"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo

Scelgono Conte e la sovranità europea: voltafaccia totale?

di  Marco Della Luna

In nome degli interessi nazionali e del bene sociale, gli italiani hanno votato le forze sovraniste Lega e M5S per opporsi all’europeismo bancario guidato dalla grande finanza internazionale devastatrice e golpista (vedi Grecia): Rothschild, Rockefeller, Soros etc. Il nascente governo Lega – 5 Stelle doveva realizzare questa opposizione, ma inizia facendo esattamente il contrario:

– sceglie come proprio capo il prof. Giuseppe Conte, un personaggio oscuro, tanto oscuro che la sua pagina in Wikipedia è sparita subito dopo la sua designazione, formato e impiegato in università controllate proprio da quei personaggi della finanza globale (Yale, Girton College, Luiss), nonché amico dei Boschi nonché – pare- di Verdini;

-firma un Contratto di Governo che, oltre e a non menzionare affatto la difesa dello stato nazionale parlamentare democratico, adotta, al suo art. 29, il principio della subordinazione dell’Italia all’Unione Europea e della cessione a questa della sovranità nazionale: “l’Italia chiederà la piena attuazione degli obiettivi stabiliti nel 1992 con il Trattato di Maastricht, confermati nel 2007 con il Trattato di Lisbona” (i quali appunto implicano la costituzione di un superstato europeo senza dare a questo un carattere democratico, ma conservandone la natura autocratica);

“Chiederà” [cioè, si limiterà a chiedere e non avrà un piano B di contromisure per il caso che la richiesta sia respinta, come tutte le analoghe richieste sono state respinte sinora; e chi non ha contromisure pronte, non vedrà mai accettate le proprie richieste] :

di affermare l’identità europea sulla scena internazionale che sia sganciata dall’immagine della supremazia di uno o più Stati-membri [cioè Germania, Germania + Francia]” (il che vuol dire che non si opporrà all’egemonia tedesca entro l’Unione, ma solo al fatto che essa appaia all’esterno dell’Unione);

-“ di rafforzare come stabilito una “stretta cooperazione nel settore della giustizia e degli affari interni” (il che vuol dire più potere dei giudici non-italiani di intervenire in Italia e, soprattutto, più potere dell’Eurogendfor di operare in Italia per schiacciare eventuali proteste di popolo);

di rafforzare i poteri del Parlamento europeo, unico organo elettivo, rispetto agli organi comunitari non elettivi (obiettivo irrealistico: bisognerebbe rovesciare l’impianto verticistico-burocratico dato all’UE sin dall’origine, sempre confermato, e che è il suo scopo);

di “vagliare le competenze dell’UE riportando agli Stati quelle che non possono essere efficientemente gestite a livello di Unione e rafforzando al contempo l’incisività e la capacità decisionale dell’UE sul suo ambito di intervento” (cioè ancora più potere all’eurocrazia e alla Germania nelle materie più importanti).

L’art. 29 del Contratto di Governo chiude in bellezza: “ritornare all’impostazione delle origini in cui gli Stati europei erano mossi da un genuino intento di pace, fratellanza, cooperazione e solidarietà” (solo che nessuno di questi nobili sentimenti era all’origine del progetto europeista, come la ricerca storica ha dimostrato, bensì un puro calcolo di dominio finanziario e ingegneria sociale).

Prof. G. Conte

In questo spirito, il nascente governo “ritiene necessario rivedere, insieme ai partner europei, l’impianto della governance economica europea (politica monetaria, Patto di Stabilità e crescita, Fiscal compact, MES, procedura per gli equilibri macroeconomici eccessivi, etc.) attualmente asimmetrico, basato sul predominio del mercato rispetto alla più vasta dimensione economica e sociale.” Peccato che questo predominio del mercato, o meglio di chi lo controlla e manovra, sia dovuto a forze e interessi molto potenti, che la coalizione Lega-Stelle neppure nomina, quindi non si immagina come possa modificare la struttura europea da esse costruita.

Se un siffatto governo verrà varato, buona parte dell’elettorato dei due partiti si sentirà delusa e tradita da questo apparente voltafaccia e da quanto potrà seguirne. Si chiederà come mai Di Maio ha tirato fuori Conte e perché mai Salvini lo ha accettato. Si chiederà se la promessa tutela degli interessi nazionali fosse solo una finta per raccogliere voti. Io credo che i due partiti in questione reagiranno con qualche mossa concreta e sonora, sapendo che altrimenti perderebbero completamente il carisma e gran parte dei voti. Forse quello che ho descritto sopra è il frutto della politica come arte del possibile, cioè di un negoziato già concluso con i potentati finanziari egemoni; o forse è solo un pro-forma, un nascondimento dei veri progetti giallo-verdi, che riemergeranno dopo il voto di fiducia e che rimangono sovranisti e comprendenti opzioni di rottura e di uscita dall’euro, in caso di mancato accordo in sede UE.

Ma il significato profondo di questo apparente voltafaccia europeista dei due movimenti “sovranisti” mi pare essere la conferma dell’esistenza di vincoli gerarchici internazionali– quelli cui accennavo nel precedente articolo – imposti proprio da quei potentati finanziari cui i “sovranisti” promettono o promettevano di opporsi. Tali vincoli prevalgono sul voto popolare e chiunque ottenga la maggioranza “democratica” poi sarà costretto ad allinearsi o a raggiungere un compromesso con gli interessi che essi tutelano. Vedi Tsipras. L’elettorato non può decidere il premier, né il presidente della repubblica, né le scelte politiche e strategiche. Tali decisioni sono (state) prese fuori dall’Italia.

Fonte:  Marco Della Luna

N.B. L’opinione dell’autore può non coincidere con la posizione della redazione.

*

code

  1. animaligebbia 3 mesi fa

    Intanto il presidente mattarello chiede una pausa di riflessione perche’ “ci deve pensare, la prossima scusa quale sara’.forse “devo lavarmi i capelli”?.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. giannetto 3 mesi fa

    Mi sembra che Della Luna sia tra i pochi rimasti , tra noi, a saper ragionare sui fatti e a trarne le conseguenze. Sulla stessa linea di Della Luna s’è espresso, in un recentissimo blog, Sannino… che avevo letto stamane, e anche su questo ho già espresso la mia opinione, dunque non la sto a ripetere.
    Mi sembra – ma lo dirà il tempo se sbaglio – che troppa gente “famosa” stia andando … a rane. Esempio Mazzucco… Esempio Foa… ma esempio per me stupefacente è Blondet, il cui antiberlusconismo è diventato così schizoide e paradossale da risucchiarlo in atmosfere da “caccia al puttaniere”( in condimenti “Novella 2000”), quasi fosse un aggiornamento laico della caccia alle streghe di religiosa tradizione. Ma il Berlusca è un outsider., oramai. Chi se ne frega delle sue scalmane ficaiole! Non è lui che sta combinando il pateracchio, ma i due quacquaracquà.
    Chissà invece perché Blondet sta zitto sul suo beneamato “sovranista” Salvini
    1. che (d’accordo, lui sì che ha per compagna una donna esemplare, che ha già meritato un “santino” blondettiano, non una escort berlusconiana)
    2.ma che, in complicità con l’altro socio garibaldino, propone a sorpresa quel “punto 29” che sconfessa ogni sovranismo, e che fa scattare Sannino e Della Luna…. ma non Blondet, sovranista intemerato. Mistero!

    Se poi volete divertirvi sul tema andate al commentarium, sul “Rischio Calcolato”, all’articolo blondettiano “Fatelo rinchiudere”, nel quale una certa Alice Tarrini, che è donna per me molto intelligente, tiene impavidamente testa a una banda di commentatori maschiincancreniti in sapienza piccolo-borghese (un intruglio di maschismo e moralismo), e in fondo, a mio parere, non molto intelligenti. Brava Alice!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Stefano Radi 3 mesi fa

    Stiamo discutendo nella migliore tradizione italiota, di quanto ancora non esiste: un governo che finalmente, almeno sulla carta, faccia quello che sarebbe stato logico fare dal 1994. Effettivamente, Berlusconi nel 2011 si era messo di traverso alla ue. Forse forte dell’appoggio di Putin e Gheddafi, voleva trattare una diversa situazione dell’Italia nell’euro. Sappiamo com’è finita. Dopodiché è divenuto giocoforza per tutelare i propri interessi personali, uno zerbino della volontà di Bruxelles.
    Nelle ultime elezioni politiche ha dovuto giocare lo stesso ruolo e l’alleanza di destra è apparsa per ciò che è: un finto accorpamento di identità ideologiche profondamente differenti nei fatti.
    Della sinistra non va fatta menzione, per rispetto alla sua memoria storica. Si è semplicemente autotradita e annaspa ignobilmente nel mare della memoria annebbiata di un elettorato distante dalla realtà.
    In questo quadro la nuova lega di Salvini ha dovuto far tesoro del filo di ferro arrugginito: la presenza in un’alleanza profondamente distante dai fini del suo elettorato, un’aggregazione di governo con un partito atlantista, creato nel 2013 per destabilizzare ciò che restava della possibile idealità politica degli italiani. Un partito che doveva inoltre riavvicinare gli italiani di destra e sinistra al voto, dando speranza alle loro avvilite istanze di vita. Obiettivo ampiamente raggiunto. Ora questa realtà fittizia, per sopravvivere deve recitare appieno la sua parte, ovvero accettare di governare con quella Lega che le cose le deve cambiare per essere ciò che è.
    Ebbene, nonostante le limature, l’invenzione della figura di questo premier, per l’ennesima volta non votato da nessuno, ovvero una figura di compromesso, un illustre sconosciuto all’elettorato italiano, assistiamo a questo profluvio di critiche, di esternazioni timorose che, probabilmente, serviranno a proporre l’attività del nuovo governo come le sette fatiche di Ercole. in modo da calmierare le attese pazienti degli italiani che lavorano e producono e mantengono quella parte di cittadinanza da troppo tempo non solo parassitariamente appoggiata alle loro spalle, ma ambiziosamente, quanto indegnamente, dedita a comandarla.
    Blondet, tenta di risvegliare le coscienze degli onesti, rammentando che “il cavaliere” ha doti per le quali, se la nostra società non fosse stata obnubilata dalla superficialità, dall’indifferenza per la politica, dall’egoismo irrazionale, dall’individualismo stupido e dalla diffusione massiva della disonestà e della furbizia cialtrona, erette a virtù, dovrebbe dedicarsi da tempo immemore a ben altre attività dell’ambito ippico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 3 mesi fa

      grazie a Stefano Radi che ha risposto indirettamente alle solite critiche anarcoidi del Giannetto, semplicemente mettendo i puntini sulle “i”
      Riguardo al “personaggio oscuro” riguardo al quale, orrore-orrore, sarebbe scomparso pure la pagina in Wikipedia, bisogna notare solo questo; BCE + Fondo Monetario e sinistre fantocce unite stanno attaccando in tutti i modi Conte !
      SIGNIFICA CHE VA BENE PER L’ITALIA !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. amadeus 3 mesi fa

        E se fosse una sottile strategia per farlo passare neutralizzando le opposizioni?

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. HERMANN .G. 3 mesi fa

    II denigrare il pessimismo le basse insinuazioni il calunniare ecc ecc tutte qualita’ che portano dritti dritti all’inferno, il diavolo e I suoi ministri gli ebrei e I massoni si compiaciono tra di loro, I figli Della colpa ( gli Ebrei) e I massoni ( adoratori di Lucifero) soon sempre dietro a tutti questi teatrini ,faccio come Catone ripeto bisogna che i Fascisti tornino a governare con le buone o le cattive,tanto morire per morire come popolo tra pochi anni di Questo passo non esisterete piu l’italia meticcia ,delle orde barbariche I Vostri Salvini e Di Maio se ne infischiano altamente economia pure ( borghi cognomen ebreo) questi 2 e il Berlusca sono delle comparse a loro interessa far piacere all Padrone epulone gran mascalz figl.di una gran v.caval .Epulone Ebreo padrone di Tutto,ve lo ha detto anche Grillo questi con un click mettono col sedere per Terra nazioni intere , col ritorno del fascismo in un attimo spariranno tutti ladroni massoni ebrei risorse ecc ecc Mardunoglio vada in sartoria si faccia fare un bel fez e cominci a girare con LA mascellona ,si eserciti che a Natale si ritorna ! Eja eja alala !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Eugenio Orso 3 mesi fa

    Nonstante sia vero quello che ha scritto il Della Luna, gli sciacalli stragisti dell’Alta Finanza muovono lo spread contro l’Italia, in vista di un possibile governo Lega-5s, i compari ministri del burattino degli ebrei Rothschild Macron ammoniscono e le prostitute mediatiche sparano a zero su Conte …
    Ciò significa che costoro, come sa bene il loro servo e basista istituzionale Mattarella, con la tessera infame del piddì in tasca, vogliono decidere il presidente del consiglio e i ministri, per non lasciare nulla al caso …
    Il programma dovrà essere quello della Bce-troika, com’è stato da Monti in poi.
    Questa è la democrazia, il peggior sistema di governo della storia dell’umanità, considerati tutti gli altri!

    Cari saluti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giannetto 3 mesi fa

      Mi scusi il mio spirito anarcoide, aborrito dai moralizzatori cattolici del “Puttaniere” per antonomasia, ma mi toglierei qualche sassolino dai denti. In quel che dirò non si tratta di ravvisare anarchismi o meno, ma di rispondere a banali domanducce, e vediamo se qualcuno ci riuscirà:
      1. da quale nebbia di landa scozzese si vaporizza, ex improviso, lo zombie di questo Conte?
      2. non Le pare che “gli sciacalli … + relativo scontato pedigree.. . muovano lo spread” non “nonostante”, ma “indipendentemente” da quel che ha scritto Della Luna, il quale per gli “sciacalli” è un signor Nessuno?
      3… “servo e basista internazionale”… tessera infame del PD in tasca”… oddio, sono pure d’accordo, ma non Le sembra che tanta “accumulatio” epitetifera in due righe sia un po’ stomachevole, un segno classico della peggiore retorica italiota?
      4. Non so se la democrazia sia “il peggior sistema di governo della storia dell’umanità”. Come si fa a dirlo sui due piedi? Certo è da Atene in poi il sistema più soft con cui i furbi hanno fatto i loro affari a spese dei fessi. Ma soprattutto non dimentichi che la democrazia moderna è caratterizzata da quella “ribellione delle masse” di cui parlava il grande Ortega y Gasset (che non era un… anarcoide). Quindi chieda in primis conto alle “masse” se la “democrazia” si trova nello stato in cui versa.
      5 Dulce in fondo un quesito a latere: Non Le sembra che ormai ogni persona di minimo buon senso ne abbia piene le scatole con la storiella infinita delle foie ficaiole di Berlusconi, che si ripescano perfino adesso… e con che fine? Non vedete che è già uno zombie politico per conto suo? Per fumus persecutionis, degno di una valchiria Ilda, il Blondet la rimena da parroco di campagna sulla battuta, in verità un po’ sconveniente, che il Vecchio ha fatto a una ragassola valdostana. – Una persona intelligente passa sopra ai ghiribizzi di un matusa un po’ incontrollato nelle sue impotenti libidini. … Ma in più- aggiungono i censori – lui ha messo in Parlamento le sue escort…!! – E perché? La Boschi come ci è arrivata? Forse con Banca Etruria? E com’è che l’ineffabile Boldrini è arrivata a Presidente del Parlamento?. …
      Rinnovo, anche se non ne ho avuto riscontro, l’invito a leggere sul Rischio Calcolato i commenti di Alice Tarrini, l’unica persona intelligente che si sia espressa sul putiferio del tutto italiota suscitato dal blondettiano “Fatelo rinchiudere” .
      …Curiosi, sti italioti… da sempre superputtanieri di fama internazionale e da sempre, insieme, cattolicuzzi da moraluccia confessionale.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Anonimo 3 mesi fa

    Questo Conte è vicino a Denis Verdini, Boschi ecc..
    Un personaggio legato al PD boschiano e a certi ambienti forzitalioti di area verdiniana. Pare che anche i cinque stalle abbiano qualche legame con lui tramite un certo avvocato “Malafede”.
    Da evitare come la peste!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. HERMANN .G. 3 mesi fa

    Il Berlusca e’da galera difatti hanno sostituito LA pena con I servizi sociali ,Se posso permettermi giannetto finche’ bazzica quei siti che ha citato brancolera sempre nel buio, qui trovera molte piu dritte piuttosto che da quei servi del pennino imbratta pagine che le piace leggere , una vera ignominia ,ad un cenno dato dall’Editore Ebreo riescono a lordare la Reputazione di chiunque soon LA fanteria intellettuale degli ebrei ,De Benedetti ebreo Berlusca massone ,Feltrinelli LA moglie che ha ereditato tutto e’ ebrea che caso! Digitate ad esempio :” padre Gabriele amorth LA massoneria comanda I’ll mondo”E’ chiaro che LA massoneria e’ una creatura ebrea tutti I suoi riti soon ebrei poi c’e’ I’ll famoso Isaac long I’ll fondatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. giannetto 3 mesi fa

      Le do l’elenco dei siti che normalmente bazzico: 1. Blondet. 2. Controinformazione. 3. Libreidee. 4. Rischio Calcolato. 5. Come Don Chisciotte. 6.Il blog di Foa. 7. Cratesiologia 8. Saker 9. Dedefensa Org. 10. Brunobertez.com. 11. Sputnik
      Nessuno dei siti da me frequentati è etichettatibile, mi sembra, come reac. (=reazionari). O a Lei non sembra così? Quali non vanno, a Suo illuminato parere?
      In realtà, vede, il problema non è la frequentazione altrui di siti supposti reac , per di più aleggianti come inidentificati fantasmi nella testina di un internaufrago, come Lei, che ci ha ancora fisse le fregole da NKVD . Pazienza!… un Blondet consiglia addirittura di RINCHIUDERE il Berlusca solo perché ci ha la fissa della passera. A tanto arriva il suo ‘amor cristiano! Meno male che non era lui il giudice, ma la valchiria Ilda, che amorevolmente lo destinò ai servizi sociali.
      – Il problema, con commentaristi del suo calibro, sono invece le scoregge a vanvera di una plebe che ha concepito il proprio wishful thinking come elaborazione del colon. Sarebbe infatti meglio chiamarlo wishful fart.
      – Avete cominciato con la sentenza di un fervente cattolico che mi ha dato dell’ “anarcoide” solo perché ero d’accordo in toto con le analisi di Sannino e Della Luna (tra parentesi, anche oggi Sannino ha scritto un eccellente articolo). ..Beh! si vede – ho pensato – che sono anarcoidi anche loro!
      Poi ci si mette Lei, che allude a strani siti reac che io frequenterei… MA SENZA NOMINARNE UNO SOLO. … Ma mi dica quali sarebbero, diobbono! così poi in tutta onestà glielo confermo, o glielo smentisco…. Abbia le palle di mettere in campo dei nomi, e di dimostrar qualcosa, invece di cianciare a vanvera.
      Insomma, Lei è il classico cialtrone italiota.

      PS. … per riderci un po’ su: Ai cattolici vessilliferi della Mutanda Intemerata (che ahimè, nei mala tempora bergogliani sono un sempre più sparuto drappello) consiglierei invece la lettura di Diderot e Voltaire invece che di S. Paolo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Idea3online 3 mesi fa

    Questo si chiama Governo Tecnico di secondo livello, il primo livello è simile ad un Colpo di Stato, il secondo livello come questo, è entrare dalla finestra dopo avere illuso tramite le votazioni che la porta è chiusa.
    L’Italia dal 2011(inizio probabile della Terza Guerra Mondiale SOFT, o a pezzetti, un pezzetto era la Libia), è in AMMINISTRAZIONE CONTROLLATA con COMMISSARI inviati dall’Impero. Ma la Grecia soprattutto, a seguire Italia e Spagna sono gli anelli più deboli o le colonie americane più instabili, potrebbero da un momento all’altro allearsi all’Oriente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. robyt 3 mesi fa

    Conte approvato, Mattarella ha deciso di fregarsene dei “partner” europei e di rispettare il nostro Sistema di governo o semplicemente si è reso conto che dopo 4 governi tecnici di fila (Monti, Letta, Renzi, Gentiloni) e soprattutto le ultime elezioni, un governicchio non può numericamente esistere ? Anche se la culona tedesca con il suo toyboy micron, più tutta la Pravda delle fake news globali e finanziare dalla mozambicolandia al gran-bielothaistan, si sbracciano tanto a sconsigliarci questo governo. (Sempre molto amichevolmente, alla maniere dei boss Mafiosi, alzandoci un po’ lo spread e togliendoci I gradi da tutte le agenize di rating e statistiche).

    Credo che questa sia una data storica.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Horus 3 mesi fa

    E’una data storica perche la situazione italiana piu pericolosa di cosi non potrebbe essere.

    Il mattarello che ha fatto quanto voluto dai 5s ha portato l Italia nell instabilità.

    Non e’ una bella cosa. Nemmeno veder Salvini che non si ricorda che ha vinto il centrodestra e ha lasciato ai dilettanti della casaleggio associati dilettarsi con sconosciuti fotogenici che non sanno nulla di politica, e” proprio una bella cosa.Oltretutto il centrodestra Salvini lo ha sfasciato.Le conseguenze se le deve tenere lui.
    Vediamo se dice qualcosa a sua discolpa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mardunolbo 3 mesi fa

      Berluscoide amante della patatina fino ai suoi anni, ha difatto il centrodestra ! Anzi ha usato il centrodestra per inserire le sue amate, dopo aver inserito altro …
      La Meloni ha confermato un’altra volta che non e’ affidabile. La prima volta mentre aveva la panciona da incinta e voleva fare la sindachessa di Roma+ deputata europea+ segretaria di partito…
      Altra volta a celebrare la presa di Roma da parte dell’esercito piemontes-massonico…
      Ora sdegnosa rifiuta di collaborare ad un governo fatto cercando la soluzione migliore per gli italiani !
      E poi si scrive di Salvini che ha cercato in ogni modo di far quadrare un cerchio ?
      Ma per favore !!! Ho gia’ scritto delle pecche di Salvini riguardo alle sue leccate ad Israele, ma non esageriamo nelle condanne ingiuste !

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Horus 3 mesi fa

    Salvini ha sfasciato il centrodestra ADESSO.
    Berlusconi si era interessato della gnocca non del centrodestra. Ha fovuto entrare in politica per non oerdere le aziende,altro che per scopo politico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Mardunolbo 3 mesi fa

    Tanto per ribadire ai duri di comprendonio che qui sono in gioco molte piu’ cose di quelle che si vedono, cito qui da Blondet , una analisi eccezionale e consiglio di leggersi bene tutto l’articolo !
    “..Suscita invece più discussioni la tesi secondo la quale il veto di Mattarella si concentri sulla possibilità che al ministero dell’Economia arrivi Paolo Savona, ex direttore generale di Confindustria e ministro dell’Industria del governo Ciampi, lunghi anni a fianco di Guido Carli, che da ministro del Tesoro firmò per l’Italia il trattato di Maastricht.

    “Quando a Carli tremò la mano”
    L’ottantunenne economista cagliaritano viene definito “euroscettico” e, pertanto, il suo nome rischierebbe di suscitare il panico a Bruxelles. Si tratta di una parziale semplificazione. Affermare che l’ingresso nell’euro del nostro Paese fosse stato prematuro, oltre a non essere una tesi peculiare nel dibattito economico e accademico, non equivale a propugnare un’uscita disordinata dall’unione monetaria (per una ordinata, secondo Savona, dovremmo essere invece quantomeno pronti). E Savona quei trattati – che l’esecutivo giallo-verde forse chiederà di ridiscutere – li conosce bene. E ne discusse a lungo con Guido Carli, esprimendogli la sua contrarietà quando decise di porre quella firma su regole che Savona giudicava arbitrarie e restrittive.

    Quelle idee furono riassunte nel volume del 1996 ‘L’Europa dai piedi d’argilla’. E quei giorni sono stati ripercorsi nel recente pamphlet ‘Quando a Carli tremò la mano’, scritto a quattro mani con Carlo Panerai. “Nella vita di Governatore ho messo tantissime firme. Quando ho firmato il trattato la mano mi tremava”, è la confidenza di Carli che Panerai sostiene di aver raccolto, “sapevo che era necessario far entrare l’Italia nel vertice dell’Europa, ma sapevo anche che l’Italia non è pronta. Speriamo che lo diventi”.

    “Non sono un’antieuropeista. Anzi”
    Savona ha sempre cercato di respingere l’etichetta di euroscettico, che vede come frutto di un equivoco. “Passo per uno dei pochi economisti istituzionali anti-europeisti, ma non è così”, disse in un’intervista a Libero dello scorso anno, “io sarei per l’Europa unita, per questo non posso che dire peste e corna di quello che vedo a Bruxelles. Le difficoltà dell’Ue sono colpa delle élite che la guidano: dicono di interessarsi del popolo ma si occupano solo di loro stesse e non ammetteranno mai il fallimento dell’Europa perché significherebbe autocondannarsi. E questo acuisce i problemi. La mancanza di diagnosi comporta l’assenza di terapia. Le élite italiane hanno voluto questa Europa, sbagliando. Si prendano la colpa o qualcuno gliela attribuisca”. Uno smantellamento ordinato dell’unione monetaria, secondo Savona, andrebbe comunque almeno presa in considerazione: “Temo il lento degrado più dello choc forte negativo. L’euro ha portato più svantaggi che vantaggi a tutto il Continente”..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Horus 3 mesi fa

    Intanto la cosa piu importante e’ che il voto degli italiani se lo sono messo sotto i piedi , peggio i prima con i governi mai eletti da nessuno.
    Pertanto parlare di
    Savona fa ridere.

    Bello vedere il mainsteam e i suoi giochetti da quattri soldi della casaleggio associati che tratta tutti come ragazzini cretinetti.

    Mi sa che avranno delle belle sorprese a breve.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. HERMANN .G. 3 mesi fa

    Se posso indicarle umilmente provi digitate”aaargh Italia” Giannetto premesso che qui mi sento il meno titolato di tutti ,MA ! BUT ! Dal momento che soon tanti anni all’estero fin dalla giovane eta e di tempo ne ho avuto a strafottere per erudirmi le posso dire giannetto che tutti I siti da lei citati sono 100% massonici o kosher ebrei che e’ LA stessa cosa ma credevo non ci fosse neanche bisogno che glielo dicesse un niente come me. Se mi dice che Lei trova Piacevole leggere I siti unpo come LA casalinga di voghera che legge novella 2000 allora mi state bene, ma che quei sitida lei citati siano attendibili e credibility stendiamo una coperta pietosa ,blonder incluso un cacciatore che spara con cartucce a salve non e’ un cacciatore

    Rispondi Mi piace Non mi piace