Seconda settimana di guerra, colpita una nave israeliana al largo di Gaza

I combattenti della resistenza palestinese prendono di mira la nave da guerra israeliana al largo della costa di Gaza mentre si entraa nella seconda settimana di guerra
I combattenti della resistenza palestinese hanno preso di mira una nave militare israeliana al largo della costa della Striscia di Gaza, questo mentre il regime di Tel Aviv continua i suoi bombardamenti sull’enclave assediata e la violenza entra nella seconda settimana senza alcun segno di una fine delle ostilità, nonostante la crescente preoccupazione internazionale.

Le Brigate Ezzedine al-Qassam, l’ala militare del movimento di resistenza di Hamas, hanno annunciato lunedì pomeriggio in una dichiarazione che una unità navale israeliana era stata colpita al largo della costa della Striscia di Gaza, con una raffica di missili, la al- Lo ha riferito l’agenzia di stampa Aan,Palestina in lingua araba .
La dichiarazione ha aggiunto che l’attacco missilistico è avvenuto lunedì dopo che l’esercito israeliano ha lanciato una nuova serie di raid aerei sulla Striscia di Gaza.

Le Brigate al-Qassam hanno evidenziato di aver rinnovato il bombardamento del kibbutz Erez nella parte sud-occidentale dei territori occupati israeliani, che si trova solo un chilometro a nord della Striscia di Gaza, e della base aerea israeliana di Hatzerim alla periferia occidentale della città israeliana di Beersheba .
Nel frattempo, il movimento di resistenza della Jihad islamica ha dichiarato che la battaglia in corso di fronte all’aggressione israeliana contro la Striscia di Gaza ha raggiunto “obiettivi importanti”, sottolineando che il fronte della resistenza palestinese “insiste per ottenere la vittoria di al-Quds”.

Gaza, rovine e disperazione

Domenica in una dichiarazione si legge che i caccia F-35 israeliani di fabbricazione statunitense hanno colpito la Striscia di Gaza mentre civili inermi dormivano nelle loro case. A Gaza non ci sono rifugi dove i civili possono essere accolti ,e se ci fossero, sicuro che gli israeliani bombarderebbero anche quelli.

Un analista statunitense paragona le atrocità israeliane a Gaza ai crimini di guerra nazisti nella seconda guerra mondiale
Un analista statunitense ha paragonato le atrocità israeliane a Gaza ai crimini di guerra nazisti nella seconda guerra mondiale
La Jihad islamica ha sottolineato che gli attacchi sono stati condotti dopo che i combattenti della resistenza palestinese hanno inflitto pesanti perdite alle terre occupate, il che ha colto di sorpresa i funzionari israeliani.

Il movimento di resistenza palestinese ha proseguito affermando che l’operazione al-Quds Sword “si vendicherà dell’uccisione di bambini per mano dei terroristi, che hanno privato i palestinesi della felicità della festa di Eid al-Fitr e hanno attaccato i luoghi sacri durante il mese sacro. del Ramadan. “

La dichiarazione ha sottolineato che i raid aerei israeliani contro strutture civili ed edifici residenziali sono “una chiara prova del terrorismo sistematico da parte dell’esercito del nemico israeliano”.

Il movimento di resistenza palestinese ha infine criticato la posizione di Washington nei confronti degli atti di aggressione del regime di Tel Aviv contro i palestinesi, sottolineando che un tale approccio “ha fornito una copertura per le atrocità e le violazioni di Israele, e ha reso gli Stati Uniti complici delle ostilità del regime.

Hamas avverte di ulteriori attacchi a Tel Aviv se Israele continuerà gli attacchi a Gaza

Nel frattempo, lunedì, il movimento di resistenza di Hamas ha avvertito che riprenderà gli attacchi missilistici sulla capitale israeliana, Tel Aviv, se il regime continuerà i suoi attacchi aerei contro le aree residenziali di Gaza.

L’avvertimento è stato annunciato da Abu Ubeida, il portavoce del movimento, dopo che aerei da guerra israeliani hanno preso di mira una torre residenziale a Gaza City, uccidendo due palestinesi e ferendone altri 10.

Torre dei media colpita e abbattuta a Gaza


Israele pianifica un “terribile massacro” contro i giornalisti
Separatamente, il Palestinian Journalists Syndicate (PJS) ha avvertito del “terribile massacro” che Israele ha in programma contro i giornalisti, dopo che un edificio che ospitava gli uffici dei media internazionali nella Striscia di Gaza, incluso Al Jazeera, è stato colpito da un raid aereo israeliano.

Il PJS ha invitato il Segretario generale delle Nazioni Unite Antonio Guterres a intervenire immediatamente e garantire protezione ai giornalisti, che potrebbero essere vittime di “crimini di guerra” o addirittura bersagli diretti.

Il sindacato ha sottolineato che le forze israeliane hanno commesso più di 100 violazioni contro membri della stampa, aggiungendo che il bombardamento dell’edificio di al-Jalaa è un chiaro e palese attacco ai giornalisti, che riferiscono sui crimini di Israele contro i bambini e i civili palestinesi.

Il PJS ha anche notato che le truppe israeliane hanno aggredito giornalisti in tutta la Cisgiordania occupata sparando direttamente contro di loro proiettili rivestiti di gomma e veri, bombolette di gas lacrimogeni e granate assordanti.

Il sindacato ha poi messo in guardia contro il “terribile massacro” di giornalisti palestinesi per mano delle forze militari israeliane.

I tentativi quotidiani mirati di soldati e coloni israeliani contro i giornalisti mostrano chiaramente che le autorità del regime di Tel Aviv stanno pianificando di commettere più crimini per impedire la copertura mediatica dell’operazione militare in corso contro la Striscia di Gaza e nascondere le loro atrocità al mondo intero, ha sottolineato il PJS. .

Le tensioni si sono intensificate a Gerusalemme al-Quds, nella Cisgiordania occupata e Gaza in mezzo alla prevista espulsione di dozzine di palestinesi dal quartiere di Sheikh Jarrah, dove i coloni israeliani illegali stanno cercando di impossessarsi delle proprietà delle famiglie palestinesi.

Fonte: Prehttps://www.presstv.com/Detail/2021/05/17/652885/Israeli-warship-targeted-off-coast-of-Gaza-Strip-as-fighting-enters-second-weekss Tv

Traduzione e nota: Luciano Lago

5 Commenti
  • Mardunolbo
    Inserito alle 23:17h, 17 Maggio Rispondi

    Mi chiedo perche’ Hezbollah stia aspettando nel soccorrere I palestinesi, sia sparando raffuche di razzi, sia occupando le alture,occupate, del Golan !

    • Hannibal7
      Inserito alle 10:25h, 18 Maggio Rispondi

      Già…me lo chiedo anch’io egregio…
      Anche perché, la diplomazia, come sempre accade,è in una fase di stallo,oltre che essere come al solito lentissima…
      Solo una coalizione di paesi arabi può davvero aiutare i fratelli palestinesi…putroppo l’occidente, a parte le solite frasi di circostanza, non sembra così interessato a correre in aiuto dei civili inermi…
      Gli ameri-CANI poi sono degli schifosi doppia faccia…da una parte invocano,a parole,un cessate il fuoco e dall’altra pongono veti…tutto poi a favore dei loro alleati criminali sionisti!!!
      Bisogna fare qualcosa al più presto,perché più passano le ore e più civili,soprattutto bambini continuano a morire…
      Quei bastardi sparano su tutto!!!….
      http://www.bocchescucite.org/gaza-ogni-cosa-e-stata-colpita-case-strade-alberi/
      È UNA VERGOGNA!!!
      PALESTINA LIBERA
      RAUS JUDEN!!!

  • Teoclimeno
    Inserito alle 03:39h, 18 Maggio Rispondi

    Leggo la politica estera in funzione degli interessi nazionali, ed è mio precipuo interesse che Israele crolli.

  • antonio
    Inserito alle 08:31h, 18 Maggio Rispondi

    abbattete gli aerei israeliani con missili

  • jakob
    Inserito alle 09:35h, 18 Maggio Rispondi

    Leggo dall’articolo: Un analista statunitense ha paragonato le atrocità israeliane a Gaza ai crimini di guerra nazisti nella seconda guerra mondiale. Pertanto Benjamin Netanyahu rappresenta il nuovo Adolf Hitler.

Inserisci un Commento