Scontri alla frontiera tra Iran e Afghanistan tra talebani e guardie di frontiera iraniane

Questo pomeriggio è scoppiato uno scontro tra le guardie di frontiera iraniane e i talebani a causa di un malinteso sul confine nella zona di Shagalak vicino alla provincia afgana di Nimroz.

Mentre alcuni media hanno riportato scontri tra le forze di frontiera iraniane e i talebani nell’area di Nimroz, i corrispondenti di Al-Alam TV hanno concluso che questa questione, nonostante l’esagerazione dei media, non è veritiera.

Nell’incidente di oggi, le forze di frontiera talebane hanno protestato contro il contrabbando di carburante da parte di alcune persone comuni provenienti dall’Iran verso l’Afghanistan, e di conseguenza sono state sensibili a questa questione, che sta accadendo nel distretto di Nimroz .

Quanto accaduto in questo incidente sotto forma di malinteso è terminato poche ore fa, ed è stato oggetto di interesse da parte dei media ostili, che si oppongono ai buoni rapporti tra i due Paesi .

Posto di controllo dei talebani

E ora la situazione su tutti i confini dell’Iran e dell’Afghanistan è del tutto normale.

In una dichiarazione esclusiva al canale Al-Alam, l’esperto strategico iraniano Hadi Mohammadi ha affermato che quanto accaduto al confine tra Iran e Afghanistan sono state semplici schermaglie durate pochi minuti e fermate dall’intervento delle guardie di frontiera iraniane senza causare alcun danno umano o materiale perdite.

Mohammadi ha aggiunto al telegiornale del canale Al-Alam che i talebani hanno minacciato gli agricoltori iraniani due settimane fa ma la cosa è stata poi superata.

Nota: Gli americani cercano di seminare discordia ed attriti fra l’Iran e i talebani nella speranza di provocare altri conflitti nell’area. Questa speranza viene però vanificata dal pragmatismo delle autorità iraniane che perseguono un obiettivo di convivenza e pacificazione, evitando di creare fratture fra i popoli della regione.

Fonte: Al Alama.ir

Traduzione e nota: Fadi Haddad

3 Commenti
  • atlas
    Inserito alle 23:44h, 01 Dicembre Rispondi

    chi erano quelli che subdolavano che i taleb ani erano i ‘buoni’ ? (redazione compresa)

    • Redazione
      Inserito alle 13:48h, 02 Dicembre Rispondi

      Te lo sei sognato Atlas.
      Talebani in combutta con la CIA fin dai loro esordi….

      Luciano Lago

      • atlas
        Inserito alle 14:33h, 02 Dicembre Rispondi

        sin da quando gli americani hanno abbandonato l’Afghanistan tutti gli articoli li presentavano un pò come degli ‘eroi’, per ciò di cui sono stati capaci; o cmq gente con cui Cina e Russia potevano/dovevano trattare riconoscendoli politicamente. La loro visione poi, da ricondursi nell’alveo della fratellanza salafita, è stata ammessa da subito da Qatar e Turchia, e non dispiaceva quindi all’Iran. Dispiace a scriversi ma lo sciismo è esordito in ambito giudeo, e dal 1979 l’Iran politico è per metà sovranista e per metà religioso. E’ da allora che appoggia la fratellanza salafita nel mondo, oggi al potere in Turchia. Turchia che oggi cerca i giudei come il Marocco e prima ancora gli Emirati. Turchia che ha proprio personale in Libia per imporre anche lì la democrazia della nato. Turchia che combatte in Siria per la democrazia contro Assad. Cia ? All’Afghanistan talebano venne dichiarata guerra dagli usa proprio a ridosso della sceneggiata di Hollywood dell’11 Settembre 2001. Io l’ho sempre scritto nei miei commenti: per l’Afghanistan ci vuole qualsiasi tipo di governo, basta che non sia nè democratico nè religioso. (in Libia le elezioni stanno fallendo prima ancora di iniziarsi, la parola alle armi)

Inserisci un Commento