Schiaffo di Erdogan a Borrel: non sei all’altezza di essere un mio interlocutore


In altre parole, Borrell non può nominare o regolare le nostre relazioni con la Russia. Non ha né la qualità né la capacità per prendere una decisione del genere in queste questioni”, ha detto il presidente turco.
Il presidente della Turchia, Recep Tayyip Erdogan, si è scagliato questo giovedì contro l’Alto rappresentante Ue per gli affari esteri e la politica di sicurezza, Josep Borrell, e ha assicurato di non ritenere che il diplomatico spagnolo sia al livello necessario per essere il suo “interlocutore” .

Tale affermazione è arrivata in risposta alle critiche di Borrell sulla vicinanza tra Turchia e Russia . Questa settimana l’alto funzionario ha esortato Ankara a modificare la sua politica nei confronti di Mosca e ad aderire alle sanzioni occidentali .
“Non percepisco Borrell come mio interlocutore. Può essere solo l’interlocutore di Mr. Mevlut [Cavusoglu]”, ha detto Erdogan , riferendosi al ministro degli Esteri turco, definendo “brutte” le parole del diplomatico.

In altre parole, Borrell non può nominare o regolare le nostre relazioni con la Russia. Non ha né la qualità né la capacità di prendere una tale decisione in queste questioni . È stato un commento ripugnante”, ha detto.

Allo stesso modo, Erdogan ha ricordato che Ankara funge da mediatore nell’accordo sul grano che consente l’esportazione di grano dai porti ucraini. “Da dove viene il 44% del grano che l’Europa estrae attualmente?”, ha chiesto. “Viene dal Mar Nero. Chi è il mediatore? La Turchia. Un grazie per questo? No. Tutti i leader europei mi ringraziano, mentre tu ti alzi e fai una dichiarazione del genere”, ha concluso il presidente.

Joseph Borrel

Un crescente motivo di preoccupazione”
Josep Borrell ha recentemente affermato che l’Unione Europea è preoccupata che la Turchia, invece di imporre sanzioni, abbia ampliato il commercio con la Russia dall’inizio del conflitto in Ucraina.
“La continua politica della Turchia di non aderire alle misure restrittive dell’UE contro la Russia è motivo di crescente preoccupazione “, ha sottolineato, aggiungendo che in quanto paese candidato all’UE, la Turchia non dovrebbe aiutare Mosca ad aggirare le sanzioni .

A differenza di molti paesi europei, la Turchia si è astenuta dall’imporre misure punitive contro Mosca. Inoltre, ha proseguito la sua collaborazione con il Cremlino in vari ambiti e ha deciso di non chiudere il proprio spazio aereo agli aerei russi né di vietare l’ingresso ai turisti provenienti da quel Paese.

A metà ottobre, il presidente russo Vladimir Putin ha proposto di creare il più grande centro di trasporto del gas in Turchia , se l’Europa lo desidera. Giorni dopo, Erdogan ha annunciato che i due paesi hanno raggiunto un accordo sulla questione.

Fonte: RT Actualidad

Traduzione. luciano Lago

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by madidus