Servizi segreti statunitensi: la Cina è scientificamente superiore all’America


Il direttore del National Intelligence Service statunitense riconosce la superiorità scientifica della Cina sugli Stati Uniti e afferma che “Washington non dispone di misure e meccanismi per frenare gli investimenti della Cina nel settore tecnologico”.

Il direttore del National Intelligence Service, Avril Haynes (nella foto sopra), ha riconosciuto la superiorità scientifica della Cina sugli Stati Uniti grazie alla sua “strategia unica nell’integrare gli sviluppi scientifici tra i settori militare e civile, e nell’impiegare i loro frutti in ulteriori ricerche per raggiungere il suoi più lontani obiettivi. “
Lo stesso direttore dell’intelligence nazionale Avril Haynes mercoledì ha informato i membri del comitato ristretto del senato sull’intelligence sulla valutazione della minaccia mondiale degli Stati Uniti.

La Cina è sempre più un concorrente vicino alla pari, sfidando gli Stati Uniti in più aree mentre spinge a rivedere le norme globali in modi che favoriscano il sistema autoritario cinese”, ha detto.

La Cina, ha detto, sta impiegando un approccio globale per dimostrare la sua forza crescente e costringere i vicini regionali ad accettare le preferenze di Pechino, comprese le sue rivendicazioni sul territorio conteso e le affermazioni di sovranità su Taiwan.

Sede National Intelligence Service

“Ha anche notevoli capacità informatiche che, se implementate come minimo, possono causare interruzioni temporanee localizzate alle infrastrutture critiche all’interno degli Stati Uniti”, ha affermato Avril Haynes.

Questa dichiarazione è avvenuta durante una sessione dei capi di un certo numero di agenzie di intelligence dinanzi ai comitati del Congresso competenti per determinare l’entità della evoluzione tecnologica della Cina all’interno della comunità americana, soprattutto perché Washington “non ha misure e meccanismi per frenare gli investimenti della Cina nel settore tecnologico attraverso il suo comitato per gli investimenti esteri negli Stati Uniti ”, secondo Haynes.

Il direttore dell’FBI, Christopher Wray, ha informato le commissioni competenti dell’intensificazione degli sforzi investigativi sulle attività economiche sviluppate in forma sotterranea dalla Cina negli Stati Uniti, “un aumento di 1.300 volte negli ultimi anni, e ci sono più di 2.000 fascicoli di indagine ora aperti” in questo riguardo.

DETROIT, MI – DECEMBER 18: FBI Director Christopher Wray waits to speak at the announcement of a new Crime Reduction Initiative designed to reduce crime in Detroit on December 18, 2019 in Detroit, Michigan. (Photo by Bill Pugliano/Getty Images)

L’ampio rapporto evidenzia anche le capacità spaziali della Russia e nel complesso definisce la Cina “la principale minaccia” per la competitività tecnologica degli Stati Uniti.

Ray ha aggiunto che le indagini “nel solo campo dello spionaggio economico hanno raggiunto una media di apertura di un’indagine ogni 10 ore al giorno, che include le molestie nascoste di elementi cinesi residenti sul suolo americano, in un’operazione complessa chiamata (caccia alla volpe) che è culminato nell’incriminazione di una serie di accuse nel mese di ottobre / lo scorso ottobre “.

Separatamente, il direttore della CIA William Burns ha spiegato che i rinforzi militari russi in Crimea “indicano che si tratta di una tattica intimidatoria, ma può fornire il terreno per un’invasione militare limitata”.

Fonti: Ndtv.comDefense.news

Traduzione e sintesi: Luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus