"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Se ha fatto il patto sui migranti Renzi va processato

di Paolo Becchi e Giuseppe Palma –

Secondo l’ex ministro degli Esteri del governo Letta, Emma Bonino, dal 2014 al 2016 il governo Renzi si sarebbe impegnato per conto dell’Italia, d’accordo con altri governi europei, ad accogliere tutti i migranti che giungevano in Europa. E fin qui nulla di nuovo, visto che ciò è scritto nero su bianco sugli accordi relativi all’operazione Triton.

Il problema sorge se, come ha lasciato velatamente intendere l’ex ministro della Difesa del governo Letta, Mario Mauro, ciò fosse avvenuto in cambio di una maggiore flessibilità da parte dell’Ue sui nostri conti pubblici, circostanza non scritta evidentemente da nessuna parte, ma tutto di un eventuale accordo segreto tra il governo Renzi e l’Ue.

In cambio di una flessibilità, che gli serviva a scopi politici, è possibile che Renzi abbia tradito il Paese, consentendo l’invasione migratoria, indirizzata unicamente sul nostro territorio? Le dichiarazioni della Bonino e di Mauro, se lette insieme, a tanto porterebbero. Molti ne hanno parlato, avanzando critiche anche dure, ma nessuno ha sottolineato un punto decisivo: se un accordo di quel tipo vi è stato, come l’accordo segreto di scambio tra petrolio e migranti a Malta (di cui su Libero si è già data notizia), la cosa avrebbe persino riflessi penali.

Vi sarebbero infatti responsabilità penali, oltre che politiche, in capo all’ex presidente del Consiglio ed eventuali ministri in concorso con lui. L’art. 243 del codice penale recita: «Chiunque tiene intelligenze con lo straniero affinché uno Stato estero muova guerra o compia atti di ostilità contro lo Stato italiano, ovvero commette altri fatti diretti allo stesso scopo, è punito con la reclusione non inferiore a dieci ami. Se la guerra segue o se le ostilità si verificano, si applica l’ergastolo».

La finalità della condotta non deve essere necessariamente la guerra, ma un qualsiasi atto di ostilità verso lo Stato. E, a quanto pare, di accordi segreti si tratterebbe, visto che Renzi si difende parzialmente dichiarando che gli accordi Triton sono scritti nero su bianco, lasciando senza risposta l’altra parte del problema, quello dello scambio con la flessibilità di cui non si fa nessun cenno in tali accordi.

La norma del codice penale punisce la condotta di chiunque stipuli accordi con lo straniero, di qualsiasi tipo, al fine di indurre lo Stato estero (o più Stati esteri) a muovere guerra o comunque a compiere atti di ostilità verso lo Stato italiano, i quali non necessariamente debbono tradursi in atti di violenza. Quali sono quindi gli «atti ostili»? Le «cessioni di sovranità» rientrano nel novero degli atti ostili puniti dall’art. 243 del codice penale? Si parta dal presupposto che l’articolo citato punisce i delitti contro la personalità dello Stato, quindi contro i suoi tre elementi costitutivi: popolo, territorio e potestà di imperio. Venisse meno anche solo uno di essi, verrebbe meno anche lo Stato.

Renzi, in cambio di una flessibilità sui conti, che tra l’altro di fatto non c’è stata, avrebbe ceduto una parte ulteriore della nostra sovranità nazionale. E se qualcuno cede porzioni di sovranità nazionale in segreto, senza accordi trasparenti, compie certamente atto ostile nei confronti e a danno dello Stato. In nome di chi avrebbe agito il governo Renzi per quello scellerato accordo (segreto) con lo straniero? Perché di straniero si tratta, parliamoci chiaro. In nome di chi o di cosa, e con chi, Renzi avrebbe barattato la questione migranti con una maggiore flessibilità sui conti pubblici? E a giovamento di chi?

Al fine di fare chiarezza urgono, a nostro avviso, due cose 1) un pubblico ministero che apra un fascicolo e indaghi sulla vicenda; 2) una commissione parlamentare d’inchiesta che faccia luce su questa brutta storia. La cosa più sorprendente è che tutti ne continuino a parlare, ma nessuno faccia veramente qualcosa. I pubblici ministri sembrano poco interessati e le forze politiche (tutte) anche. Tanto rumor per nulla, in fondo.

Fonte: Paolo Becchi

*

code

  1. Michele 5 mesi fa

    Al di là di tutto, è davvero difficile credere che le altre forze politiche presenti in parlamento non ne sapessero nulla… e questo dovrebbe farci pensare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Nicola 5 mesi fa

    Tutto collegato con i Vaccini obbligatori: generalmente sono i turisti italiani a vaccinarsi quando si recano in un Paese straniero a rischio di infezione… ma siccome il Paese straniero è stato traslato in Italia, ebbene, devono essere tutti i cittadini italiani a vaccinarsi ! ! !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Max Tuanton 5 mesi fa

    Video digitate:” migrantI e’ alto tradimento”. NO COMMENT!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Giorgio 5 mesi fa

    Solamente un cieco “vede” l’opposizione in parlamento.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Alfvanred 5 mesi fa

    Non certo per giustificare il mascalzone , ma sento odore di aria fritta. Dov’era Becchi quando Andreotti allora capo del governo cedette ,mi pare alcune porzioni della penisola a uno stato estero? Accordi segreti Senza mai essere passati al vaglio del parlamento. Senza contare che sono 70 che qualcuno ha ceduto la sovranità dell’Italia agli Usa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alfvanred 5 mesi fa

      Forse il fatto di essere sudditi e aver ceduto ampiamente la nostra sovranità alla Nato e agli Usa a molti sta bene. Perché l’intelligenza col nemico non esiste solo con queste invasioni africane. Quando un paese compie scelte politiche, economiche e militari che vanno contro il proprio interesse,anche qui, si configura il reato di Alto Tradimento.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Werner 5 mesi fa

    Dopo il processo? Il carcere? E a che servirebbe? Di fronte a questi casi le punizioni più esemplari potrebbero essere quelle inflitte dalla Francia di De Gaulle a guerra conclusa ai danni degli esponenti della Repubblica filonazista di Vichy, presi a ghigliottinate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Franko 5 mesi fa

    Tranquilli. Non ci sarà nessun politico italiano processato, condannato e messo in carcere..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. PieroValleregia 5 mesi fa

    … l’italiano è l’unico popolo che accorre in soccorso del vincitore.
    Ennio Flaiano
    saluti
    Piero e famiglia

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mario Rossi 5 mesi fa

      Ahahahahahahaha hai ragione!!!!!!!! Siamo furbetti noi. Solo che ogni tanto ci sbagliamo e allora ci mettiamo da soli le palle sul ceppo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Walter 5 mesi fa

    Anche se la cosa è palese, temo che sia molto difficile da dimostrare. Ha ragione the Roman quando dice che i metodi convenzionali non sono efficaci contro questa banda di traditori.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Eugenio Orso 5 mesi fa

    Cane non mangia cane …
    E’ improbabile, se non impossibile, che Renzi finisca dentro per “intelligenze con lo straniero”. Chi lo denuncerà, processerà carcererà?
    Lo stato italiano è occupato dai collaborazionisti dello straniero (fra i quali Renzi stesso) e, come scritto all’inzio, ma questa volta alla veneta ‘can non magna can’!

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Max Tuanton 5 mesi fa

    Ma il bomba ( renzi) ha le spalle protette se ne sbatte altamente del popolino ,renzi e’ un fatuo esecutore di Ordini che vengono sempre e solo da quel popolo la’,quelli che dicono ma va ma hai LA fissa, no sono loro fessi ,esempio,l’amministratore Delegato Della borsa italiana di Milano si chiama Raffaele Jerusalmi ,l”iuniversita bocconi di milano il rettore chi e’? Quelli che dicono ma va ma cosa dici!sono dei venduti ,cattolici o atei o comunisti o fascisti sono pagati per mentirvi scaricano le colpe su renzi il Papa I sauditi il bildenberggli alieni ecc mai che tocchino quel popolo,hanno capito di chi non possono parlare son mica stupidi ci tengono al posto di lavoro,LA busta con I dindi a fine mese arriva dal padrone mica dal popolo abborraccione scansafatica capace solo di lamentarsi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mario Rossi 5 mesi fa

    Caro Max hai proprio ragione!!!! finchè tengono la pancia piena agli elettori che sono circa 15 milioni in Italia i problemi non ci saranno mai!!! Il problema nasce quando questo numerò si assottiglierà. Io penso che negli anni si assottiglierà e anche loro lo sanno per questo hanno cominciato a sostituire gli elettori con lo ius soli. Sanno benissimo che questi scansafatiche costano un botto e quindi vanno sostituiti con una parte diciamo più a buon mercato. Non lo so dove andremo a finire ma di certo abbiamo imboccato un crinale molto pericoloso e con un equilibrio molto fragile anche perchè non è detto che gli smidollati quando non avranno nulla da perdere non faranno qualche colpo di testa. L’unica speranza è solo un uomo forte alla Hitler che prende il potere con la forza e comincia a dare calci alle palle a destra e a manca. Certo che se questo uomo forte è un coglione come lo fu il vecchio Adolf allora saranno dolori per tutti!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fabio 5 mesi fa

      Mario, sono d’accordo, attualmente non si assottiglia in quanto ‘produciamo’ 10 miliardi di debito pubblico / mese,
      destinato ad alimentare pensionati (che a loro volta mantengono over 40enni disoccupati),
      dipendenti pubblici (che creano indotto e fanno sopravvivere qualcun altro) e faccendieri varii.
      Quindi non si assottigliera’ finche’ come dici tu, non verra’ sostituito da carne a piu’ buon mercato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. the Roman 5 mesi fa

      Ogni uomo e’ figlio del suo tempo, e ogni tempo ha delle situazioni e dei processi unici. Adolf Hitler non prese il potere con la forza, che uso’ invece contro Rohm e le SA, nel tentativo riuscito di ottenere l’ appoggio dei junkers dell’ esercito. La Germania era devastata dalla crisi , con 7 milioni di disoccupati e centinaia di migliaia di suicidi. Hitler mise fine a tutto questo, e lo fece attuando quelle politiche invise alla finanza internazionale che fu capace di mobilitargli contro gli imperi che controllava, riuscendo a coinvolgere i tedeschi in un conflitto che Hitler aveva cercato in ogni modo di evitare. Lasciarsi andare a giudizi semplicistici, spesso ossequiosi della morale corrente, e’ purtroppo prassi corrente che non aiuta a far luce su certi aspetti della storia. Il mio parere: Adolf Hitler fu un eroe di guerra, grande patriota e uomo integerrimo, con pregi e difetti come ogni uomo. Il suo piu’ grande difetto : l’ inflessibilita’. Il suo errore maggiore fu di riporre eccessiva fiducia nei suoi camerati .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Walter 5 mesi fa

      Nel dubbio, indosserò una conchiglia per proteggere i miei attributi. A parte gli scherzi, l’unico modo per un uomo (più o meno forte e capace) di prendere il potere oggi, è quello di essere appoggiato e sostenuto dal deep state, i poteri forti. Tu dagli anche la licenza a tirar calci alle palle a sua discrezione e siamo a posto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Max Tuanton 5 mesi fa

    Se LA gente invece di sputare sentenze su Adolfo s’informasse meglio! Vedere I video che adesso ci sono sottotitolati in Italiano anche nel Sito” allarme ebreata” leggere quello che diceva .Su” antimassoneria”sezione libri per esempio “le forze che manovrano il mondo” vermajons.Anche su Bergoglio sputare sentenze e’ qui e’ la si fa solo il gioco dichi vuol LA fine Della chiesa.Il motto del Mossad:”vinceremo attraverso l’inganno”.Mi dicono Della chiesa post concilio,come se non lo sapessi mah!Ricordatevi che LA piu grande qualita’ di quell’etnia la’ e’ plagiare e copiare su quello imbattibili !!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 5 mesi fa

      Daniele, allora lei è peggio degli ebrei co’ ‘sto ca§§o di chiesa!!!!
      Più insiste con Brodoglio e più si squalifica, come glielo devo dire che è alle dipendenze di Satana?
      Non le basta che abbia eletto come suo compagno di merende Scalfari?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Franko 5 mesi fa

    Io credo che il più grosso errore di Hitler fù la tentata invasione della Russia.
    Infatti se si “accontentava” dell’Europa Occidentale (la nato di oggi),
    i Russi non avrebbero mosso un dito.
    Questo errore che stiamo pagando dal 1945 ad oggi..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. THE ROMAN 5 mesi fa

      Franko,esistono diverse teorie al riguardo. Hitler nel suo discorso alla nazione nel quale annunciava l’operazione Barbarossa, sosteneva che si trattava di un azione preventiva dovuta all’imminenza di una pianificata invasione sovietica. Molti storici concordano con questa tesi,e lo stesso Cremlino con l’apertura degli archivi sovietici ha confermato che effettivamente un invasione era nei piani dei sovietici. Quello che mi lascia perplesso al riguardo e’ l’atteggiamento di Stalin,che fino all’ultimo non riusciva a capacitarsi del colpo di mano di Hitler, fino a cadere in un isolamento risolto’ poi dalla ferma chiamata alla resistenza e dalla aapplicazione della strategia della terra bruciata. Sembra quasi che entrambi i dittatori siano stati ingannati dai loro stessi apparati ,ed e’ probabile che i poteri occulti abbiano sventato con questa mossa un eventuale avvicinamento di stalin alle posizioni di Hitler. Pochi sanno che il georgiano ammirava Hitler,e ancora meno sono al corrente che la ragione dell’affetto che i russi ancora oggi gli riservano ,fu dovuta alla decisa deriva nazionalista che egli impresse alla Russia con la defenestrazione dei trozkisti . Personalmente sono anch’io propenso a credere che l’invasione della Russia fu un tragico errore, dovuto ad una concomitanza di cause ed una premessa di carattere suprematista ed imperialista. Hitler disprezzava i popoli slavi piu’ancora dei semiti, egli riteneva che le terre da loro abitate fossero destinate all’espansione demografica della superiore razza germanica . Facendo leva su questa sua visione imperialistica ,che costituisce a mio avviso una colpa ed una debolezza della sua politica, i suoi nemici con la complicita’ dei servizi segreti tedeschi e sovietici hanno architettato una gigantesca trappola nella quale entrambi gli uomini forti del panorama mondiale sono caduti. Il colonnello Skorzeny,uomo d’azione e di acuta intelligenza e’ convinto del tradimento dell’Abwher (ilservizio segreto tedesco) e, da semplice studioso dei fatti ,ho sempre trovato poco credibile la versione riguardo alla quale Enigma fu decifrato da esperti polacchi. La Germania ,come l’italia ,era zeppa di traditori , e l’intelligence che ha portato all’operazione Barbarossa potrebbe essere stata opera loro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. leopardo 5 mesi fa

        Non ci sono dubbi che Stalin si stava preparando per attaccare la
        Germania, soprattutto dopo aver appreso che il Giappone non avrebbe attaccato
        l´Unione sovietica. https://youtu.be/R2uCpbs0UL8

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. Max Tuanton 5 mesi fa

    Non sia blasfemo Giorgio ,visto che lei dice di aver studiato dai gesuiti si ricordera’ il motto in Latino ,in Italian e’ ” alla Maggior Gloria di Cristo”. Non crede che sia una tattica?I gesuiti hanno aperto university in tutto il mondo detengono il sapere e lei contadino del Veneto che curriculum puo presentare a confronto ,sono entrato un po’a gamba tesa ma quando ci vuole ci vuole

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giorgio 5 mesi fa

      Daniele, si chiamano gesuiti, Cristo non sanno chi fossa o cosa sia e proprio perché sono contadino sono estremamente pratico, averci studiato non significa averli sposati, ma semplicemente conoscere la loro filosofia ed i loro metodi.
      Deve darci un taglio con Brodoglio come io l’ho fatto con i gesuiti.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Giorgio 5 mesi fa

        Erroneamente ho scritto fossa anziché fosse.
        Daniele ho conosciuto più di una donna ma ne ho sposato solo una.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Max Tuanton 5 mesi fa

    Al bravo the Roman consiglio LA lettura e i video dell’ eroe di guerra Leon Degrelle xche’ LA vulgata di Hitler che considerava gli Slavi essere inferiori e’ falsa tante’ che vennero arruolati nelle SS pure musulmani Indiani e Negri e bosniaci ( ci sono le foto con LA divisa e le mostrine)Piu di 1 milione di volontari di tutte le razze andarono contro I russi ,ma LA storia LA fanno I vincitori.L’europa non esiste piu se LA sono divisa gli Americani e I russi con il popolo eletto a dare le direttive

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. THE ROMAN 5 mesi fa

      Conosco vita,gesta e scritti del comanndante Degrelle, che il Fuhrer stesso prediligeva al punto di affermare che se mai avesse avuto un figlio lo avrebbe voluto proprio come lui . Le wafffen SS ,formidabile corpo dapprima nazionale ,poi germanico, poi europeo ed infine multietnico, e’ la testimonianza , se mai ce ne fosse bisogno ,di quanto fosse popolare la causa del nazionalsocialismo presso tutti i popoli. Hitler ,nei suoi ultimi giorni nel bunker di Berlino, rimpoianse di non aver calcato abbastanza sull’apetto prettamente rivoluzionario del conflitto con i potenti imperi dell’epoca,e tra le sue “passivita”” ,come egli le definiva,annoverava anche una errata valutazione dell’Italia fascista e dell’alleanza con essa stipulata, Il Fuhrer ebbe a pentirsi di aver permesso al Duce ,troppo spazio di manovra ed un immeritato trattamento alla pari,mentre avrebbe dovuto schierarsi con gli oppressi dal suo regime imperialista. Anche della sua mancata valorizzazione dell’opposizione all’imperialismo britannico ebbe a rammaricarsi,e sicuramente avrebbe potuto meglio utilizzare l’appoggio di Ghandi che nutriva grande stima del dittatore tedesco. C’e’ tanta letteratura riguardo al quel periodo storico , alcuna realmente spazzatura propagandistica ,altra piu’ equilibrata ,altra chiaramente inficiata dal sentimentalismo . Degrelle fu un grandissimo uomo , la cui onestaì intellettuale e morale e’ fuori di questione . Egli vede nella campagna di Russia ,che lo coinvolge direttamente ,gli aspoetti piu’ epici ed anche religiosi.ed e’ giusto cosi’. Un osservatore imparziale ,come puo’ essere solo uno storico od un amante della storia,deve pero’ considerare che la Germania nazionalsocialista ,che pure ebbe connotati rivoluzionari ,fu essenzialmente uno stato proiettato all’esclusivo benessere dei cittadini tedeschi ed all’affermazione della loro superiorita’ razziale. Il pangermanismo di Hitler includeva nella definizione di Grossdeutschland ,ogni territorio abitato da popolazioni di origine germanica . Riguardo ai vasti territori della Russia , essi erano nella visione del Fuhrer delle tere da colonizzare,estromettendo o riducendo in schiavitu’ l’inferiore polazoione di etnia slava. La conquista del liebensraum fu alla base della campagna di Russia, le cui materie prime e risorse agricole erano essenziali per la sopravvivenza di milioni di tedeschi. Ai suoi generali spiego’ di non avere scelta e di temere per una carestia che avrebbe causato 2 milioni di morti . ” quest’anno il raccolto e’ stato buono,ma presto il terreno potrebbe scioperare come il corpo di un drogato, e potremmo dover afrontare una crestia con 2 milioni di morti “. IB. Farbhen? Forse i tedeschi avevano utilizzato dei fertilizzanti poderosi ma con controindicazioni ? Anche lo stimolante Pervitin fu un regalo dell’industria farmaceutica tedesca che causo’ piu’ di un problema alla Wehrmacht. I tedeschi non furono quei superuomini che vollero far credere ,e la storia lo ha dimostrato. Adolf hitler stesso arrivo’ ad ammettere che il popolo tedesco fu sconfitto dal “piu’ forte popolo russo “. Considerare gli slavi degli untermenschen fu un grandissimo errore. I russi sono un grande popolo ,lo hanno dimostrato e lo dimostrano tuttora nel Donbass .

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. maboba 5 mesi fa

    Lo scandalo infatti è anche e soprattutto il silenzio della politica e delle istituzioni che dovrebbero essere di garanzia. Va sottolineato quel ” Vi sarebbero infatti responsabilità penali, oltre che politiche, in capo all’ex presidente del Consiglio ed eventuali ministri in concorso con lui” per ricordare che un certo Minniti, che oggi passa per il salvatore anti-migranti, era se non sbaglio sottosegretario alla Presidenza del consiglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace