Sanzioni Statunitensi Ostacolano La Lotta Contro Il Coronavirus In Venezuela


di Drago Bosnic

Guaido chiede aiuto a Washington per rovesciare il presidente Maduro e ha anche affermato che “tutte le opzioni” sono state prese in considerazione, anche chiedendo agli Stati Uniti di invadere il Venezuela.

Anche molti legislatori e senatori statunitensi sono pronti a sostenerlo. Il senatore Marco Rubio, che ha contribuito a guidare la posizione degli Stati Uniti sul Venezuela, continua le minacce non così sottili.

Ancora una volta, le Nazioni Unite stanno guardando dall’altra parte. Come un ipocrita e sciocco, nel mezzo di tutto ciò, il governo degli Stati Uniti vuole inviare i cosiddetti 20 milioni di dollari di aiuti alimentari e medicinali in Venezuela quando il regime degli Stati Uniti ha rubato 30 miliardi di dollari dal Venezuela in entrate petrolifere e ne prende 30 milioni ogni giorno.

Non ha bisogno di commenti, né il fatto che la guerra appoggiata dagli Stati Uniti allo Yemen abbia spinto milioni sull’orlo della carestia, come l‘aver trasformato la Siria in un altro stato devastato dalla guerra e dopo aver destabilizzato la Libia per sempre.

Peggio ancora, gli Stati Uniti stanno conducendo una guerra economica illegale contro il popolo venezuelano.
Dalle sanzioni con il congelamento delle risorse fino al blocco del Venezuela dal sistema finanziario internazionale e dal FMI, questo è quello che sembra guidare quel paese oltre il limite tra l’epidemia di coronavirus. Come in questo caso, non esistono motivi legali o morali per sanzionare e intervenire negli affari del Venezuela e nessuna legge internazionale a sostegno di tale intromissione.

Non vi è nulla nella Carta delle Nazioni Unite che sanziona le ingerenze nelle elezioni di un paese straniero e nulla nella costituzione venezuelana che legittima i presidenti auto-nominati. Il Venezuela non è una minaccia. Il Venezuela non sta sparando missili contro gli Stati Uniti, attaccando gli alleati degli Stati Uniti o invadendo gli Stati Uniti con truppe.

Il governo Maduro ha avuto problemi a risolvere l’economia. Ma questo non fornisce in alcun modo giustificazioni al governo degli Stati Uniti per trasformare la situazione di male in peggio. Gli Stati Uniti e i suoi alleati non hanno il diritto di interferire negli affari del Venezuela. Non solo il loro regime è illegale e moralmente sbagliato, ma si è anche rivelato disastroso. Per qualsiasi dubbio si dovrebbe chiedere alle Nazioni Unite.

Nel frattempo, il cosiddetto aiuto americano è una notizia falsa. Questa è la stessa amministrazione degli Stati Uniti che ha imposto il divieto di viaggio, imprigionato le madri immigrate e i loro figli e lasciato il Porto Rico come stato disastrato dopo l’uragano Maria. È folle pensare anche per un secondo che gli Stati Uniti adesso si preoccupino davvero del popolo venezuelano.

Venezuela, gente in protesta

Ad ogni modo, il Venezuela è colpito dallo scoppio del micidiale coronavirus e la situaazione dovrebbe essere risolta solo attraverso il dialogo nazionale e l’assistenza internazionale. Questo compito molto reale e molto scoraggiante ha bisogno dell’aiuto della comunità internazionale, non di interferenze straniere o di invasioni militari.

Il Venezuela ha bisogno di aiuto e solo la sua gente può determinare il proprio destino. Questo è quello che gli Stati Uniti d’America dovrebbero comprendere in merito a più di una dozzina di altre nazioni per modificare le loro politiche di conseguenza, poiché il loro ruolo distruttivo nel mondo moderno è stato chiaro per decenni.

Fonte: Fort Russ https://www.fort-russ.com/2020/03/us-sanctions-hamper-coronavirus-fight-in-venezuela/

Traduzione: Luciano Lago

1 commento

  • ouralphe
    24 Marzo 2020

    Alla fine il mondo ha scoperto qual è il vero Impero del Male. Meglio tardi che mai..

Inserisci un Commento

*

code