Segnali di un prossimo allargamento del conflitto USA Israele contro Palestina

di Luciano Lago
La notizia arrivata ieri è quella che sono state attaccate 4 basi dell’occupazione USA in Siria ed in Iraq e questo è stato un attacco molto serio che ha surriscaldato una situazione già molto incendiaria.
Tuttavia c’è un’altra notizia che deve far riflettere: i piloti dei bombardieri USA B52 della US. Strategici Air Force devono portare con loro le maschere antinucleari in ogni volo per poter affrontare le conseguenze di un possibile conflitto nucleare…
D’altra parte ci sono vari analisti che parlano apertamente di una possibile terza guerra mondiale che sta per iniziare, come ad esempio Tucker Carlson il quale ha detto che gli sembra che ci stiamo dirigendo alla guerra e che il mondo sta procedendo inevitabilmente verso questa direzione. Tuttavia risulta che gli stessi analisti militari dell’amministrazione Biden riconoscono che gli USA non hanno la capacità di affrontare una tale guerra (con la Russia, la Cina e l’Iran) e che Washington rischia di entrare in una guerra che è destinato a perdere.

Dmitry Medvedev ha dichiarato nel suo canale Telegram , che il mondo a conduzione USA si dirige verso l’abisso più profondo e che le decisioni prese, una dopo l’altra importanti o piccole che siano, dimostrano quanto sia malata tutta la società americana. Notare che Biden indica il denaro da spendere in armi di sterminio per la morte di persone in nazioni lontane dagli USA come un “investimento intelligente”.
A) parliamo della acquisizione di armi aggiuntive per 100 miliardi di dollari destinati a Ucraina e Israele;
B) il regime ucraino ha deciso di proibire la Chiesa ortodossa…..separandola dalla Chiesa madre;
3) Il ministro dell’interno francese non ha dubitato nel condannare un famoso giocatore di football per parole di appoggio alla Palestina,
Le notizie variano ma indicano il processo di decomposizione accelerata del tessuto stesso società occidentale.
Investire nella morte di persone innecessarie e lontane, non ci sono parole per questo, ma tale fatto sarebbe, secondo Biden, “un buon investimento“, questo va al di là del bene e del male ma dimostra non solo la demenza di un vecchio pazzo ma tutta la filosofia della sua vita e della elite anglosassone al servizio di una politica mescolata con cocaina e satanismo.


Zelensky con Biden

Dopo tutto Zelensky non è soltanto un degenerato senza famiglia e principi, uno che ha dimenticato la sua storia e quella degli altri ma è un pagliaccio di Frankenstein che trema per l’ansia di potere, creato per divertire i suoi clienti a cui è disposto a cedere il suo corpo non solo per il loro piacere ma anche per per distruggere il cristianesimo nella sua terra natale. Qui non si tratta di opinioni o credenze ma del massimo grado di abiezione.
Lui, e gli altri leader europei, possono esprimere le loro condoglianze agli israeliani ma non ai palestinesi, quelli sono considerati tutti come terroristi e sono carne consumabile, da sottoporre a massacro collettivo.

Le conseguenze sono ovvie: la intifada durerà per sempre, la Chiesa Ortodossa rinascerà ma attraverso il sangue e le sofferenze della guerra civile e la quantità di armi si trasformerà in cariche esplosive che alla fine diventeranno nucleari.
Lo dice lo stesso Medvedev: il passo seguente sarà presto un attacco nucleare.
Le basi dell’occupazione USA in Siria e Iraq state attaccate e questo indica che le forze della resistenza coalizzate hanno lanciato un poderoso attacco contro le basi dell’occupante USA, tanto che Biden ha dovuto interrompere la sua riunione ed il suo discorso (sconclusionato) davanti ai giornalisti ed è stato chiamato nella sala di emergenza.

Gruppo navale USA nel Mediterraneo

Davanti a questo nuovo sviluppo gli USA hanno inviato altre navi militari per fronteggiare il pericolo che proviene anche dallo Yemen, dall’Iraq e dalla Siria, così che il Pentagono ha rivelato la sua decisione di inviare forze aggiuntive in Medio Oriente.
Gli USA stanno preparando un piano per evacuare 600.000 loro concittadini da Israele e dal Libano. Questo indica che il conflitto Israele Palestina, fatalmente è destinato ad estendersi.

6 commenti su “Segnali di un prossimo allargamento del conflitto USA Israele contro Palestina

  1. La guerra si sta avvicinando all’obbiettivo reale, all’ossessione del vecchio premier pazzo sionista, ovvero l’Iran, la Francia del presidente culattone francese servo dei Rothshild sta vendendo armi all’Armenia, quale migliore modo per attaccare il nemico mortale del popolo negletto che farlo attaccare dai loro antichi rivali cristiani nel commercio eurasiatico, gli armeni?
    Gli USA stanno schierano navi con decine di aerei ed elicotteri e centinaia di missili Tomahawk attorno all’Iran per poterlo spianare, il vecchio premier sionista ordinerà al malandato esercito sionista, che non si addestra da anni, di entrare a Gaza supportato da forze speciali e marines NATO, Hezbollah reagirà invadendo con 100-150000 miliziani la Galilea dove faranno polpette della minoranza ebraica supportati dalla locale maggioranza araba, per poi entrare in Cisgiordania dove negli ultimi giorni gli squadroni della morte sionisti hanno ucciso decine di arabi di una popolazione che dovrebbe essere indipendente secondo gli Accordi di Oslo, pilotati dalla ricca minoranza ebraica locale, poche centinaia di persone che controllano la società protestante scandinava, la quale è stata da loro scientemente distrutta, e poi piomberanno su Tel Aviv.
    A quel punto gli aerei e i missili NATO colpiranno Libano e Siria, forse uccidendo anche soldati russi, e alla reazione dell’Iran, lo bombarderanno con armi nucleari.
    L’entità sionista non può reggere ancora per molto, il golem USA ha finito soldi e armi, in Ucraina nell’ultimo mese non ha mandato quasi nulla, poche armi e niente soldi, quindi per il vecchio premier sionista a fine carriera non resta che uscire di scena, lui e il suo moribondo regime, come pure il suo ormai semidissolto popolo, con i fuochi d’artificio.

  2. Il regime siamo tutti noi, e noi tutti finiremo inceneriti, generali da tastiera che non siete altro. Ma non accadrà nulla di tutte le stronzate che si leggono: sono tutti d’accordo. Non osservate con attenzione gli altri eventi, come Gates che acquista il castello di Portofino, secondo le vostre ‘illuminanti’ menti, lui non è a conoscenza delle trame del potere nero? E sempre secondo voi, spenderebbe tutti quei milioni per poi vederselo disintegrare?

  3. eusebio hai cannato , la Russia non rimane inerme gli Usa e getta sono fritti l Iran colpira per primo e sara un vero FIRST STRIKE ma non è il medio oriente il problema sono i stanisti demoniaci di uascinton che finanzianp e foraggiano il vecchio israeliano.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM