Secondo il NYT Blinken proporrà a Biden di consentire attacchi di Kiev in territorio russo


di Luciano Lago

Arriva la conferma: Blinken proporrà a Biden di consentire a Kiev di colpire il territorio russo con armi americane (e istruttori della Nato). Questo per revocare il divieto di attacchi di Kiev con armi americane sul territorio russo, scrive il New York Times.

E’ iniziato quindi l’abituale “giochino” di Washington con il Si/No per l’intervento diretto americano contro la Russia. Parte Zelensky con le sue richieste, queste sono inizialmente accantonate con scetticismo, accolte poi da un gruppo di membri del Congresso e subito dopo approvate dall’Amministrazione Biden.
Così era accaduto per l’invio dei carri Abrams, poi per altri missili Patriot, per gli F-16 e per l’invio di istruttori della Nato. Un gioco che si concluderà, come avvenuto in precedenza, con l’assenso di Biden all’attacco dei missili USA ATACMS contro obiettivi in profondità sul territorio russo.

Un attacco che sarà formalmente ucraino ma di fatto attuato con armi USA, con istruttori della Nato e con sorvolo di aerei e droni della Nato per localizzazione obiettivi.
L’ultima linea rossa prima del conflitto diretto Nato Russia viene così superata. La dottrina militare russa prevede l’utilizzo di armi nucleari tatiche quando è in gioco la sicurezza e l’integrità della Federazione Russa e questo è esattamente quello che sta accadendo.

Missili USA ATACMS

Secondo il giornale, alla Casa Bianca è in corso un dibattito sulla revoca del divieto per gli ucraini di colpire i siti di lancio di missili, riferiscono anche altre fonti.

La pubblicazione USA sottolinea che l’esercito russo sta facendo progressi proprio perché le forze armate ucraine non sono autorizzate a utilizzare armi americane per colpire il territorio russo (Belgorod, Kursk, Brianz, oltre alla Crimea secondo il NYT non sono russe).Il New York Times riferisce che dopo una “visita a Kiev che fa riflettere”, Blinken intende invitare il presidente degli Stati Uniti Joe Biden a revocare tale restrizione.

Sembra chiaro che siamo ad un passo da un conflitto mondiale e le forze russe hanno iniziato i preparativi e le esercitazioni con le armi nucleari ai confini dell’Ucraina e della Polonia.
Notare che i propagandisti della Nato ci raccontavano che il continuo incremento nell’invio di armi occidentali all’Ucraina, oltre a sconfiggere la Russia e difendere un paese “democratico”, serviva per mantenere la pace e la stabilità in Europa. Tutti hanno mentito spudoratamente e ingannato i cittadini europei che oggi hanno lo spettro di un nuovo devastante conflitto in Europa.

16 commenti su “Secondo il NYT Blinken proporrà a Biden di consentire attacchi di Kiev in territorio russo

  1. L’occidente è bugiardo e falsone come i padroni americani e i loro vassalli. Credono ancora che hanno le armi più sofisticate…………….. non è affatto vero. Le armi, i sistemi d’arma e le munizioni dell’EST surclassano il vetusto e DIFETTOSO arsenale dei padroni fessoni. Le prime vittime della propaganda sono proprio le élite di fessacchiotti occidentali ! Sono così onnipotenti che si autoinganno e si prendono in giro da sole ! Sono comiche !

  2. Your piece was tremendously insightful! The comprehensiveness of the material and the engaging presentation captivated me. The extent of research and expertise apparent throughout substantially elevates the content’s caliber. The revelations in the opening and closing sections were particularly compelling, igniting novel ideas and queries that I hope you’ll investigate in future works. If there are supplementary resources for further exploration on this subject, I’d be delighted to immerse myself in them. Thank you for sharing your knowledge and enriching our grasp of this topic. The exceptional quality of this work prompted me to comment right after reading. Maintain the fantastic efforts—I’ll definitely revisit for more updates. Your commitment to crafting such an excellent article is greatly appreciated!

  3. Ma gli attacchi in territorio russo non sono già consentiti? Belgorod, rostov, Sebastopoli, senza citare i territori del donbass e di lugansk, non sono territori russi??? Mi sembrano dichiarazioni e contro dichiarazioni surreali senza alcuna logica. Le linee rosse indicate dalla Russia sono state ampiamente superate senza che la Russia stessa abbia reagito. Per incapacità militare? per disegno strategico? A noi comuni mortali non è dato saperlo. A tutti buona fortuna

  4. si aspettano che la Russia colpisca la Nato per poter avere la scusa di attaccare in massa. Dubito che Putin colpirà la Nato per primo, lui sa che di missili ATACMS la nato non ne può dare tanti. Continuerà a distruggere meticolosamente tutte le armi che gli USA donano all’ucraina ed intanto avanza in Ucraina.

  5. Perché non avviene già?? Che buffoni questi ameriCANI. Quando si legge sui giornali, la notizia è già vecchia di mesi e significa che lo fanno da molto tempo.

  6. Gli assassini ebrei come il boia blinken, in rappresentanza di chi governa veramente gli usa, cercano di infliggere il maggior danno possibile alla Nobile Federazione Russa, perciò, prima del possibile crollo sul fronte della loro “carne da cannone” ukronazi, cercano di infliggere ad ogni costo e con qualsiasi rischio (anche quello del confronto militare diretto) danni ai russi, infatti, per il popolume bue dichiarano che le armi a lunga gittata fornite non saranno usate contro il territorio russo, ma poi avviene questo e sta già accadendo, a ben vedere …

    Cari saluti

  7. Stupida notizia falsa e molto vecchia diffusa dalla propaganda USA & NATO !
    Ogni giorno le possenti forze armate Ucraine rifornite di ogni ben di DIO di armamenti dai paesi USA & NATO scappano via in fuga disordinata arretrando dai confini Russi ad un ritmo di 15 km al giorno !
    Tecnicamente è impossibile che le truppe USA & NATO residenti in Ucraina abbiano le palle di sparare Droni e Missili verso la Russia da una distanza di sicurezza minima dal fronte di guerra inferiore ai 100 KM .
    Più aumenta la distanza dai confini Russi più aumentano le possibilità alla Russia di intercettare questi missili o droni !

  8. Semplice considerazione: se gli ameriCani danno l’ok all’ucraina di colpire la Russia poichè è da lì che provengono gli attacchi, per considerazione uguale e contraria i russi possono colpire ovunque provengano gli attacchi verso di loro. Se le armi provengono dall’ue o dagli usa, possono dunque colpire tali paesi in risposta all’aggressione subita.
    Gli ameriCani sono così disperati da voler provocare un conflitto nucleare. Spero solo che se ciò accadrà i centri di comando usa siano i primi ad essere colpiti.

  9. Forse c’è un poco di confusione…..gli attacchi in territorio russo ci sono già da tempo….atacms o altro…a meno che il racconto non sia tutto avariato……tutto e il contrario….

  10. Fatti documentati. La prima versione degl’ atacms giunse in ucraina con i sistemi francoinglesi scalp e stormshadow. Stesso sistema terra aria terra degl’ Himars, giunti ancora prima, ma con gittata più lunga. Provocazione, arma degl’ impotenti!!

  11. Mi permetto di condividere alcune domandine ingenue. È dai tempi di Caterina e forse anche prima che la Russia ha relazioni strette con i paesi europei, non sono legami storicamente e culturalmente più significativi di quelli con l’Europa dei popoli Georgiani ed Armeni? Quali vantaggi vengono ai popoli europei dal respingimento della Russia fuori dall’Europa, e quali danni? Europa nel senso di relazioni politiche e commerciali privilegiate con paesi europeil. I vantaggi che eventualmente vengono ai popoli europei dalla adesione alla NATO giustificano la scelta EU dell’esclusione della Russia dall’Europa?

  12. Anche gli ingenui vedono la mira di sgretolare la Federazione Russa e tirarne fuori alcune colonie da mungere stile Iraq. Ma non sarebbe più Russia perché un paese è la sua storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM