SANTA COMMISSIONE O SANTA INQUISIZIONE?

Pubblichiamo come significativo il testo della lettera appello inviato dall’avvocato Marco Della Luna alla Senarice Liliana Segre.

(per la difesa della Fede nella Narrazione )
Questo scritto è un appello alla sen. Segre, al suo coraggio, alla sua lucidità.

di Marco Della Luna

Una delle più gravi violazioni in atto dei principi fondamentali della Costituzione e della stessa civiltà occidentale è la limitazione ai diritti di informazione, di insegnamento e di ricerca scientifica voluta dal pensiero unico e dai suoi beneficiari:
la pubblica informazione è in mano a cinque grandi agenzie mondiali, controllate da capitali privati, dedite al filtraggio delle notizie, delle analisi e al consolidamento di un pensiero unico liberista-mercatista-globalista; ad esse quasi tutti i giornalisti e i mass media si attengono, anche quelli pubblici; -i docenti, anche quelli universitari, persino quelli di filosofia, ricevono dalla politica direttive ideologiche afferenti al pensiero unico, cui devono attenersi per conservare il posto, far carriera, aver visibilità;
la ricerca scientifica, con la stampa scientifica, è in gran parte finanziata e controllata da capitali privati che contrattualmente si riservano la proprietà dei risultati e il diritto di decidere che cosa divulgare e che cosa no; in tal modo il capitale orienta la scienza, il suo insegnamento, la sua applicazione, dall’economia alla medicina;
ai medici in Italia è stato perfino vietato, sotto pena di radiazione, di esercitare il diritto di informazione dei pazienti sugli effetti dei vaccini obbligatori;

FaceBook esercita arbitrariamente il potere di oscurare i suoi utenti non allineati col pensiero unico (lo ha fatto anche a me, per un mese, durante la campagna elettorale europea);

imperversa la pratica del grievance-mongering, o vittimismo di mestiere, consistente nell’attaccare, isolare, licenziare, oscurare persone che hanno espresso le proprie idee o preferenze nel rispetto della legge, e che strumentalmente il vittimista accusa di averlo offeso nella sua sensibilità religiosa o etnica o razziale o sessuale.

Tutto ciò costituisce un’aggressione organica, sistemica, strategica. alla stessa esistenza di una società basata sulle predette libertà, ed esigeva l’urgente costituzione di una Commissione parlamentare per la tutela delle medesime libertà. Invece, hanno fatto la Commissione Segre per il controllo discrezionale della comunicazione via internet (con possibilità di censura, punizione e oscuramento), onde limitare ulteriormente la libertà di informazione e di pensiero, col pretesto della lotta a un estremismo politico e a un razzismo o suprematismo o sessismo che, sì, esistono e sono talvolta lesivi di beni giuridici riconosciuti, ma sono già puniti dalle leggi italiane e che non hanno, né possono avere in questa fase storica, la forza materiale per minacciare la società.

L’istituzione della Commissione va vista e studiata insieme con altre due ‘riforme’:

il tracciamento di ogni pagamento e versamento (con la costrizione a passare per una banca ad ogni transazione);

l’imposizione di vaccinazioni di massa senza trasparenza sugli effetti reali dei prodotti inoculati (con l’Ema che vuole inserire dal 2022 le certificazioni vaccinali nei passaporti come condizione di validità).

Le tre suddette riforme vanno comprese come strumenti fondamentali e integrati dell’attuale fase evolutiva del controllo sociale, basata essenzialmente:

-sulla manipolazione e modificazione diretta degli uomini, anche biologica e genetica, via farmaci, vaccini, alimenti, etc.;

-sul loro monitoraggio costante e capillare nelle idee, negli spostamenti, nel denaro;

-sulla possibilità di escluderli unilateralmente, con un click, dalle reti (comunicazioni, servizi, accesso al proprio denaro in banca).

Lo statuto della Commissione Segre (andatevelo a leggere: http://www.senato.it/service/PDF/PDFServer/DF/347775.pdf ) è formulato in termini vaghi, indeterminati, ampiamente soggettivi e discrezionali, non limitati all’istigazione all’odio (…intolleranza, razzismo, antisemitismo e istigazione all’odio e alla violenza nei confronti di persone o gruppi sociali sulla base di alcune caratteristiche quali l’etnia, la religione, la provenienza, l’orientamento sessuale, l’identità di genere o di altre particolari condizioni fisiche o psichiche), in modo che essa possa censurare, impedire e reprimere non solo e non tanto le istigazioni all’odio, ma la divulgazione di informazioni e analisi oggettive che possano, per le loro implicazioni, suscitare indignazione morale, “odio” nella Neolingua politically correct.

Infatti, è facile equivocare tra indignazione e odio, accusare colui di diffondere odio colui che in realtà diffonde informazioni e commenti su inganni, soprusi, illegalità, tradimenti politici, maxi-truffe bancarie coperte dalle istituzioni, soprattutto in relazione al nuovo ordine globale e totalizzante, il quale delegittima come eresia ogni alternativa a sé stesso. L’ordine del capitalismo finanziario e del mercato (non libero, ma) manipolato, con tutti gli effetti sulla vita delle persone e delle società, è un ordine onnipervasivo, egemonizza l’intrattenimento, la cultura e la stessa contro-coltura (vedi il fenomeno Greta).

Il totalitarismo capitalista non è funzionalmente diverso da altri totalitarismi, a quelli verso cui, per il pensiero unico, è lecito esprimere odio, come quello autore dello sterminio di milioni soggetti appartenenti a categorie-bersaglio, tra cui innanzitutto gli Ebrei, compresi i familiari della sen. Segre – la quale suppongo non abbia percepito per tempo i fini liberticidi a cui è stata strumentalizzata, ma ora può ben rimediare brillantemente. Gli Ebrei, ricorrenti vittime della persecuzione contro la libertà culturale, sono pure storici paladini, nonché simbolo, della medesima!

La Commissione Segre, nata da un testo della Boldrini e che dovrebbe chiamarsi commissione Boldrini ed è stata ridenominata ‘Segre’ solo per inibire le critiche, ha uno statuto che, con la sua vaghezza, la predispone

Manipolazione di massa

-a prevenire e contrastare lo svilupparsi una coscienza dei gravissimi, attuali conflitti di classe e tra nazioni, e a tutelara così la falsa narrazione irenica (deconflittualizzata) del mainstream;

– a oscurare l’informazione sugli effetti perniciosi e, per l’appunto, ‘odiosi’ del liberal-globalismo, scoraggiando la critica sistemica ad esso;

-a contrastare il dissenso e il suo organizzarsi in opposizione politica e sociale, ossia a difendere il pensiero unico liberale, il consenso ad esso, ai suoi esecutori politici, economici e culturali, e alle loro riforme;

a colpire ogni richiamo politico allo Stato nazionale, alla sua sovranità sulla moneta, sui confini, sulle scelte di modello socioeconomico, e alla responsabilità democratica verso il bene dei propri cittadini come funzione e dovere di tale Stato (tutte cose che l’ordine finanz-capitalistico è vigorosamente impegnato a smantellare e screditare, perché ostacolano l’ottimizzazione del mondo alle sue dinamiche anche demografiche).

Molte notizie, in materia di economia, finanza, banche, immigrazione, potranno essere censurate perché idonee a suscitare indignazione sociale, che verrà ridefinita “odio” allo scopo predetto. Del resto, già gli antichi sentenziavano: veritas odium parit.

Se lo scopo della Santa Commissione fosse onesto e non liberticida, se fosse diverso da quello che ho testé descritto, il suo statuto da un lato sarebbe stato garantista, cioè preciso e oggettivo nel definire, con riferimento al Codice Penale, le espressioni da colpire; e, dall’altro lato, avrebbe compreso la tutela dì diritti -questi sì costituzionalmente fondati- di opinione, informazione, ricerca e insegnamento, mediante l’individuazione e il contrasto a tutte quelle lesioni alla libertà di parola che ho menzionato in apertura.

Senatrice Segre, affido a Lei l’iniziativa di questa alta difesa della Libertà!

04.11.19 Marco Della Luna

11 Commenti

  • Graaf
    11 Novembre 2019

    Sono d’accordo con LA Segre ha fatto bene e’ lei che comanda ,e’ lei che Rappresenta i Padroni Ebrei noi siamo solo un popolo di sconfitti una colonia tuttalpiu’ di oziosi rivendicatori , resta pero’ il fatto che essendo LA storia come una grossa ruota che gira dove tutti gli imperi prima o poi cadono alla prossima Volta che cadra LA Segre o I suoi nipoti assieme alla Sua schiatta di ebrei di bankster depravati falsi come giuda dal quale degnamente discendono ecco se appunto LA prossima Volta che cadra sta setta ci Sara qualche levata di scudi per difenderli non Sara’ ascoltata , se ne fara’ un falo’ di ste zecche ma stavolta per davvero di sti bugiardi mentitori ebrei non potranno piu’ dire di non essere stati avvertiti adeguatamente , sfiancare sfinire dissanguare I popoli con un debito capestro perenne eterno tutti I popoli o depravare tutta LA gioventu far passare CIO che di piu sacro ci hanno lasciato I nostri avi assieme alle regole e ai valori della chiesa prima o poi verra’ chiesto il Conto a sta gente circoncisa che lo sappiano bene !

  • Graaf
    11 Novembre 2019

    Visto che siete sotto embargo mediatico instaurato dagli ebrei vi Passo qualche succulenta notizia dal Sito Sfront sito all quale voi non potete accedere perche’ altrimenti vi svegliate dal sonno digitate” LA polverini ultras sionista vuole l’ora di shoah nelle scuole” capite ? Buon Oloreligione l’unica che presto diventera’ l’unica alla quale credere obbligatoriamente ,gia’ lo e’ nei fatti se solo so accenna a fare una domanda dubitativa si rischia di Finire sbranati

  • G. De Benzi
    12 Novembre 2019

    Digitate: ” mo: commissario UE denuncia la lobby ebraica in Europa” un coglione pure lui , tutti quelli che parlano control gli ebrei e le loro ruberie son dei coglioni , per essere dei bravi cittadini bisogna starsene in silenzio e a carponi sempre

  • G. De Benzi
    12 Novembre 2019

    Digitate” il problema dell’ora presente conferenza don curzio nitoglia ” al minuto 31,25 ho sobbalzato anch’Io , se lo sente LA Segre ci rimane secca come un canarino ! Ditemi se in giro c’e’ qualche politico che parla come sto Prete ,salvini e LA meloni puah ! non gli puliscono neanche le mutande a sto Prete

  • VUK
    12 Novembre 2019

    Carissimo Avvocato
    rispetto le tue opinioni ma ti prego lascia stare la filosofia che non è il tuo mestiere

  • Eugenio Orso
    12 Novembre 2019

    All’ebrea genocida dei nostri diritti vitali non ci si deve appellare.
    La si deve combattere con ogni arma a disposizione, lei e i suoi padroni sovranazionali.
    Questa criminale sionista traditrice del paese che la ospita garantendogli molti soldi e una montagna di privilegi, rappresenta molto bene la furia repressiva del sistema finanz-globalista-giudaico, tanto che il “presidente” dell’entità criminale sionista chiamata israele,, rueven rivlin, l’ha recentemente incensata per la sua “opera” in difesa dei “diritti umani” (espressione odiosa frutto della monzogna sistemica) e la vorrebbe nei territori occupati dagli ebrei …
    Che accolga l’invito del suo vomplice sionista e ci vada, finalmente!
    Fin che durerà …

    Cari saluti

  • Kaius
    12 Novembre 2019

    Peccato che questi famosi “diritti umani” facciano l interesse di tutti tranne che degli umani.

  • Oswald Cobblepot (the Penguin)
    12 Novembre 2019

    Più espliciti di così: “Bologna, Galeazzo Bignami e Marco Lisei (Fratelli d’Italia) svelano su Facebook le case abitate da stranieri”. Cito da https://www.corriere.it/cronache/19_novembre_11/bologna-svelano-facebook-case-abitate-stranieri-denuncia-due-fratelli-d-italia-91342bfa-0465-11ea-83e5-874bd48f0bf6.shtml.
    “Un deputato e un consigliere comunale pubblicano un video in cui mostrano i citofoni degli alloggi popolari con i nomi degli inquilini immigrati. Il blitz segnalato al Garante della privacy. (…) Cathy La Torre, avvocata bolognese e promotrice della campagna «Odiare ti costa» ha prima denunciato l’episodio su twitter e poi presentato un esposto al Garante della privacy . Si tratterebbe a suo avviso di un comportamento che viola le basilari norme della privacy (i dati sono stati diffusi senza il consenso degli interessati) ma non solo. «Sulle case e i negozi degli ebrei i nazisti affiggevano cartelli che potessero agevolarne il riconoscimento. Oggi il censimento della razza che “ruba” agli ariani si fa con telecamera» scrive La Torre.”
    Signore e signori, la libertà di espressione è servita in tavola.

    Un saluto da Gotham city, il Pinguino.

  • Graaf
    12 Novembre 2019

    Ma io dico gia’ a 82 anni I’ll Berlusca e’ mezzo rincoglionito figuriamoci sta qui a 90 anni che genio di lucidita’ puo’ essere ,e’ vergognoso che Gli ebrei razza reietta nei secoli usi sta vecchiettina per far passare una legge liberticida e infame , fanno venire il voltastomaco usano tutto l’armamentario per impietosirci , questa vecchietta di 90 anni poteva starsene in pensione a godersi gli ultimi giorni e invece per colpa del Kahal I’ll governo occulto Ebreo che dirige tutti gli ebrei sul globo si e’ dovuta buttare in political a prender degli accidenti da tutti gli italiani ,non dimenticate che l’ebreo non ha patria e’ sempre errante per quello CE l’ha con tutti e rapina tutti I popoli , sopratutto con Roma che gli ha distrutto gerusalemme e ha disperso I giudei in ogni dove

  • G. De Benzi
    12 Novembre 2019

    A me onestamente I fratelli d’italia massoni ( cazzo non vi accorgete nemmeno quando vi prendono in culo ,siete alla frutta) non mi piacciono manco un po ‘ possono chiudere bottega che mi fanno solo un piacere sta gentaglia che si dice di destra e poi sono culo e pataia con gli ebrei come pure salvini con LA kippah fotografato ci Sta LA foto su blondet , piuttosto di votarli mi tengo il bomba renzi almeno con lui c’e’ da ridere Mr bean qualche cazzata dal cilindro LA tira sempre fuori e poi fa delle facce che dovrebbe fare il cabaret

  • Alvise
    13 Novembre 2019

    Marco Della Luna, Fai tenerezza.

Inserisci un Commento

*

code