Seguire Zelenskiy ci fa abbracciare le SS – Il caso del Canada

di Robin Philpot

I deputati canadesi, come lemming gettati nel baratro, cercano disperatamente un capro espiatorio per scagionarsi dall’aver riservato una standing ovation a Yaroslav Hunka, ex combattente nazista della 14a divisione Galizia delle Waffen SS. Il loro capro espiatorio, il presidente della Camera dei Comuni. Ma loro non possono scagionarsi così facilmente.

Fanno fatica a riconoscere che nessuno ha rifiutato di applaudire, nessuno è rimasto seduto, nessuno ha lasciato la Camera dei Comuni. Mentre tutti abbiamo visto foto di assemblee naziste in cui c’erano una o due persone che non applaudivano, che non dicevano Heil Hitler, nel Parlamento canadese non ce n’erano!

Tuttavia, è bastato ascoltare l’inizio dell’elogio dell’oratore per rifiutarci di alzarci, applaudire e gridare SLAVA UKRAINA. Yaroslav Hunka, ha detto il presidente, “ha combattuto per l’indipendenza dell’Ucraina contro i russi durante la seconda guerra mondiale”.

Quindi ha combattuto contro di noi. Contro le truppe canadesi e del Quebec.

Piccolo promemoria: un milione di giovani canadesi andarono a combattere in Europa contro i nazisti, compreso il padre dello scrivente. Centomila morirono in combattimento o rimasero gravemente feriti.
Circa 150 prigionieri canadesi presi durante lo sbarco in Normandia furono torturati e uccisi dalla Divisione 12 delle Waffen SS.

Ed ecco che il parlamento che li ha inviati lì per combattere contro i nazisti e per la libertà, per compiacere Zelenskij, fa una standing ovation a un collega delle Waffen SS, il reggimento più letale di Hitler.

Heinrich Himmler, che formava la divisione ucraina delle SS, andò a trovarlo in Ucraina (c’era l’eroe del parlamento canadese lì?) e disse che gli ucraini erano stati fortunati a essersi liberati degli ebrei e che se lui, Himmler avesse ordinato loro di uccidere tutti i polacchi lo farebbero con gioia.
Cosa che hanno fatto. Il che spiega la richiesta di scuse che la Polonia ha inviato al Canada.

SS. Divisione Galizia, militanti ucraini

Questa è solo la punta dell’iceberg.
Tutti i parlamentari hanno cantato lo slogan SLAVA UKRAINA. I media non ne parlano. Tuttavia, è risaputo che questo slogan è quello degli alleati ucraini dell’esercito nazista. Lo slogan è ispirato a Heil Hitler. I due furono esposti fianco a fianco mentre l’esercito tedesco avanzava verso est nel giugno 1941. E i seguaci di Stepan Bandera lo cantarono.

C’è di più: tutti conoscono la storia del nonno di Chrystia Freeland, Michael Chomiak, che lei nel 2017 elogiò dicendo che pensava ai suoi nonni che lottavano per la libertà, ma nessuno ne parla. Non lo ha mai rinnegato.

Monumento in Canada alla Diivione Galizia SS

Inoltre, nonno Chomiak portò con sé tutti i suoi archivi quando il Canada lo accolse (come tanti altri ex nazisti ucraini). Era fiducioso che sarebbe tornato in Ucraina, ma non sapeva che avrebbe dovuto aspettare fino al 2023. E li ha anche depositati nell’Archivio provinciale dello stato dell’Alberta, dove si può leggere ciò che ha scritto e pubblicato, compresa una celebrazione del “vittoria” a Dieppe, ovviamente quella dei nazisti.

Esistono in Canada due monumenti ai nazisti (uno a Oakville vicino a Toronto, un altro a Edmonton) eretti da organizzazioni finanziate in particolare dal governo canadese nell’ambito della sua politica multiculturale.

CONCLUSIONE:
SEGUIRE ZELENSKIY CI CONdurrà TRA LE BRACCIA DELLE SS

(Nella foto in alto: l’anziano nazista ex SS, seduto fra i deputati canadesi)

Fonte: le-pied-a-papineau/

Traduzione: Gerard Trousson

Nota: In Italia giornalisti e presentatori televisivi hanno sempre negato ed accusato di mentire coloro che indicavano la presenza di nazisti nella giunta ucraina di Kiev.

12 commenti su “Seguire Zelenskiy ci fa abbracciare le SS – Il caso del Canada

  1. Uhm…ad essere sincero, non voglio giustificare nessuno ma dal punto di vista storico Stalin ne ha combinate un bel pò in Ucraina (come nel resto del paese). Io riporto c’ ho che ho letto. Stalin si era reso conto che la Unione Sovietica era in forte ritardo per quel che riguardava l’ industria pesante. (Senza industria pesante non si costruiscono carri armati!). Doveva comprare i macchinari dall’ Europa (se non ricordo male dico Germania) ma non aveva i danè! Motivo per cui mise alla frusta i contadini per esportare grano…e gli ucraini pagarono il prezzo più salato…compresa la fame. Chi si opponeva all’ esproprio delle terre per la riforma agraria veniva eliminato. Chi riuscì a scappare fuggì prevalentemente in Canada (Saskechawan). I discendenti sono ancora lì, basta chiedere. E’ comprensibile che siano diventati nazisti in odio a Stalin. Quel che non si deve fare è confondere Putin con Stalin. Ma questa dovrebbe essere INFORMAZIONE.

    1. Concordo sul fatto che l’esproprio delle terre ordinato da Stalin ebbe conseguenze orribili, ma in quegli anni una certa carestia ci fu in tutta l’Europa dell’Est e comunque diventare nazisti e complici del massacro di Ebrei, Polacchi, russi ecc. non mi sembra del tutto giustificabile.

    2. Veramente i media occidentali paragonano Putin anche ad Hitler oltre che a Stalin. Non c’è stato presidente Usa che non abbia chiamato “nuovo Hitler” qualche leader di paesi che non si sottomettono !

  2. “In Italia giornalisti e presentatori televisivi hanno sempre negato ed accusato di mentire coloro che indicavano la presenza di nazisti nella giunta ucraina di Kiev.” …il ridicolo e tragico inizia e finisce con queste cose che solo qui accadono….il resto del mondo libero dice le cose come stanno…forse perchè non sono ex 68ini con la villa a capalbio….che schifo…la giunta militare di kiev , la Sbu , il Pravaj Sektor cosa erano ong dell’amore? ma pensa te che gentaglia cìè in giro…ilgiornale.it “Scontri etnici tra ii soldati russi”……lo show della bufala quotidiana….

  3. Bisogna sapere che le persecuzioni bolsceviche in ucraina furono ordinate da Stalin, ma la feroce esecuzione fu organizzata e messa in pratica da Kaganovic e Kruscev; entrambi di etnia ucraina.

  4. ….visto che avete aperto il dibattito completo dicendo si di etnia ucraina le persecuzioni ma messe in atto dagli askhenazi bolscevichi fanatici che furono pareggiati e superati in questa feroce contabilità di odio e anti umanità dalle squadre della Waffen SS Galicien …la povera Ucraina è una terra martoriati da un secolo , le persone devono capire che sono state lobotomizzate dalla propaganda nato come oggetto di cambio economico geopolitico….

  5. Comunque il Parlamento di Ottawa ne ha fatto una grossa…Il giorno dopo radio e tv ,a cantilena a scusarsi.Comunque il responsabile si è dimesso .Una cosa che non avete considerato è che nel ’40 ,quel signore aveva solo 10 anni ,quindi non era un combattente ..Io scrivo dal Canada.

  6. Più che altro in Ucraina sib dalla fine del diciannovesimo secolo ed oltre sono stati perseguitati coloro che erano critici verso l-impero austroungarico prima e coloro che volevano conservare la religione la lingua e le tradizioni russe c he furono mandati in campi di concentramento in Austria e sui quali avvenne il genocidio soprattutto in Galizia. Ciò in base a quanto scritto da Nicola Lilin oin un suo libro. Poi nella seconda guerra mondiale gli stessi furono perseguitati dalle formazioni ucraine che combatterò o a canti ai nazisti.

  7. Per chi non l’avesse fatto consiglio di leggere il libro di Nicola Lilin ‘la guerra e l’ odio” che spiega dal suo punto di vista storico su come si è arrivati in Ucraina alla guerra civile quali ne sono le radici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM