo non farà che prolungare l’agonia del popolo ucraino

  • donchisciotte187
    Inserito alle 20:05h, 09 Novembre Rispondi

    Io inizio ad avere seri dubbi sul QI di Putin e compari, Sono caduti nella trappola anglosassone come dei veri babbei. Tutta l’Ucraina è stata preparata come una grande tonnara per i russi e Putin ha fatto proprio la figura del tonno.

  • Nicolass
    Inserito alle 20:15h, 09 Novembre Rispondi

    Purtroppo adesso ripartirà martellante la propaganda che gli ucraini stanno vincendo la guerra e quindi la pretesa di invio di nuove armi e finanziamenti…… tutto ciò porterà più guerra e più sofferenze specie per il popolo ucraino. Mi chiedo eta proprio necessario tutto ciò o sarebbe stato meglio per la Russia mantenere le posizioni? Spero solo che per l’ennesima volta i russi non si siano fidati delle promesse da marinaio degli americani .. è infatti circolata in questi giorni la notizia che gli Usa avrebbero chiesto a Kiev di riprendere. Kherson come precondizione per iniziare a intavolare trattative di pace… e quindi i i russi ritirandosi falicitetebbero questo processo ma gli americani parlano sempre con lingua biforcuta

  • ivancko
    Inserito alle 20:18h, 09 Novembre Rispondi

    al netto dei commentatori troll da salotto , cagabanda , trollabanda e minchiabanda spara cazzate a cottimo , i Russi si ritirano dalla piana destra del foiume Dnpr non da Kherson che portrebe essere raggiunta dagli ukronazi , ma pezzo di scemo secondo te una città russa puo essere lasciata libera alla rappresaglia del male nazi? Sei un troll uscito male o cosa? neurodemente. studia !

  • luther
    Inserito alle 20:20h, 09 Novembre Rispondi

    Non so che dire, anche se penso che questo arretramento russo abbia a che fare con il prossimo G20 in programma a Bali. Potrebbe essere che i russi vogliano tenere aperta una finestra negoziale da una finta, a questo punto, posizione di forza ucraina che favorirebbe una trattativa, del resto i russi avevano iniziato a sfollare gli abitanti di kerson già diverse settimane orsono. Il che dice che le diplomazie sono già al lavoro.

  • Stefano Z.
    Inserito alle 20:54h, 09 Novembre Rispondi

    l’Ucraina per liberare una città perde più di 9000 uomini…e anche 3miliardi di € che i tedeschi dovrebbero versare…e anche i finanziamenti da Belgio e Portogallo…e tra un po’ quelli di altri paesi europei…
    Nel frattempo la Russia si tiene il Donbass…e l’Europa si sta deindustrializzando e sempre più impoverendo a causa dei costi dell’energia,della crescente inflazione e per la sua sudditanza verso gli Usa…e con l’embargo al petrolio russo che arriverà a gennaio,che ci succederà?!
    Secondo me sono l’Ucraina e l’Euro/Nato ad aver poche frecce al loro arco ancora da scagliare.
    Ci faremo molto male, ahinoi…….

  • nicholas
    Inserito alle 21:22h, 09 Novembre Rispondi

    Secondo me, la tattica Russa è quella di intensificare la crisi economica europea; aumentando le spese militari per aiutare Kiev.
    I russi sono ottimi giocatori di scacchi, la sanno lunga su mosse strategiche.

  • amico di amici
    Inserito alle 21:23h, 09 Novembre Rispondi

    nulla di che Kherson è ancora russa , si tratta di ritirata tattica anche gli ukro non credono a che se ne vanno , per favore non credete alle cazzate di cagabanda, trollabanda minchiabanda , la Russi ha vinto povero scemo

  • Vitruvio
    Inserito alle 00:14h, 10 Novembre Rispondi

    Spero che sia una ritirata tattica,ma il territorio russo non andava difeso ad ogni costo?il referendum di annessione e poi lasciare la città ai nazisti?non si vogliono rischiare perdite certo,ma è una guerra in
    Piena regola e in guerra ci sono i morti
    Ripeto,se lasciano kherson ai nazi è una
    Grave sconfitta

    • Tacabanda1964
      Inserito alle 01:15h, 10 Novembre Rispondi

      Ritirarsi su posizioni sicure strategiche facilmente difendibili con vie di comunicazione sicure da attacchi Nazi-Ucraini Nato NON è MAI UNA SCONFITTA !
      Anzi è una schiacciante vittoria !
      Solamente un comandate militare macellaio idiota ed ignorante si intestardisce nel tenere ad ogni costo una postazione che potrebbe essere indifendibile in un futuro non molto lontano !
      Ritirarsi di qualche chilometro e salvare migliaia di soldati Russi e migliaia di attrezzature militari importanti Russe da una sicura è certa sconfitta militare e distruzione inutile di una armata NON è mai un errore !
      Logicamente una persona invasa , celebrolesa ,ignorante , scema senza sale in zucca NON arriverà mai a capire talune tattiche militari intelligenti Russe !
      Però questa ritirata Russa immotivata improvvisa da Kherson mi puzza MOLTO da ARMISTIZIO SEGRETO politico -militare sotterraneo tra RUSSIA e USA !

      • Lorenzo
        Inserito alle 09:18h, 10 Novembre Rispondi

        I russi preparavano l’evacuazione già da settimane, quindi difficile parlare di armistrizio segreto. Non si sarebbero mai ritirati se avessero consolidato meglio le posizioni, avanzando di più verso l’interno, rafforzando la logistica. Mykolaiv e odessa dovevano essere prese subito. Questa è una sconfitta soprattutto politica e per la propaganda russa anche perchè arriva dopo poco tempo lo smacco di kharkiv, dove hanno perso una regione grande più della Lombardia, e i referendum farsa. Non serve essere esperti militari per capire il disastro di questa “operazione speciale”, partita con un fallito golpe e continuata con migliaia di perdite e soldati impantanati nel fango delle trincee. Se i russi oggi possono sperare in qualche risultato è solo perchè putin ha minacciato l’uso di armi atomiche

        • jail to valerio
          Inserito alle 07:57h, 11 Novembre Rispondi

          La cosa più bella di voi troll che non avete nemmeno il coraggio di proclamare da che parte state (i miei amati Russi! I morti per nulla! Ma non farmi scompisciare!) e che vi fate vivi tutte le volte che la Russia cede terreno, è che evidentemente vi rode come un cancro in metastasi che siano proprio i generali più navigati a chiedere questi arretramenti in cui non viene persa la vita di nessuno

  • Giorgio
    Inserito alle 08:54h, 10 Novembre Rispondi

    Abbiamo tutti bisogno di un ripasso accelerato di storia ….
    Le guerre non le vince chi occupa più territorio nemico possibile …
    Altrimenti Napoleone e Hitler sarebbero ancora a Mosca ….
    Massimiliano d’Asburgo occuperebbe ancora il Messico, e il Giappone la Cina, la Francia l’Indocina, gli USA il Vietnam e l’Afghanistan, l’ISIS che occupava due terzi della Siria avrebbe rovesciato Assad e instaurato il califfato …. e potrei continuare ….

    • Lorenzo
      Inserito alle 14:05h, 10 Novembre Rispondi

      si, ma se si invade un territorio nemico si cerca di chiudere la guerra il prima possibile annientando l’esercito e le risorse disponibili, infrastrutture, sistema produttivo e energetico, ecc ecc… Qui stiamo vedendo un invasore che arretra sempre di più e non ha iniziative.
      Napoleone e Hitler hanno fallito perchè hanno lasciato la possibilità di riorganizzarsi all’esercito russo, in vietnam e afghanistan gli americani si sono scontrati con una guerriglia organizzata e quasi invisibile, che poteva contare sull’appoggio della popolazione, ogni guerra ha la sua storia

  • amico di amici
    Inserito alle 10:06h, 10 Novembre Rispondi

    ma sui canali russi parlano di ritirata non dalla città ma dalle fortificazioni della riva destra del Dnpr , il problema è non avanzano piu ci vogliono i bombardamenti massicci su tutta la ukropazzonia.

Inserisci un Commento