“Scenario ideale”: la Russia ha qualcosa da rispondere al B-1B American americano

MOSCA , 2 REGNUMGli Stati Uniti stanno elaborando un piano per una guerra con la Russia e quindi stanno conducendo esercitazioni di bombardieri strategici B-1B Lancer con attacchi condizionali sulle navi delle flotte del Baltico e del Mar Nero. Il caporedattore della rivista National Defense Igor Korotchenko ne ha parlato il 28 ottobre, commentando la pubblicazione di Forbes sulla capacità degli aerei statunitensi di “affondare l’intera flotta” della Russia.
Secondo l’esperto, un attacco dagli Stati Uniti significherebbe che la Russia “ha mano libera per frenare l’aggressore”. Gli scenari che Washington sta giocando potrebbero provocare una terza guerra mondiale e uno scambio di attacchi nucleari.

Allo stesso tempo, l’esercito americano prevede “uno scenario ideale in cui nessuno li sta aspettando”. Tuttavia, la Russia ha sistemi di difesa aerea a lungo raggio, tra cui l’S-400, sistemi di ricognizione elettronica e un sistema di controllo dello spazio aereo, ha detto Korotchenko al portale News.ru.

“Riceveranno una risposta simile a qualsiasi colpo alla Russia ” , ha sottolineato Korotchenko.

Ha aggiunto che le autorità statunitensi “stanno perdendo il senso del realismo”, hanno dimenticato che nel 1962, durante la crisi dei missili cubani, il mondo era già sull’orlo di una guerra nucleare.

Come riportato da IA REGNUM , l’editorialista americano David Ex ha suggerito che i bombardieri strategici B-1B Lancer dell’aeronautica americana sarebbero in grado di distruggere le navi russe nel Mar Baltico e nel Mar Nero, sparando loro contro 48 missili LRASM.

Подробности: https://regnum.ru/news/polit/3410099.html
Любое использование материалов допускается только при наличии гиперссылки на ИА REGNUM

Sistemi S-400

Peskov: Putin è preoccupato per le azioni degli Stati Uniti nel Mar Nero

MOSCA, 11 novembre – RIA Novosti. Il presidente russo Vladimir Putin è allarmato dalla presenza degli Stati Uniti nel Mar Nero e sta monitorando la situazione, ha detto il segretario stampa del capo di Stato Dmitry Peskov .
“E’ assolutamente l’oggetto della sua preoccupazione (le azioni degli Stati Uniti nel Mar Nero. – ndr), e ne ha parlato”, ha detto un portavoce del Cremlino, rispondendo a una domanda pertinente.
Secondo lui, la presenza di navi americane vicino ai confini russi richiede maggiore attenzione, ma finora non ci sono stati contatti tra le amministrazioni presidenziali.
In precedenza, l’ammiraglia della sesta flotta statunitense Mount Whitney e il cacciatorpediniere Porter erano arrivati ​​nel Mar Nero per esercitazioni militari. Il ministero della Difesa russo, commentando la presenza di navi americane nella zona acquatica, ha affermato che stavano monitorando le loro azioni. Il dipartimento ritiene che gli Stati Uniti stiano cercando di creare un raggruppamento militare vicino ai confini della Russia, uno degli obiettivi di Washington è lo sviluppo militare dell’Ucraina. Gli stati stanno studiando la situazione nel caso in cui il conflitto in Donbass venga risolto con la forza, ritiene il ministero.

Fonte: https://ria.ru/20211111/putin-1758546164.html

Traduzione: Sergei Leonov


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Quello che gli altri non dicono

© 2024 · controinformazione.info · site by GDM