Seymour Hersh: Blinken ignora gli sforzi di mantenimento della pace e alimenta la guerra in Ucraina


Il giornalista premio Pulitzer Seymour Hersh racconta il discorso del segretario di Stato americano Antony Blinken nella capitale finlandese, in occasione dell’adesione della Finlandia alla NATO.

Il giornalista vincitore del premio Pulitzer Seymour Hersh ha accusato il segretario di Stato americano Anthony Blinken di alimentare il conflitto in Ucraina e l’odio verso la Russia.

In un articolo pubblicato sul sito americano “Substack “, Hersh ha accennato al discorso di Blinken nella capitale finlandese, Helsinki, il 2 giugno, in occasione dell’adesione della Finlandia alla Nato.

Hersh ha affermato che “come falco tradizionale nella sua posizione sulla Russia, Blinken ha superato se stesso, in mezzo alla rabbia della sua adesione alla guerra in Ucraina”, osservando che Blinken ha ignorato tutti i discorsi sugli sforzi di mantenimento della pace e di un cessate il fuoco, di cui l’esercito e i cittadini ucraini hanno bisogno.

“Blinken può formulare il suo attuale messaggio in modo più chiaro: odio i russi, lascia che il sangue venga versato”, ha continuato Hersch, osservando che Blinken “ha distorto le informazioni” sulla reale situazione nel mondo quando ha parlato a Helsinki dell ‘”isolamento internazionale” della Russia (sic!).

Un falco di carriera quando si tratta di Russia, ha superato se stesso nella ferocia del suo impegno nella guerra in Ucraina. Ancora una volta è stato sprezzante nei confronti di qualsiasi discorso su un cessate il fuoco, qualcosa di cui un esercito e una cittadinanza ucraini sempre più assediati avevano un disperato bisogno.

Soldati ucraini

Allo stesso modo, Hersch ha espresso dubbi sulla veridicità delle dichiarazioni di Blinken sull’abbandono “rapido e deciso” dell’energia russa da parte dei paesi europei, in particolare “la Germania e il suo immediato abbandono” del lancio del piano del gasdotto “Northern Stream-2”.

Hersch ha ricordato che il cancelliere tedesco, Olaf Scholz, ha superato la carenza di gas russo lo scorso inverno, solo grazie a riserve sufficienti, un inverno caldo e miliardi di dollari in sussidi governativi alle famiglie e alle aziende tedesche.

Nota: Per il segretario di Stato USA è necessario mandare al massacro gli ucraini in modo da soddisfare gli interessi egemonici di Washington, non importa che questa guerra si stia trasformando in una carneficina per le forze ucraine, sopraffatte dalla superiorità dell’esercito russo. Questo dimostra l’attitudine criminale della elite che comanda a Washington che, grazie alla accondiscendenza del loro pupazzo, Zelensky, sta mandando al massacro una intera nazione per soddisfare le loro ambizioni egemoniche. Il prezzo lo pagano gli ucraini.

Fonte: Substack.com

Traduzione e nota: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus